Titoli di Stato paesi-emergenti Obbligazioni VENEZUELA e Petroleos de Venezuela (8 lettori)

probabilità recovery

  • 1

    Votes: 5 45,5%
  • 100

    Votes: 3 27,3%
  • 50

    Votes: 3 27,3%

  • Total voters
    11

king-Mob

Forumer attivo
Registrato
22 Giugno 2021
Messaggi
277
Questa è una polemica gratuita. Se uno è interessato legge la notizia, se non è interessato e legge solo i titoli non può prendersela con chi ha pubblicato una notizia "vecchia" una volta. Diverso sarebbe se postasse sempre notizie vecchie.
la polemica gratuita è quella in risposta al mio messaggio riguardo alla valuta che verrà accettata nei casino
e dalle notizie trovate in rete: per acquistare le fiches non sarà accettata la valuta locale, a dimostrazione che questa ulteriore genialata di maduro ha come scopo principale il riciclaggio e il recupero di USD
 

La Zanzara

Forumer attivo
Registrato
8 Agosto 2019
Messaggi
213
Quello che sospettavo .... i cinesi pensano SOLO a recuperare i propri soldini e niente di più

a maggior parte della produzione CNPC sarà probabilmente esportata in Cina, il che aiuterebbe a pagare il debito del Venezuela alla nazione asiatica. Dal 2008 Pechino ha prestato al Paese circa 60 miliardi di dollari, parte dei quali sarebbero stati rimborsati con spedizioni di greggio.

Il debito è stato ristrutturato a causa del deterioramento delle finanze del Venezuela e ora ammonta a circa $ 19 miliardi, secondo Ecoanalítica, una società di consulenza con sede a Caracas.


Insomma niente di nuovo vista la qta di greggio che pensano di estrarre
"Non penso che questo sia l'inizio di una gigantesca fase di produzione, ma piuttosto il ritorno di CNPC a un livello di produzione di oltre 100.000 barili" al giorno, che aiuterebbe PDVSA a pagare il debito, ha detto

Ma degli esperti mi fido poco anche di quelli da tastiera , prima vedere "cammelli" :cool:


p.s. L'intellettuale con la casa piena di libri è intollerante al pragmatismo e di buona mattina è già in osteria .. tipico luogo per annebbiare la mente :-R:-R e non vedere la moglie che lo fa cornuto :cool:
 

king-Mob

Forumer attivo
Registrato
22 Giugno 2021
Messaggi
277
Quello che sospettavo .... i cinesi pensano SOLO a recuperare i propri soldini e niente di più

p.s. L'intellettuale con la casa piena di libri è intollerante al pragmatismo e di buona mattina è già in osteria .. tipico luogo per annebbiare la mente :-R:-R e non vedere la moglie che lo fa cornuto :cool:
Credo che piu che recuperare i 60 mld ai cinesi interessi assimilare il sud america come hanno fatto con buona parte dell'africa, infatti stanno promettendo a cuba, bolivia e peru l'invio di vaccini e alimenti e stanno flirtando con l'Argentina.
Comunque cambia poco per quanto riguarda i titoli venezuelani
Ps la mia solidarietà alla moglie, posso capirla. Comunque chiariamolo subito: tromba con gli altri per colpa degli americani
 
Ultima modifica:

sandrino

SUPREMO LEADER DEL FORUM
Registrato
28 Dicembre 2016
Messaggi
5.056
Il grande evasore fiscale absolut sta dando il meglio di se con gli insulti.

Fantastico.
Te credo che per lui perdere soldi non è un problema: li fotte agli italiani non pagando il fisco. Grazie che fa il signore.
Coi soldi nostri.
 

king-Mob

Forumer attivo
Registrato
22 Giugno 2021
Messaggi
277

La Zanzara

Forumer attivo
Registrato
8 Agosto 2019
Messaggi
213
Ovviamente non cambierà granché, stanno discutendo di lenticchie , il potere esecutivo, giudiziario e legislativo resteranno fuori dal tavolo delle trattative

p.s. previsioni per i prossimo futuro vista l'insistente richiesta : cena a base di tonno in scatola ... almeno fino a natale :babbo::babbo::babbo:
 

La Zanzara

Forumer attivo
Registrato
8 Agosto 2019
Messaggi
213
Venezuela, Maduro e opposizione dialogano in Messico

La prospettiva di un miglioramento delle condizioni di vita della popolazione venezuelana è la principale posta in gioco del secondo round di colloqui in corso a Città del Messico

Dopo i precedenti fallimenti dei negoziati nella Repubblica dominicana (2018) e a Barbados (2019), la pazienza della diplomazia norvegese e un più favorevole scenario internazionale hanno permesso di organizzare, a partire dal mese scorso, un nuovo processo negoziale, questa volta in Messico.

Al termine del primo round svoltosi nella capitale messicana dal 13 al 15 agosto, il ministero degli Esteri norvegese ha pubblicato un comunicato, a nome di Maduro e Guaidó, in cui si parla di "riunioni costruttive" e si aggiunge che "abbiamo discusso l'istituzione di un meccanismo di consultazione con attori politici e sociali che sia il più inclusivo possibile".
Anche se dovesse davvero risultare costruttivo, notano gli analisti a Caracas, il "negoziato sarà lungo e difficile". Ma un fatto incoraggiante è dato dal fatto che, sedendosi ad un tavolo con rappresentanti del governo e accettando di partecipare alle elezioni di novembre convocate da Maduro, l'opposizione sembra avere scritto la parola fine sul presunto governo parallelo nato dalla "ribellione" di Guaidó, sostenuta a lungo da una cinquantina di Paesi occidentali. (ANSA).

Ragazzi il bicchiere non è neanche mezzo vuoto ad essere ottimisti, è vuoto !!

- ai regimi dittatoriali di destra e sinistra interessa solo il miglioramento dei privilegi di parte
- Non c'è due senza tre ...e il quattro vien da sè
- stanno a parlare , parlare, ................. parlare

A buon intenditore poche parole che a diffidare si fa peccato ma .....
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 8)

Alto