Titoli di Stato paesi-emergenti Obbligazioni VENEZUELA e Petroleos de Venezuela (22 lettori)

probabilità recovery

  • 1

    Votes: 10 41,7%
  • 100

    Votes: 5 20,8%
  • 50

    Votes: 9 37,5%

  • Total voters
    24

newport

eternoritorno
Registrato
26 Dicembre 2017
Messaggi
1.167
Pdvsa acuerda pago de $2.000 millones a Conoco en cuatro años y medio
È una buona notizia, vorrei anche essere pagato a rate ma gli Stati Uniti non l'hanno permesso. Quello che non capisco è come tu, che presumibilmente sei creditore di PDVSA e del governo, desideri ardentemente che non riescano, che non si riprendano.
Dubito davvero che tu sia un detentore di obbligazioni, quel comportamento malato e psicotico non corrisponde.
Persone come queste non generano nulla di buono e quindi il mondo è così, molto male, perché è governato solo da persone perverse. Se vuoi bannearmi, fallo, e sarà chiaro la mancanza di etica, la mancanza di valori e l'onestà di questo forum.
concordo su tutto

brava , avanti così

ciao
 

seniortrader

Abbi sempre pazienza
Membro dello Staff
Registrato
31 Maggio 2012
Messaggi
536
È una buona notizia perché si sono impegnati a pagare il debito e ciò salva di embarghi petroliferi e logistica. Dovrebbero essere verdi se non fosse perché i mercati obbediscono alla politica e non alla logica, e il piano è distruggerli e quindi distruggerci per mantenere tutto, questa e la nostra situazione, come l'insetto catturato nella ragnatela. Io voglio salire di questa situazione subito, ma riconosco che anche se vogliono pagarci, il sistema finanziario SWIFT è stato bandito per loro, qualcosa che gli amici del forum apparentemente ignorano o non vogliono che tu sappia.
Come hai potuto constatare in questo forum, a meno di insulti e post inconcludenti, tutti hanno diritto di esprimere le loro idee.
Però, ribadisco, non serve insultare il mezzo con cui esprimi le tue idee, non serve a nessuno esprimere pareri negativi sui frequentatori del forum o indicarli vittima di qualche malattia.
Ti prego di postare notizie certe, possibilmente documentate e non lasciarti andare a commenti irriverenti.
Grazie.
 

seniortrader

Abbi sempre pazienza
Membro dello Staff
Registrato
31 Maggio 2012
Messaggi
536
Mi preme ricordare ai somari galattici che infestano recentemente in questi lidi che il bond soberano 2018 è GIÀ in default in quanto non ha pagato un coupon pregresso.

Il discorso “paga il principal e i coupon ciao” è una CAZZATA Made in fol.

Inutile poi stare a dire ai somari che quando un bond va a maturity esistono una serie di procedure tecniche a cui l’emittente è TENUTO ad adempiere indipendentemente dal grace period.

Forse però ai somari non è chiaro il punto che la notice of default è giunta al paying agent in data 13 agosto.
Ragazzi non credo di essere intervenuto mai come in questi giorni sulla gestione della discussione.
Il forum, lo ribadisco, è un luogo di confronto aperto a tutti e lo scopo è la condivisione delle informazioni ed il confronto aperto sulle stesse.
Rivolgersi agli utenti con insulti e parolacce non giova a nessuno. Non vorrei essere indotto a interventi più pesanti!
Grazie.
 

Ventodivino

מגן ולא יראה
Registrato
8 Febbraio 2016
Messaggi
6.138
Nelle ristrutturazioni il FMI prevede che , possibilmente , si debba intervenire in due step.
Iniziale moratoria del debito e postposizione ad esempio per 5 anni (magari durante i quali c'è l'intervento pro rata del IMF) di cedole e pagamenti (cosicchè i denari del IMF non vengono dati ai grassi bhs) e poi decisione se procedere ad haircut o meno.
Era la tesi che anche per il Venezuela credevano più plausibile Buchheit e Gulati (cioè intervento in due fasi) nel noto paper di oltre un anno fa.

Invece le quotaziuoni di PDVSA e Bonos paiono tutte allinearsi su un bel taglio orizzontale immediato a prescindere dalle scadenze.
 
Ultima modifica:

sandrino

SUPREMO LEADER DEL FORUM
Registrato
28 Dicembre 2016
Messaggi
5.171
Ragazzi non credo di essere intervenuto mai come in questi giorni sulla gestione della discussione.
Il forum, lo ribadisco, è un luogo di confronto aperto a tutti e lo scopo è la condivisione delle informazioni ed il confronto aperto sulle stesse.
Rivolgersi agli utenti con insulti e parolacce non giova a nessuno. Non vorrei essere indotto a interventi più pesanti!
Grazie.
Hai ragione e mi regolerò di conseguenza.
 

policeman

Forumer storico
Registrato
28 Agosto 2011
Messaggi
1.793
Nelle ristrutturazioni il FMI prevede che , possibilmente , si debba intervenire in due step.
Iniziale moratoria del debito e postposizione ad esempio per 5 anni (magari durante i quali c'è l'intervento pro rata del IMF) di cedole e pagamenti (cosicchè i denari del IMF non vengono dati ai grassi bhs) e poi decisione se procedere ad haircut o meno.
Era la tesi che anche per il Venezuela credevano più plausibile Buchheit e Gulati (cioè intervento in due fasi) nel noto paper di oltre un anno fa.

Invece le quotaziuoni di PDVSA e Bonos paiono tutte allinearsi su un bel taglio orizzontale immediato a prescindere dalle scadenze.
Vento,Buona Sera
l'anno scorso Venezuela a rifuitato di fare UN AUDIT dall' FMI, non volevano far vedere i conti
adesso per chiedere soldi al FMI ,se accettano,chiederanno subito una ristruturazione dell' debito,con tagli drastici ai bonds.questo per sicuro, e allungamento
delle scadenze,la stessa cosa per PDVSA
Have a nice evening
PS: chi commanda il FMI????
naturalmente tutti sanno
 
Ultima modifica:

carib

rerum cognoscere causas
Registrato
10 Settembre 2011
Messaggi
2.678
Nomura:

Too little Too late. The challenge for President Maduro is surviving the aftermath.

There is so much skepticism that it’s almost annoying to have to review these measures in detail. The damage is so extensive that any measures, even if orthodox like an FX devaluation and tax hikes, are only piecemeal. The economy needs a complete transformation and an overhaul of regulation/interventionism that would allow for a reboot to domestic production sufficient to resolve the scarcity shock. It’s also clear that Chavismo remains reluctant to alter the kleptocratic public consumption model with the collapse in oil and non-oil production unable to finance the still bloated public sector. There are still only broad initiatives with no details on how the new Petro/USD linked currency will function or how officials will unwind gasoline subsidies. The implementation risk is high. It’s clear that President Maduro is becoming increasingly desperate on cashflow constraints with higher social and political risks on the maxi FX devaluation. Perhaps more important than the announcements is whether President Maduro can survive the aftermath. The inactive bond curve has been unresponsive to the announcements but we reaffirm preference of the discounted PdVSA over the sovereign curve and a neutral weighting on the increasing optionality of regime change.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 2, Guests: 20)

Alto