Obbligazioni valute high yield Obbligazioni e Coperture Valutarie (1 Viewer)

rockytamtam

Forumer storico
Registrato
17 Settembre 2010
Messaggi
1.266
Località
bologna
E' un caso di studio affidato a mio figlio che sta facendo un master , ma che può sicuramente interessare l'operatività di tutti noi .
Si ipotizza un investimento in una valuta periferica (Huf , nel caso di specie ) e si chiede come coprire il rischio di cambio rispetto all' Euro , con una scadenza a 5 anni .
Immagino si debba ricorrere ad uno swap valutario ( se mi sbaglio , mi corrigerete :D) ma non so dove questo tipo di contratto possa essere trattato .
Sul Sole 24 ore trovo gli swap su diverse valute ( corona ceca, perfino , ma non Huf ) ma max 12 mesi .
Dove trovo questi contratti ? qualcuno sa magari indicarmene il valore medio attuale ?
GRAZIE DELL' AIUTO !
 

ferdo

Utente Senior
Registrato
2 Giugno 2009
Messaggi
11.343
guardavo i future eur/gbp ma non ho colto appieno ed ho parecchie domande in sospeso:
in primis, importo in leva 2400 Eur ma sottostante più di 120k
poi breve durata, occorre rollarli trimestralmente? poi prezzo è uguale rispetto sottostante?
insomma devo approfondire meglio
 

captain sparrow

Forumer storico
Registrato
1 Febbraio 2013
Messaggi
5.606
Si puo' coprire?
il rischio cambio si può coprire con una vendita a termine di valuta. non tutte le banche lo fanno e bisogna controllare i costi e il cambio a termine. se la differenza di tassi sulle due valute è elevata, il cambio a termine può essere parecchio penalizzante come può essere a favore. alcune banche lo fanno solo ad azienda, altre caricano un costo fisso, altre la commissione valutaria sull'importo nominale. di solito i contratti sono rinnovabili alla scadenza, quindi se tu compri le obbligazioni e le tieni tre anni, se la banca non arriva alla durata che tu prevedi, fai scadenza un anno e lo rinnovi per un altro anno e così via. se decide di vendere l'obbligazione prima, puoi chiudere il termine facendo un contratto opposto con scadenza uguale al contratto originario, ma hai un nuovo costo. sperando di essere stato utile
 

cumulate

Forumer storico
Registrato
13 Ottobre 2002
Messaggi
2.515
Località
Roma
:mano: troppo forte la Corona adesso...il rischio cambio sara' altissimo:mmmm:
il rischio cambio si può coprire con una vendita a termine di valuta. non tutte le banche lo fanno e bisogna controllare i costi e il cambio a termine. se la differenza di tassi sulle due valute è elevata, il cambio a termine può essere parecchio penalizzante come può essere a favore. alcune banche lo fanno solo ad azienda, altre caricano un costo fisso, altre la commissione valutaria sull'importo nominale. di solito i contratti sono rinnovabili alla scadenza, quindi se tu compri le obbligazioni e le tieni tre anni, se la banca non arriva alla durata che tu prevedi, fai scadenza un anno e lo rinnovi per un altro anno e così via. se decide di vendere l'obbligazione prima, puoi chiudere il termine facendo un contratto opposto con scadenza uguale al contratto originario, ma hai un nuovo costo. sperando di essere stato utile
Non ho avuto tempo di leggere i report... ho guardato solo le obbligazioni... sembrano davvero interessanti, ma con Binck nemmeno a parlarne.
Si trova solo l'azione... :(
il rischio cambio secondo me lo si deve semplicemente affrontare se si vuole investire in valute diverse dall'€.
I costi di copertura vanificherebbero certamente il potenziale gain, molto di più di un deprezzamento della valuta che si va ad acquistare.

Nel caso specifico credo che occorra concentrarsi solo sulla bontà dell'emittente.
Analizzare una compagnia norvegese che tratta oil ed è in perdita è difficile perchè è un controsenso che in un paese dove se pianti un chiodo esce petrolio si possa stare in loss.

Se qualcuno in grado di capire nelle pieghe dei loro bilanci dove è il problema e soprattutto se è in via di risoluzione, si può tentare un'acquisto, altrimenti...
 

bia06

Take one other's viewpoint avoid conflicts & wars.
Registrato
15 Novembre 2009
Messaggi
5.011
grazie

ottimo grazie, in realta' mi interessava capire da qualche amico del 3d se nel concreto si sono mai coperti da NOR.
il rischio cambio si può coprire con una vendita a termine di valuta. non tutte le banche lo fanno e bisogna controllare i costi e il cambio a termine. se la differenza di tassi sulle due valute è elevata, il cambio a termine può essere parecchio penalizzante come può essere a favore. alcune banche lo fanno solo ad azienda, altre caricano un costo fisso, altre la commissione valutaria sull'importo nominale. di solito i contratti sono rinnovabili alla scadenza, quindi se tu compri le obbligazioni e le tieni tre anni, se la banca non arriva alla durata che tu prevedi, fai scadenza un anno e lo rinnovi per un altro anno e così via. se decide di vendere l'obbligazione prima, puoi chiudere il termine facendo un contratto opposto con scadenza uguale al contratto originario, ma hai un nuovo costo. sperando di essere stato utile
 

ocio

Nuovo forumer
Registrato
15 Dicembre 2011
Messaggi
55
il rischio cambio si può coprire con una vendita a termine di valuta. non tutte le banche lo fanno e bisogna controllare i costi e il cambio a termine. se la differenza di tassi sulle due valute è elevata, il cambio a termine può essere parecchio penalizzante come può essere a favore. alcune banche lo fanno solo ad azienda, altre caricano un costo fisso, altre la commissione valutaria sull'importo nominale. di solito i contratti sono rinnovabili alla scadenza, quindi se tu compri le obbligazioni e le tieni tre anni, se la banca non arriva alla durata che tu prevedi, fai scadenza un anno e lo rinnovi per un altro anno e così via. se decide di vendere l'obbligazione prima, puoi chiudere il termine facendo un contratto opposto con scadenza uguale al contratto originario, ma hai un nuovo costo. sperando di essere stato utile
:up::clap:...vorrei bollinarti di verde ma non so come si fa!

il rischio cambio secondo me lo si deve semplicemente affrontare se si vuole investire in valute diverse dall'€.
I costi di copertura vanificherebbero certamente il potenziale gain, molto di più di un deprezzamento della valuta che si va ad acquistare.

Nel caso specifico credo che occorra concentrarsi solo sulla bontà dell'emittente.
Analizzare una compagnia norvegese che tratta oil ed è in perdita è difficile perchè è un controsenso che in un paese dove se pianti un chiodo esce petrolio si possa stare in loss.

Se qualcuno in grado di capire nelle pieghe dei loro bilanci dove è il problema e soprattutto se è in via di risoluzione, si può tentare un'acquisto, altrimenti...
si...ma quando il rapporto eur/nok e' ai minimi storici (e sono andato indietro fino al 1999:eek:) secondo me e' morte annunciata: da li' puo' solo salire;) cioe' voglio dire che ci sarebbero altissime probabilita' che salga prima che si riesca a gainare la cedola.Quindi credo che, come per le azioni, sia necessario e piu' prudente tener conto di tutto: bilanci,news e A.T. per abbassare il rischio (sempre presente) il piu' possibile;) Certo posso anche sbagliarmi, ma dico cio' perche' a suo tempo sono finito in grave perdita con una Bei in Try per aver sbagliato il timing d'ingresso: il cambio ha continuato a salire fino alla scadenza del Titolo:titanic:
 

NoWay

It's time to play the game
Registrato
5 Febbraio 2013
Messaggi
68.202
Località
Como
:up::clap:...vorrei bollinarti di verde ma non so come si fa!



si...ma quando il rapporto eur/nok e' ai minimi storici (e sono andato indietro fino al 1999:eek:) secondo me e' morte annunciata: da li' puo' solo salire;) cioe' voglio dire che ci sarebbero altissime probabilita' che salga prima che si riesca a gainare la cedola.Quindi credo che, come per le azioni, sia necessario e piu' prudente tener conto di tutto: bilanci,news e A.T. per abbassare il rischio (sempre presente) il piu' possibile;) Certo posso anche sbagliarmi, ma dico cio' perche' a suo tempo sono finito in grave perdita con una Bei in Try per aver sbagliato il timing d'ingresso: il cambio ha continuato a salire fino alla scadenza del Titolo:titanic:
Anche a me è successo di subire loss per svalutazione della Lira Turca.
In questo caso il mio "metodo" (molto naif) è stato rinnovare l'investimento.
Cmq NOK mi sembra molto meno volatile e poi non dimentichiamo che è la valuta di un paese in surplus di bilancio e per giunta pieno di risorse naturali. Insomma il rischio maggiore non mi sembra la valuta... è l'emittente che si stava cercando di inquadrare...
 

Joe Silver

Forumer storico
Registrato
23 Settembre 2012
Messaggi
12.489
Anche a me è successo di subire loss per svalutazione della Lira Turca.
In questo caso il mio "metodo" (molto naif) è stato rinnovare l'investimento.
Cmq NOK mi sembra molto meno volatile e poi non dimentichiamo che è la valuta di un paese in surplus di bilancio e per giunta pieno di risorse naturali. Insomma il rischio maggiore non mi sembra la valuta... è l'emittente che si stava cercando di inquadrare...
Se proprio non resistete al fascino discreto del NOK :D provate a dare un'occhiata alle emissioni del 2012 di Renault e Hyundai. Io le avevo comprate all'emissione e rivendute dopo un par di mesi. Secondo me avevano il miglior rapporto prezzo/qualità emittente.
Disclaimer : non le seguo più da un pezzo.
 

captain sparrow

Forumer storico
Registrato
1 Febbraio 2013
Messaggi
5.606
circa le valute

cari amici diversificare il pf con qualche investimento in valuta ritengo sia cosa buona e saggia, ma è meglio avere il cuore forte. nel 2006 ero entrato piuttosto pesantemente sul AU e NZ$. emittenti sicuri, senior a 2/3/4 anni rendimenti da 6% a 9%- il tasso sul NZ era 8/9 e sul AU 6/7. nel 2008/09 il cambio sul AU era andato a 2 da 1.65 che avevo comprato e sul NZ a 2.30 da 1.70. la mia perdita virtuale era oltre 150k. ho tenuto duro rinnovando i titoli scaduti e mantenendo la valuta fino all'uscita con cambi AU 1.40 e NZ 1.60. Ho lavorato per 25 anni con lire/US$/YEN e mi sono al 99.9% sempre coperto con anticipi export o vendite a termine. Se non avete intenzione di mantenere i titoli in valuta per un tempo indeterminato, valutate bene la possibilità di copertura. Capita che vorreste uscire perchè il cambio è favorevole, ma il corso del titolo è sceso e quindi..... potrei raccontarvi qualche altra esperienza di capitolo 11 USA con obbligazioni in € trasformate in us$ ma questa magari alla prossima occasione :ciao:
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto