Obbligazioni Convertibili Obbligazioni Convertibili - CV - pre 2008 (3 lettori)

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Carcarlo65 ha scritto:
Ho sentito Mediobanca ( gentilissimi )

Anche io ho ottime esperienze con Mediobanca: un servizio di investor relator che dovrebbe essere preso ad esempio dalle società quotate, molte delle quali nemmeno rispondono alle mail.
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Obbligazione convertibile CARIGE 2013

Domani, 27, ultimo giorno di negoziazione per i diritti di opzione.

Poi ci sarà l'offerta in borsa dei diritti inoptati.


Per sottoscrivere 1 obbligazione convertibile (nominale 2.50, offerta alla pari) servono 25 diritti di opzione appositi (non quelli per le azioni, quindi).

Ecco cosa già sappiamo dell'obbligazione convertibile:


Le obbligazioni, scadenza 2013, pagheranno una cedola annua dell'1.50% lordo, un premio di rimborso a scadenza del 16% lordo. Ogni obbligazione sarà convertibile in una azione.

Carige chiederà la quotazione sul mercato delle obbligazioni, ma non immediatamente: la data indicativa è il 30 giugno 2004. Pertanto, per alcuni mesi non sarà possibile negoziarle in borsa.

Le obbligazioni sono subordinate (al pagamento degli altri debiti, in caso di difficoltà) ed hanno delle clausole che, in caso di perdite, rinviano, o anche annullano, il pagamento degli interessi e del capitale: approfondiremo il discorso non appena avrò studiato per bene il prospetto.


Iniziamo dalle clausole di subordinazione.

1) Carige può sospendere il pagamento di capitale ed interessi, senza che ciò costituisca inadempienza contrattuale se il bilancio si chiuda con perdite tali da dover ridurre il capitale sociale e le riserve al di sotto delle soglie minime di legge.

2) Carige può rinviare il pagamento degli interessi, senza che ciò costituisca inadempienza contrattuale, se nei 12 mesi precedenti lo stacco della cedola non abbia distribuito utili oppure nei 6 mesi precedenti lo stacco della cedola il CdA abbia verificato, nel prospetto contabile e nella relazione che lo accompagna, che non ci siano utili da distribuire.

3) Carige non provvederà al rimborso del capitale a scadenza se la Banca d'Italia non lo consentirà: provvedimento che potrebbe essere adottato in caso di pregiudizio al bilancio per la banca proveniente dal pagamento del capitale.

Esiste, poi, la subordinazione "classica": il rimborso del prestito è subordinato al pagamento degli altri crediti con minor grado di subordinazione.

In caso di acquisto alla pari (2.50, ma bisognerebbe pagare zero i diritti), l'obbligazione rende a scadenza (compreso il premio di rimborso) il 2.90% lordo (2.5375% netto).

Non è un interesse elevatissimo, soprattutto per un titolo a scadenza decennale, ma siamo in presenza di una convertibile, pertanto non possiamo certo pretendere (anche se il mercato secondario spesso offre ghiottissime occasioni) il tasso offerto dai BTP + il premio per il maggior rischio corso.

I diritti, già nella seduta di domani, dovrebbero scendere di prezzo, ed un prezzo ancora più basso si potrebbe spuntare con l'offerta degli inoptati.

Potremmo anche, come fatto con la cv BPER, attendere l'arrivo dell'obbligazione sul mercato, ma qui abbiamo un ostacolo: l'emissione sarà quotata solo nella seconda metà del prossimo anno. E se, nel frattempo, l'azione proseguisse il rialzo avviato un anno fa circa?
 

ildecimo

Nuovo forumer
Registrato
23 Ottobre 2004
Messaggi
14
Obbligazione Convertibile Comune Di Milano 2004-2009 AEM

Ciao a tutti, avete visto che c'è in sottoscrizione questa obbligazione? Cosa ne dite?
Me la consigliate?
Comunque se non ho letto male, a scadenza il comune per rimborsare il prestito o liquida in contanti, o converte in azioni per poi rimborsare la differenza in contanti..
AIUTO!!!!
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Infatti, al momento della scadenza del prestito il Comune può consegnare comunque le azioni, pagando però in contanti la differenza tra importo da rimborsare e valore di mercato delle azioni. Nessuna perdita particolare, quindi, ma a quel punto ci si ritroverebbe con contanti + carta e non solo contanti, con la prospettive che le azioni arrivino sul mercato.

I residenti a Milano hanno la precedenza, e solo nel caso in cui non sottoscrivessero l'intera quota le obbligazioni saranno concesse al restante pubblico.

Inoltre, esiste un contenzioso sulla delibera comunale che ha autorizzato l'emissione del prestito obbligazionario. Nel caso in cui la delibera fosse annullata ci sarebbero conseguenze sulle obbligazioni possedute. Dall'annullamento del prestito (con rimborso ai possessori) al dover restituire le azioni eventualmente ottenute tramite la conversione dei titoli.
 

shiller

Nuovo forumer
Registrato
11 Novembre 2004
Messaggi
55
Località
Italia
g.d'orta ha scritto:
Infatti, al momento della scadenza del prestito il Comune può consegnare comunque le azioni, pagando però in contanti la differenza tra importo da rimborsare e valore di mercato delle azioni. Nessuna perdita particolare, quindi, ma a quel punto ci si ritroverebbe con contanti + carta e non solo contanti, con la prospettive che le azioni arrivino sul mercato.

I residenti a Milano hanno la precedenza, e solo nel caso in cui non sottoscrivessero l'intera quota le obbligazioni saranno concesse al restante pubblico.

Inoltre, esiste un contenzioso sulla delibera comunale che ha autorizzato l'emissione del prestito obbligazionario. Nel caso in cui la delibera fosse annullata ci sarebbero conseguenze sulle obbligazioni possedute. Dall'annullamento del prestito (con rimborso ai possessori) al dover restituire le azioni eventualmente ottenute tramite la conversione dei titoli.
Visto il prezzo a cui quotano la convertibile è possibile una rivalutazione del titolo.

Appuntamento su questi schermi dal 23 dicembre.... :-D
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Avevo parecchio snobbato il collocamento perché ero certo che i residenti a Milano, che avevano la precedenza, avrebbero fatto registrare il tutto esaurito, senza lasciare i titoli agli altri. L'accoglienza è state fredda, invece.

Emissione da valutare: premio non altissimo a cinque anni e rendimento obbligazionario non da disprezzare per un titolo convertibile ed emesso da un ente pubblico.
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Obbligazione convertibile BPVN 31 dicembre 2005

L'obbligazione convertibile Banco Popolare Verona Novara scadenza 31 dicembre 2005 ha cedola annuale pari 2.125%. In questo momento si compra a 100.30/100.40.

Il rendimento a scadenza è di poco superiore al rendimento dei BOT ed in più offre un'opzione sul titolo. Ogni obbligazione, infatti, ha il valore nominale di 17.50 ed offre la facoltà di sottoscrivere un'azione BPVN entro il 20 dicembre prossimo.

La soglia di convenienza, sopra la quale è utile chiedere la conversione, è di 17.50 ma bisogna aggiungere l'ultima cedola netta, pagata assieme al nominale dell'obbligazione, cui si rinuncia se si converte il titolo. Possiamo individuare la soglia di convenienza, quindi, sopra quota 17.83.

La si può considerare un impiego di liquidità a 12 mesi ma che presenta un motivo speculativo e senza rischiare quasi nulla in più rispetto ai titoli di Stato, dato che parliamo di una delle principali banche nazionali.

Il lotto minimo in borsa è di 875 di euro (e multipli), vale a dire 50 obbligazioni da 17.50. Il rateo di interessi da aggiungere al prezzo di mercato è quasi inesistente, dato che l'obbligazione ha appena staccato la cedola.

Codice ISIN: IT0001341335 - Codice IWBank: 134133.MI
Fineco la tratta via telefono.

Alcune considerazioni sull'azione e sul comparto spingono ulteriormente all'acquisto:

- In genere sale all'avvicinarsi del dividendo, come molte altre popolari.

- C'è la questione degli statuti delle banche popolari da cambiare, con l'UE che preme per eliminare le regole antiche (voto capitario, gradimento degli amministratori, tetto massimo al possesso di azioni) e il parlamento che sta riformando cercando di non riformare niente.

Basta un rally delle popolari o del singolo titolo, insomma, per vedere il prezzo della convertibile salire. C'è un anno esatto a disposizione, la stagione in corso è propizia e le probabilità non sono scarse.

Giuseppe D'Orta
 

Dario

Forumer attivo
Registrato
23 Maggio 2002
Messaggi
891
Aggiungo un grafico, perchè è la mia popolare per il 2005. Ti va se mettiamo anche l'azione in questo thread? Sopra 14,6 circa ha rotto i massimi. Gli ultimi 2 dividendi sono stati di 0,39 e 0,40 (il 2,6% circa sulle quotazioni attuali). L'altra obbligazione convertibile scade quasi in contemporanea ed è considerabile un'altra "azione",dato che è abbondantemente sopra il valore nominale di 10,75. Da tenere in considerazione se dovesse quotare a sconto. Conversione a perta tranne dal 1 Marzo allo stacco del dividendo.non ho info circa il richiamo.



 

WOLFANG

Forumer storico
Registrato
17 Dicembre 2004
Messaggi
1.729
:( :( :( :( Premetto che non ho mai acquistato un obbligazione.
Il calcolo si fa in questo modo per conoscere quanto mi costerà ogni lotto?
875:100=8.75x100.30=877.62 (lotto di 50 obbligazioni)
Altra cosa importante se non aderisco alla conversione cosa accade.
Grazie. :) :) :)
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Conteggio esatto, la quotazione di mercato è espressa in percentuale sul nominale. C'è anche il rateo cedola ma è molto piccolo perché la cedola è stata appena staccata.

Se non si convertono, le obbligazioni vengono rimborsate a scadenza a 100.00 + l'ultima cedola netta pari a 1.859375
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 3)

Alto