Obbligazioni Convertibili Obbligazioni Convertibili - CV - pre 2008 (1 Viewer)

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

woolloomooloo

Forumer storico
Registrato
21 Settembre 2005
Messaggi
1.702
altro numero sulla ruota di Torino (la sede di BIM)..
questa volta è uscito l'88, suo minimo storico fatto oggi per poi chiudere a 88,64.

il fortunato acquirente a 88 della BIMCV, nell'ipotesi che la porti a scadenza fino al 2015,
avrà un rendimento lordo del 3,33% annuo (formula TIR.X)
con l'azione che oggi valeva 5,15 la CV è a premio di quasi il 29%
:ciao:
 

woolloomooloo

Forumer storico
Registrato
21 Settembre 2005
Messaggi
1.702
periodo di prezzi bassi...
oggi questa CV ha toccato i 109,5; rateo un poco altino, ma il 30 giugno paga la cedola e si azzera :)
chi fosse riuscito a comprarla oggi, avrebbe un rendimento lordo a scadenza del 1.10% annuo :( (il calcolo combacia con il foglio di Maino);
con azione a 12,78 la CV ha ora un premio del 39% circa
:ciao:
 

woolloomooloo

Forumer storico
Registrato
21 Settembre 2005
Messaggi
1.702
e siam di nuovo a 88.. :fiu: ma nel frattempo l'azione è scesa a 5 EUR tondi tondi e così il premio della CV sull'azione BIM è ora quasi vicino a 33%.
il rendimento lordo a scadenza di questa CV si avvicina a quello postato in precedenza ad aprile.
aspettiamola più in basso? :rolleyes:
 

woolloomooloo

Forumer storico
Registrato
21 Settembre 2005
Messaggi
1.702
nius di ieri, buona o cattiva?
nel frattempo BIM CV ha toccato il suo minimo storico a 87.. :corna:

Reuters - 06/06/2008 19:41:34

Comunicato congiunto Gruppo Veneto Banca -- Gruppo BIM -- COFITO

Siglata un'intesa tra il Gruppo BIM, Co.Fi.To. S.p.A, holding di controllo di Banca Intermobiliare
di Investimenti e Gestioni, ed il Gruppo Veneto Banca.

L'intesa prevede la partnership tra un gruppo bancario tradizionale con forte radicamento
territoriale (il Gruppo Veneto Banca) ed un operatore specializzato nei servizi di private banking
e wealth management, (il Gruppo BIM): l`accordo strategico, di portata innovativa, intende
favorire la crescita dei due gruppi e si articola in collaborazioni commerciali ed acquisizioni di
partecipazioni.

Nell'ambito dell'intesa, BIM acquisirà il 67,283% del capitale di Intra Private Bank e Veneto
Banca Holding entrerà con una partecipazione del 40% nel capitale di Co.Fi.To.

Torino, Montebelluna, 6 Giugno 2008
Il Gruppo BIM, Co.Fi.To. holding di controllo di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, ed il
Gruppo Veneto Banca hanno siglato oggi un accordo, con cui si propongono di dare vita ad un nuovo
modello di risposta alle esigenze della clientela. Pur mantenendo ciascuno la propria autonomia, i due
gruppi bancari proporranno ai propri clienti anche i prodotti ed i servizi del partner, completando al meglio
l'offerta con quella di un operatore dalle caratteristiche complementari. Si uniscono infatti le peculiarità di
un operatore bancario di tipo tradizionale r caratterizzato dal forte radicamento territoriale e da un
interessante progetto di crescita anche internazionale -- con quelle di un gruppo bancario fortemente
specializzato nel mercato del private banking e dell'asset management.

La partnership si articolerà su due livelli:
- dal punto di vista commerciale ed operativo, è stato siglato un accordo con il quale i due gruppi si
impegnano a servire i propri clienti utilizzando in modo prioritario le piattaforme di servizi del
partner.
In particolare:
- le società di gestione del risparmio del Gruppo BIM forniranno prodotti di risparmio gestito per la
clientela del Gruppo Veneto Banca, alla quale il Gruppo BIM offrirà anche servizi di private banking;
- il Gruppo Veneto Banca offrirà alla clientela del Gruppo BIM prodotti e servizi nel settore del
corporate e retail banking ed assistenza nelle iniziative imprenditoriali, con particolare riferimento
ai mercati della "Nuova Europa".

- dal punto di vista degli assetti societari, l'accordo prevede:
- l'acquisizione da parte di BIM di una partecipazione di controllo pari all'67,283% del capitale di Intra
Private Bank, bancarrete specializzata nella distribuzione attraverso un network di oltre 110
promotori finanziari presenti sul territorio nazionale, con circa 1 miliardo di Euro di raccolta
complessiva. Intra Private Bank ha chiuso l'esercizio 2007 con un utile netto pari a 2 Milioni di Euro
e mezzi propri pari a 21 Milioni di Euro. Il corrispettivo dell'acquisto della partecipazione
dall'attuale azionista, Banca Popolare di Intra, è stato pattuito in 38,4 Milioni di Euro. In particolare
l'ingresso di BIM nel capitale di Intra Private Bank costituirà un importante valore aggiunto per
quest'ultima attesa la qualificata esperienza del Gruppo BIM in materia di gestione patrimoniale.
Al fine di favorirne la crescita BIM garantirà ad Intra Private Bank la necessaria continuità ed
indipendenza del modello di business e di proposizione al mercato.

- l'acquisizione da parte di Veneto Banca Holding di una partecipazione pari al 40% del capitale nella
Compagnia Finanziaria Torinese. Il controvalore dell'operazione è stato fissato in 175 Milioni di
Euro: la valutazione implicita dei titoli BIM sottostante l'operazione riconosce un premio del 25%
rispetto ai valori delle azioni alla chiusura del mercato in data odierna;
- detto importo verrà integralmente impiegato dai soci di Co.Fi.To. nell'acquisto di n. 2,4 milioni di
azioni Veneto Banca Holding per un controvalore di 88,8 Milioni di Euro, del 24% del capitale della
Banca Italo Romena per un controvalore di 60 Milioni di Euro ed infine di obbligazioni subordinate
della stessa Veneto Banca Holding per un controvalore di 26,2 Milioni di Euro. A ciascuno dei soci di
Co.Fi.To sono inoltre state riconosciute opzioni put aventi ad oggetto un numero massimo
complessivo di 600.000 azioni Veneto Banca Holding al prezzo unitario di 45 Euro, esercitabili entro
i 30 giorni successivi alla data in cui si celebrerà ciascuna delle Assemblee che approveranno i
bilanci degli esercizi 2011, 2012 e 2013;
- l'accordo prevede inoltre che il CdA di Co.Fi.To. venga allargato dagli attuali 4 a 7 esponenti, di cui 3
saranno nominati dal Gruppo Veneto Banca. Verrà quindi stipulato tra gli azionisti di Co.Fi.To. un
patto parasociale della durata di 3 anni avente ad oggetto la definizione dei rispettivi diritti ed
obblighi con riferimento alla gestione della società.

Le predette operazioni sono subordinate all'espletamento delle relative due diligence, al
conseguimento delle autorizzazioni da parte delle Autorità, ed all'adempimento degli obblighi di legge in punto operazioni
tra parti correlate ivi compreso un giudizio sulla congruità dei corrispettivi espresso
da un esperto indipendente.
"Credo che questa sia un'eccellente intesa per entrambe le parti, -- ha affermato Pietro D'Aguì,
Amministratore Delegato di BIM -- particolarmente innovativa nel panorama
bancario italiano perché unisce le forze di una banca fortemente radicata nel territorio e l'esperienza maturata dal nostro Gruppo nel
private banking. Questo accordo conferma la strategia di sviluppo autonomo del Gruppo BIM, che si
propone di sviluppare ulteriormente il private banking, continuando peraltro ad esplorare interessanti
opzioni di crescita su nuovi mercati e segmenti di clientela".
"Questo accordo ha per il Gruppo Veneto Banca una forte valenza strategica -- ha puntualizzato Vincenzo
Consoli, Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding -- Nell'ambito del piano industriale 2008 r 2010,
il potenziamento del segmento private è una delle principali priorità. La nuova partnership -- da noi voluta
conoscendo l'esperienza, la reputazione, il livello di attività del Gruppo BIM r non può che
facilitare il raggiungimento degli obiettivi aziendali, permettendoci di perseguire con maggiore efficacia il nostro piano
di crescita. La possibilità di mettere i prodotti e i servizi del Gruppo a disposizione di una clientela più
ampia, anche in territori in cui non siamo direttamente presenti con le nostre filiali, è un grande valore aggiunto ai
contenuti specifici dell'accordo".
Nella definizione dell'operazione, il Gruppo Veneto Banca Holding
è stato assistito dallo Studio Legale Barel Malvestio ed Associati; Banca Intermobiliare è stata assistita dallo Studio Legale Ferreri e Associati.


******************************************************

Banca Intermobiliare, fondata a Torino nel 1981 e quotata in Borsa dal 1991, è attiva nei settori del Private
Banking, del Risparmio Gestito e del Corporate Finance.
Dotata di una rete di circa 200 Relationship Managers presenti in oltre 30 città italiane, BIM offre alla
propria clientela privata e istituzionale una gamma completa di soluzioni di
investimento oltre a prodotti previdenziali e investimenti alternativi.

Banca Intermobiliare controlla: Symphonia Sgr, BIM Alternative Investments Sgr, BIM Vita e BIM Suisse.

Il Gruppo Veneto Banca è oggi una delle prime 20 realtà bancarie nazionali.

Nato nel 1877 dalla Banca Popolare di Montebelluna, nel 2000 assume la denominazione Veneto Banca e
intraprende un rapido cammino di crescita attraverso l'apertura di sportelli in Veneto e in Friuli, il controllo
di altri istituti di credito in Italia (Banca Italo Romena, Banca di Bergamo, Banca Popolare di Intra, Banca del
Garda, integrata poi in Veneto Banca e la costituita Banca Meridiana) e nell'Europa orientale (Eximbank
nella Repubblica Moldova e Gospodarsko Kreditna Banka in Croazia, poi ribattezzata Veneto Banka) e l'acquisto di sportelli di altre banche.

Il Gruppo attualmente ha una presenza diffusa nei territori di riferimento (principalmente nord Italia, Puglia
ed Europa orientale), forte di una rete di 372 sportelli e di una importante rete di promotori finanziari; è in
grado di servire la clientela con una ampia offerta di prodotti e servizi innovativi e competitivi oltre che nel
settore bancario, in quello parabancario e assicurativo attraverso società prodotto dedicate .
A inizio 2008 il Gruppo Veneto Banca si è riorganizzato per affrontare nuove sfide, accentrando tutte le
funzioni di governo, indirizzo e controllo e i servizi comuni nella capogruppo Veneto Banca che ha assunto
la denominazione di Veneto Banca Holding, mantenendo lo status di banca popolare (società cooperativa
per azioni) e valorizzando le capacità di presidio del territorio di riferimento e di servizio alla clientela delle banche controllate.

:ciao:
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto