Obbligazioni Convertibili Obbligazioni Convertibili - CV - pre 2008 (3 lettori)

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Dopo la decisione Consob (niente opa su Fondiaria), Sai rnc diventa un titolo caldissimo, in vista della fusione con Fondiaria.

Qualche mese fa, quando si iniziò a puntare sulla fusione, le Sai rnc diedero vista ad un notevole spunto al rialzo.

Dal punto di vista della fusione, però, le Sai rnc rappresentano un ostacolo, in quanto sono poco ben viste da Fondiaria (sono parecchie, e quindi tendono ad abbassare il peso di Fondiaria nella nuova società che nasce dalla fusione).

Inoltre, proprio le azioni che deriverebbero dalla conversione delle obbligazioni rappresentano un altro ostacolo alla risoluzione della vicenda, con probabili manovre anti-conversione (abbassamento del prezzo dell'azione in borsa).

Come puntare, quindi, sulle Sai rnc beneficiando dell'eventuale rialzo ma limitando (magari anche azzerando, come vedremo dopo) il rischio?

La convertibile Mediobanca-Sai rnc scade il 31/12 prossimo, mentre è possibile convertirla in qualsiasi momento fino al 30/11.


Il nominale è di Lire 8500 ad obbligazione (quota a percentuale sul nominale, a cui si aggiunge il rateo).

Rapporto di conversione: 2 obbligazioni per 1 azione, sempre esercitabile da oggi al 30/11 prossimo.

Ha una clausola di rimborso anticipato (da comunicare un mese prima) ma non ha senso rimborsare un'obbligazione che sta per scadere: se poi lo facessero apposta per poi comunicare rapporti di fusione positivi per le Sai rnc (escludendo
le azioni da assegnare alle convertibili) si attirerebbero una guerra vera e propria da parte di tutti, ad iniziare da me.


Ricapitoliamo: al 31/12 ci sarà il rimborso di 105.25 netti (100 + 5.25 cedola netta, lorda 6%), adesso si paga il prezzo dell'obbligazione 103.20 + il rateo che è pari, al momento, a 2.056 (se ho conteggiato bene) con un totale di 105.26. In pratica, comprando l'obbligazione sotto 103.20, si rischia zero (al 31/12 si rimborsa il capitale + l'ultima cedola) e si partecipa all'eventuale crescita dell'azione Sai rnc.

L'obbligazione, pertanto, rappresenta un impiego di capitale a sette mesi ed a tasso zero, ma offre l'opportunità di partecipare agli eventi che accadranno, da adesso in poi, in merito alla vicenda Sai - Fondiaria senza rischiare praticamente nulla (se la si acquista ad un prezzo complessivo pari o inferiore al prezzo netto di rimborso).

Oggi l'azione Sai rnc stacca il dividendo, ricordo.

La convertibile è quotata al MTA, assieme all'azione.

Codice ISIN: IT0000550944

Regolamento completo (parla di rapporto 1 a 1, ma poi è stato adeguato in seguito allo split delle azioni Sai avvenuto tempo fa) in file .pdf:

http://www.mediobanca.it/contents/nostre_emissioni/SAI.pdf
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Occasione validissima per chi intende essere dentro la fusione Sai Fondiaria col titolo piu' promettente (Sai rnc) ma con rischio zero (se presa a 103.20 o sotto) o comunque limitatissimo.
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
La parita' di conversione è 9.24 dell'azione, valore raggiungibilissimo da qui a novembre.
_________________
"La prima regola è non perdere, la seconda è non dimenticare mai la prima" (Warren Buffett).

<font size=-1>[ Questo messaggio è stato modificato da: Voltaire il 2002-05-21 22:03 ]</font>
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Prezzo dell'obbligazione al quale la si deve comprare per essere certi di non perdere nemmeno un centesimo a scadenza: 103.05 (si abbassa con l'aumentare del rateo cedola).
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Lo so, non avete voglia di andare in home e cliccare...ecco il testo :D


Il comparto delle obbligazioni convertibili è sempre dimenticato dagli investitori istituzionali, per via degli scarsi volumi su molte emissioni, ed anche dai piccoli investitori per via della scarsissima pubblicità fatta ad emissioni, invece, che presentano interessantissime caratteristiche.

Questa settimana segnalo un investimento di lungo periodo che presenta ottime opportunità di guadagno, ma anche alcuni aspetti di rischio da non sottovalutare.

Obbligazione Alitalia 22/7/07 convertibile 2.9%

Scadenza: 22 luglio 2007

Codice ISIN: IT0003331888

Valore nominale: 0.37

Lotto minimo (le convertibili lo hanno ancora): 37 (corrispondente 100 obbligazioni da 0.37 nominali).

Rapporto di conversione: 1 obbligazione per 1 azione, sempre possibile fino al 7 luglio 2007, salvo i "soliti" periodi (es: dalla convocazione del CdA per il bilancio fino alla data di stacco del dividendo o, in mancanza, alla delibera assembleare sul bilancio).


Il premio di conversione è circa del 25%, vale a dire che, comprandola al prezzo di venerdì scorso (89.35 il riferimento), la conversione sarà conveniente se, da qui al 7/7/07, il prezzo di mercato dell'azione dovesse salire del 25% o più. In tal caso, si otterrebbe un extra-rendimento rispetto al rendimento della componente obbligazionaria.

Il bond offre un rendimento effettivo netto annuo di circa il 4.90%: rende bene, circa un punto e mezzo oltre il corrispondente BTP, rende benissimo se si tiene conto che si tratta di un’obbligazione convertibile, rende ottimamente se si tiene conto del premio di conversione niente affatto elevato e da raggiungere in un qualsiasi momento da adesso sino alla scadenza.

Ci sono, però, alcune considerazioni.

- Alitalia è una società in dissesto, ed è in piedi solo per l'intervento dello Stato.

- Alitalia non è ancora capace di ridurre in maniera significativa i costi, soprattutto i costi legati ai
dipendenti.

- Alitalia è una società il cui fallimento non si può definire impossibile, o quasi: la presenza dello Stato può rappresentare una sorta di garanzia impropria, ma non ci si può basare solo su tale aspetto, e se si desidera investire in maniera tranquilla si farà bene ad evitare il bond.

- Il recente aumento di capitale, tramite il quale è stata emessa la convertibile, ha visto una forte quota di inoptato (azioni ed obbligazioni convertibili non sottoscritte dal mercato), quota che è stata sottoscritta dalle banche componenti il consorzio di garanzia. Tali titoli sono destinati, prima o poi, a finire sul mercato, qualcosa forse ci è già finito, ed in ciò si può vedere una delle cause del forte calo delle quotazioni.

Ricordo che le obbligazioni quotano a “corso secco” in percentuale rispetto al nominale (pertanto 89.35 vuol dire 89.35% del nominale di 0.37), prezzo a cui si deve aggiungere il rateo di cedola maturato (al momento, circa 0.66).
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 3)

Alto