NUOVA PATRIMONIALE -l'IMU scippata ai Comuni non basta (2 lettori)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Stefano Fassina (Pd) ad Affaritaliani.it: “No tagli alla Tremonti, serve la patrimoniale


Martedì, 3 luglio 2012 - 09:36:00


"Una patrimoniale ordinaria finalizzata a riequilibrare la distribuzione del carico fiscale sarebbe una misura che aiuterebbe l'equità e l'economia dando più potere d'acquisto ai redditi medio-bassi perché sosterrebbe la domanda interna drammaticamente in contrazione". Stefano Fassina, responsabile economico del Pd e braccio destro di Bersani, intervistato da Affaritaliani.it, rilancia la patrimoniale. E sui possibili tagli degli statali previsti dalla spending review lancia un chiaro messaggio a Monti: "Abbiamo le singole pubbliche amministrazioni che vanno riorganizzate e ristrutturate come se fossero aziende che non funzionano: partire dalla coda non ha molto senso: se si procede alla Tremonti, con i tagli prima di definire quelle che sono le riorganizzazioni, non si va molto lontano".


Nella spending review si prevede ci sia un consistente taglio di statali. Che cosa ne pensa?
"Premetto che non conosciamo il provvedimento e prima di valutarlo dobbiamo vederne tutti gli aspetti. In ogni caso bisogna puntare a riorganizzare le macchine amministrative".


In che modo?
"Abbiamo le singole pubbliche amministrazioni che vanno riorganizzate e ristrutturate come se fossero aziende che non funzionano e che vanno rimesse a posto: partire dalla coda non ha molto senso. Bisogna iniziare dal progetto industriale per ogni pubblica amministrazione e cercare obiettivi di efficienza e di qualità dei servizi e poi di conseguenza verificare gli effetti che hanno sulla organizzazione delle risorse umane. Se si procede invece alla Tremonti, con i tagli prima di definire la riorganizzazioni della macchina, non si va molto lontano".


Intanto la Camusso ha rilanciato l'introduzione della patrimoniale. Il Pd sarebbe d'accordo?
"Da tempo indichiamo la necessità di introdurre un’imposta patrimoniale ordinaria sui grandi patrimoni a cominciare da quelli immobiliari. L'avevamo proposta anche a dicembre per evitare che l'introduzione dell'Imu andasse a toccare anche immobili di valore medio o basso. Il problema è che il Pdl è contro e come noto il Pd in Parlamento non ha la maggioranza”.
Pensa ancora che si debba andare a votare a ottobre?
"Mi pare che il governo abbia fatto uno scatto importante nelle ultime settimane e ritengo si debba arrivare fino alla fine della legislatura: il problema vero che abbiamo di fronte è la tenuta del Pdl che mi sembra sempre più in confusione" .
Daniele Riosa
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
ricordo a tutti che l'on Fassina prima di fare parte della casta politica
Lavorava presso il FMI
e
a suo dire
guadagnava di più
 

DNGMRZ

ordine 11.110
Registrato
25 Febbraio 2007
Messaggi
1.441
Fassina è una delle più grandi teste di ***** della storia del genere umano.
Ma quale patrimoniale sui grandi patrimoni immobiliari che manco han pagato l'IMUUUUUU

Fassina ma che ***** dici ?
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Fassina è una delle più grandi teste di ***** della storia del genere umano.
Ma quale patrimoniale sui grandi patrimoni immobiliari che manco han pagato l'IMUUUUUU

Fassina ma che ***** dici ?
ma forse non hai capito


che la patrimoniale verrà sempre pagata da pantalone spremuto più di un limone


sembra di essere ritornati al medioevo dove il signorotto intascava le tasse sempre più esose che affamavano e non restituiva nulla se non la tirannia
 

INVESTITOR23

Forumer attivo
Registrato
23 Maggio 2012
Messaggi
205
ma forse non hai capito


che la patrimoniale verrà sempre pagata da pantalone spremuto più di un limone


sembra di essere ritornati al medioevo dove il signorotto intascava le tasse sempre più esose che affamavano e non restituiva nulla se non la tirannia
Questi piu' mettono mano e piu' danno fanno
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Imu: arriva una nuova stangata a dicembre?

Amara "sorpresa" a dicembre per tutti i contribuenti: l'Imu potrebbe raddoppiare

A giugno l’aliquota Imu sulla prima casa è stata soft, ma a dicembre con la seconda rata si prospettano dolori per i contribuenti, con un raddoppio dell’importo.
Il pagamento dell’Imu del 18 giugno è passato, ma sembra che il peggio deve ancora venire. Mai come quest’anno il mattone è stato oggetto delle attenzioni del governo, al fine di recuperare più entrate possibili, sanando il decifit pubblico, ma sulle spalle dei cittadini.



Imu: i dati del Ministero

Le stime di questi ultimi giorni in merito al gettito dell’Imu versata a giugno rilevano oltre 9,6 miliardi recuperati, di cui circa 5 e oltre riservati ai Comuni e i restanti 3 e qualcosa allo Stato. A fornire i dati il Ministero dell’economia che stila anche una classifica delle province con il più alto gettito di Imu. Tra queste città abbiamo il Nord in testa con Milano, Torino, Napoli e Genova, ma il primato per la città che ha pagato di più spetta a Roma con oltre un miliardo di gettito Imu. Agli ultimi posti della classifica dell’incasso Imu troviamo le province di Vibo Valentia, Medio Campidano e Ogliastra.

Imu: il gettito

Resta l’incognita aliquota Imu ai comuni. Qualche giorno fa il sottosegretario Vieri Ceriani sull’imposta municipale unica, soprattutto sulla prima casa, aveva in un certo senso rassicurato, prevedendo che “l’obiettivo è stato assolutamente centrato. Nonostante tutte le critiche e gli incitamenti alla rivolta fiscale alla fine quello che prevale è un grande senso di responsabilità”, e ha rassicurato Ceriani “non saranno dunque necessari ritocchi al rialzo della tassa sugli immobili: l’obiettivo di incasso dell’Imu “l’abbiamo centrato” per cui, conclude Vieri Ceriani, “le aliquote restano quelle che sono, non c’è nessuna necessità di aumento”.


Imu: pagamento seconda rata

A parte le belle parole rassicuranti del sottosegretario, autorevoli esperti del settore non hanno lo stesso ottimismo di Vieri Ceriani, prevedendo degli aumenti per la seconda rata Imu di dicembre, rispetto al primo pagamento del 18 giugno scorso, addirittura tra il 100 e il 130 per cento. Secondo le più rosee aspettative, chi ha pagato a giugno 100 euro, a dicembre pagherà il doppio, 200. Una stangata che finirebbe con tutta probabilità per prosciugare la tredicesima, quindi si prospetta anche questo come un magro Natale. Ciò si giustifica dal fatto che ora sono i singoli comuni a dover eseguire il saldo, sulla base delle aliquote che essi stessi stilano e la preoccupazione è che gli amministratori locali tentino di recuperare risorse, viste le recenti sforbiciate alla spesa pubblica, proprio modificando a loro favore le aliquote Imu. Contribuenti mezzi avvisati..ma non proprio salvati.

Sullo stesso argomento ti potrebbe interessare:
IMU, le aliquote non aumenteranno, una notizia incompleta per far tacere i contribuenti

Segui la discussione nel nostro forum:
Imu: stangata a dicembre?
segui INVESTIREOGGI / FISCO E TASSE
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 2)

Alto