NOTTE BIANCA a Brescia (2 lettori)

Sen

ευαiσθητος
Registrato
7 Dicembre 2011
Messaggi
1.004
caspita mi immagino il sacrificio di tuo marito poverino chissà che fatica portare i figli al cinema.... Dovrà prendersi una settimana di ferie per riprendersi.
 
Ultima modifica:

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
44.757
Località
Il mondo dei sogni
Ehilà!
La notte bianca è stata bellissima!
Noi eravamo in una piazzetta un po' discosta dalle vie principali del centro.
All'inizio qualcuno si è lamentato dicendo che in quel modo avremmo avuto poca utenza. Ma invece è stato il massimo. Avevamo spazio per andare col monociclo, ballare, fare trucchi di magia, fare qualche ruota e/o capriola, farci rincorrere dai bambini, giocare, fare palloncini, fermare la gente per indovinarne l'età e per gironzolare con l'immancabile pompetta e la tasca piena di palloncini.
Nella stessa piazza c'era anche un complesso che suonava musica bellissima e abbiamo anche ballato tanto, tra di noi, ma anche con i bambini o anche con qualche persona adulta un po' più spiritosa.
E poi c'erano due bancarelle che vendevano frutta. Penso di essermi pappata 5 bicchierini di fragole già lavate e almeno 4 sacchettini di ananas disidratato.
Poi, a coppie o a gruppetti di 3/4 clown andavamo in giro per il centro, per farci notare, regalavamo palloncini e fermavamo la gente con i giochi di carte. Se le persone si mostravano interessate, le indirizzavamo alla nostra postazione.
Io ero sempre in coppia con una collega clown cui io piaccio molto e che è anche venuta in macchina con me. Si lavora bene con lei. Disponibile, molto dolce.

La cosa bella del fare il colwn alla notte bianca è che, se sei tanto felice che non puoi contenere la tua gioia, bè... ecco, puoi NON contenerla.
:lol:
:up:
E quindi puoi:
ballare per strada
cantare
saltare
giocare
scherzare
quanto ti pare senza che nessuno pensi che tu sia da manicomio, visto che sei un clown :)
E puoi fermare la gente senza che ti guardino storto.

Insomma, una cosa divertentissima.
Giuro che non sarei mai rientrata, avrei visto sorgere l'alba ancora facendo palloncini e trucchi e senza mai fermare le gambe che andavano un po' dove volevano loro.

Ma poi la serata è finita.
Sono rientrata verso le 2 di notte.
E sono rimasta chiusa fuori.
Abbiamo la porta che, dall'interno ha una specie di leva. Se giri la leva, chi sta fuori può aprire la serratura, ma la porta si apre solo di 5 cm e quindi non si riesce ad entrare. Noi chiamiamo questo meccanismo "il blocco".
Non si dovrebbe mettere il blocco quando una persona deve ancora rientrare.
Ma mio marito si è sbagliato. E' andato a letto e ha messo il blocco (non è abituato al fatto che io rientri dopo di lui).
Per pochissimi secondi ho iniziato a pensare: "Mi ha chiuso fuori. Volto i tacchi e vado a dormire altrove".
Ma, credetemi, non sono riuscita a finire il pensiero.
Ho telefonato e mi sono fatta aprire.
Non sono riuscita a chiudere occhio per almeno un paio di ore, perché avevo troppi colori e troppi suoni in mente ed ero troppo contenta.

Sulla strada del ritorno, visto che abbiamo parcheggiato a 20 minuti di cammino, io e la mia collega abbiamo continuato a far palloncini, anche se nelle vie secondarie c'era poca gente.
E una stranissima signora alta, magra, bionda e con le piume alle orecchie, che lavorava sul suo Ipad a quell'ora, ci è venuta addosso.
Ha alzato gli occhi per scusarsi e ci ha detto che eravamo bellissime, così colorate. Ha chiesto di poterci fotografare e noi abbiamo detto di sì.
In una via deserta del centro di Brescia facevamo sicuramente un effetto particolare: due clown e una signora piumata.
Le abbiamo regalato un palloncino-fiore e lei ha voluto che scrivessimo il nome della nostra associazione sul palloncino e che mettessimo le nostre firme col nome da clown.

:)

Farei una notte bianca alla settimana
:)
 

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
44.757
Località
Il mondo dei sogni
ma com'è questa storia che sei un clown? :up: (scusa è che io non frequento molto :help: )
Faccio parte di una Associazione che si occupa, attraverso un gruppo di Clown, di portare un sorriso laddove ve ne sia bisogno: ospedali, case di riposo e posti simili.
Collaboriamo anche nelle raccolte fondi di enti di beneficienza, come l'ABE (associazione bambini emopatici) di Brescia o altre fondazioni che ci contattano.
Loro istituiscono un bachetto per la raccolta fondi e noi animiamo e intratteniamo chi arriva oppure si allestiscono veri e propri spettacoli (ne abbiamo fatto uno di recente) il cui ricavato va a qualche associazione di beneficienza.:)
 

quicksilver

Forumer storico
Registrato
6 Settembre 2004
Messaggi
8.578
stavo pensando che adesso salta fuori che magari conosci mia sorella, anche li a volte fa il clown e sa fare le figure con i palloncini :rolleyes: :eek:
aspetta, mando MP
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 2)

Alto