'na tazzulella e cafe' -( bolle su alcuni mercati minori )

Discussione in 'Piazza Affari - Indici, futures, ETF, ETC' iniziata da Zen lento, 4 Dicembre 2003.

    4 Dicembre 2003
  1. Zen lento

    Zen lento New Member

    Registrato:
    7 Gennaio 2000
    Messaggi:
    952
    Ho un forno a microonde. E' di marca spagnola, fabbricato a Taiwan o giu' di li'. Odiavo questi aggeggi, poi un giorno l'ho visto in promozione per 69 euro e l’ho acquistato. Ci riscaldo gli avanzi e sopratutto il caffe' che rigorosamente faccio con una moka da tre , solo per me.
    Voltaire da napoletano direbbe che e' un orrore. Lo so', ma costa poco, meno della macchinetta simil-bar domestico che comunque non prepara a mio avviso caffe' decenti, meglio la Bialetti antica.
    Per riscaldare una tazzina bisogna avere l'avvertenza di mettere l'aggeggio su una potenza bassa e per pochi secondi; oggi ho sbagliato perche' ero distratto; ho lasciato la potenza al massimo e il mio caffe' s'e' messo a ribollire traboccando dalla tazzina sul piatto del forno .
    Un disastro, ho dovuto rifare l’ intera Moka.

    Ricordate le bolle delle tigri asiatiche ? Roba della seconda meta' degli anni 90, quasi un secolo fa.Ora non ci sono li' bolle e nemmeno in Cina (che pure cresce all'impazzata, dicono).
    A me piacciono le bolle, esteticamente intendo: hanno un che di imponente, schizzano dalla terra come un geyser , all'improvviso. Lasciano a bocca aperta, stupiti e attratti come alla vista di un panorama che contorna un vuoto o la nostalgia e il fascino di un fuoco al caminetto .

    La bolla piu' incredibile direte voi l'abbiamo gia' vista tutti, sul Nasdaq, era anche assolutamente eccitante. Beh io quella bolla non l'ho vista a dire il vero, non l'ho vista crescere, perche' non la seguivo per niente.
    Sono un provinciale e allora mi interessavo solo del mercato italiano e, per dovere quasi, del Giappone. Ho visto quelle sui nostri titoli, ma quella del Nasdaq, in tutta sincerita', l'ho guardata solo molto piu' tardi, quando praticamente iniziava a sgonfiarsi.
    Piu' precisamente da quel giorno che il tecnologico si inabisso' d'un fiato del 13 % per recuperare poi nel finale. Roba da mozzare il fiato, un intero indice che nell'intraday s'inabissa del 13 % e poi risale! Un coltello gelido quando scende,un geyser caldo quando sale.
    In quei giorni, poco prima mi pare, l'economia americana presentava un dato assai positivo, la crescita era stimata del 9 % ; Conide direbbe che sulla notizia si vende, ma non e' sempre cosi'. Allora forse accadde cosi'.

    Dunque , tornando a bomba, il mio forno a microonde ha fatto un piccolo disastro e mi ha ricordato le bolle, cosi' sono andato a spulciare un po' di indici e mi sono imbattuto in alcuni casi di borse che mi paiono bolle pressoche' mature o "quasi bolle" in formazione.
    Non so perche’ si siano formate, ma ho come l'impressione che i capitali siano quasi gli stessi. Non e’ grave, come dicevano i romani “pecunia non olet”.

    Queste bolle o quasi bolle nascono in paesi accomunati solo dalle difficolta' pregresse, per il resto mi pare siano situazioni diverse. Riguardano anche borse che credo siano assai sottili e che poco contano nell'economia mondiale attuale, si prefigurano o crescono in paesi che un imprenditore considererebbe delle cantine. Quando una impresa e' agli esordi , le mirabolanti crescite esponenziali sono assai piu' facili: passare dalla meta' al doppio e' sicuramente piu' facile per un artigiano che per un capitano di industria. In effetti anche sul Nasdaq avvenne cosi'. Sono, diremmo ora , new entry o titolini facilmente manovrabili nulla a che vedere comunque con la nostra Tiscali, Nasdaq nostrano.

    Non so' nemmeno che peso abbia l'inflazione in quei luoghi, sebbene sospetto che in alcuni casi sia altuccia. Nemmeno so' come e' il cambio contro dollaro. Insomma do credito solo ai grafici.
    Pero' a mio avviso e' innegabile che queste bolle ci siano: chi parte alla crisi del 97, chi nei pressi dell' 11 settembre, chi da quando il dollaro ha iniziato a svalutarsi, chi addirittura dal 2000. Insomma, non ho elementi per sapere cosa le abbia causate.

    Magari ho qualche idea, ma una visione d'insieme organica mi manca. Perdura solo l'impressione che ci sia voluto poco per generarle. Basta pensare credo a due cose : se la memoria non mi inganna gli aiuti alla concessi Russia nel 1998 o ‘ 99 ammontavano a 4 miliardi di dollari (vi prego rettificare se sbaglio !) quando lo stanziamento annuo per la difesa degli USA e' circa 400 miliardi di dollari (ora e' cresciuto un pochetto). Insomma 1 a 100. Ripeto se sbaglio di brutto ditemelo.
    Non credo che queste borse, consolidate in una sola Borsa virtuale, arrivino a tanto , ma se qualcuno lo sa' mi farebbe piacere conoscere i dati.

    Mi fermo qui' , perche’ Perla dice che scrivo un po' troppo, Soraya1 sospetta che non sia costruttivo, conide giustamente sosterra' che la sfera di cristallo non esite, Voltaire che di titolini ne ha gia' abbastanza, Ed che di sudamericani non ne puo' piu', Arseniolupin che di cose da fare ne ha gia’ molte ha fin sopra i capelli, Fleursdumal che le coomodities gia’ le conosce Paperino che divago troppo, Simonetta che snobbo Buzzi, etc., etc.... etc.

    Un saluto a tutti, ugualmente :)


    PS : I grafici sono in time frame settimanale, le basi dati quelle che ho (quindi magari in giro ci sono altre bolle che manco conosco). Sono grafici impaginati un po' alla rinfusa per occupare poco spazio e il tempo sulle ordinate non e' omogeneo.
    In alcuni casi la bolla in effetti non appare, ma io credo che sia in formazione. Parere personale ovviamente.



    Russia(sopra) e Bratislava (sotto)

    [​IMG]


    Pakistan e Indonesia


    [​IMG]



    Argentina e Ungheria

    [​IMG]



    Messico e Brasile

    [​IMG]
     
    A Lady Black piace questo elemento.
  2. 4 Dicembre 2003
  3. conide

    conide New Member

    Registrato:
    6 Gennaio 2000
    Messaggi:
    266
    Località:
    Torino
    Bello! ;)

    Qualche giorno fa su un sito al di la dell'oceano ho letto che c'è una differenza tra la bolla del 2000 e quella di oggi. Quella del 2000 era drogata ad anfetamine..... quella di oggi si tiene su col prozac!!!!!

    Ma! :-?

    conide
     
  4. 4 Dicembre 2003
  5. arseniolupin

    arseniolupin New Member

    Registrato:
    8 Gennaio 2000
    Messaggi:
    14.962
    Località:
    disperso nel web
    ho dovuto leggere 2 volte il post di zen lento per capirlo.

    non sò se l'ho infine capito, ma mi è piaciuto molto.

    io adoro le bolle,..... fin da bambino
    era un mio piacere riuscire a farle + grosse possibile.
    non nego che le faccio ancora oggi a 40 anni suonati con i miei bimbi :)


    mi piace esserci dentro.... finche non scoppiano... la delusione allo scoppio è infatti veramente forte.
     
  6. 4 Dicembre 2003
  7. Fleursdumal

    Fleursdumal फूल की बुराई

    Registrato:
    25 Aprile 2002
    Messaggi:
    21.061
    Occupazione:
    sessuologo della scuola cicciolina-tantrica
    Località:
    Scoglio del Trader nichilista ( sez. staccata cas
    Ciao Zen :)
    agli inizi di ottobre un mio amico che si diletta con i paesi emergenti mi diede il consiglio di dare un'occhiata a un ETF quotato a NY sulla Thailandia, da marzo era salito del 90-100% ! Essendo cresciuto come trader sotto il grande sboom del Nasdaq ho arricciato il naso un pò scettico nonostante mi si dicesse che quelli esportavano a così grandi ritmi da non riuscire a trovare neanche tutte le navi che servivano alla bisogna. Dopo tre settimane quel sadico del mio amico mi telefonò annunciandomi che quel fondo indice era cresciuto di un altro 30% :eek:
     
  8. 4 Dicembre 2003
  9. Atman

    Atman New Member

    Registrato:
    14 Marzo 2003
    Messaggi:
    1.735
    Occupazione:
    Scalper
    Ciao Zen Lento: a me piace come scrivi.
    Sembra un bel libro .
    Lettura Armoniosa: saretti un discretto "scrittore".
    :)
     
  10. 4 Dicembre 2003
  11. Perla

    Perla New Member

    Registrato:
    7 Novembre 2003
    Messaggi:
    493
    e che dubio c'era....??


    cia zen,
    potevi scrivere altre 2 righe..............?

    comunque: non metterci mai il pane!
     
  12. 10 Dicembre 2003
  13. Argema

    Argema Administrator Membro dello Staff

    Registrato:
    5 Giugno 2000
    Messaggi:
    19.340
    La situazione che mi interessa di più è quella della Russia.
    Tra l'altro proprio oggi leggevo del successo elettorale di Putin che ha oramai sbaragliato l'opposizione (che tra l'altro ora ha perso completamente i liberali, unica forza critica, ed ha invece confermato i nazionalisti, un branco di esaltati :hmm)
    Ora Putin ha un potere enorme in mano.
    E come unica linea politica sia interna che esterna ha gli interessi economici e politici del suo paese. Passerebbe sopra ai cadaveri per quegli interessi.
    Quindi quella bolla potrebbe non esser tanto bolla.
    Che ne pensi Zen?

    P.S. se metti dei grafici più grandi (800 px) mi fai moolto contento .. almeno quello della grande madre dai :p
     
  14. 10 Ottobre 2008
  15. Zen lento

    Zen lento New Member

    Registrato:
    7 Gennaio 2000
    Messaggi:
    952
    Non so bene, ho come l'impressione che ricostrure ad oggi questa storia di 5 anni fa e questi grafici non sia una pessima idea, ma mi sento affaticato, quasi nauseato in questi giorni bui che hanno tutta l'aria di essere un' ombra cupa che si proietta su un futuro piuttosto lungo.

    Le bolle son scoppiate tutte a partire dal 2007. Una dopo l'altra, Ovunque, lasciando a terra un liquido viscido e nauseante in un ribollire di schiume e rabbia.

    Ho come l'impressione che da queste bolle di paesetti di periferia possa rinascere speranza .
    Giuro che non lo so, non riesco a guardare.

    Spero qualcuno lo voglia fare. Ora vado a mangiare e rimetto il caffè, sempre li' nel vecchio forno a microonde spagnolo, fabbricato a Taiwan.

    Buon fine settimana :)
     
  16. 10 Ottobre 2008
  17. w_fib

    w_fib New Member

    Registrato:
    5 Ottobre 2004
    Messaggi:
    1.148
    Complimenti Zen gran bel post
     
  18. 19 Febbraio 2020
  19. Zen lento

    Zen lento New Member

    Registrato:
    7 Gennaio 2000
    Messaggi:
    952
    Un po' per ringiovanire, un po' per autocelebrazione dei bei tempi, un po' per gli avvertimenti.

    Stiamo entrando nella fase migliore, non una fase terminale, ma in quella in cui si gonfiano le bolle. Scoppieranno prima o poi, ma come le onde più imponenti devono essere cavalcate da chi non le teme, da chi le ha attese, da chi sa che la storia si ripete. Assecondare con destrezza e lasciar correre, la bellezza della forza d'inerzia.
    Ai tempi del topic si parlava di economie emergenti, ma forse anche la nostra italietta ora un po' lo é. Poi in effetti, nel 2003, a marzo era anche ripartito tutto il carrozzone finanziario mondiale

    C'e' il rischio!
    Sì c'e', tutti borsaioli lo sanno, ma siamo nel momento più esaltante, quello in cui l'abile giocatore sa cos'è giocare e domare il toro fino a che non cade esausto (il toro).
    E' la zona dell'incertezza, delle paure, del desiderio di riscatto, dell'azzardo. E' l'ombra che si apre sulla luce che si sa temporanea allo sguardo; la fine effimera del tunnel che appare sui giornali, che si dilata sui media, il percorso stretto e avvilente che si allarga come un'autostrada, si colora di telefonate: "che faccio? vendo? , no... allora compro, raddoppio?, Io ci provo che i soldi nn rendono niente, si è mossa pure la ciofeca della mia banca! ,Rischio?!?" . "Mia figlia lavora in un private Banking, è presissima!!!". Alludo alla gente del bel Paese, ovviamente.
    Segnali che si aggiungono a quelli dei grafici.

    Quanta disoccupazione qui e quanti soldi nei forzieri, ecco prendiamo quest'aria, e lasciamoci rinfrescare.
    Parola d'ordine, misurare il rischio e lasciare correre i profitti.
    Ma non siate avidi.

    Buona continuazione,
    Zen lento :)

    PS: nel topic mancano i grafici di allora. Vedo che l'amministratore è ancora il vecchio Argema ora direttore, chissà forse li recupera.
     
    A 911 e non-stop piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina