Ma quali sono i veri problemi in caso di utero in affitto? (1 Viewer)

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
24.043
Località
Via Lattea
Io ne vedo parecchi, da non far dormir la notte solo al pensiero di avere in pancia una simile bomba.




Ad titolo esemplificativo ma non esaustivo:
1) se l'utero è in affitto, chi paga le spese condominiali: il proprietario o l'inquilino?
2) l'utero è soggetto a ICI / IMU / Tasi / Tosap / Sopaf / Soparfi?
3) se produce reddito, esso va tassato ad aliquota ordinaria progressiva o è prevista un'imposta sostitutiva? (*)
3bis) è ipotizzabile una tassa patrimoniale sulla base del solo possesso dell'utero? Oppure è necessario farne attività economica? (*)
4) le spese di manutenzione eccedenti il cinque per cento del cespite sono deducibili fiscalmente?
5) esistono dei derivati short e long sugli uteri?
6) esistono dei finanziamenti a tasso agevolato per dotarsi di un utero, nel caso se ne sia sprovvisti?
7) L'affitto dell'utero va considerato attività occasionale, o occorre dotarsi di partita IVA?
8) Così come un contadino che utilizza i suoi prodotti dovrebbe autofatturarseli, ed il barista che beve il caffè (verde) del suo bar dovrebbe battere uno scontrino e pagare le tasse sul ricavo "virtuale" del suo esercizio, se una donna usa l'utero per produrre un figlio non destinato alla vendita va tassata?
9) Federalismo: l'utero dovrebbe essere assoggettato a tasse statali, regionali o comunali?
10) E' possibile istituire un passo carraio all'uscita di un utero?

ecc. ecc.


(*) Costituzione della Repubblica Italiana: Articolo 53
Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.
Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.
 

ROVIGO

Forumer storico
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.861
Per INFORMAZIONI>>>

Io ne vedo parecchi, da non far dormir la notte solo al pensiero di avere in pancia una simile bomba.




Ad titolo esemplificativo ma non esaustivo:
1) se l'utero è in affitto, chi paga le spese condominiali: il proprietario o l'inquilino?
2) l'utero è soggetto a ICI / IMU / Tasi / Tosap / Sopaf / Soparfi?
3) se produce reddito, esso va tassato ad aliquota ordinaria progressiva o è prevista un'imposta sostitutiva? (*)
3bis) è ipotizzabile una tassa patrimoniale sulla base del solo possesso dell'utero? Oppure è necessario farne attività economica? (*)
4) le spese di manutenzione eccedenti il cinque per cento del cespite sono deducibili fiscalmente?
5) esistono dei derivati short e long sugli uteri?
6) esistono dei finanziamenti a tasso agevolato per dotarsi di un utero, nel caso se ne sia sprovvisti?
7) L'affitto dell'utero va considerato attività occasionale, o occorre dotarsi di partita IVA?
8) Così come un contadino che utilizza i suoi prodotti dovrebbe autofatturarseli, ed il barista che beve il caffè (verde) del suo bar dovrebbe battere uno scontrino e pagare le tasse sul ricavo "virtuale" del suo esercizio, se una donna usa l'utero per produrre un figlio non destinato alla vendita va tassata?
9) Federalismo: l'utero dovrebbe essere assoggettato a tasse statali, regionali o comunali?
10) E' possibile istituire un passo carraio all'uscita di un utero?

ecc. ecc.


(*) Costituzione della Repubblica Italiana: Articolo 53
Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.
Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.
:)>>>>chiedi a VENDOLA Nichi:D
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto