L'intervista e ...... 2 (1 Viewer)

Fleursdumal

फूल की बुराई
Registrato
25 Aprile 2002
Messaggi
21.049
Località
Scoglio del Trader nichilista ( sez. staccata cas
C'era ancora dell'altro nella famosa intervista :rolleyes:



BERLUSCONI, SADDAM COME MUSSOLINI? IL DUCE NON HA AMMAZZATO
(ANSA) - ROMA, 11 SET - La ''Voce di Rimini'' e il
settimanale britannico ''The Spectator'' pubblicano oggi nuovi
estratti della intervista di Boris Johnson e Nicolas Farrel a
Silvio Berlusconi. Nel corso del colloquio avuto ad agosto a
Porto Rotondo, di cui i giornali affermano di pubblicare il
testo fedelmente trascritto, Berlusconi affronta il tema
dell'Iraq ed e' sollecitato a fare un paragone tra Saddam e
Benito Mussolini, il cui regime, secondo il premier, non fu
feroce come quello iracheno.
Ai due interlocutori che gli chiedono se Bush e Blair gli
dissero che Saddam aveva armi che in 45 minuti erano in grado di
colpire l'Occidente, Berlusconi risponde: ''Su questo non ho
parlato direttamente con loro. Io sinceramente ritengo che puo'
essere discussa o meno l'opportunita' di un'azione militare. Ma
certamente c'e' il grande problema dei rapporti dell'Occidente
con la comunita' musulmana, con la regione Mediorientale. Il
fatto che in Medio Oriente non c'e' democrazia, e credo che sia
importante che nel futuro ci sia una democrazia. Giudico
positivo un intervento che ha posto termine ad una dittatura e
che puo' essere paradigmatico per tutta la regione. Capisco la
difficolta' di insegnare la democrazia ad un popolo che per
quasi quarant'anni ha conosciuto solo la dittatura e non conosce
altro sistema che la dittatura...''.
Interviene a questo punto Nicholas Farrell: ''come
l'Italia...''. Berlusconi: ''Lasciamo stare, era una dittatura
molto piu'...''. ''Benevolente'', dice Nicholas Farrell, ''o
benigna'', traduce l'interprete del presidente del Consiglio.
Riprende Berlusconi: ''Si', Mussolini non ha mai ammazzato
nessuno, Mussolini mandava la gente a fare vacanza al confino''.

Aggiungono i giornalisti inglesi: in posti che adesso sono
luoghi di vacanze esclusivi. Riprende Berlusconi: ''A parte
questo, qui il discorso diventa piu' ampio: qui siamo di fronte
ad un nuovo scenario mondiale. E' finita la contrapposizione
dell'Occidente con il patto di Varsavia. Ora la federazione
russa ha deciso, attraverso Putin, di far parte dell'Occidente,
questo e' un grande fatto...''. (ANSA).

COT
11-SET-03 10:29


 

Fleursdumal

फूल की बुराई
Registrato
25 Aprile 2002
Messaggi
21.049
Località
Scoglio del Trader nichilista ( sez. staccata cas
BERLUSCONI, VORREI GOVERNARE CON LIBERTA' DELL'IMPRENDITORE
(ANSA) - ROMA, 11 SET - ''Per chi non ha fatto politica e' un
grande sacrificio adattarsi alle istituzioni della politica''.
Lo afferma Silvio Berlusconi nell'intervista a The Spectator e
La Voce di Rimini. ''Per me - aggiunge - non potere agire con la
liberta' dell'imprenditore e' sempre una diminuzione. Certe
volte e' drammatico perche' io vedo quello che si potrebbe fare
ma non posso farlo. Mentre molto spesso nell'imprenditore tra la
decisione e la realizzazione c'e' una linea retta, in politica
c'e' un blocco bizantino, un arabesco''. (ANSA).

COT
11-SET-03 10:32

BERLUSCONI, SU DELL'UTRI METTO LA MANO SUL FUOCO
(ANSA) - ROMA, 11 SET - ''Io su dell'Utri metto la mano sul
fuoco. Non ha nessun rapporto di nessun tipo con la
criminalita'. Perche' e' un cattolico, un credente, un uomo di
cultura, ha una straordinaria famiglia, ha un padre che era un
dirigente benestante di un'azienda americana''. Lo afferma il
presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nella seconda parte
dell'intervista a Nicholas Farrel e Boris Johnson di ''The
Spectator'' pubblicato oggi in Italia dai quotidiani del gruppo
Donati.
''Dell'Utri - dice Berlusconi - e' nato a Palermo. A Palermo
la nostra magistratura comunista, di sinistra, ha creato un
reato, un tipo di delitto che non e' nel codice. E' il concorso
esterno in associazione mafiosa. Cosa vuol dire: che se uno non
fa parte della banda, ma in qualche modo parla, chiacchiera...?
Io le domando: se un cittadino del Nord va in Sicilia e parla
con una persona che lo accoglie in casa, che lo saluta, se
questa persona e' libera e non e' nelle prigioni italiane,
questo cittadino del Nord e' obbligato a sapere che questa
persona e' un mafioso? Se non lo sanno i giudici che sono li' e
che non lo mettono in galera, come fanno a saperlo gli altri?
Non c'e' bisogno che si prepari un delitto, non c'e' bisogno che
ci sia un reato. Non solo: non c'e' stato delitto e non e' stato
progettato, basta il fatto che lui mi abbia telefonato per
essere incriminato. Il presidente della regione Sicilia accusato
di questo reato, che non c'e' nel codice, perche' un mafioso ha
telefonato ad un suo collaboratore chiedendo la nomina di una
persona a direttore di un ospedale. La nomina non e' avvenuta,
quindi la telefonata non ha avuto esito. Quindi, per il
semplice motivo che il suo collaborate ha parlato al telefono
per tre volte con un mafioso, che insisteva, questo e' accusato
di concorso in associazione mafiosa. Ma e' una follia''. (ANSA).

COT
11-SET-03 10:34

BERLUSCONI, O GOVERNO O RISPONDO ALLE ACCUSE
(ANSA) - ROMA, 11 SET - ''Ho avuto qualcosa come piu' di 500
visite della Guardia di Finanza, piu' di novanta indagini, cosa
si deve pensare di fronte ad una cosa di questo genere? Qual e'
il rimedio? Ci sono intere procure, come Milano e Palermo, che
non fanno altro che inventarsi teoremi contro di me. Qual e' il
rimedio? Io devo governare o rispondere a tutte queste accuse
continue? O governo o rispondo alle accuse''. Lo afferma Silvio
Berlusconi nella nuova parte dell'intervista a The Spectator e
La Voce di Rimini.
''Solo l'8 per cento degli italiani - ribadisce il premier -
si fida della magistratura, anche a sinistra capiscono che la
magistratura e' politicizzata. L'unico rimedio che sembrava
possibile era dire: capo dello Stato, presidente del Consiglio,
presidenti di Camera e Senato e il presidente delle Corte
Costituzionale hanno sospesi i processi per il periodo in cui
sono al servizio dello Stato. Sospesi, non chiusi. In Francia e
Spagna e' la stessa cosa. Io ero contrario a questo
provvedimento anche perche' mi restava solo un processo, gli
altri li ho vinti tutti, ma stavano facendo quello che hanno
fatto nel 1994''.
''Nel 1994 - ricorda inoltre Berlusconi - il mio governo e'
caduto perche' mi hanno accusato di corruzione e poi io sono
stato assolto in Appello e in Cassazione, dopo sei anni, per non
aver commesso il fatto. Eppure hanno fatto cadere il mio governo
con quelle accuse. Perche' il capo dello Stato di allora (Oscar
Luigi Scalfaro, ndr) ha chiamato Bossi e gli ha detto ''guarda
che e' sicuro che Berlusconi cada e ti porta con lui nel
baratro'' e Bossi poi me lo ha raccontato. E quindi hanno
cambiato la storia d'Italia non attraverso la verita' ma
attraverso delle accuse false, Adesso gli stessi giudici, della
stessa procura fanno la stessa cosa con un' accusa falsa sulla
Sme, dove io ho detto che voglio la medaglia d'oro perche' Prodi
aveva svenduto tutto della Sme, e questo verra' fuori''. Quindi,
il lodo Maccanico: ''E' sembrato un rimedio condiviso da tutti,
anche dal capo dello Stato''. (ANSA).

COT
11-SET-03 10:35
 

Fleursdumal

फूल की बुराई
Registrato
25 Aprile 2002
Messaggi
21.049
Località
Scoglio del Trader nichilista ( sez. staccata cas
la replica :look:


BERLUSCONI, HO REAGITO COME QUALUNQUE VERO ITALIANO
(ANSA) - ROMA, 11 SET - Di fronte ad ''una comparazione che
non ha fondamento storico'', quella tra Saddam Hussein e Benito
Mussolini, ''ho reagito come qualunque vero italiano avrebbe
avuto il dovere di reagire''. Lo ha detto Silvio Berlusconi
parlando brevemente a villa Madama ai giornalisti italiani dopo
le polemiche scaturite dalle sue dichiarazioni su Mussolini
pubblicate oggi dal settimanale britannico Spectator.
Il presidente del Consiglio ha premesso di aver letto le
numerose agenzie con le dichiarazioni ''degli esponenti della
sinistra che criticavano'' quel passaggio della sua intervista.
Una intervista, ha spiegato Berlusconi, che e' poi stata anche
ripresa da un giornale di provincia italiano che ''prima non
avevo mai sentito nominare''. Inoltre secondo il premier c'era
''un preciso accordo'' affinche' ''si potesse parlare
liberamente e colloquialmente''. In aggiunta a cio', Berlusconi
ha detto d' essere stato convito che poi gli sarebbe stato
inviato il testo dell'intervista: ''il presidente del Consiglio
- ha spiegato - normalmente da' solo risposte scritte a domande
scritte''. Invece, i giornalisti amici che ha ricevuto dopo
insistenze da parte di giornalisti italiani, si sono
approfittati dell'assenza del portavoce di Palazzo Chigi Paolo
Bonaiuti, ''che si era sperso in quel dell'Africa''. Berlusconi
ha ribadito di aver parlato ''in maniera colloquiale, senza
curare la risposta secca e precisa perche' cio' sarebbe stato
curato nella riscrittura''.
Infine il presidente del Consiglio ha ulteriormente spiegato
che la comparazione tra Saddam Hussein e Mussolini gli ha
solleticato ''lo spirito patriottico'' e lo ha spinto ad
intervenire cosi' come aveva fatto in passato difendendo il
senatore a vita Giulio Andreotti. In quella occasione aveva
replicato a chi genericamente diceva ''siete un paese di
mafiosi''. E ha osservato ''e ha reagito come qualunque vero
italiano'' avrebbe dovuto fare e rispondere, a chi aveva
giudicato Andreotti un mafioso: ''Guardi che non era matto lui;
c'era qualcun altro che si e' inventato questa cosa''.(ANSA).

FN/GCM
11-SET-03 17:55
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto