L'angolo della poesia | Pagina 181

Discussione in 'Life is good Cafè' iniziata da Ciccioargio, 13 Ottobre 2006.

Tags:
    4 Febbraio 2019
  1. Ignatius

    Ignatius sfumature di grigio

    Registrato:
    6 Febbraio 2007
    Messaggi:
    20.557
    Occupazione:
    sperm donor
    Località:
    Via Lattea
    Il primo febbraio era l'anniversario della scomparsa di una poetessa
    Wisława Szymborska - Wikipedia

    La cipolla

    La cipolla è un’altra cosa.
    Interiora non ne ha.
    Completamente cipolla
    Fino alla cipollità.
    Cipolluta di fuori,
    cipollosa fino al cuore,
    potrebbe guardarsi dentro
    senza provare timore.
    In noi ignoto e selve
    di pelle appena coperti,
    interni d’inferno,
    violenta anatomia,
    ma nella cipolla – cipolla,
    non visceri ritorti.
    Lei più e più volte nuda,
    fin nel fondo e così via.
    Coerente è la cipolla,
    riuscita è la cipolla.
    Nell’una ecco sta l’altra,
    nella maggiore la minore,
    nella seguente la successiva,
    cioè la terza e la quarta.
    Una centripeta fuga.
    Un’eco in coro composta.
    La cipolla, d’accordo:
    il più bel ventre del mondo.
    A propria lode di aureole
    da sé si avvolge in tondo.
    In noi – grasso, nervi, vene,
    muchi e secrezione.
    E a noi resta negata
    l’idiozia della perfezione.

    Wisława Szymborska







    Esiste anche l'opportuna canzone:

    "Wisława Szymborska" (2013) di Roberto Vecchioni

    E quando canti sento
    l'inconsistenza amica,
    la sorpresa del mondo
    come una perla antica.
    E quando canti chiedo
    ma chi le ha dato il cuore,
    la legge del sospiro,
    per scrivere parole?
    E quando canti il mondo
    mi svela il suo motivo
    casuale ed inspiegabile
    magia d'essere vivo.
    E quando canti, canti
    e sfilano i sorrisi
    fra i denti di Wislawa bella
    ad occhi semichiusi.
    E quando canti vedo
    le strade di Cracovia,
    l'innamorato amato
    come veleggiando l'aria.
    E quando canti aspetto
    che il verso sia finito
    e la gioia di vivere
    mi prenda all'infinito.
    E quando canti imparo
    che siamo nella storia
    come un'anomalia
    costretti alla memoria.
    E quando canti, canti,
    si snuvola la sera
    davanti a quel miracolo
    che siamo e che non c'era.
    E quando canti, canti
    le maglie del destino
    l'assurdità del tempo
    fra le corde di un violino.
    E quando canti, canti
    e il giorno mi si perde,
    ha un senso anche il dolore
    in questo sterminato verde.
    E quando canti, canti,
    e lo diresti amore,
    e " senti come batte forte
    dentro me il tuo cuore".


     
  2. 9 Febbraio 2019
  3. Sir Green

    Sir Green New Member

    Registrato:
    7 Marzo 2009
    Messaggi:
    7.102
    Località:
    Sicilia
    La Seconda Venuta



    Roteando e roteando nel cerchio che s’allarga

    il falco non può udire il falconiere;

    ogni cosa crolla; il centro non può reggere;

    assoluta l’anarchia dilaga nel mondo,

    dilaga la marea sporca di sangue, e ovunque

    il rito dell’innocenza annega.

    Ai migliori manca ogni certezza, mentre i peggiori

    rigurgitano furia di passioni.

    Qualche rivelazione di certo s’avvicina

    la Seconda Venuta, di certo s’avvicina

    la Seconda Venuta! E non appena pronunciata

    un’immensa immagine emanata dallo Spiritus Mundi

    mi turba la vista: in qualche luogo tra le sabbie del deserto

    una forma dal corpo di leone e dalla testa d’uomo,

    occhi vuoti e impietosi come il sole,

    avanza sulle lente cosce, mentre attorno

    vorticano le ombre degli sdegnati uccelli del deserto

    La tenebra ancora torna, ma ora so

    che venti secoli d'un sonno di pietra

    furono oppressione e incubo per una culla a dondolo,

    e quale bestia informe, giunto infine il suo tempo

    avanza senza grazia per Betlemme, a prender vita?

    William Butler Yeats
     
  4. 12 Febbraio 2019
  5. Claire

    Claire Zingaraccia sbruffoncella

    Registrato:
    8 Novembre 2010
    Messaggi:
    34.738
    Località:
    Il mondo dei sogni
    Chissà se sono
    Abbastanza bella per te
    O se sono bella e basta
    Cambio ciò che indosso
    Cinque volte prima di vederti
    Domandandomi quali jeans rendano Il mio corpo più allettante da spogliare
    Dimmi
    C'è qualcosa che io possa fare
    Per farti pensare
    "Lei Lei è tanto straordinaria
    Da far dimenticare al mio corpo di avere ginocchia"
    Scrivilo in una lettera e indirizzala
    Alle parti di me più insicure
    La tua sola voce mi porta alle lacrime
    Il tuo dirmi che sono bella
    Il tuo dirmi che basto.

    R. Kaur
     
  6. 12 Febbraio 2019
  7. icielibigidiparigi

    icielibigidiparigi .

    Registrato:
    19 Gennaio 2011
    Messaggi:
    8.829
     
    A nonmollare e fit-tizia piace questo messaggio.
  8. 12 Febbraio 2019
  9. Sir Green

    Sir Green New Member

    Registrato:
    7 Marzo 2009
    Messaggi:
    7.102
    Località:
    Sicilia
    ” Ricordo il magico istante:
    Davanti m’eri apparsa tu,
    Come fuggevole visione,
    Genio di limpida beltà.
    Nei disperati miei tormenti,
    Nel chiasso delle vanità,
    Tenera udivo la tua voce,
    Sognavo i cari lineamenti.
    Anni trascorsero. Bufere
    Gli antichi sogni poi travolsero,
    Scordai la tenera tua voce,
    I tuoi sublimi lineamenti.

    E in silenzio passavo i giorni
    Recluso nel vuoto grigiore.”

    Aleksandr Sergeevič Puškin
     
    A nonmollare piace questo elemento.
  10. 12 Febbraio 2019
  11. Sir Green

    Sir Green New Member

    Registrato:
    7 Marzo 2009
    Messaggi:
    7.102
    Località:
    Sicilia
    ” Un voi vuoto con un tu caloroso
    scambiava lei nel parlarmi
    e suscitava nel cuore innamorato
    i più bei sogni di felicità.
    Davanti a lei sto in silenzio
    di distogliere gli occhi non ho forza
    e le dico: – come siete cara –
    e penso – come ti amo – “

    Aleksandr Sergeevič Puškin
     
  12. 13 Febbraio 2019
  13. Sir Green

    Sir Green New Member

    Registrato:
    7 Marzo 2009
    Messaggi:
    7.102
    Località:
    Sicilia
    Vorrei darti tutto quello che non hai mai avuto, e neppure così sapresti quanto è meraviglioso amarti.

    “È lecito inventare verbi nuovi? Voglio regalartene uno: io ti cielo, così che le mie ali possano distendersi smisuratamente, per amarti senza confini.”

    “L’amore? Non so. Se include tutto, anche le contraddizioni e i superamenti di sé stessi, le aberrazioni e l’indicibile, allora sì, vada per l’amore. Altrimenti, no.”

    Frida Kahlo
     
    A Claire piace questo elemento.
  14. 13 Febbraio 2019
  15. Sir Green

    Sir Green New Member

    Registrato:
    7 Marzo 2009
    Messaggi:
    7.102
    Località:
    Sicilia
    orch.PNG
    Dimensioni reali 859 x 430 - Clicca sull'immagine per ingrandire

    mi presti un sogno
    il tuo profumo di spine.
    in questa vita senza amore carne
    e due occhi addosso, riconosco
    il tuo essere rosa sadico invitante
    ma senza scelta ti cado incontro
    tu sei già li ad aspettarmi
    alla soglia del mio considerarmi niente
    lo specchio è una lastra che non mi ama.
    trovo solo i cardini di ciò che non sono mai stata
    mi illudi mi sazi di mancanze e da questa porta
    assente vomito tutta me stessa.
    F.B.
     
  16. 14 Febbraio 2019
  17. nonmollare

    nonmollare Moderator

    Registrato:
    27 Ottobre 2005
    Messaggi:
    8.215
    Località:
    Molly House
    Vieni nel mio giardino, amore

    Vieni nel mio giardino, amore.
    Oltrepassa i fiori che s’offrono
    splendidi al tuo sguardo,
    per soffermarti all’improvvisa gioia
    che illude e illumina
    nell’incantevole tramonto.
    Il dono dell’amore è pieno di pudore, non rivela mai il suo nome,
    si nasconde tra le ombre,
    diffondendo momenti di gioia
    ovunque, perfino nella polvere.
    Prendilo o sentine per sempre
    la mancanza!
    Il dono che può offrirsi è semplice
    come un’esile corolla
    o una luce dalla fiamma tremante.


    Rabindranath Tagore
     
  18. 21 Febbraio 2019
  19. popov

    popov Coito, ergo cum.

    Registrato:
    22 Novembre 2006
    Messaggi:
    21.359
    Località:
    Ad Sextum Lapidem
    Ogni volta che mi guardi nasco nei tuoi occhi.

    (George Riechmann)
     
    A fit-tizia e nonmollare piace questo messaggio.

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 3)

Condividi questa Pagina