L'angolo della poesia | Pagina 178

Discussione in 'Life is good Cafè' iniziata da Ciccioargio, 13 Ottobre 2006.

Tags:
    13 Maggio 2018
  1. Claire

    Claire ἰόπλοκ᾽ ἄγνα μελλιχόμειδε Σάπφοι

    Registrato:
    8 Novembre 2010
    Messaggi:
    34.087
    Località:
    Il mondo dei sogni
    Diego e io

    Due incidenti ho avuto nella vita, uno sei tu
    Nonostante questo io ti amo
    Io ti amo più di ogni altra cosa, anche di me
    Che sono la tua bimba di cristallo
    Nonostante le tue amanti, le mie amanti che
    Lo sappiamo bene erano un gioco
    Ma se bevi il sangue del mio sangue, allora no
    Questo gioco non te lo perdono
    Ma sì che ti perdono
    Anche se lo so che tanto poi cadrai di nuovo
    E sì che tu sei un uomo
    Io lo so bene
    E volano i pavoni
    Sembrano aeroplani contro le finestre
    Siamo il mostro e la bambina
    Il trionfo e la rovina, noi
    Brucia la mia carne senza te
    La mia saliva, il mio sudore
    Brucia questa nostra casa azzurra
    Brucia il mio corpo per amore, uuh
    Santa Marta prendi quello che resta di me
    Questo corpo ormai non mi appartiene
    Questo letto, questo specchio ormai rifletterà
    Sulla tela solo il mio dolore
    Che ho provato ad annegare in un fiume di Mezcal
    Ma il dolore sai, non sa nuotare
    Braccia forti che purtroppo non ho avuto mai
    Per tenerti e non lasciarti andare
    Ma va, dove ti pare
    Tanto prima o poi
    Lo so che tornerai a bussare
    Sì, che questo è amore
    Puoi dirlo bene
    E volano i pavoni
    Sembrano aeroplani contro le finestre
    Siamo il mostro e la bambina
    Il trionfo e la rovina, noi
    Brucia la mia carne senza te
    La mia saliva, il mio sudore
    Brucia questa nostra casa azzurra
    Brucia il mio corpo per amore


    Brunori Sas su Frida Kahlo
     
  2. 22 Maggio 2018
  3. Claire

    Claire ἰόπλοκ᾽ ἄγνα μελλιχόμειδε Σάπφοι

    Registrato:
    8 Novembre 2010
    Messaggi:
    34.087
    Località:
    Il mondo dei sogni
    Madrigale appassionato

    Vorrei stare sulle tua labbra
    per spegnermi nella neve
    dei tuoi denti.
    Vorrei stare sul tuo petto
    per disfarmi nel sangue.
    Vorrei sognare per sempre
    nella tua chioma d’oro.
    Che il tuo cuore si facesse
    tomba del mio dolente.
    Che la tua carne fosse la mia carne
    che la tua fronte fosse la mia fronte.
    Vorrei che tutta la mia anima
    entrasse nel tuo piccolo corpo
    ed essere io il tuo pensiero
    ed essere io la tua bianca veste.
    Per far sì che t’innamori di me
    con una passione così forte
    da consumarti cercandomi
    senza mai incontrarmi.
    Perché tu vada gridando
    il mio nome fino a ponente,
    chiedendo di me all’acqua,
    bevendo triste le amarezze
    che prima il mio cuore
    nel desiderarti lasciò sul sentiero.
    E intanto io entrerò
    nel tuo corpo dolce e debole,
    io sarò donna, sarò te stessa,
    restando in te per sempre,
    mentre tu invano mi cerchi
    da Oriente ad Occidente,
    finché fine ci brucerà
    la fiamma grigia della morte.
    (Federico Garcia Lorca)
     
  4. 24 Maggio 2018
  5. Ignatius

    Ignatius sfumature di grigio

    Registrato:
    6 Febbraio 2007
    Messaggi:
    19.966
    Occupazione:
    sperm donor
    Località:
    Via Lattea
    Ma un po' d'amore, un attimo,
    un uomo semplice
    una parola, un gesto, una poesia,
    mi basta per venir via


    Viola Valentino, "Comprami", 1979
     
  6. 1 Giugno 2018
  7. popov

    popov Coito, ergo cum.

    Registrato:
    22 Novembre 2006
    Messaggi:
    21.045
    Località:
    Ad Sextum Lapidem
    Io ti chiesi perché i tuoi occhi
    si soffermano nei miei
    come una casta stella del cielo
    in un oscuro flutto.

    Mi hai guardato a lungo
    come si saggia un bimbo con lo sguardo,
    mi hai detto poi, con gentilezza:
    ti voglio bene, perché sei tanto triste.

    (Hermann Hesse)
     
  8. 4 Giugno 2018
  9. Claire

    Claire ἰόπλοκ᾽ ἄγνα μελλιχόμειδε Σάπφοι

    Registrato:
    8 Novembre 2010
    Messaggi:
    34.087
    Località:
    Il mondo dei sogni
    Torna amore
    vela delicata e libera
    che occupi
    il pensiero della mia terra

    sto morendo sulla grandiosità di un fiume
    che è rosso di desiderio
    e vorrebbe
    travolgere il tuo amore.

    Alda Merini
     
  10. 5 Giugno 2018
  11. Ignatius

    Ignatius sfumature di grigio

    Registrato:
    6 Febbraio 2007
    Messaggi:
    19.966
    Occupazione:
    sperm donor
    Località:
    Via Lattea
    ER TELEFONO

    Co' quello antico? Vergine Maria!
    Giravi per un'ora er girarello
    e, se volevi un oste, sur più bello
    te risponneva quarche farmacia.

    Invece mó, coll'urtimo modello,
    chiami cór deto, parli e tiri via,
    che se tu vedi la signora mia
    ce se diverte come un giocarello.

    Jeri, presempio, appena s'è svejata
    ha bevuto er caffè cór rosso d'ovo
    eppoi s'è fatta la telefonata.

    E manco ha preso in mano l'apparecchio
    ch'ha liticato co' l'amante novo
    e ha fatto pace co' l'amante vecchio.


    Carlo Trilussa
     
  12. 30 Giugno 2018
  13. popov

    popov Coito, ergo cum.

    Registrato:
    22 Novembre 2006
    Messaggi:
    21.045
    Località:
    Ad Sextum Lapidem
    Non ho bisogno di tempo
    per sapere come sei:
    conoscersi è luce improvvisa.
    Chi ti potrà conoscere là dove taci
    o nelle ore in cui tu taci?
    Chi ti cerchi nella vita
    che stai vivendo, non sa
    di te che allusioni,
    pretesti in cui ti nascondi. […] Io no.
    Ti ho conosciuto nella tempesta.
    Ti ho conosciuto, improvvisa,
    in quello squarcio brutale
    di tenebra e luce,
    dove si rivela il fondo
    che sfugge al giorno e alla notte.
    Ti ho visto, mi hai visto ed ora […]
    sei così anticamente mia
    da tanto tempo ti conosco
    che nel tuo amore chiudo gli occhi
    e procedo senza errare,
    alla cieca, senza chiedere nulla
    a quella luce lenta e sicura…

    (Pedro Salinas)

    [​IMG]
     
  14. 12 Luglio 2018
  15. susanna88

    susanna88 New Member

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    4
    bellissime grazie!
     
  16. 20 Luglio 2018
  17. Denise Doni

    Denise Doni New Member

    Registrato:
    29 Gennaio 2018
    Messaggi:
    52
    È il vento di nord est.
    Il più amato dei venti
    per me, perché ai marinai promette
    la rotta giusta e l’anima ardente.
    Va’ e saluta
    la bella Garonna
    e i giardini di Bordeaux
    là dove il sentiero
    s’accosta alla riva aspra
    e il ruscello cade profondo
    nel grande fiume
    ma sopra
    è in vedetta la nobile coppia
    delle querce e i pioppi d’argento –

    io mi ricordo
    ancora del bosco d’olmi
    che china le larghe cime dei monti
    sul mulino, ma nella corte
    cresce la pianta del fico.
    Nei giorni di festa
    vanno le donne brune
    sopra un piano di seta,
    al tempo di marzo,
    quando uguali son la notte e il giorno,
    e sui sentieri lenti
    carico di sogni d’oro
    passa ondoso il respiro del vento:
    ma mi si offra quella coppa inebriante
    colma di luce bruna
    perché possa riposare:
    dolce sarebbe
    sotto le ombre il sonno.
    E male è se l’anima si perde
    lontano da pensieri di mortali.
    Bene è invece parlare,
    dire i pensieri del cuore,
    udir molte cose
    dei giorni dell’amore,
    dei fatti che avvennero.

    Ma gli amici, dove sono?
    Bellarmino e il suo compagno?
    C’è chi ha timore
    ad andar alla fonte.
    Ma la ricchezza ha inizio
    nel mare. Essi come pittori
    raccolgono tutta la bellezza
    del mondo e non spregiano
    la guerra alata, avere
    la casa sotto un albero senza fronde,
    per anni, solitari,
    dove la notte non ha luci
    di città e di feste
    né musiche né danze native.

    Ma ora quegli uomini sono salpati
    per le Indie, nel promontorio arioso
    presso le erte vigne
    da cui la Dordogna scende
    e insieme alla Garonna sfarzosa
    esce fiume ampio come mare.
    Il mare dona e toglie il ricordo;
    l’amore fissa i suoi occhi fedeli.
    Ma il poeta fonda ciò che resta.


    Ricordo ( Andenken) di Friedrich Hölderlin
     
  18. 15 Agosto 2018
  19. Denise Doni

    Denise Doni New Member

    Registrato:
    29 Gennaio 2018
    Messaggi:
    52
    Ho vogli di pubblicarne un'altra molto bella

    Metà della vita



    Con gialle pere scende
    E folta di rose selvatiche
    La terra nel lago,
    Amati cigni,
    E voi ubriachi di baci
    Tuffate il capo
    Nell’acqua sobria e sacra.

    Ahimè, dove trovare, quando
    E' inverno, i fiori, e dove
    Il raggio del sole,
    E l’ombra della terra?
    I muri stanno
    Afoni e freddi, nel vento
    Stridono le bandiere.
     

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 8)

Condividi questa Pagina