Obbligazioni societarie La saga della famiglia Espírito Santo: cosa succederà alle obbligazioni BES ed ESFG? (22 lettori)

Near

Forumer storico
Registrato
22 Aprile 2015
Messaggi
2.536
RECLAMO PER BOLLO SU TITOLI RISCOSSO INDEBITAMENTE.


Buongiorno,
come da allegato, Novo Banco il 29 dicembre procedeva all'acquisto (vi e' stata una tender) dell'obbligazione xs0210172721 (ne possiedo 310.000 in un dossier e 33.000 in altro dossier). Comunicava il 29 12 2020 , sempre nell'allegato, che il 31 12 2020 (come tutti gli acquisti si regolano t+2) sarebbe stata la data in cui sarebbe arrivato il flusso di tale acquisto.
(...)
il riacquisto è avvenuto il 29/12 ma ai fini del capital gain la plus quando è generata?
alla chiusura della seduta del mercato xxxx il 29/12 oppure altri orari?

PS: "giustamente" binck me l'ha lasciata sull'estratto dossier titoli alla data del 31/12
 

Ventodivino

מגן ולא יראה
Registrato
8 Febbraio 2016
Messaggi
6.144
il riacquisto è avvenuto il 29/12 ma ai fini del capital gain la plus quando è generata?
alla chiusura della seduta del mercato xxxx il 29/12 oppure altri orari?

PS: "giustamente" binck me l'ha lasciata sull'estratto dossier titoli alla data del 31/12
Ehm,
qui si parla di soldi.
Se ci vogliamo incartare tra noi...
Non è il tempo delle domande.

Scusa la rudezza.
 

Ventodivino

מגן ולא יראה
Registrato
8 Febbraio 2016
Messaggi
6.144
Sotto il reclamo,
lo so che e' ridondante (specialmente sulla 2035) e volutamente "atecnico" (con l'insistenza sulla "cedola") ; ma conosco i miei polli e conosco le obiezioni che alcuni istituti avevano formulato.
Chi ha un problema non in Binck dovrebbe, se vuole, prendersi questo reclamo e adattarlo al suo caso. (non farebbe male , secondo me, visto che non ci sono nomi, riportare anche gli allegati 3 e 4).
A chi ha Binck ( qualcuno mi ha scritto anche in mp) suggerirei di fare come ho scritto ieri sera : due righe facendo riferimento al mio reclamo relativo a ..., inviato in data alle ore, alla quale Binck mi ha risposto in data alle ore... (e' tutto scritto sopra).

Non ho messo l'allegato 2 perche' riporta le mie generalita'.
 
Ultima modifica:

Ventodivino

מגן ולא יראה
Registrato
8 Febbraio 2016
Messaggi
6.144
RECLAMO PER ERRATO CONTEGGIO DELL'IMPOSTA SOSTITUTIVA SU UNA OPERAZIONE DI LIABILITY MANAGEMENT DA PARTE DI NOVO BANCO

Buongiorno,

mi chiamo x(nato a xilx) , titolare del conto x presso l ; possiedo 340.000 di nominale dell'obbligazione xs0442126842 (zero coupon novo banco 2042) e 440.000 di nominale dell'obbligazione xs0442127063 ( zero coupon Novo Banco 2041)

In data 11 Novembre 2020 Novo Banco , (con offering che si allega , ALLEGATO 1) annunciava l'intenzione di fare una tender offer (proposta di acquisto da parte dell'emittente di uno o piu' titoli per un determinato prezzo) su alcuni titoli : due aventi cedola annuale e alcuni zero coupon.

Questa offerta di acquisto avrebbe avuto effetto erga omnes verso tutti i creditori di ogni specifica emissione se un numero qualificato di essi avesse accettato la proposta di acquisto.



Gli zero coupon sono dei titoli particolari.

Vengono emessi ad un determinato prezzo e solo a scadenza vi e' la correspensione da parte dell'emittente sia del capitale che della quota interessi in unica "cedola" finale.

Ad esempio, se in data 10 10 2000 la Banca X avesse emesso al prezzo di 50 uno zero coupon con scadenza 10 10 2020, chi avesse sottoscritto in emissione e avesse detenuto il titolo fino a scadenza, si troverebbe a quella data, la liquidazione dalla banca X di 100;

ma questo 100 fiscalmente andrebbe spacchettato in: 50 di sottoscrizione (sui quali non avrebbe ne' plus, ne' minus ) e il “cedolone” pari a 50 sul quale pagherebbe il 26%.

La “scomodita'” e , in un certo senso, la difficolta' degli zero coupon sta appunto nella gestione di questo unico cedolone qualora avvengano acquisti e vendite prima della scadenza. Per questo per gli zero coupon e' stato introdotto il concetto di prezzo teorico fiscale : l



Torniamo alla offer di Novo Banco,

per l'obbligazione Novo Banco xs0210172721 emessa a 100 con scadenza 2035 e a cedola annuale e' stato previsto l'acquisto da parte dell'emittente al prezzo di 86. Essendo 86 il semplice prezzo di acquisto , tale valore non influisce assolutamente nella struttura cedolare (e nel calcolo dell'imposta sostitutiva, che dipende , ovviamente, dalle cedole, ne e' una proporzione) e nel calcolo del rateo da corrispondere.

Per fare un esempio, visto che il titolo Novo Banco 2035 avrebbe dovuto staccare cedola il 7 febbraio , avessi avuto 100.000 euro di nominale, mi avreste corrisposto il 3% della cedola calcolata sul prezzo a scadenza (100) e non sul prezzo della tender (86) Il prezzo della tender , fiscalmente rileva solo per determinare se vi e' stato il capital gain non per stabilire le cedole (e da qui l'imposta sostitutiva) , vi fosse stata una tender invece che a 86 a 112 la cedola corrisposta (e l'imposta sostitutiva calcolata) non sarebbero cambiate.

In questo caso, sono detentore in un dossier titoli presso di voi di un nominale pari a 33.000 euro della novo banco 2035, avete fatto i conti , come da ALLEGATO 2 , esatti (l'esattezza del calcolo su base 100 e non 86 e' confermata anche dal flusso inviato da Novo Banco alle depositarie , parametrato su 100 e non su 86, quindi non e' dubbio alcuno su come deve essere fatto il calcolo e sul fatto che nessuna modifica alla struttura cedolare viene fatta , ne' pretesa da una tender ).




A questo punto non si comprende come mai invece per gli zero coupon abbiate dovuto utilizzare il prezzo di acquisto (35,125 e 33,375) per stabilire la "cedola" (e' da questa che poi viene calcolato il 26% di imposta sostitutiva) , non solo di un anno (come e' stato per la 2035, correttamente ignorando il prezzo della offer ) ma dalla data dell'emissione (oltre 20 anni fa) , provocando, in questo modo, una distorsione fiscale rilevante : o il prezzo della tender influisce sulla struttura cedolare per tutti i titoli (allora la Novo Banco 2035 dovra' avere un rateo parametrato su base 86 e non 100 che e' il prezzo a scadenza) di tutti i titoli o non influisce (e si mantiene la struttura cedolare ordinaria). Per gli zero coupon avete utilizzato il prezzo di acquisto da parte di Novo Banco (nella offer si parla esplicitamente di "purchase price" quale prezzo di scadenza e su questo avete calcolato l'intera struttura ab initio dell'emissione, modificando , non di poco, il tasso lordo interno del titolo (come detto e' da questo che si calcola il 26% di imposta sostitutiva)

Ad esempio per lo zero coupon 2042 avete fatto passare il tasso lordo interno dal 6,84% al 10,01%. E da qui l'errore sul calcolo dell'imposta. Mentre per la 2035 (titolo a cedola fissa) , ripeto, nulla avete toccato (e' come, per un titolo con cedola, aver riparametrato tutte le cedole, non solo l'ultima; invece per la Novo Banco 2035, giustamente, non avete toccato nemmeno l'ultima). Seguendo la logica da voi seguita (il prezzo della tender e' prezzo a scadenza del titolo) per gli zero coupon e ribaltandola sulla Novo Banco 2035 , i detentori di tale obbligazione ora , paradossalmente, avrebbero dovuto restituire , a far data dall'emissione circa il 14% (100-86) di tutte le cedole incassate. Se il prezzo della offer modifica l'impianto di un titolo deve modificarlo anche sull'altro.

Ovviamente e' un paradosso, solo per ribadire l'assoluta neutralita' che una tender (trattasi di un acquisto a mercato) ha rispetto alla struttura interna di un titolo.



Tutte le obbligazioni oggetto della tender non sono scadute, ma sono solo state acquistate da parte dell'emittente , questo appare evidente ;

a) dalla lettera stessa (allegata) della offering (che vale sia per gli zero coupon che per la Novo Banco 2035).

Gia' dalle prime righe si capisce che ci troviamo di fronte ad un mero acquisto “to tender ...for purchase by the bank for cash”. Mai nell'intera offering si accenna ad un possibile mutamento della scadenza (in inglese : due, maturity etc etc), invece nella offering il termine che viene piu' usato e' un altro : purchase (nominato oltre 30 volte). Le tender , come questa, non mutano la struttura cedolare di un titolo (infatti 86 per la Novo Banco 2035 e' un mero prezzo di acquisto, nemmeno modifica l'ultimo rateo), sono solo, come detto, una proposta di acquisto. Lo si legge in continuazione nella offering (es. “to be eligible to receive the purchase price”, nessuna scadenza) : nessun obiettivo di modificare la struttura , solo un acquisto. Puo' essere considerato un rimborso anticipato, quindi la scadenza strutturale del titolo rimane quella prevista ( se fosse cambiata la data di scadenza del titolo , come per le obbligazioni ucraine di alcuni anni fa, ci sarebbe stato un cambio di ISIN) al momento dell'emissione (2035,2041 o 2042) solo se ci mettiano nell'ottica dell'emittente . L'emittente acquista il titolo (non e' l'esercizio di una call) attraverso un" purchase price", poi trovandosi nella stessa persona le figure di debitore e creditore porta all'estinzione dell'obbligazione per confusione (art 1236 cc). Per il venditore fiscalmente e' irrilevante , ha venduto, la scadenza , per il calcolo fiscale, e' mantenuta quella originaria. Nulla cambia se il compratore sia Novo Banco o , per fare un esempio, Banca Aletti. Solo successivamente riunendosi nella stessa persona giuridica le figure di debitore e creditore tale obbligazione verra' estinta, ma non perche' e' scaduta.


b) oggetto della tender era anche lo zc 2044 xs0439764191 (del quale sono possessore). Per questa obbligazione non vi e' stata la maggioranza necessaria per estendere la proposta di acquisto erga omnes. Oltre il 55,40% degli obbligazionisti ha pero' aderito alla tender (si e' quindi proceduto all'estinzione dell'obbligazione per il 55,40%) . Per questi obbligazionisti il titolo e' scaduto ? Si deve calcolare l'imposta sostitutiva come se la scadenza fosse il 13 12 2020 ? Ovviamente no, altrimenti ci troveremmo davanti al bizzarro caso di un bond bicefalo con doppia scadenza.


Se considerassimo il prezzo della tender come prezzo a scadenza arriveremmo al risultato che con un unico ISIN ci troveremmo contemporaneamente davanti a dei titoli scaduti (quelli che hanno accettato la proposta di acquisto ) e altri che mantengono la loro struttura originaria; il titole invece scadrebbe se il 100% degli obbligazionisti accetta la proposta di acquisto ? Quindi la struttura cedolare di un titolo muta (come detto, non la fate comunque mutare per la Novo Banco 2035 a cedola fissa) a seconda di quanti creditori accettano la proposta di acquisto ? Se il 100% degli obbligazionisti accetta la proposta, come detto sopra, si avra' solamente , a seguito dell'acquisto da parte del debitore dell'intero debito, l'estinzione dell'obbligazione per confusione;

c) si arriverebbe a dei risultati aberranti . Poniamo che il Signor A il 10 dicembre 2020 avesse venduto , al signor B, per 100.000 di nominale, a 35,125 (il titolo era negoziabile , e, come si puo' vedere da Bloomberg i prezzi erano in pratica allineati a quelli della tender) lo zero coupon 2041 . Come imposta sostitutiva il signor A si sarebbe visto addebitare circa 3500 euro. Avrebbe quindi incassato (35125 - 3500 ) 31625 euro . Il 14 dicembre si perfeziona la tender , Novo Banco acquista i titoli, e l'imposta sostitutiva del signor B a quanto va ? Aumenta , se seguo i vostri calcoli, in 3 giorni dell'80% passando da 3500 euro a 6035 euro. Il signor B (un fessacchiotto ?) incassera' 29090 euro . Assurdo.

Ovviamente, seguendo i vostri calcoli (questa volta corretti) se il signor A ed il signor B si fossero scambiati il 10 dicembre 100.000 della Novo Banco 2035 (l'obbligazione con cedola annuale) invece dello zero coupon , l'imposta sostitutiva sulla cedola sarebbe passata dal 10 dicembre al 13 dicembre (data della tender) da 692 a 696 euro circa . Nel caso non correttamente calcolato da voi dello zero coupon ci sarebbe stato in 3 giorni un aumento di oltre l'80%n dell'imposta (visto che va a modificare l'intera struttura cedolare dal 2009) , mentre nel caso della Novo Banco 2035 l'aumento e' impercettibile (e dovuto solo al naturale scorrere del tempo). Qualcosa non va.

d) il titolo non e' considerato scaduto nemmeno dalle anagrafiche dei vari intermediari :



  1. sul Lussemburgo, unico mercato regolamentato (salvo OTC) , dove era possibile negoziarlo, vi e' ancora indicata la scadenza esatta al 2041 (discorso uguale per la 2042) , ma solo con l'indicazione delisted (non expired o matured come segnala l'intermediario quando un titolo e' scaduto) NBFinanceLtd 100 30/07/2041 - XS0442127063 - Luxembourg Stock Exchange In passato e' successo che a dei titoli sia stata modificata la scadenza, ma mutando la natura stessa del titolo, hanno dovuto cambiare l'ISIN (es. alcuni titoli di stato ucraini);
  2. la scadenza al 2041 e al 2042 del titolo e' ancora indicata sia su Bloomberg che su Cbonds (la piu' grande anagrafica di titoli obbligazionari) International bonds: Novo Banco, 0% 30jul2041, EUR (11688D) (XS0442127063) ;

    e) indubbiamente per i bond per i quali l'offerta di acquisto e' stata estesa a tutti (quindi Novo Banco ha comprato tutto il debito outstanding) l'obbligazione si e' completamente estinta. Tra i vari modi di estinzione di un'obbligazione vi e' , sicuramente, l'adempimento dell'obbligazione (se avessero pagato a scadenza); in questo caso, invece, l'obbligazione si e' estinta per confusione ( articolo 1253 cc) : “quando le qualita' di debitore e creditore si riuniscono nella stessa persona l'obbligazione si estingue”.





Avevo questi zero coupon depositati presso 3 intermediari diversi :



  • il primo, come la assoluta maggioranza degli Istituti di Credito (mi sono confrontato con altri titolari di questi zero coupon) ha calcolato immediatamente in modo corretto l'imposta sostitutiva ;
  • con Binck Bank – Saxo Bank ho dovuto penare un po' di piu'. All'inizio, il 24 12 2020 mi avevano calcolato , come voi, in modo errato l'imposta sostitutiva considerando il prezzo di acquisto da parte di Novo Banco quale prezzo di scadenza (vedi ALLEGATO 3, dove mi avevano fatto pagare 11.542 euro), poi in seguito a reclamo formale (che sono pronto a mostravi) presentato con PEC il 12 gennaio 2021 alle 15.53 (l'accoglimento del reclamo mi e' stato comunicato meno di due giorni dopo , il 14 gennaio alle 15.22 , a richiesta sono pronto a mostrare) correggevano l'errore riconoscendomi 5742 euro (vedi ALLEGATO 4)

Per concludere : prima c'e' stata la proposta di acquisto, poi, solo in un secondo momento, essendo debitore e creditore la stessa persona tale obbligazione si estingue. La scadenza non c'entra niente. Nessuna modifica strutturale del titolo. Per il calcolo dell'imposta sostitutiva nulla cambia se il compratore sia Akros (anche Akros avrebbe potuto lanciare una tender sui titoli Zero Coupon Novo Banco e chiedere agli obbligazionisti in assemblea, a termini di regolamento, di estendere la proposta a tutti gli obbligazionisti, non e' una possibilita' esclusiva dell'emittente) o Novo Banco . Una volta che Novo Banco ha raccolto i titoli li estingue per confusione (essendo contemporaneamente debitore e creditore) , ma questo non intacca minimamente la scadenza originaria del titolo.

Come detto la tender sarebbe (piu' comune in campo azionario) anche potuta essere stata lanciata da un soggetto terzo, in quel caso l'effetto della tender sarebbe stato solo quello che Novo Banco avrebbe dovuto confrontarsi con un solo creditore che avrebbe acquistato l'intero debito. In questo caso , come detto, l'estinzione dell'obbligazione e' dovuta solo al fatto che, successivamente all'acquisto, le figure di debitore e creditore sono riunite nella stessa persona. La struttura del debito non viene modificata, come avete giustamente interpretato nella Novo Banco 2035, ma non negli zero coupon. Il titolo non esiste piu' , l'obbligazione si e' estinta, ma non per una scadenza anticipata, ma perche' successivamente all'acquisto (mi preme sottolineare la parola "acquisto", "purchase" nella offer) le figure di debitore e creditore sono riunite nella stessa persona. Nulla c'entra la scadenza.





Sono a chiedere l'esatto riconteggio della "cedola" (che come per la novo banco 2035, obbligazione con cedola anche lei completamente estinta, non e' stata influenzata dall'acquisto) e conseguentemente il corretto calcolo dell'imposta sostitutiva (26% della "cedola") . Per la 2041 l'imposta sostitutiva sara' pari , per 440.000 euro, a circa 15.400 euro , quindi avro' diritto ad un rimborso pari a 139.100 euro circa; per la 2042, per un nominale pari a 340.000 euro) l'imposta sostitutiva sara' pari a 10.900 euro circa, con un rimborso quindi di circa 103.000 euro.






Non chiedo risarcimenti (gli errori possono capitare ed in questo caso la scelta errata poteva sembrare in un primo momento quella corretta), ma in caso di non accoglimento (spero in tempi rapidissimi, come hanno fatto i vostri colleghi di Binck-Saxo Bank) sarei costretto ad avvalermi di studio professionale (mi ha gia' anticipato che la parcella sarebbe pari a 6.500 euro) per i successivi passi (ACF o altro), ovviamente non mi fermerei qui.

Distinti saluti
 

Allegati

Ultima modifica:

fabriziof

Forumer storico
Registrato
15 Febbraio 2009
Messaggi
37.897
RECLAMO PER ESATTO CONTEGGIO DELL'IMPOSTA SOSTITUTIVA SU UNA OPERAZIONE DI LIABILITY MANAGEMENT DA PARTE DI NOVO BANCO

Buongiorno,

mi chiamo x(nato a xilx) , titolare del conto x presso l ; possiedo 340.000 di nominale dell'obbligazione xs0442126842 (zero coupon novo banco 2042) e 440.000 di nominale dell'obbligazione xs0442127063 ( zero coupon Novo Banco 2041)

In data 11 Novembre 2020 Novo Banco , (con offering che si allega , ALLEGATO 1) annunciava l'intenzione di fare una tender offer (proposta di acquisto da parte dell'emittente di uno o piu' titoli per un determinato prezzo) su alcuni titoli : due aventi cedola annuale e alcuni zero coupon.

Questa offerta di acquisto avrebbe avuto effetto erga omnes verso tutti i creditori di ogni specifica emissione se un numero qualificato di essi avesse accettato la proposta di acquisto.



Gli zero coupon sono dei titoli particolari.

Vengono emessi ad un determinato prezzo e solo a scadenza vi e' la correspensione da parte dell'emittente sia del capitale che della quota interessi in unica "cedola" finale.

Ad esempio, se in data 10 10 2000 la Banca X avesse emesso al prezzo di 50 uno zero coupon con scadenza 10 10 2020, chi avesse sottoscritto in emissione e avesse detenuto il titolo fino a scadenza, si troverebbe a quella data, la liquidazione dalla banca X di 100;

ma questo 100 fiscalmente andrebbe spacchettato in: 50 di sottoscrizione (sui quali non avrebbe ne' plus, ne' minus ) e il “cedolone” pari a 50 sul quale pagherebbe il 26%.

La “scomodita'” e , in un certo senso, la difficolta' degli zero coupon sta appunto nella gestione di questo unico cedolone qualora avvengano acquisti e vendite prima della scadenza. Per questo per gli zero coupon e' stato introdotto il concetto di prezzo teorico fiscale : l



Torniamo alla offer di Novo Banco,

per l'obbligazione Novo Banco xs0210172721 emessa a 100 con scadenza 2035 e a cedola annuale e' stato previsto l'acquisto da parte dell'emittente al prezzo di 86. Essendo 86 il semplice prezzo di acquisto , tale valore non influisce assolutamente nella struttura cedolare (e nel calcolo dell'imposta sostitutiva, che dipende , ovviamente, dalle cedole, ne e' una proporzione) e nel calcolo del rateo da corrispondere.

Per fare un esempio, visto che il titolo Novo Banco 2035 avrebbe dovuto staccare cedola il 7 febbraio , avessi avuto 100.000 euro di nominale, mi avreste corrisposto il 3% della cedola calcolata sul prezzo a scadenza (100) e non sul prezzo della tender (86) Il prezzo della tender , fiscalmente rileva solo per determinare se vi e' stato il capital gain non per stabilire le cedole (e da qui l'imposta sostitutiva) , vi fosse stata una tender invece che a 86 a 112 la cedola corrisposta (e l'imposta sostitutiva calcolata) non sarebbero cambiate.

In questo caso, sono detentore in un dossier titoli presso di voi di un nominale pari a 33.000 euro della novo banco 2035, avete fatto i conti , come da ALLEGATO 2 , esatti (l'esattezza del calcolo su base 100 e non 86 e' confermata anche dal flusso inviato da Novo Banco alle depositarie , parametrato su 100 e non su 86, quindi non e' dubbio alcuno su come deve essere fatto il calcolo e sul fatto che nessuna modifica alla struttura cedolare viene fatta , ne' pretesa da una tender ).




A questo punto non si comprende come mai invece per gli zero coupon abbiate dovuto utilizzare il prezzo di acquisto (35,125 e 33,375) per stabilire la "cedola" (e' da questa che poi viene calcolato il 26% di imposta sostitutiva) , non solo di un anno (come e' stato per la 2035, correttamente ignorando il prezzo della offer ) ma dalla data dell'emissione (oltre 20 anni fa) , provocando, in questo modo, una distorsione fiscale rilevante : o il prezzo della tender influisce sulla struttura cedolare per tutti i titoli (allora la Novo Banco 2035 dovra' avere un rateo parametrato su base 86 e non 100 che e' il prezzo a scadenza) di tutti i titoli o non influisce (e si mantiene la struttura cedolare ordinaria). Per gli zero coupon avete utilizzato il prezzo di acquisto da parte di Novo Banco (nella offer si parla esplicitamente di "purchase price" quale prezzo di scadenza e su questo avete calcolato l'intera struttura ab initio dell'emissione, modificando , non di poco, il tasso lordo interno del titolo (come detto e' da questo che si calcola il 26% di imposta sostitutiva)

Ad esempio per lo zero coupon 2042 avete fatto passare il tasso lordo interno dal 6,84% al 10,01%. E da qui l'errore sul calcolo dell'imposta. Mentre per la 2035 (titolo a cedola fissa) , ripeto, nulla avete toccato (e' come, per un titolo con cedola, aver riparametrato tutte le cedole, non solo l'ultima; invece per la Novo Banco 2035, giustamente, non avete toccato nemmeno l'ultima). Seguendo la logica da voi seguita (il prezzo della tender e' prezzo a scadenza del titolo) per gli zero coupon e ribaltandola sulla Novo Banco 2035 , i detentori di tale obbligazione ora , paradossalmente, avrebbero dovuto restituire , a far data dall'emissione circa il 14% (100-86) di tutte le cedole incassate. Se il prezzo della offer modifica l'impianto di un titolo deve modificarlo anche sull'altro.

Ovviamente e' un paradosso, solo per ribadire l'assoluta neutralita' che una tender (trattasi di un acquisto a mercato) ha rispetto alla struttura interna di un titolo.



Tutte le obbligazioni oggetto della tender non sono scadute, ma sono solo state acquistate da parte dell'emittente , questo appare evidente ;

a) dalla lettera stessa (allegata) della offering (che vale sia per gli zero coupon che per la Novo Banco 2035).

Gia' dalle prime righe si capisce che ci troviamo di fronte ad un mero acquisto “to tender ...for purchase by the bank for cash”. Mai nell'intera offering si accenna ad un possibile mutamento della scadenza (in inglese : due, maturity etc etc), invece nella offering il termine che viene piu' usato e' un altro : purchase (nominato oltre 30 volte). Le tender , come questa, non mutano la struttura cedolare di un titolo (infatti 86 per la Novo Banco 2035 e' un mero prezzo di acquisto, nemmeno modifica l'ultimo rateo), sono solo, come detto, una proposta di acquisto. Lo si legge in continuazione nella offering (es. “to be eligible to receive the purchase price”, nessuna scadenza) : nessun obiettivo di modificare la struttura , solo un acquisto. Puo' essere considerato un rimborso anticipato, quindi la scadenza strutturale del titolo rimane quella prevista ( se fosse cambiata la data di scadenza del titolo , come per le obbligazioni ucraine di alcuni anni fa, ci sarebbe stato un cambio di ISIN) al momento dell'emissione (2035,2041 o 2042) solo se ci mettiano nell'ottica dell'emittente . L'emittente acquista il titolo (non e' l'esercizio di una call) attraverso un" purchase price", poi trovandosi nella stessa persona le figure di debitore e creditore porta all'estinzione dell'obbligazione per confusione (art 1236 cc). Per il venditore fiscalmente e' irrilevante , ha venduto, la scadenza , per il calcolo fiscale, e' mantenuta quella originaria. Nulla cambia se il compratore sia Novo Banco o , per fare un esempio, Banca Aletti. Solo successivamente riunendosi nella stessa persona giuridica le figure di debitore e creditore tale obbligazione verra' estinta, ma non perche' e' scaduta.


b) oggetto della tender era anche lo zc 2044 xs0439764191 (del quale sono possessore). Per questa obbligazione non vi e' stata la maggioranza necessaria per estendere la proposta di acquisto erga omnes. Oltre il 55,40% degli obbligazionisti ha pero' aderito alla tender (si e' quindi proceduto all'estinzione dell'obbligazione per il 55,40%) . Per questi obbligazionisti il titolo e' scaduto ? Si deve calcolare l'imposta sostitutiva come se la scadenza fosse il 13 12 2020 ? Ovviamente no, altrimenti ci troveremmo davanti al bizzarro caso di un bond bicefalo con doppia scadenza.


Se considerassimo il prezzo della tender come prezzo a scadenza arriveremmo al risultato che con un unico ISIN ci troveremmo contemporaneamente davanti a dei titoli scaduti (quelli che hanno accettato la proposta di acquisto ) e altri che mantengono la loro struttura originaria; il titole invece scadrebbe se il 100% degli obbligazionisti accetta la proposta di acquisto ? Quindi la struttura cedolare di un titolo muta (come detto, non la fate comunque mutare per la Novo Banco 2035 a cedola fissa) a seconda di quanti creditori accettano la proposta di acquisto ? Se il 100% degli obbligazionisti accetta la proposta, come detto sopra, si avra' solamente , a seguito dell'acquisto da parte del debitore dell'intero debito, l'estinzione dell'obbligazione per confusione;

c) si arriverebbe a dei risultati aberranti . Poniamo che il Signor A il 10 dicembre 2020 avesse venduto , al signor B, per 100.000 di nominale, a 35,125 (il titolo era negoziabile , e, come si puo' vedere da Bloomberg i prezzi erano in pratica allineati a quelli della tender) lo zero coupon 2041 . Come imposta sostitutiva il signor A si sarebbe visto addebitare circa 3500 euro. Avrebbe quindi incassato (35125 - 3500 ) 31625 euro . Il 14 dicembre si perfeziona la tender , Novo Banco acquista i titoli, e l'imposta sostitutiva del signor B a quanto va ? Aumenta , se seguo i vostri calcoli, in 3 giorni dell'80% passando da 3500 euro a 6035 euro. Il signor B (un fessacchiotto ?) incassera' 29090 euro . Assurdo.

Ovviamente, seguendo i vostri calcoli (questa volta corretti) se il signor A ed il signor B si fossero scambiati il 10 dicembre 100.000 della Novo Banco 2035 (l'obbligazione con cedola annuale) invece dello zero coupon , l'imposta sostitutiva sulla cedola sarebbe passata dal 10 dicembre al 13 dicembre (data della tender) da 692 a 696 euro circa . Nel caso non correttamente calcolato da voi dello zero coupon ci sarebbe stato in 3 giorni un aumento di oltre l'80%n dell'imposta (visto che va a modificare l'intera struttura cedolare dal 2009) , mentre nel caso della Novo Banco 2035 l'aumento e' impercettibile (e dovuto solo al naturale scorrere del tempo). Qualcosa non va.

d) il titolo non e' considerato scaduto nemmeno dalle anagrafiche dei vari intermediari :


  1. sul Lussemburgo, unico mercato regolamentato (salvo OTC) , dove era possibile negoziarlo, vi e' ancora indicata la scadenza esatta al 2041 (discorso uguale per la 2042) , ma solo con l'indicazione delisted (non expired o matured come segnala l'intermediario quando un titolo e' scaduto) NBFinanceLtd 100 30/07/2041 - XS0442127063 - Luxembourg Stock Exchange In passato e' successo che a dei titoli sia stata modificata la scadenza, ma mutando la natura stessa del titolo, hanno dovuto cambiare l'ISIN (es. alcuni titoli di stato ucraini);
  2. la scadenza al 2041 e al 2042 del titolo e' ancora indicata sia su Bloomberg che su Cbonds (la piu' grande anagrafica di titoli obbligazionari) International bonds: Novo Banco, 0% 30jul2041, EUR (11688D) (XS0442127063) ;

    e) indubbiamente per i bond per i quali l'offerta di acquisto e' stata estesa a tutti (quindi Novo Banco ha comprato tutto il debito outstanding) l'obbligazione si e' completamente estinta. Tra i vari modi di estinzione di un'obbligazione vi e' , sicuramente, l'adempimento dell'obbligazione (se avessero pagato a scadenza); in questo caso, invece, l'obbligazione si e' estinta per confusione ( articolo 1253 cc) : “quando le qualita' di debitore e creditore si riuniscono nella stessa persona l'obbligazione si estingue”.





Avevo questi zero coupon depositati presso 3 intermediari diversi :


  • il primo, come la assoluta maggioranza degli Istituti di Credito (mi sono confrontato con altri titolari di questi zero coupon) ha calcolato immediatamente in modo corretto l'imposta sostitutiva ;
  • con Binck Bank – Saxo Bank ho dovuto penare un po' di piu'. All'inizio, il 24 12 2020 mi avevano calcolato , come voi, in modo errato l'imposta sostitutiva considerando il prezzo di acquisto da parte di Novo Banco quale prezzo di scadenza (vedi ALLEGATO 3, dove mi avevano fatto pagare 11.542 euro), poi in seguito a reclamo formale (che sono pronto a mostravi) presentato con PEC il 12 gennaio 2021 alle 15.53 (l'accoglimento del reclami mi e' stato comunicato meno di due giorni dopo , il 14 gennaio alle 15.22 , a richiesta sono pronto a mostrare) correggevano l'errore riconoscendomi 5742 euro (vedi ALLEGATO 4)

Per concludere : prima c'e' stata la proposta di acquisto, poi, solo in un secondo momento, essendo debitore e creditore la stessa persona tale obbligazione si estingue. La scadenza non c'entra niente. Nessuna modifica strutturale del titolo. Per il calcolo dell'imposta sostitutiva nulla cambia se il compratore sia Akros (anche Akros avrebbe potuto lanciare una tender sui titoli Zero Coupon Novo Banco e chiedere agli obbligazionisti in assemblea, a termini di regolamento, di estendere la proposta a tutti gli obbligazionisti, non e' una possibilita' esclusiva dell'emittente) o Novo Banco . Una volta che Novo Banco ha raccolto i titoli li estingue per confusione (essendo contemporaneamente debitore e creditore) , ma questo non intacca minimamente la scadenza originaria del titolo.

Come detto la tender sarebbe (piu' comune in campo azionario) anche potuta essere stata lanciata da un soggetto terzo, in quel caso l'effetto della tender sarebbe stato solo quello che Novo Banco avrebbe dovuto confrontarsi con un solo creditore che avrebbe acquistato l'intero debito. In questo caso , come detto, l'estinzione dell'obbligazione e' dovuta solo al fatto che, successivamente all'acquisto, le figure di debitore e creditore sono riunite nella stessa persona. La struttura del debito non viene modificata, come avete giustamente interpretato nella Novo Banco 2035, ma non negli zero coupon. Il titolo non esiste piu' , l'obbligazione si e' estinta, ma non per una scadenza anticipata, ma perche' successivamente all'acquisto (mi preme sottolineare la parola "acquisto", "purchase" nella offer) le figure di debitore e creditore sono riunite nella stessa persona. Nulla c'entra la scadenza.





Sono a chiedere l'esatto riconteggio della "cedola" (che come per la novo banco 2035, obbligazione con cedola anche lei completamente estinta, non e' stata influenzata dall'acquisto) e conseguentemente il corretto calcolo dell'imposta sostitutiva (26% della "cedola") . Per la 2041 l'imposta sostitutiva sara' pari , per 440.000 euro, a circa 15.400 euro , quindi avro' diritto ad un rimborso pari a 139.100 euro circa; per la 2042, per un nominale pari a 340.000 euro) l'imposta sostitutiva sara' pari a 10.900 euro circa, con un rimborso quindi di circa 103.000 euro.






Non chiedo risarcimenti danni (gli errori possono capitare ed in questo caso la scelta errata poteva sembrare in un primo momento quella corretta), ma in caso di non accoglimento (spero in tempi rapidissimi, come hanno fatto i vostri colleghi di Binck-Saxo Bank) sarei costretto ad avvalermi di studio professionale (mi ha gia' anticipato che la parcella sarebbe pari a 6.500 euro) per i successivi passi (ACF o altro), ovviamente non mi fermerei qui.

Distinti saluti
Spettacolare :bow: :bow: :bow: :bow:
 

Jackrussel

Forumer storico
Registrato
16 Dicembre 2013
Messaggi
2.483
Per chi ha Binck:
Non c’è più bisogno di far niente, la correzione sulla tassazione zc 45 è stata accreditata con valuta 22 gennaio. Così è sul mio conto. Penso sia stato fatto a tutti gli interessati in automatico.
Una volta di più grazie VDV :accordo:
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 8, Guests: 14)

Alto