LA NOSTRA VITA, RICORDATEVI, E' MOLTO BREVE PER NON LASCIARE QUALCOSA Di BUONO (1 Viewer)

DANY1969

Forumer storico
Registrato
23 Marzo 2009
Messaggi
20.580
(Unlui alias Bruno) :-o:bow:
Buongiorno porcinella famiglia :-o:D
L'uscita fungaiola non è stata proficua come la precedente, ma 3 kg di porcini non guastano mai :-o:pizza:
La sottostante foto artistica ne ritrae una parte :-o:yeah:
 

Allegati

alicetta

Molmed, boia chi la molla!!!
Registrato
24 Maggio 2011
Messaggi
4.944
Località
Nuku Hiva
Due amiche si incontrano casualmente per strada: "Allora, Luisa, ho saputo che sei riuscita a convincere Carlo a sposarti!". "Si'... ma sapessi quello che ho dovuto ingoiare!"
 
Ultima modifica:

Val

Torniamo alla LIRA
Registrato
25 Aprile 2012
Messaggi
24.521
Località
Lecco
Buongiorno ragazzi, tutto bene ? In giro c'è tanto bla bla bla...bla bla bla....e questo è bravo, e sta facendo del bene al paese, e sta rimettendo in piedi l'economia .....sissì tanto bla bla bla....ma, nei fatti reali, in kulo lo prendiamo sempre noi.

Più volte ha chiesto sacrifici agli italiani.






Lui ha perfino rinunciato al compenso da presidente del Consiglio (nonostante i contributi pensionistici il Prof li continui) e da ministro dell'Economia (incarico quest'ultimo ricoperto adesso da Grilli). Il tutto in nome della sobrietà e dei conti ordine, ché i tempi non sono floridi.
Peccato però che Mario Monti, in termini di sobrietà e austerità, non sia proprio un asso. Infatti, secondo i conti in tasca al premier fatti da Dagospia, il bocconiano incassa uno stipendio mensile di 32mila euro. Per arrivare alla cifra complessiva, si deve partire dalla remunerazione di Commissario europeo (iniziò a lavorare a Bruxelles nel 1995): 9mila euro lordi mensili. Senza considerare che le pensioni e le indennità degli ex commissari sono fissati da Consiglio d'Europa e che gli ex commissari godono di un regime fiscale meno pressante e punitivo del nostro.
Dopo Bruxelles, c'è l'incarico di Senatore a Vita. Diecimila euro a cui vanno sommati la "diaria" ridotta (sic) a 3.500 euro mensili dal primo gennaio 2011, il rimborso spese per l'esercizio del mandato (altri 2.090 euro), un rimborso forfettario per "spese generali" di 1.650 euro, biglietti gratuiti per aerei, treni e navi, esenzione dal pedaggio autostradale e "l'assegno di fine mandato". Il tutto per più di 20.000 euro al mese, scrive il ragioniere Dago. Insomma, aggiungendo poi la pensione di professore universitario, Monti incasserà all'incirca 32mila euro al mese. Alla faccia della sobrietà.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto