La fine del trading online (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
LA FINE DEL TRADING ONLINE

da Eugenio Benetazzo .:::. Economista indipendente in Italia e Malta

Che triste destino attende i day traders italiani, non che quelli europei se la passeranno tanto meglio, ma un mestiere (se così si può definire) così giovane e meritocratico è destinato a finire indecorosamente molto presto. L'introduzione della tanto desiderata (dai governi) Tobin Tax non farà altro che decretare la condanna a morte di questa professione a causa del crollo dei volumi e degli scambi e le conseguenti nuove commissione di negoziazione. Per chi non la conoscesse ancora questa imposta colpirà il controvalore di tutte le transazioni finanziarie (0,10% per l'equity e bond e 0,05% per tutto il resto) non appena verrà messa a regime, si parla già di 10 stati su 27 favorevoli alla sua introduzione, con l'Inghilterra che invece ha posto un diniego insidacabile.
L'imposta di per sé dovrebbe generare circa 60 miliardi all'anno per tutta Europa, una inezia se considerata la dimensione dei recenti programmi di intervento e sostegno alle varie economie della fascia mediterranea. Il contributo maggiore dell'imposta invece scaturirà dalla perdita di migliaia di posti di lavoro all'interno del settore finanziario (broker e dealer) oltre ad una diminuzione del gettito fiscale generata dal capital gain.




Sono trader professionista da quasi dieci anni, il trading online ha determinato la mia preparazione, la mia competenza e la mia esperienza, gran parte di quello che ho scritto negli anni precedenti ha trovato fondamento e ispirazione proprio dalle migliaia di eseguiti di borsa effettuati in un decennio di attività. Purtroppo per quanta pressione potremo fare noi trader indipendenti, per adesso ancora nulla consentirà di evitare l'introduzione di questa imposta, che di fatto penalizza i piccoli investitori e non i grandi squali e sciacalli della finanza internazionale. Infatti chi movimentarà milioni e milioni in pochi click di mouse non dovrà fare altro che eludere l'applicazione dell'imposta iniziando ad operare con un conto di trading intestato ad una società estera domicialiata in una giurisdizione contraria all'applicazione della Tobin Tax. Il piccolo risparmiatore o trader invece sarà colpito inesorabilmente. La Tobin Tax è la classica mistificazione che si bevono i media credendo che in questo modo finalmente saranno tassati i ricchi o i grandi speculatori. Niente di più fuorviante e lontano dalla realtà.




Continuo a ricordarlo a tanti colleghi, godetevi ancora (forse per un anno) questi ultimi mesi di eseguiti di borsa a 5 euro di commissione, perchè saranno presto un ricordo del passato. Con la nuova tassa diminuiranno vistosamente i volumi e soprattutto anche molte strategie operative: non sarà più possibile infatti effettuare per il piccolino l'attività di hit and run (mordi e fuggi) accontentandosi di profitti percentuali della modesta entità. Esempio: comprare oggi in mattinata Enel a Euro 2.30 Euro per rivenderla a Euro 2.35 nel tardo pomeriggio, sarà antieconomico, in quanto oltre al capital gain (che è quasi raddoppiato dallo scorso anno), si dovranno contabilizzare lo 0,20% di Tobin Tax e con molta presunzione dallo 0,3% allo 0,5% di commissioni di trading (che subiranno invece un vistoso aumento per allinearsi con i valori del passato). Nel caso invece il trade si sviluppi negativamente ovvero si dovrà liquidare in loss la posizione si rischia di operare con una percentuale average win/average loss profondamente avversa che mette a rischio l'erosione del capitale impiegato.




Continuerà invece ad esistere il trading di posizione di medio e lungo periodo in quanto la profittabilità delle singole operazioni saranno più consistenti grazie ad escursioni di volatilità maggiori a cui possono conseguire anche maggiori rendimenti. Su questa considerazione sto da mesi lavorando per trasformarmi da trader professionista a operatore indipendente del risparmio gestito grazie ad una newco (Deltoro Financial S.p.A.) controllata da Deltoro Holding, con l'intento di diventare entro la fine di quest'anno SGR o SIM a seconda delle scelte di strategia aziendale che si riteranno più opportune. In molti in queste settimane mi hanno scritto chiedendo informazioni sul progetto in corso: quanto posso dare come ragguagli sono le condizioni che contraddistinguono l'attuale aumento di capitale sociale della Deltoro Financial, destinata a diventare il braccio operativo della Deltoro Holding nella gestione dei risparmi e nella consulenza finanziaria ai grandi patrimoni. Anche adesso molti mi deridono per questo progetto ambizioso: curioso, lo stesso accadde anche nel 2006 quando scrissi il mio primo pamphlet che anticipava quello che sarebbe avvenuto dopo qualche anno in Italia e nel mondo.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377

alben

Nuovo forumer
Registrato
5 Novembre 2006
Messaggi
28
Località
Milano
sai anche quanto è questa commissione sui futures? o dirmi dove trovare queste informazioni?
grazie.
Ti riferivi alla Tobin tax o alla commisione bancaria?
 
Ultima modifica:

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
sai anche quanto è questa commissione sui futures? o dirmi dove trovare queste informazioni?
grazie.
Ti riferivi alla Tobin tax o alla commisione bancaria?
lo dice Benetazzo
LA FINE DEL TRADING ONLINE

da Eugenio Benetazzo .:::. Economista indipendente in Italia e Malta

Tobin Tax non farà altro che decretare la condanna a morte di questa professione a causa del crollo dei volumi e degli scambi e le conseguenti nuove commissione di negoziazione. Per chi non la conoscesse ancora questa imposta colpirà il controvalore di tutte le transazioni finanziarie (0,10% per l'equity e bond e 0,05% per tutto il resto) non appena verrà messa a regime, si parla già di 10 stati su 27 favorevoli alla sua introduzione, con l'Inghilterra che invece ha posto un diniego insidacabile. .
 

DNGMRZ

ordine 11.110
Registrato
25 Febbraio 2007
Messaggi
1.441
Scusate senza polemica.
E' stata ratificata ?
se si è in vigore.
se no non è in vigore e di cosa stiamo parlando ?
di che parla benetazzo ?

ame non risulta sia stata ratificata, poi non so.:-?
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Scusate senza polemica.
E' stata ratificata ?
se si è in vigore.
se no non è in vigore e di cosa stiamo parlando ?
di che parla benetazzo ?

ame non risulta sia stata ratificata, poi non so.:-?
non ancora ma c'è l'austria che vuole accelerare l'iter
mentre l'inghilterra ha già detto che non ci sta


e la svizzera sta preparando le sue banche per il trading on line e si frega già le mani
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Nuove regole, ovviamente contro i trader, di Borsa Italiana e Consob!

Scritto il 6 luglio 2012 alle 15:39 da [email protected]
E si, amici! Continua il loro fantastico comportamento, che lascia assolutamente pensare a quanto siano poco vicini ai piccoli investitori e molto molto vicini alla grande speculazione: ultimamente e’ stata introdotta una norma che prevede di inserire “FILTRI” automatici sui titoli quotati nel nostro MTA. Da qualche settimana per sboccarti tali filtri sei costretto a chiamare la sala operativa, col rischio che la sala non ti risponde mentre il titolo ti rimbalza ….e tu potevi chiudere l’operazione! E si, perche’ il meccanismo e’ molto “perverso”: in sostanza succede che tu ad esempio riesci benissimo a comprare un titolo a -4%…ma poi a -3.55% (su un eventuale rimbalzo) non puoi vendere perche’ i filtri te lo impediscono!!

Di default abbiamo un “filtro” del 35%, in buona sostanza, a titolo. Oltre quello, bisogna chiamare in sala operativa e farseli sbloccare al 100%, o a “filtro libero”.




FANTASTICI, ragazzi! Che dire: geniali e’ una definizione che lascia il tempo che trova….perche’ non gli da il giusto valore a costoro!!
E che dire della assoluta incomprensibilita’ degli orari di riapertura , subito dopo che un titolo subisce una sospensione??

Quante volte (oggi, ad esempio, e’ il caso di Unicredit che ha riaperto inspiegabilmente dopo piu’ di un’ora!! ) lo vediamo tentare di riaprire anche piu’ alto del prezzo di chiusura…. ma resta chiuso per 1/2 ore ??

E quante volte invece riapre dopo poco, senza nessun criterio logico ??

Assoluta mancanza di trasparenza anche qui.

Altra fantastica genialata di questi signori…..che andrebbero buttati fuori dalle istituzioni che occupano….ma che noi vigliaccamente lasciamo liberamente agire!
Dico solo una cosa: andiamo via da questo paese! Oramai e’ abbandonato a se stesso, e va alla deriva: degno di un popolo che si lascia infinocchiare senza una reazione forte!
Grazie. Biagio Milano amicaborsa.it
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Oramai siamo alla follia speculativa! Glielo abbiamo permesso!


Scritto il 23 luglio 2012 alle 09:50 da [email protected]


Purtroppo oramai siamo alla follia speculativa.

Gli abbiamo permesso, a inglesi e americani, di impossessarsi del nostro mercato e farne quello che desideravano.

E cosi´ e´ stato!

Oramai siamo alla follia pura!

Con sospensioni del -8%un giorno e del -5% quello successivo, minimi su minimi e mass media che rincarano la dose con notizie fuorvianti e false, sempre improntate al pessimismo!

Ancora dopo anni la BCE e l'Europa intera non ha capito che non siamo in un mercato “LIBERO”.

Di libero qui non vi è nulla, se non la possibilita/ di speculare lasciata in mano a note e conosciute istituzioni finanziarie e fondi speculativi.
Questa è l´Europa delle delusioni e delle stupidaggini.
L´europa delle tasse e della Merkel, una donnina ingenua ma deleteria , che pensa solo ai propri interessi interni e non si accorge che affonderemo tutti.

Io non ci voglio stare in questa europa: ha vinto la speculazione! Usciamo e basta.

Inutile cercare di salvare l´insalvabile. Abbiamo concesso troppo agli speculatori.

I problemi, inutile elencarli, li conosciamo benissimo::

sciocchi piani di austerita´ , che anzicche´ abbassare le tasse….le aumentano, facendo fuggire gli investitori!

BCE che non e´ prestatrice di ultima istanza.

Istituti di vigilanza probabilmente collusi, che lasciano fluttuare a loro piacimento gli speculatori…..e tanto tanto altro che potrei elencare.
La parola principale che mi viene a mente e´: “VERGOGNA!”
Il resto lo lascio a voi. Personalmente ho gia´ detto che abbandonavo il paese, e lo sto gia´ facendo , essendo alla ricerca di un posto in cui non ti abbandonano al destino con corruzione e delinquenze varie. Sono schifato del mio paese e dell´europa.
Biagio Milano
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto