La EX triste storia del Dott. Hamer(dal 16-2-06 è libero :-) (1 Viewer)

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
20 febbraio 2007

Caro Dr. Hamer,

proprio nel momento in cui ti stavamo chiedendo un incontro personale, tra colleghi medici che hanno a cuore il bene dei pazienti, nel quale chiarire faccia-a-faccia le nostre reciproche posizioni, prendiamo atto, tristemente, della tua ennesima preferenza di mandare una lettera aperta a tutti, continuando a riporre fede solamente nei tuoi recenti amici (amici?).
La tua lettera datata 15-02-07 ci coinvolge direttamente come Comitato Scientifico di ALBA ed è per tale motivo che siamo costretti a risponderti su questa modalità per chiarire pubblicamente la nostra posizione, senza per questo non continuare a desiderare un incontro personale con te, al quale siamo disposti in ogni momento. Da questo punto di vista, ti ringraziamo, poiché molte persone si staranno interrogando su cosa abbiamo, quindi, fatto finora.

Premettiamo che:
1. Il nostro intento di fare il meglio per il paziente, ci deriva innanzitutto dalla nostra scelta professionale, come medici, prima ancora di essere venuti a conoscenza delle tue scoperte, così come lo crediamo per la maggior parte dei nostri colleghi che ancora non conoscono la NMG.
2. Soltanto con la conoscenza delle tue scoperte ci è stato possibile capire finalmente cosa sia una malattia e abbiamo scoperto il piacere di fare il nostro lavoro.
3. La NMG non è mai stata, per noi, né mai sarà, un atto di fede. Lavoriamo con la conoscenza delle Leggi Biologiche solamente per il fatto che abbiamo avuto la possibilità di VERIFICARLE NELLA NOSTRA PRATICA CLINICA e abbiamo la fortuna di poterle
verificare ogni giorno.
4. Da quando abbiamo avuto la possibilità di verificare le Leggi Biologiche il nostro intento principale, come Comitato Scientifico è stato e rimane solo uno: IL SUO RICONOSCIMENTO UFFICIALE, per il beneficio di tutti i pazienti.
Desideriamo chiarire pubblicamente che con l'affermazione che la Nuova Medicina Germanica è un metodo diagnostico? abbiamo sempre inteso il fatto che la Nuova Medicina Germanica NON SI IDENTIFICA CON ALCUN MODELLO TERAPEUTICO TRADIZIONALE. Specificatamente questo e nient?altro che questo.
Ma tu hai tratto una conclusione assolutamente arbitraria: siccome noi diciamo che la NMG è un modello diagnostico, tu pensi che con questo noi ?vogliamo salvare la validità della terapia della medicina ufficiale?. Falso! Questa è una tua interpretazione oppure un?illazione dei tuoi cosiddetti amici. Se ti fa comodo crederlo, sei, ovviamente, libero di crederlo, ma non corrisponde al vero!
Lo ripetiamo: considerare la NMG un modello diagnostico, per noi, ha sempre rappresentato l'unica modalità coerente per non identificarla con alcun modello terapeutico tradizionale, qualunque esso sia, e, quindi, l'unica modalità per tenerla al riparo da ogni possibilità di essere utilizzata all'interno di qualsiasi altra cornice teorica (esattamente la tua stessa intenzione!)
Questo secondo le seguenti considerazioni:
1. Innanzitutto, le Leggi Biologiche, da te scoperte, sono leggi della natura che descrivono quei processi a carico dell'organismo, nel momento in cui viene vissuto uno shock biologico: esse, cioè descrivono in modo preciso ed inequivocabile perché un individuo si ammala, e quale sia la natura ed il decorso di tale programma biologico. Genesi e risoluzione del Programma SBS spettano, quindi, solo all'organismo: da questo punto di vista le Leggi Biologiche non dicono assolutamente nulla su cosa bisogna fare ?.
2. In secondo luogo, le Leggi Biologiche, da te scoperte, offrono una visione della malattia diametralmente opposta a quella che sempre è[ha] dominato nella storia: la malattia, pertanto, non è più ?un'entità nosografia? ma un processo biologico.
3. In terzo luogo, ne consegue, ovviamente, che anche la terapia acquista un nuova prospettiva. Se la malattia è un processo biologico, con fasi diverse ed in relazione al vissuto del paziente, la TERAPIA NON PUÒ PIÙ ESSERE PROTOCOLLATA! In questo senso la NMG non può identificarsi con alcun modello terapeutico tradizionale. LA TERAPIA DIVENTA UN?ARTE TERAPEUTICA CHE NON PUÒ PIÙ ESSERE IDENTIFICATA CON LO STRUMENTO TERAPEUTICO.
4. La terapia, quindi, che a questo punto sarebbe meglio chiamare PRASSI TERAPEUTICA, deve essere IN ACCORDO CON IL PROGRAMMA SBS. Qualsiasi atto medico, ovvero QUALSIASI STRUMENTO TERAPEUTICO deve essere finalizzato a che il processo biologico possa arrivare alla fine, secondo l?antico detto: Il medico cura, la natura guarisce.
L'intervento, quindi, diventa un INTERVENTO SINTOMATICO E NON CURATIVO.
Quindi, da quando abbiamo avuto la fortuna di conoscere le tue scoperte, noi abbiamo sempre inteso la terapia in questi termini:
1. Finalizzata al Programma SBS.
2. Che si occupi contemporaneamente sia del piano psichico che di quello organico,
3. All?interno di una relazione terapeutica, costruita con responsabilità, empatia, fiducia e rispetto per il paziente.
4. Ritagliata ad hoc per ogni paziente, secondo le sue risorse e le sue possibilità, la sua storia, il suo contesto, ecc.
Ma, caro Geerd, tu confondi il termine terapia con il termine strumento terapeutico.
Se la terapia non può più essere identificata con lo strumento terapeutico, questo non significa che il medico non utilizza più alcuno strumento terapeutico.
Se la medicina ufficiale dice che la ?cura? di un tumore consiste nell'asportazione chirurgica, questo non significa che, in certi casi, con la conoscenza della NMG, la chirurgia non sia effettivamente un intervento indispensabile. Oppure tu sostieni che siccome la chirurgia fa parte degli strumenti della medicina ufficiale, praticare un intervento chirurgico significa darla vinta alla medicina ufficiale?
Se la medicina ufficiale sostiene che la ?cura? della Sclerosi Multipla consiste nel cortisone, questo non significa che in certi casi di paralisi flaccida, con le conoscenze della NMG non sia assolutamente sensato utilizzare per qualche giorno il cortisone (ovviamente, in assenza di sindrome), in modo tale che il paziente e tutto il suo enturage possa riprendersi un po più velocemente, evitando un?ulteriore recidiva di conflitto motorio. Ma un medico con le conoscenze della NMG sa perfettamente che il cortisone non cura la sclerosi, quanto rappresenta un intervento sintomatico. Oppure tu pensi che siccome il cortisone fa parte dei farmaci utilizzati della medicina ufficiale, utilizzare il cortisone significa mantenere valida la sua terapia?

Tu stesso, ai pazienti in fase di riparazione del fegato suggerisci una dieta leggera e ricca di albumine. Questo significa che il dr. Hamer è un medico nutrizionista? Ovviamente no! Eppure sono i nutrizionisti che fanno molta attenzione a cosa mangiano i pazienti. Ma immaginiamo che per te è molto chiaro che quella non è la cura, bensì un intervento sintomatico, circoscritto ad un momento particolare.
Tu stesso, ai pazienti che hanno determinati conflitti all?interno della famiglia, suggerisci delle prescrizioni particolari, del tipo ?organizza una cena con tutti, e poi accendi una candela, e leggi a tutti una lettera e poi brucia quella lettera?. Lo abbiamo visto tutti nei video ai tuoi seminari. Ma questo fa del dr. Hamer un medico stregone oppure un medico che prescrive atti psicomagici come fa Jodorowsky? Ovviamente no! Eppure Jodorowsky fa terapia con prescrizioni come le tue!
Caro Geerd, tu avrai sempre il merito e l?onore di aver scoperto le cinque Leggi Biologiche, fondamento della NMG, ma purtroppo devi ammettere che anche tu utilizzi strumenti terapeutici che non hai inventato tu: carisma terapeutico, relazione di fiducia e rassicurante con il paziente, prescrizioni, spiegazioni, farmaci, integratori, bagni termali, lassativi, tisane, ecc. Questo, però, significa che quando li usi sei nemico di te stesso? O questo significa che quando li usi avvalli la terapia della medicina ufficiale?

Caro Geerd, per noi è molto chiaro cosa significa utilizzare uno strumento terapeutico in
maniera sintomatica. Quando utilizziamo questi strumenti, a scopo puramente sintomatico, non siamo assolutamente screditanti nei tuoi confronti né nei confronti delle tue scoperte, né tantomeno avvalliamo il modo di fare terapia secondo la medicina ufficiale.
Siamo molto dispiaciuti di questo tuo equivocare i termini: possiamo capire perfettamente l'intento dei tuoi "amici", ma da te non ce lo spieghiamo.
La nostra preoccupazione e soprattutto quella di chi ci ha insegnato a come porci nei confronti del paziente è sempre stata quella di agire innanzitutto nel rispetto del paziente e delle leggi biologiche.
E quando utilizziamo uno strumento terapeutico, farmacologico, chirurgico, psicoterapeutico o altro, ci preoccupiamo di utilizzarlo in accordo con il Programma SBS, senza sentirci minimamente "eretici" o "tuoi nemici" per il fatto che possa essere uno strumento terapeutico utilizzato anche dai medici che tu definisci assassini.
Le tue ultime lettere vogliono sancire il fatto che la NMG non sia solamente un modello diagnostico quanto una terapia. Ebbene, abbiamo letto e riletto, ad esempio, i tuoi ultimi ?Pensieri riguardanti la terapia in NMG? Ma qual è la terapia che tu chiami NMG? I tuoi pensieri sono per la maggior parte centrati sulla stupidità della medicina ufficiale. Possiamo anche essere d'accordo, ormai lo sappiamo. Ma, a parte ciò, qual è la terapia che tu rivendichi? Tutte le tue considerazioni si riducono alla rassicurazione del paziente: spiegargli con pazienza che con il cancro non può morire,
avere pazienza e prudenza, sostenere il suo morale, ecc. Ma poi escludi da questo discorso i casi gravi della medicina intensiva? E in quelli che fai? A parte dire che quello che normalmente si fa è insensato, quale è la tua alternativa?
Poi tu dici: ?Nella terapia di ogni SBS non c?è nessuna ricetta magica (specialmente se subentrano recidive), ma ogni caso deve essere guardato singolarmente?. Per cortesia, spiegaci cosa c'è di diverso in questo che affermi da quello che abbiamo sempre detto e fatto con i pazienti.
Tu sostieni che con la NMG il 98% dei pazienti sopravvive, a condizione che non sia trattato precedentemente né terrorizzato e a condizione di poter operare in una clinica che offra un ambiente di consenso e supporto umano. Ma, fintanto che tutto questo non c?è, il 98% resta un?IPOTESI e, proprio da te abbiamo imparato a rifiutare le ipotesi come dogmi non scientifici. Abbiamo bisogno di sapere da te, quindi, qual è l?intervento della NMG SENZA UN CLINICA, senza un ambiente di consenso; abbiamo bisogno, a questo punto, di sapere qual è l?intervento della NMG quando il paziente è solo e non è sostenuto dalla sua famiglia. E anche se potessimo lavorare all?interno di una clinica con tutto il consenso necessario, nel momento in cui un paziente è in insufficienza respiratoria a causa della riparazione del conflitto polmonare, lo aiuti con un respiratore o no? E in caso affermativo, sarebbe NMG o medicina ufficiale?
Se ci accusi di voler minimizzare la NMG definendola un modello di comprensione diagnostica, e affermi, invece, che consiste in una terapia, le tue considerazioni sulla terapia e le tue critiche alla medicina ufficiale non ci bastano. Abbiamo già visto a sufficienza pazienti che muoiono angosciati, tra atroci sofferenze con chemio e morfina; ma cosa ci dici dei pazienti che muoiono tra atroci sofferenze sperando di essere in ?fase di guarigione?. Se i primi sono responsabilità dei medici assassini, come li chiami tu, i secondi di chi sono responsabilità? Sempre degli stessi medici assassini?

Caro Geerd, non puoi arrogare il merito delle guarigioni soltanto alla NMG e tutti i fallimenti soltanto ai tuoi ?nemici?. Questa faccenda della terapia è troppo importante perché tu la liquidi con un discorso politico, religioso o, in ogni caso, diffamatorio.
Noi non siamo tuoi nemici, ma non siamo nemmeno tuoi amici: siamo medici, come te, che hanno scelto di fare questo lavoro perché hanno cuore la salute di tutti. Ed è come medici che vogliamo, su questo, un tuo chiarimento preciso, da scienziato e ricercatore serio quale ti abbiamo sempre considerato! Ogni capo religioso si sente nel dovere di difendere la sua fede e i suoi adepti da tutto ciò che considera "infedele" ed "eretico"; la storia è piena di "vade retro satana": almeno su questo punto della terapia, però, dove tu sai quanti ci hanno rimesso la pelle sperando che il corpo ce la faccia da solo, ti chiediamo di restare scienziato.

Se non sei d'accordo sulle nostre considerazioni terapeutiche ti chiediamo di motivarcelo; se ci diffidi a parlare di NMG non parleremo più di NMG ma di Leggi Biologiche da te scoperte, ma resteremo in ogni caso dalla parte della NMG, continuando a prendendoci la nostra assoluta responsabilità di come utilizzeremo questo patrimonio dell'umanità, così come continueremo a fare tutto ciò che è nelle nostre mani affinché tale conoscenza sia ufficialmente riconosciuta dalle istituzioni sanitarie.
Il nostro affetto e la nostra riconoscenza nei tuoi confronti non verrà mai meno, così come il desiderio di confrontarci seriamente su questi punti, da colleghi, in qualsiasi momento.

A nome del Comitato Scientifico di ALBA,

Dr. Danilo Toneguzzi
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
Prego anonimo...

Posted Jan 29, 2007 at 10:47 PM
da ''Giannina'', (nome Giannina A.)

Inizio:

>Ciao,grazie per l'interessamento,purtroppo AlìBabà,cioè Aldo,
> non c'è più,è mancato poco prima di Natale.Sono una sua amica,
> eravamo molto legati,e quando ha cominciato a stare proprio
> male mi ha dato tutti i suoi dati,email,password,ecc
> chiedendomi di partecipare al posto suo al forum,ma non ce l'ho
> proprio fatta.Solo oggi ho visto la tua email,e mi sembrava
> giusto risponderti,anche se in ritardo.
> Aldo è morto soffrendo in modo indicibile,inumano.Fino
> all'ultimo ha rifiutato ogni cura e ricovero(se escludiamo le
> trasfusioni che gli hanno fatto qualche mese fa,d'urgenza),ogni
> farmaco,anche gli antidolorifici.Era convinto che la buona
> volontà e la fede in Hamer l'avrebbe salvato...Purtroppo non è
> stato così,e i suoi ultimi giorni sono stati strazianti,
> soffriva così tanto!Solo ora comincio a superare questa
> tragedia,ma le immagini dei suoi atroci patimenti non mi
> abbandoneranno mai!
> Non ha mai voluto fare esami per sapere con precisione che tipo
> di tumore era e quanto grave era la sua situazione.La sua
> famiglia,dopo la sua dipartita,ha voluto che fosse eseguita
> l'autopsia,per avere delle risposte,credo,per cercare di dare
> un senso alla scomparsa prematura e assurda di una persona che
> fino a poco tempo prima era piena di vita.E' risultato che il
> suo cancro derivava da un tipo particolare di poliposi del
> colon,una malattia ereditaria di cui soffrono numerosi suoi
> parenti,tra cui alcuni che hanno sviluppato un cancro
> esattamente come lui,ma che si sono curati e a distanza di anni
> stanno bene.Inoltre era pieno di metastasi,al fegato,ai polmoni,
> alle ossa...Una cosa orribile.
> Non so perché abbia scelto di non farsi curare,la risposta a
> questa domanda se l'è portata con sé nella tomba...
> Ah,dimenticavo,Aldo aveva 31 anni,ne avrebbe compiuti 32 in
> febbraio. > Non credo che interverrò nel forum in cui scriveva lui,non mi
> interessa e soprattutto ogni volta sarebbe un dolore troppo
> grande ripensare a lui e alle sue sofferenze.
> Grazie ancora per esserti interessata di lui.

con il permesso del mittente. Spendiamo, vi prego, qualche pensiero o qualche preghiera per il caro Alì Babà, Aldo.

Fine

da:
http://www.transgallaxys.com/~italix/aldo.htm
 

george

Forumer attivo
Registrato
4 Gennaio 2004
Messaggi
717
Bravo, perizia chirurgica per dare un'informazione "alla viva il parroco".

Perchè non inviti coloro che leggono a leggersi il blog dove hai così minuzionamente estratto una piccola parte (se tutti sapessero il contesto cambierebbe totalmente) Dai mettilo tu il link. Ah, a proposito...in questo momento sono in 15 a parlare in conferenza su Skipecast.....quelli che non hanno nulla da nascondere fanno così...sai?

Ciao anonimonascostosbucatodalnullaunpòloscoche tempismovaafinirechedietrosinascondequalcunochehainteresseascreditarelaNMG
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
La fuga di Hamer dalla spagna

Hamer è fuggito !


9 Marzo 2007.

Cari amici,

sono costretto mio malgrado a partire dal mio esilio spagnolo. in effetti, non devo raccontarvi nulla di nuovo a proposito delle strane accuse della procura di Cottbus (Robbineck). Sono accusato di "Volksverhetzung" (eccitamento del odio tra i popoli), solo per aver detto la verità e non aver taciuto a proposito degli responsabili di questo osteggiamento. Attualmente non so cosa mi rimproverano concretamente, ma questo, per quanto riguarda il mio caso, non fa nessuna differenza.. Siamo tornati al medioevo, quando i cosiddetti "eretici" venivano accusati dal'inquisizione (oggi: polizia dei pensieri) e venivano puntualmente giustiziati. In verita niente e cambiato da allora. Oggi la pena minima è di 5 anni. Devo aspettarmi da un giorno all'altro che venga emesso un mandato di cattura, al quale gli spagnoli reagirano probabilmente (come nel settembre 2004) con l'estradizione. Spero che questo sara più difficile nel luogo dove chiederò asilo politico. Dal mio nuovo esilio farò tutto per permettere ai nostri pazienti di poter usufruire della nostra Nuova Medicina Germanica, che come sapete, viene usata da una particolare comunita religiosa da 23 anni.


Viva la Nuova Medicina Germanica !!!
Viva la Medicina Sagrada - la medicina sacra!!!

Vi saluto tutti,

vostro Ryke Geerd Hamer
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
lettera aperta di Ryke Geerd Hamer del 16 marzo 2007


Dr. med. Mag. theol. Ryke Geerd Hamer
16 marzo 2007

Cari amici in Italia e in Germania

Per tali motivi è obbligo per me chiedere la parola, poiché la direzione di ALBA non vuole intendere le mie lettere.

Indicare la Nuova Medicina come "senza terapia" è o astronomicamente stupido o assolutamente pilotato dall'esterno, si può anche dire: corrotto.

La Nuova Medicina Germanica ha due fasi dopo la DHS.

Già la prima fase, la fase di conflitto attivo, è solo orientata alla soluzione del conflitto, è quindi una terapia pronta e di certo è la più naturale e la più biologica immaginabile.

La cosiddetta fase di guarigione o di riparazione dopo la conflittolisi serve solo alla riparazione delle modifiche che l'organismo si è dovuto accollare malgrado il superamento del "guasto" biologico avuto quando è stato preso sul piede sbagliato.

Così è questo completo programma speciale biologico sensato, tanto la prima fase simpaticotonica quanto la seconda fase vagotonica sono l’unica terapia del "guasto" biologico, che chiamiamo conflitto biologico.

A tale stato delle cose, affermare che la Nuova Medicina Germanica, che consiste dall'inizio alla fine del programma speciale biologico sensato in una terapia biologica (quasi auto-terapia), non avrebbe una terapia – come ogni membro di ALBA deve sottoscrivere - è una sfacciataggine e nello stesso tempo una cosa dolosa!

Ma la sfacciataggine va oltre:

Io, come rappresentante di ALBA, avrei dovuto sostenere una verifica presso l'ordine dei medici italiani, per cui sarebbe stato valido il presupposto che la Nuova Medicina Germanica non ha nessuna terapia. Con ciò io avrei un frammento della Nuova Medicina Germanica e vorrebbe dire dichiarare me stesso un buffone.

Il bersaglio era ed è chiaro: fare a pezzi la Nuova Medicina Germanica e ridurla a sole 2 leggi biologiche della natura. Però non si sta ancora sempre visibilmente lavorando in modo tale che con questo la terapia della "Germanica" sia pronta per essere riconosciuta e confermata.

Lo stesso capita anche per il Prof. Dott. Joav Merrick (Università Ben Gurion Beer-Sehva, Israele) che ha riconosciuto anche lui le prime due leggi biologiche della natura - e ha confermato automaticamente di conseguenza la terapia della Nuova Medicina Germanica!

Inoltre la 2° legge biologica descrive il completo programma speciale biologico sensato nel caso di una conflittolisi. Ma, anche nella maggioranza dei casi, quando la lisi del conflitto non si verifica, questo è così voluto dalla natura (secondi lupi dei branchi o costellazione). Le tre altre leggi biologiche della natura risultano di per se inevitabili come continuazione delle prime due.

Come abbiamo già detto, la Nuova Medicina Germanica, dal suo inizio (DHS) sino alla fine del programma speciale biologico sensato, è l'unica terapia causale esistente al mondo!

Un’altra cosa che ci è stata buttata davanti è questa: noi non abbiamo nessun ospedale con un reparto di terapia intensiva per pazienti con eventuali complicanze.

Questo è vero ed è un’ingiustizia inaudita. Ma dal momento che, la Nuova Medicina Germanica viene impedita da 25 anni e che ogni giorno solo in Germania muoiono 1500 pazienti a causa delle "terapie" della medicina scolastica, questo non è colpa nostra.

Io saprei molto bene, in qualità di esperto internista, con un piccolo ospedale con reparto di terapia intensiva, come potremmo far sopravvivere al 98% i pazienti di cancro che non sono stati trattati con la medicina scolastica e presi dal panico. Ma questo viene sistematicamente impedito.

Sappiamo tutti che, un tale piccolo ospedale o un certo numero di questi, ci occorrono d'urgenza, affinché i pazienti, lì, possano ricevere, se necessario, una trasfusione di sangue, una punzione pleurica, ecc., o anche un piccolo intervento chirurgico. Sappiamo anche tuttavia che questi casi, capitano raramente, se i pazienti capiscono la "Germanica" e se non hanno più panico, perchè sanno che il 98% dei casi non trattati in precedenza sopravvivono. Non di meno ci occorrono tali cliniche.

Voglio descrivere, ancora una volta, a mo’ di esempio, un caso finito tragicamente (del quale ne sono venuto a conoscenza in ritardo), che è terminato in modo idiota con un intervento neurochirurgico e con l’estirpazione del lobo temporale destro, avvenuto per la diagnosi di "tumore cerebrale". Si trattava invece soltanto di un edema cerebrale senza riduzione delle funzioni vitali e senza aumento di pressione del liquor: La paziente ha avuto 2 perdite di coscienza. La prima con addirittura un infarto cardiaco (arterie coronariche), che lei tuttavia ha dimenticato per aver dormito 1-1,5 giorni. Quando, qualche giorno più tardi, ha mostrato una seconda perdita di coscienza, da un FH stomaco-coledoco, fu allora trasferita in neurochirurgia e in questo caso fu operata al cervello contro la sua espressa volontà. Si è risvegliata dalla perdita di coscienza 1 giorno dopo l'operazione, ma questo sarebbe accaduto anche senza l’operazione.

Adesso, cosa si sarebbe fatto in una clinica della Nuova Medicina Germanica?

Qualcuno avrebbe osservato la paziente cinquantenne in fase postmenopausale, cioè un’infermiera esperta lo avrebbe fatto 24 ore su 24, dunque tre a turno, seduta vicino al letto, controllando le funzioni vitali (respirazione, pressione del sangue, temperatura, elettrocardiogramma ecc.), sorvegliando la nutrizione attraverso una sonda gastrica, come pure l'eliminazione delle urine. Si lascerebbero stare anche i parenti vicino al suo letto, e si sarebbe mandata eventualmente una musica lieve.

Visto che le funzioni vitali, a giudicare dalla TAC cerebrale, non erano compromesse, e che dopo era stato trovato l'infarto, passato inosservato perché avvenuto durante il sonno, eccetto che per la recente assenza e con essa forse un’epatite conclamata, e visto che non c'era da aspettarsi ulteriori complicanze, la paziente avrebbe potuto sopravvivere benissimo come sana. Cosi pure ai parenti della paziente fu detto: senza l’operazione del tumore cerebrale la morte giungerà in pochi giorni; con l’operazione, potrà vivere forse anche un anno. Cosa che si conforma con le assurdità di questo tipo nelle abituali esperienze della medicina scolastica.

Si vede: la diagnostica contiene già anche la cosiddetta terapia, cioè gli interventi a seguire, e nella NMG il "successo" diventa quindi di nuovo pressappoco del 98%.

Rinfacciare alla Nuova Medicina Germanica di mancanza di promesse è la più grande perfidia che gli oppressori della conoscenza possano fare.

Dato che, per la "Germanica", andrebbero bene tecniche comuni alla medicina, ci potranno essere utili operazioni o terapie intensive, trasfusioni, punzioni come per esempio nei conflitti che durano a lungo, e quindi per questa ragione nelle complicazioni correlate, insieme con le tecniche diagnostiche relative ai laboratori ed alla tomografia computerizzata. E’ tuttavia ovvio e l’ho sempre detto e scritto.

Io vieto di conseguenza formalmente ai dirigenti ALBA, di truffare me e tutti i pazienti a mio nome e sotto la bandiera della Nuova Medicina Germanica, con l’affermazione: la Nuova Medicina Germanica non ha alcuna terapia.

Noi diciamo, è l'unico tipo di medicina del mondo che ha una terapia biologica causale, è terapia dalla A alla Z, poiché la natura mira, dalla DHS a tutto ciò che segue, a sciogliere il conflitto biologico.

Non ho né il tempo né la voglia, di discutere coi miei nemici, per anni sull’essenza o la non-essenza della Nuova Medicina Germanica o anche oltre, o se ci occorre poi davvero uno stato di diritto. 1500 vittime ogni giorno, "solo in Germania", sono sufficienti abbastanza! Questo non sarebbe mai accaduto in uno stato di diritto.

Ma non abbiamo alcuno stato di diritto. E la Nuova Medicina Germanica, come vediamo, senza uno stato di diritto non è possibile. Ma anche uno stato di diritto senza la Nuova Medicina Germanica non è più possibile. Perciò dobbiamo adoperarci per entrambi, perchè solo le due cose insieme ci rendono liberi e aiutano i nostri pazienti a sopravvivere.

Voglio proprio per questo non avere più niente a che fare coi superiori di ALBA, che hanno tradito me, la Nuova Medicina Germanica, ed hanno ingannato i nostri pazienti (per "ordine superiore"?).

Vostro Ryke Geerd
 

paper2006

Forumer attivo
Registrato
1 Ottobre 2006
Messaggi
395
l'inutilità dei Savoia era risaputa e ancora maggiormente rafforzata da queste notizie.
Ecco perchè uno dei miei idoli metafici e P.K. Feyerabend
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
Hamer: lettera del 28.3.2007

Dr. Med. Mag. Theol. Ryke Geerd Hamer

28 marzo 2007

Cari soci di ALBA

(Società per l’applicazione diagnostica delle Leggi Biologiche della Natura)

Vi saluto alla vostra assemblea.

In questa occasione vi voglio ringraziare un’altra volta per il vostro grande impegno a Tubinger e a Heidelberg, perché questo non venga dimenticato.

Le mie ultime lettere, come suppongo, le avete lette tutti, ma in aggiunta a questo è importante per me farvi vedere il "filo rosso", in modo, da farvi comprendere realmente il sistema che si nasconde dietro a tutto ciò.

La resistenza contro la Nuova Medicina Germanica arriva in tutto il mondo sempre dalla stessa direzione, vale a dire dalle linee di quelli che vogliono rubare la "Germanica", e questo da 23 anni (come già sapete). Proprio nel 1984, quando ho tenuto il seminario a Chambery (Francia), senza che lo sapessi o senza che lo potessi sospettare, sono stati inseriti clandestinamente dall’80 al 90% di medici rabbini. In quel tempo avevo tuttavia appena scoperto le prime due leggi della natura.

In seguito a ciò, il capo supremo dei rabbini di tutto il mondo, il Dott. Med. Menachem Mendel Schneerson ha radunato un organo composto da questi, nel frattempo medici già esperti, per esaminare queste prime due leggi biologiche della natura riguardo la loro esattezza. Loro sono arrivati unanimemente alla conclusione, che la Nuova Medicina Germanica (a sua volta "Nuova Medicina") era perfettamente corretta.

E’ stato inserito immediatamente nel Talmud ed è diventato obbligatorio per tutti gli ebrei.

Da li in poi è partita la caccia alla Nuova Medicina (Germanica), perché se ne voleva il possesso esclusivo.

In seguito, nel 1986, mi è stata tolta l’abilitazione all’esercizio – perché "rifiutavo di abiurare la Nuova Medicina" e perché "rifiutavo di convertirmi alla medicina scolastica".

Da questo momento in poi è stata scatenata la guerra contro la "Germanica", cioè contro la mia persona.

Il 7 dicembre 1991, una settimana dopo che il tribunale (composto da rabbini) ha assolto il principe ereditario italiano V.E. di Savoia, dopo 13 anni, – piegando premeditatamente la giustizia – dall’omicidio di mio figlio Dirk (fine nov. 1991), proprio al compleanno del mio Dirk (lui avrebbe compiuto 32 anni), sono stati costretti 1.000 altri medici che frequentavano i miei seminari ad abiurare la "Germanica" ufficialmente tramite una firma. Lo stesso non è stato richiesto ai medici ebrei.

Il primo a rubare la mia "Germanica", è stato il Rabbi Sabbah di Marsiglia, che ha frequento con diligenza i miei seminari, e le ha cambiato il nome in "Biologie total", Decodificazione, ecc., dopo sono seguiti i Meta-ladri con Bader e Fieslinger & Co., o Stemmann, Lenz (Faktuell), Hinz (Scientology), e altri.

Nel 2004/05 sono stato deportato in Francia, e lì avrei dovuto firmare che non avrei più fatto Nuova Medicina Germanica, ma che l’avrei passata ai miei avversari rabbini.

Nel frattempo però, il Rabbi Prof. Joav Merrick di Israele, nel 2005, ha spiattellato il segreto (fatto uscire i gatti dal sacco), proclamando che le prime due Leggi Biologiche della Natura (quelle approvate da Schneerson nel 1984 con i suoi medici rabbini) sono accettate da tutti.

Da lì in poi è stata immediatamente cambiata tattica.

Perciò non si tratta più di abiurare o se la Nuova Medicina Germanica è vera o falsa, ma da allora si dice: la Nuova Medicina Germanica non dispone di Terapia, è solo diagnostica.

Per assurdo ricevo in data del 15.03.2007 un ordine da parte delle autorità, per cui non posso riottenere la mia abilitazione all’esercizio, finché non pratico la medicina ufficiale. Però la dichiarazione del Prof. Merrick è stata presa come un dato di fatto.

Anche la dichiarazione del Prof. Charles Mathe è stata presa come dato di fatto. Lui ha detto, dopo il suo pensionamento: - "Se fossi ammalato di cancro, assolutamente in nessun caso mi lascerei curare in un centro oncologico tradizionale. Hanno una possibilità di sopravvivenza solo i malati di cancro che si tengono lontani da quei centri".

Lo stesso Prof. Mathe, uno dei 3 capi ebrei (Mathe, Israel, Schwarzenberg) del Centro di Ricerca sul Cancro francese di Villejuif a Parigi, ha superato, con il mio aiuto e grazie alla NMG, un cosiddetto carcinoma bronchiale, non di meno egli stesso ha in seguito "curato" i suoi pazienti per la loro guarigione con la chemio, questi quindi sono morti.

In futuro che si applichi perciò la "Germanica " pura (con il 98% di sopravvivenza) solo per gli "eletti" e la versione spaccata della Nuova Medicina Germanica per il "popolo comune".

Questa presa per il culo è coordinata a livello internazionale. Le autorità tedesche non dicono più niente contro le 5 Leggi Biologiche della Natura, solo che devo sottoscrivere la terapia della medicina scolastica – la stessa situazione in Italia.

Alcuni si chiedono: che cosa ha a che fare tutto questo con ALBA?

Bene, quando è stata fondata ALBA, mi diceva Marco Pfister, rispondendo alla mia domanda su che cosa significava l’abbreviazione, che: "Con l’applicazione delle Leggi Biologiche della Natura si intendeva la terapia".

Però, questa era una chiara menzogna, perché lui era, come ora vediamo, solo intenzionato all’applicazione diagnostica.

Ma Marco Pfister e Claudio Trupiano non sono autorizzati da nessuno ad incollare una falsa etichetta sulla "Germanica".

Che nel caso di Marco Pfister e Claudio Trupiano non si tratta di un deplorevole errore, ma di una frode di etichetta intenzionale organizzata dai piani più in alto, lo si vede dal fatto che mai avrebbero dovuto far firmare ai soci o ai medici di una associazione una tale truffa di etichetta.

E’ inutile di per se una qualsiasi discussione sopra questo.

Se riflettete un momento a questo proposito, potrete arrivare anche voi all’opinione che è giusto cosa dico.

Alla fine ancora una parola sul tema della terapia:

Guardate ancora una volta: tutto ciò che abbiamo chiamato una volta come malattia, e abbiamo creduto di guarire con i medicinali, cioè di dover terapizzare, erano in realtà al 90-95%, fasi del processo di guarigione.

Si trattava in realtà di Programmi Biologici Sensati o Programmi di sopravvivenza che avevano un buon senso. La DHS, cioè il momento in cui si è "presi sul piede sbagliato", era già il segnale di partenza per questo Programma di sopravvivenza.

Si potrebbe anche dire: il segnale di partenza della terapia biologica, perché l’unico scopo della fase simpaticotonica è la soluzione del conflitto. E la cosiddetta fase del processo di guarigione è ancora, di fatto, solamente, il servizio di messa in ordine dell’organismo, che sistema le modifiche che gli sono state necessariamente accollate.

Voler disturbare questo ottimale funzionante meccanismo di messa in ordine dell’organismo con chemio o medicinali, era la follia degli apprendisti stregoni, cioè dei medici tradizionali.

Che vi si impedisca di curare i vs. pazienti (una piccola percentuale), che soffrono di complicazioni, in ospedali idonei, lavorando regolarmente secondo la Nuova Medicina Germanica, è un megacrimine.

Io chiedo a Voi di tener conto di tutto questo durante la vostra votazione.

Con i migliori saluti

Vostro Ryke Geerd
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto