La EX triste storia del Dott. Hamer(dal 16-2-06 è libero :-) (1 Viewer)

george

Forumer attivo
Registrato
4 Gennaio 2004
Messaggi
717
Nel giorno del ricordo dei nostri morti vorrei dedicare un pensiero a chi, con la sua morte, ha permesso a tante persone di continuare a vivere.

Questa è la lettera che il dott. Geerd Hamer scrisse 2 anni dopo la morte dell'amato figlio Dirk.

Foresta Nera, 7 dicembre 1980, ore 17,00

Dirk, figlio mio,

due anni fa fu il giorno più duro della mia vita,l?ora più difficile della mia vita. Il mio amato Dirk mi è morto tra le braccia. Nulla,né prima né dopo, è stato così terribile,così indicibilmente distruttivo come quel momento.
Pensavo che forse quel sentimento di impotenza, di abbandono,di tristezza infinita sarebbe lentamente svanito,invece diventa sempre più intenso. Non posso più essere la persona che ero. Povero figlio mio,che cosa hai sopportato,che cosa hai sofferto,senza mai lamentarti. Che cosa non avrei dato per poter morire al tuo posto. Ogni notte tu muori di nuovo tra le mie braccia, 730 notti da quando sei spirato accanto a me e io non volevo mai lasciarti andare, ma sempre l?atroce sventura ti portava via. Ogni volta restavo impotente fino alla fine urlando come due anni fa, urlando così senza ritegno e smarrito come allora fra tutti i pazienti gravi e i medici e le infermiere apatici,brutali e crudeli che mi hanno permesso di starti vicino solo quando stavi morendo.
Tu, magnifico giovane, sei morto come un re, fiero, grande eppure tenero,nonostante tutti i tormenti, tutti i tubi nelle vene e nelle arterie,nonostante l?intubazione e lo spaventoso decubito. Hai liquidato l?infamia e la cattiveria dei tuoi aguzzini solo scuotendo il capo: ?Papà, sono cattivi,molto cattivi?. Negli ultimi giorni mi parlavi solo con gli occhi,ma io ho capito ogni tua parola.
Hai capito anche tu tutto ciò che ti ho detto all?ultimo,che tuo padre e tua madre ti amano infinitamente e che sarai sempre presente facendo ogni cosa insieme a loro? E che tu adesso devi essere molto forte e devi fare un lungo sonno? Hai annuito e io sono sicuro che hai compreso tutto,nonostante la tua lotta contro la morte.
Solo una volta,quando avevi già chiuso gli occhi e le mie lacrime cadevano sul tuo viso e mi hai sentito e udito piangere, hai scosso la testa un po? irritato. Volevi dirmi ?Papà, non devi piangere,noi resteremo sempre insieme!?
Io non mi vergogno,figlio mio,davanti a nessuno. Piango così spesso,quando nessuno mi vede. Non avertene male. So che non hai mai visto tuo padre piangere. Ma ora io sono anche tuo allievo e sono tristemente fiero di te,della dignità con cui ci hai preceduto attraverso la grande porta della morte.
Ma anche una simile fierezza non può calmare la mia disperazione,quando ogni notte muori di nuovo fra le mie braccia e mi lasci smarrito.


Ciao Dirk.......aiutaci.

Luca.
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
Hamer: biografia e storia criminale

http://www.transgallaxys.com/~italix/


biografia e storia criminale di RG Hamer

La biografia di Hamer è ben documentata nei documenti pubblicati dalla giurisprudenza tedesca, austriaca e francese durante i diversi processi penali contro lui e sono parzialmente in contrasto con biografie che si possono trovare su pagine web del internet. Hamer nasce il 17 maggio 1935, termina la scuola nel 1953 a Krefeld, sposa Sigrid Oldenburg nel 1956, e diventa prima teologo (secondo Hamer nel 1957 a Erlangen in Baviera) e dopo diventa medico il giorno 10 aprile del 1962 (secondo i fascicoli processuali, vedi rif 8 e rif 37) e riceve il suo Dr. med. nel dicembre 1963 (rif 37 e rif 40). Di consequenza non poteva lavorare come medico prima del 1962. Per certo si sa che Hamer lavorava dopo il 1964 e fino al 1986 in otto ambulatori privati diversi. (fascicoli processuali rif 37) Nel febraio 1972, dopo 10 anni, diventa medico di medicina interna (ted. Internist) (rif 37 e rif 40). Hamer non è mai stato ginecologo. Pagine internet che lo qualificano come "primario in ginecologia nella clinica oncologica universitaria di Monaco'' non forniscono le prove per tale asserzione, come fa un medico di medicina interna a diventare "primario in ginecologia" ?. Hamer non è mai stato primario, e non si conoscono riferimenti per poterlo denominare "oncologo", psichiatra o fisico. Prima di inventare la sua nuova medicina, adesso chiamata da lui la nuova medicina germanica (marchio registrata da Hamer dal 2003), ha inventato e fatto patentare quattro strumenti in medicina, con un basso successo scientifico o commerciale: per esempio un coltello elettrico a batterie usato in chirurgia e una sega elettrica per tagliare ossa. Nel anno 1972 si sposta a Amburgo per un affare immobiliare (che fallisce) e tenta di cambiare il suo nome in "Hamer von Fumetti", le autorità non gli consentono però di modificre il suo nome (rif 104). Nel 1976 si trasferisce per alcuni mesi a Weiterstadt dove ottiene un prestito di 70.000 marchi (~35.000 Euro) dal comune per un ambulatorio che non aprira mai, e secondo la rivista Stern non restituisce i soldi al comune. La ditta Kienzle che vuole commercializzare il suo coltello e la sua sega per ossa elettrica a catena rifiuta di produrre questi strumenti perche si è visto che provocano gravi ferite nei tessuti, sopratutto se i tagli non sono in rettilinei. Di consequenza vengono chiesti a Hamer soldi dati in anticipo per lo sviluppo di questi strumenti. Hamer reagisce spostandosi con la famiglia a Roma (Via Cassia 1280) in Italia (rif 104). Il 7 dicembre del 1978 muore tragicamente il suo figlio (16), colpito da una pallotola sparata il giorno 17 agosto 1978 con elevata probabilità dal fucile di Vittorio Emanuele (figlio di Umberto II) che verra processato e condannato a 6 mesi di prigione. Nel marzo 1979, secondo le parole di Hamer, gli viene asportato chirurgicamente un cancro ai testicoli (rif 37), che secondo Hamer sarebbe apparso 1978 o all'inizio del 1979 circa due mesi dopo la morte di suo figlio. Nella sentenza del tribunale amm. di Coblenza la data del intervento sarebbe invece l'anno 1981. Inventa la NM tra estate e autunno del 1981. Nel ottobre del 1981 tenta di diventare professore proponendo all'universita di Tübingen una sua tesi di abilitatazione intitolata: "Das Hamer-Syndrom und die eiserne Regel des Krebses" (la sindrome Hamer e la regola di ferro del cancro). Il 10 maggio del 1982: la tesi d' abilitazione di hamer è stata rifiutata da l'università di Tübingen per "mancante qualità scientifica e mancanza di prove" (rif 9). 1985 muore sua moglie a causa di un infarto cardiaco, la sua moglie aveva pero anche cancro. Tornato in Germania, apre per qualche tempo un ambulatorio "Rosenhof" a Bad Krotzingen e nel agosto del 1985 apre una clinica privata abusiva nominata "Krankenhaus Freunde von Dirk / Haus Dammersmoor'" a Gyhum nei pressi di Bremen, che sara chiusa dalle autorità nel dicembre del 1985. Due giornalisti della rivista "Der Stern" indagando, parlano con una infermiera dello "Rosenhof" e lei racontera che quasi nessun paziente di cancro dello Rosenhof avrebbe sopravissuto (rif 104). Nel marzo 1986 Hamer si sposta a Colonia e il 8 aprile 1986 è stato radiato dall'ordine dei medici dal tribunale distrettuale di Coblenza (codice 9 K/215/87) a base del articolo 5 della Bundesärzteordnung (regolamento federale per i medici) per ''mancante forza spirituale e per una struttura personale psicopatica che non consentirebbe di poter esercitare la professione di medico..e perche sarebbe incapace di curare pazienti..." a base di due certificati psichiatrici dello psichiatra prof B. Pflug (università di Francoforte) del 27.11.1985 e del 12.2.1986 che parlano di:....Il carattere di Hamer è piutosto da considerare come un carattere fanatico.... Si tratta di un medico con idee scurile, pronto a credere nella assolutità delle sue idee, incapace di una valutazione equilibrata...(rif 10 e rif 37). Da quel momento in poi ha continuato a praticare la professione abusivamente in diversi paesi. Nel 1987 pubblica il suo libro: Vermächtnis einer neuen Medizin. Nel 1990 fonda a Burgau in Austria un centro di consulenza che chiama "Klinik für Neue Medizin" che sara chiusa nel 1995 dalla autorità austriache. Il 22.1.1992 viene condannato dal tribunale distrettuale di Colonia a 4 mesi di prigione per aver curato un ragazzo ammalato di cancro con una terapia non idonea, il ragazzo perdeva una gamba. Il 27 luglio del 1993 viene condannato in Austria per calunnia a 6 mesi in condizionale per tre anni. 1995 caso Olivia Pilhar: i genitori della bambina (genitori Pilhar) vengono condannati a 8 mesi nel 1996. Nel 1997 è stato arrestato a Colonia e condannato il 9.9.97 dal tribunale di Colonia a 19 mesi di reclusione per esercizio illegale della professione di medico (Verstoss gegen das Heilpraktikergesetz), scontandone 12. Nel 2000 parte definitivamente per la Spagna, sfuggendo così ad un nuovo mandato di cattura. Nel ottobre 2001 viene condannato in assenza a 18 mesi di reclusione e 200.000 Euro di multa in Francia per "exercice illégal de la médecine, complicité de non-assistance à personne en danger, complicité d'exercice illégal de la médecine, et escroquerie" (rif 34), a partire dalla dinuncia di un uomo (G.C.) di Chambery in Francia che credeva che la sua moglie (morta dal cancro al seno non curato da una terapia convenzionale) sarebbe stata una vittima della nuova medicina, due altre persone seguivano poi suo esempio denunciando Hamer. Nel 2003 fa registrare la sua nuova medicina germanica come marchio registrato. È stato nuovamente arrestato in Spagna nel settembre 2004 ed estradato in Francia a causa di un mandato di fermo europeo emesso dalla Francia. Stava scontando di seguito in Francia la pena di tre anni di reclusione per frode e esercizio abusivo della professione medica (escroquerie et complicité d'exercice illégal de la médecine) dalla condanna del tribunale di Chambéry del primo luglio 2004, dopo sei anni di procedure giuridiche. E stato rilasciato il 16 febbraio 2006, tre mesi prima della sua scarcerazione prevista. Vive ora in Spagna.

legami e opinioni politici di Hamer

Hamer ha mostrato la sua volontà di diventare il presidente (Reichspräsident) di un futuro "Deutsches Reich" (vedi per spiegazioni rif 13) in un intervista video lungo 60 minuti nel aprile 2006 (http://www.deutsches-reich-heute.de/html/index2.php il video è gratuito ), e mostrava la sua chiara simpatia per gruppi politici che hanno l'intenzione di fare revivere il "Deutsches Reich" che comprenderebbe anche territori che prima del 1945 apartenevano alla Germania, e che si trovano adesso in Polonia o altrove (vedi rif 11, 12 e 13). „um Ordnung zu schaffen“ dichiarava, per ''creare ordine" dunque. *

Il partito di estrema destra NPD (che pocchi anni fa doveva essere proibito dal governo tedesco e che per motivi tecnici non è stato proibito, e che possiamo tranquillamente collocare a destra della AN italiana) ha fatto alcune volte pubblicità per la nuova medicina germanica di Hamer (vedi rif 12), e si sa che molti aderenti a Hamer si sentono di "destra". Molte pubblicazioni di Hamer mostrano un chiaro antisemitismo. Il libro ''Vermächtnis einer Neuen Medizin" è stato in vendita nel 2001 dalla casa editrice di estrema destra Osiris Buchversand. Esponenti internazionali che negano l'olocausto come Frederick Toben (Adelaide-institute) vedevano Hamer durante la sua prigionia in Francia come una vittima da una ''pressione ebraica'' ("refusing to bend to Jewish pressure"). L'organizzazione delle donne della estrema destra „Gemeinschaft Deutscher Frauen“ (GDF) fa pubblicità per la NMG di Hamer (http://www.g-d-f.de/seiten/intern.html), e questo vale anche per il teologo di estrema destra e sedevacantista Johannes Rothkranz (rif 43). 15 ottobre 2005: durante una demonstrazione di seguaci di Hamer viene mostrato uno striscione con il testo: "Chemo-Holokaust - 15 Mio. Deutsche seit 1984" (traduzione: olocausto chemo - 15 millioni tedeschi dal 1984). Intendiamoci: durante il periodo nazista i tedeschi erano in grado di sterminare ''solo'' circa 6 millioni di ebrei. Vedi anche rif 106 e 106. Nel 2007 Hamer aggiunge: ..Quelli che hanno già volgarmente sparlato che io sia impazzito, li potete confutare Voi stessi. Perché quello che si è svolto qui è solo un’altra versione di quello che si sta svolgendo da 26 anni, per il quale in Germania sono caduti vittime 20 milioni di pazienti ed in Italia 15 milioni. (rif 130)
 

george

Forumer attivo
Registrato
4 Gennaio 2004
Messaggi
717
:D

Mai sentito tante stronzate tutte assieme.
Sono di passaggio ma....tornerò con testimonianze di chi lo conosce bene.

2 chicche al volo:

1) Il padre di Olivia Philar è il divulgatore di Nuova Medicina in Austria

2) Il principe di Savoia ha pubblicamente spiattellato in carcere di aver ammazzato Dirk di suo pugno.

Fare riferimento a "fantomatici" atti processuali ( e di che tribunale ragazzi....il massimo dell'imparzialità)

Conosco persone che l'hanno conosciuto poco tempo fa......con i pazienti è semplicemente SPETTACOLARE.....e non prende un soldo.

A presto e.....sciaquati la bocca quando parli del dott. Hamer.
 

george

Forumer attivo
Registrato
4 Gennaio 2004
Messaggi
717
Chi sei NMG.....da settembre non scriveva nessuno e ora che attorno ad Hamer sono volati "uccelli paduli" salti fuori dal nulla.

Straaaanooooooooo

:V
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
Dr. med. Mag. Theol. Ryke Geerd Hamer Camino Urique, 69
Apdo. de Correos 209
29 120 Alhaurin el Grande
Fax: 0034-952 491697
Tel: 0034-952 595910


A.L.B.A.
Associazione Leggi Biologiche Applicate
Via A. Piazzagrande 7/8
16158 Genova – Italia
Tel. (0039) 010/ 61 23 05 1
(0039) 018/ 74 21 79 5
Fax (0039) 018/ 74 20 85 8
[email protected]

13.02.07


Ciao Marco,

Il dispiacere con te sembra non trovar fine.

1.Ho davanti a me un "diploma" firmato dal "docente Marco Pfister" inerente alla conoscenza teorica della Nuova Medicina Germanica. Nel quale leggo: "La Nuova Medicina Germanica è un preciso sistema diagnostico per comprendere tutta la tutta la medicina e non è una terapia in senso stretto".

Io proibisco esplicitamente di continuare a diffondere tali affermazioni/diplomi che sono destinati a screditare la Nuova Medicina Germanica. Sei diventato megalomane o ti sei lasciato indurre da estranei?

2.Anche nella dichiarazione deontologica che devono firmare tutti i soci dell’associazione Alba sta scritto: "la Nuova Medicina Germanica è un preciso sistema diagnostico per comprendere tutta la medicina e non è una terapia e nessun medico o terapeuta può definirsi ‘Hameriano’".

L’affermazione che "la Nuova Medicina Germanica non sia una terapia ma solo un sistema diagnostico" deriva dai miei peggiori avversari e non è solamente del tutto sbagliato ma anche immensamente stupido e corrotto. E’ vile tradimento alla Nuova Medicina Germanica. Chi si è occupato da anni della NMG e finge di esserci amico e poi scrive una cosa del genere, non può essere nostro amico, perché suona come da Faktuell, Meta-medicina-rubata, Sabbah ecc.

I 98% di successi terapeutici della Nuova Medicina Germanica allora devono essere attribuiti alle costellazioni familiari di Hellinger, alla psichiatria o-la-va-o-la-spacca di Nardone, alla PNL e ai giochetti di ipnosi?

Adesso comprendo cosa stai combinando con la tua amica Simona. Evidentemente lavorate da anni contro la NMG e contro di me su ordine estraneo.

Tu sai con precisione: La Nuova Medicina Germanica è l’unica terapia causale in generale. Questo non lo puoi più cambiare nemmeno tu.

In quanto non sei stupido devo supporre per forza che nel frattempo lavori per ordine dei miei avversari.

In più sei un truffatore che emette diplomi, che medici acquistano per molti soldi, nei quali è poi scritto che non possono usarli per fare terapia, ma che devono fare terapia di Hellinger, PLN, Nardone e l’ipnosi demenziale.

Da non crederci: Marco Pfister ridefinisce la Nuova Medicina Germanica al di sopra della mia testa per la grande contentezza dei miei avversari? No! La NMG è troppo preziosa per essere mutilata da traditori.

Con questo io ti vieto ogni utilizzo e diffusione commerciale della NMG specialmente in nome mio, perché ti sei mostrato indegno di essa.

Inoltre dichiaro con questo la mia dimissione da ALBA e spero che molti seguiranno il mio esempio.

Adesso aspetto senza indugio la regolazione delle tue obbligatorietà e la restituzione dei rimanenti libri.

Da allora saremo persone divise.

Dr. Ryke Geerd Hamer.
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
Dr. Med. Mag. Theol. Ryke Geerd Hamer Camino Urique, 69
Apdo. De Correos, 209
29 120 Alhaurin el Grande
Fax:0034-952491697
Tel: 0034-952595910

15.02.2007

Cari amici della Nuova Medicina Germanica,

la Vostra lettera mi ha lasciato molto sgomento. Evidentemente non avete idea di che cosa si tratta. Forse ritenete anche la mia lettera del 13.02.07 come un atto sgarbato, mentre doveva essere per il Vostro meglio.

Voglio tentare di spiegarVi di quale problema si tratta realmente:

dopo che ho notato cosa fanno Marco Pfister e la sua amica Simona, Toneguzzi, Lupi, Gianni Giannella, ecc., mi sono consigliato a lungo e insistentemente con i miei amici. Poi ho scritto, stretto dal bisogno e col cuore pesante la lettera del 13.02.07.

Nel rapporto con Marco Pfister e i suoi amici si trova un sistema che unisce quasi tutti i miei avversari: ritagliare la Nuova Medicina Germanica ad un metodo puramente diagnostico, mentre la medicina ufficiale con le sue 5.000 ipotesi deve rimanere competente per la terapia e naturalmente anche per tutti i "successi terapeutici".

Non per niente ALBA significa solo semplicemente associazione delle Leggi Biologiche della Natura.

Ma come può una Medicina con 5.000 ipotesi avere pretese di validità (?) secondo il motto: a causa delle 5.000 ipotesi non verificate e non verificabili nonostante sia tutto sbagliato nella medicina ufficiale, la terapia resta comunque valida. La Nuova Medicina Germanica deve allora consistere in solo 5 Leggi Biologiche della Natura, che si vuole lasciar affluire lentamente nella medicina ufficiale, ma a livello terapeutico tutto deve restare come prima.

Anche tutti i miei avversari specialmente quelli di una certa direzione confessionale argomentano così, nonostante applichino per se stessi la Nuova Medicina Germanica allo stato puro, cioè inclusa la terapia e tutto il background.

Forse comprendete che intenzioni aveva Marco con la Nuova Medicina Germanica, esattamente uguale a tutti gli altri miei avversari: cioè paralizzare la Nuova Medicina Germanica, ritagliarla al minimo, permettendo alla medicina ufficiale di continuare ad esistere e salvare la faccia.

Nel 1992 l’ufficio "Landespruefungsamt" di Francoforte mi ha offerto la riconsegna della mia abilitazione se avessi firmato:

La medicina ufficiale è buona e giusta.

La Nuova Medicina è solamente un completamento della medicina ufficiale giusta.

Adesso in Italia mi si viene incontro di un altro passo:

Il sistema diagnostico della Nuova Medicina Germanica è giusto, ma la terapia della medicina ufficiale resta valida perché la Nuova Medicina Germanica non ha nessuna terapia.

Entrambe le cose sono completamente insensate: una scientificamente giusta Nuova Medicina Germanica non può completare 5.000 ipotesi e 5.000 ipotesi non possono neanche avere una terapia giusta.

Non serve neanche che alcuni di voi lamentino:

"Senz’altro il caro Marco non intendeva così, forse ha sbagliato per errore".

Questo non lo ha fatto di sicuro – ma è altrettanto sicuro che ha ricevuto le sue istruzioni, di mutilare la Nuova Medicina Germanica, da due piani superiori, poiché sono sempre di nuovo le stesse pretese avanzate su di me.

Anche in prigione in Francia avrei dovuto firmare al rabbino supremo di Francia, Francois Bessy, che non avrei più fatto Nuova Medicina Germanica ma che l’avrei consegnata (ai rabbini (?)).

Considerate per una volta:

la Nuova Medicina Germanica è il più grande dono degli Dei che noi esseri umani abbiamo mai ricevuto. Appartiene a tutti noi in comune. Ma io come scopritore della meravigliosa Medicina Sagrada sono ordinato come guardiano che deve vegliare affinché questo dono degli Dei non ci venga rubato.

Se devo firmare che la Nuova Medicina Germanica è solamente un completamento della medicina ufficiale delle 5.000 ipotesi o se devo firmare di consegnarla ai rabbini o se devo dare il consenso che la Nuova Medicina Germanica sia incompleta e necessita come terapia della medicina ufficiale falsa e crudele – tutto porta alla stessa conclusione: la Nuova Medicina Germanica deve essere sminuita su misura mediocre e affluire senza crash (rottura) nella medicina ufficiale e la terapia deve restare com’è.

Che l’intelligente Marco Pfister non l’abbia saputo per errore è da escludere completamente. Ed è altrettanto chiaro che io non posso assistere ad una tale rapina senza agire quando vedo ciò e comprendo l’intenzione che c’è dietro.

Vi prego comprendete questo: si tratta di Voi, le Vostre famiglie, i Vostri genitori e figli. Qui sono in azione forze politiche molto grandi per neutralizzare evidentemente la Nuova Medicina Germanica per i non ebrei. Perché gli stessi ebrei praticano per se stessi la Nuova Medicina Germanica pura.

Qualsiasi cosa credete Vi assicuro che il mio intento di mantenere la N.M.G. pura e pulita è del tutto onesto.

Quelli che hanno già volgarmente sparlato che io sia impazzito, li potete confutare Voi stessi. Perché quello che si è svolto qui è solo un’altra versione di quello che si sta svolgendo da 26 anni, per il quale in Germania sono caduti vittime 20 milioni di pazienti ed in Italia 15 milioni.

Voi mi conoscete solamente come persona gentile ed educata. Ma sotto questo aspetto, quando si tratta di sminuire la Nuova Medicina Germanica, non ammetto più scherzi.

Io credo che devo fondare una nuova associazione della Nuova Medicina Germanica in modo tale che ognuno sappia come regolarsi.

Con i migliori saluti,

Vostro Ryke Geerd
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
Cari soci ALBA, cari amici della Nuova Medicina Germanica del dr. Hamer,

Di fronte alle vicende susseguitesi negli ultimi mesi, è arrivato il momento di chiarire la mia posizione, nel profondo rispetto di tutte le persone che sono nel bisogno, per sostenere con forza e precisione sia i pazienti che desiderano curarsi con la NMG, sia i medici e terapeuti che, nel rispetto assoluto del paziente, intendono applicare le conoscenze della NMG.
In questo momento storico in cui la NMG non è ancora stata riconosciuta ufficialmente, il paziente che decide di non seguire il protocollo propostogli perentoriamente all´interno delle strutture sanitarie ufficiali, si trova in grandissime difficoltà, angosce e insicurezze.
Da diversi anni mi sono quindi adoperato a trasmettere la Nuova Medicina Germanica principalmente a medici e terapeuti disposti ad occuparsi del paziente con profonda serietà e sensibilità. In effetti la NMG, precisa e comprovabile, è come un coltello estremamente affilato che, a seconda di quali mani la usano, può realizzare un meraviglioso intervento di sostegno o diventare invece un pericoloso strumento utilizzato dall´operatore per esercitare potere "terapeutico" sul paziente e portarlo così nel baratro.
Certo, la mia posizione chiara e ferma inerente l´utilizzo meticoloso e rispettoso di questa "Medicina Sagrada" non è piaciuto a tutti. Alcuni per incapacità, paura e/o indisponibilità a mettersi in gioco, altri per gelosia e/o personalismi, hanno quindi cercato di trovare il modo di riscattarsi, distruggendo il lavoro profuso in tutti questi anni per portare una corretta applicazione della NMG e il suo riconoscimento ufficiale in Italia.
Per realizzare il loro intento delatorio hanno utilizzato il fatto che per mio interesse personale avevo seguito, alcuni anni fa, dei seminari con B. Hellinger e, sfruttando le "allergie" del dr. Hamer, hanno fatto credere a quest´uomo, braccato e osteggiato dal mondo scientifico, che la sua meravigliosa NMG fosse "sporcata" da miscugli vari, proprio da un suo collaboratore stretto, punto di riferimento della NMG in Italia. Chiunque, seriamente intenzionato, ha invece sempre potuto apprezzare la precisione e la chiarezza del mio insegnamento della NMG così come trasmessaci dal Dr. Hamer (prova ne hanno avuto tutti i medici e terapeuti che hanno in seguito potuto confrontarsi direttamente nei seminari con il dr. Hamer stesso!) e contemporaneamente la mia estrema attenzione nel fornire gli strumenti di comunicazione necessari al medico o terapeuta, per sostenere effettivamente il paziente, ostaggio delle sue paure e dell´ambiente angosciante attorno a lui, permettendogli così di ritrovare la propria forza e la propria dignità e di essere in grado di attuare le scelte importanti per la propria salute.
Inoltre è stato perfino instillato il dubbio al dr. Hamer che i suoi libri venissero stampati e venduti da me, in modo illegale, cioè in nero. Grazie a questa ulteriore delazione, ad oggi la fornitura di libri dalla Spagna è sospesa e quindi verrà probabilmente a mancare anche la possibilità di includere nei corsi proposti da ALBA, quale materiale didattico, i testi originali del dr. Hamer, come pure verrà a mancare la possibilità ai pazienti di trovare in tempi rapidi i suddetti testi.
L´obiettivo è stato chiaro fin dall´inizio: minare la collaborazione tra me e il dr. Hamer, far saltare ALBA come punto di riferimento, screditare il biennio di formazione in NMG, fatto proprio nell´intento di formare medici e terapeuti che conoscano con precisione la NMG e che sappiano lavorare in squadra. E, guarda caso, è andata proprio come annunciato nella minaccia ricevuta mesi fa (vedi: "una strana storia") che a dicembre sarebbe successo qualcosa grazie al quale sia io che il dr. Hamer l´avremmo pagata cara... Purtroppo queste delazioni, che sono state incessantemente perpetuate da dicembre ad oggi, hanno portato i frutti da loro sperati, proprio in un momento delicato e oltremodo pericoloso per il dr. Hamer. Ma soprattutto, chi la pagherà cara, alla fine, sarà sempre lo stesso: il paziente ignaro che si trova dinnanzi a delle "lotte tra bande" e che, alla fine, non sa più a chi rivolgersi e a chi affidarsi. È questa la cosa veramente abbietta e orribile!
A questo punto mi alzo in piedi e dico no! Non sono d´accordo che per queste fandonie debbano distruggere anni di lavoro costruttivo! E chiunque di voi che non potrà prendere chiaramente posizione di fronte a questa situazione, avrà sulla coscienza, tramite il proprio silenzio, la responsabilità di questo disastro. Certo, anch´io faccio i miei errori e me ne prendo la responsabilità, ma quello che potevo fare l´ho fatto. Ho tenuto duro in tutti questi mesi, rispondendo puntualmente ad ogni singola accusa, forte della mia posizione da sempre coerente e fedele, sia in relazione alla NMG ed alla sua applicazione, sia in relazione al dr. Hamer stesso.
Ma dal momento che il dr. Hamer crede che io l´abbia truffato, la mia posizione e quella di ALBA rischiano di non essere più legittimate fintantoché ALBA stessa e il Comitato Scientifico non prendano una posizione chiara ed ufficiale in merito. Quindi cosa fare ora e quali saranno le sorti di ALBA e della sua direzione dipende da voi, dalla vostra posizione chiara, e dalle azioni conseguenti.
Per quanto mi riguarda, io continuerò come ho sempre fatto a lavorare nel mio intento di divulgare in maniera corretta la NMG e di promuovere il riconoscimento e la riabilitazione del dr. Hamer. Continuerò a stare sempre e unicamente dalla parte dei pazienti, insieme a chi, di cuore, ha questo stesso intento. Se questo lo potremo fare con ALBA o meno, dipenderà dalla vostra scelta, libera e consapevole.

Marco Pfister

Persona, terapeuta, docente, direttore scientifico e presidente dimissionario di ALBA
 

NMG

Nuovo forumer
Registrato
20 Febbraio 2007
Messaggi
11
20 febbraio 2007

Caro Dr. Hamer,

proprio nel momento in cui ti stavamo chiedendo un incontro personale, tra colleghi medici che hanno a cuore il bene dei pazienti, nel quale chiarire faccia-a-faccia le nostre reciproche posizioni, prendiamo atto, tristemente, della tua ennesima preferenza di mandare una lettera aperta a tutti, continuando a riporre fede solamente nei tuoi recenti amici (amici?).
La tua lettera datata 15-02-07 ci coinvolge direttamente come Comitato Scientifico di ALBA ed è per tale motivo che siamo costretti a risponderti su questa modalità per chiarire pubblicamente la nostra posizione, senza per questo non continuare a desiderare un incontro personale con te, al quale siamo disposti in ogni momento. Da questo punto di vista, ti ringraziamo, poiché molte persone si staranno interrogando su cosa abbiamo, quindi, fatto finora.

Premettiamo che:
1. Il nostro intento di fare il meglio per il paziente, ci deriva innanzitutto dalla nostra scelta professionale, come medici, prima ancora di essere venuti a conoscenza delle tue scoperte, così come lo crediamo per la maggior parte dei nostri colleghi che ancora non conoscono la NMG.
2. Soltanto con la conoscenza delle tue scoperte ci è stato possibile capire finalmente cosa sia una malattia e abbiamo scoperto il piacere di fare il nostro lavoro.
3. La NMG non è mai stata, per noi, né mai sarà, un atto di fede. Lavoriamo con la conoscenza delle Leggi Biologiche solamente per il fatto che abbiamo avuto la possibilità di VERIFICARLE NELLA NOSTRA PRATICA CLINICA e abbiamo la fortuna di poterle
verificare ogni giorno.
4. Da quando abbiamo avuto la possibilità di verificare le Leggi Biologiche il nostro intento principale, come Comitato Scientifico è stato e rimane solo uno: IL SUO RICONOSCIMENTO UFFICIALE, per il beneficio di tutti i pazienti.
Desideriamo chiarire pubblicamente che con l'affermazione che la Nuova Medicina Germanica è un metodo diagnostico? abbiamo sempre inteso il fatto che la Nuova Medicina Germanica NON SI IDENTIFICA CON ALCUN MODELLO TERAPEUTICO TRADIZIONALE. Specificatamente questo e nient?altro che questo.
Ma tu hai tratto una conclusione assolutamente arbitraria: siccome noi diciamo che la NMG è un modello diagnostico, tu pensi che con questo noi ?vogliamo salvare la validità della terapia della medicina ufficiale?. Falso! Questa è una tua interpretazione oppure un?illazione dei tuoi cosiddetti amici. Se ti fa comodo crederlo, sei, ovviamente, libero di crederlo, ma non corrisponde al vero!
Lo ripetiamo: considerare la NMG un modello diagnostico, per noi, ha sempre rappresentato l'unica modalità coerente per non identificarla con alcun modello terapeutico tradizionale, qualunque esso sia, e, quindi, l'unica modalità per tenerla al riparo da ogni possibilità di essere utilizzata all'interno di qualsiasi altra cornice teorica (esattamente la tua stessa intenzione!)
Questo secondo le seguenti considerazioni:
1. Innanzitutto, le Leggi Biologiche, da te scoperte, sono leggi della natura che descrivono quei processi a carico dell'organismo, nel momento in cui viene vissuto uno shock biologico: esse, cioè descrivono in modo preciso ed inequivocabile perché un individuo si ammala, e quale sia la natura ed il decorso di tale programma biologico. Genesi e risoluzione del Programma SBS spettano, quindi, solo all'organismo: da questo punto di vista le Leggi Biologiche non dicono assolutamente nulla su cosa bisogna fare ?.
2. In secondo luogo, le Leggi Biologiche, da te scoperte, offrono una visione della malattia diametralmente opposta a quella che sempre è[ha] dominato nella storia: la malattia, pertanto, non è più ?un'entità nosografia? ma un processo biologico.
3. In terzo luogo, ne consegue, ovviamente, che anche la terapia acquista un nuova prospettiva. Se la malattia è un processo biologico, con fasi diverse ed in relazione al vissuto del paziente, la TERAPIA NON PUÒ PIÙ ESSERE PROTOCOLLATA! In questo senso la NMG non può identificarsi con alcun modello terapeutico tradizionale. LA TERAPIA DIVENTA UN?ARTE TERAPEUTICA CHE NON PUÒ PIÙ ESSERE IDENTIFICATA CON LO STRUMENTO TERAPEUTICO.
4. La terapia, quindi, che a questo punto sarebbe meglio chiamare PRASSI TERAPEUTICA, deve essere IN ACCORDO CON IL PROGRAMMA SBS. Qualsiasi atto medico, ovvero QUALSIASI STRUMENTO TERAPEUTICO deve essere finalizzato a che il processo biologico possa arrivare alla fine, secondo l?antico detto: Il medico cura, la natura guarisce.
L'intervento, quindi, diventa un INTERVENTO SINTOMATICO E NON CURATIVO.
Quindi, da quando abbiamo avuto la fortuna di conoscere le tue scoperte, noi abbiamo sempre inteso la terapia in questi termini:
1. Finalizzata al Programma SBS.
2. Che si occupi contemporaneamente sia del piano psichico che di quello organico,
3. All?interno di una relazione terapeutica, costruita con responsabilità, empatia, fiducia e rispetto per il paziente.
4. Ritagliata ad hoc per ogni paziente, secondo le sue risorse e le sue possibilità, la sua storia, il suo contesto, ecc.
Ma, caro Geerd, tu confondi il termine terapia con il termine strumento terapeutico.
Se la terapia non può più essere identificata con lo strumento terapeutico, questo non significa che il medico non utilizza più alcuno strumento terapeutico.
Se la medicina ufficiale dice che la ?cura? di un tumore consiste nell'asportazione chirurgica, questo non significa che, in certi casi, con la conoscenza della NMG, la chirurgia non sia effettivamente un intervento indispensabile. Oppure tu sostieni che siccome la chirurgia fa parte degli strumenti della medicina ufficiale, praticare un intervento chirurgico significa darla vinta alla medicina ufficiale?
Se la medicina ufficiale sostiene che la ?cura? della Sclerosi Multipla consiste nel cortisone, questo non significa che in certi casi di paralisi flaccida, con le conoscenze della NMG non sia assolutamente sensato utilizzare per qualche giorno il cortisone (ovviamente, in assenza di sindrome), in modo tale che il paziente e tutto il suo enturage possa riprendersi un po più velocemente, evitando un?ulteriore recidiva di conflitto motorio. Ma un medico con le conoscenze della NMG sa perfettamente che il cortisone non cura la sclerosi, quanto rappresenta un intervento sintomatico. Oppure tu pensi che siccome il cortisone fa parte dei farmaci utilizzati della medicina ufficiale, utilizzare il cortisone significa mantenere valida la sua terapia?

Tu stesso, ai pazienti in fase di riparazione del fegato suggerisci una dieta leggera e ricca di albumine. Questo significa che il dr. Hamer è un medico nutrizionista? Ovviamente no! Eppure sono i nutrizionisti che fanno molta attenzione a cosa mangiano i pazienti. Ma immaginiamo che per te è molto chiaro che quella non è la cura, bensì un intervento sintomatico, circoscritto ad un momento particolare.
Tu stesso, ai pazienti che hanno determinati conflitti all?interno della famiglia, suggerisci delle prescrizioni particolari, del tipo ?organizza una cena con tutti, e poi accendi una candela, e leggi a tutti una lettera e poi brucia quella lettera?. Lo abbiamo visto tutti nei video ai tuoi seminari. Ma questo fa del dr. Hamer un medico stregone oppure un medico che prescrive atti psicomagici come fa Jodorowsky? Ovviamente no! Eppure Jodorowsky fa terapia con prescrizioni come le tue!
Caro Geerd, tu avrai sempre il merito e l?onore di aver scoperto le cinque Leggi Biologiche, fondamento della NMG, ma purtroppo devi ammettere che anche tu utilizzi strumenti terapeutici che non hai inventato tu: carisma terapeutico, relazione di fiducia e rassicurante con il paziente, prescrizioni, spiegazioni, farmaci, integratori, bagni termali, lassativi, tisane, ecc. Questo, però, significa che quando li usi sei nemico di te stesso? O questo significa che quando li usi avvalli la terapia della medicina ufficiale?

Caro Geerd, per noi è molto chiaro cosa significa utilizzare uno strumento terapeutico in
maniera sintomatica. Quando utilizziamo questi strumenti, a scopo puramente sintomatico, non siamo assolutamente screditanti nei tuoi confronti né nei confronti delle tue scoperte, né tantomeno avvalliamo il modo di fare terapia secondo la medicina ufficiale.
Siamo molto dispiaciuti di questo tuo equivocare i termini: possiamo capire perfettamente l'intento dei tuoi "amici", ma da te non ce lo spieghiamo.
La nostra preoccupazione e soprattutto quella di chi ci ha insegnato a come porci nei confronti del paziente è sempre stata quella di agire innanzitutto nel rispetto del paziente e delle leggi biologiche.
E quando utilizziamo uno strumento terapeutico, farmacologico, chirurgico, psicoterapeutico o altro, ci preoccupiamo di utilizzarlo in accordo con il Programma SBS, senza sentirci minimamente "eretici" o "tuoi nemici" per il fatto che possa essere uno strumento terapeutico utilizzato anche dai medici che tu definisci assassini.
Le tue ultime lettere vogliono sancire il fatto che la NMG non sia solamente un modello diagnostico quanto una terapia. Ebbene, abbiamo letto e riletto, ad esempio, i tuoi ultimi ?Pensieri riguardanti la terapia in NMG? Ma qual è la terapia che tu chiami NMG? I tuoi pensieri sono per la maggior parte centrati sulla stupidità della medicina ufficiale. Possiamo anche essere d'accordo, ormai lo sappiamo. Ma, a parte ciò, qual è la terapia che tu rivendichi? Tutte le tue considerazioni si riducono alla rassicurazione del paziente: spiegargli con pazienza che con il cancro non può morire,
avere pazienza e prudenza, sostenere il suo morale, ecc. Ma poi escludi da questo discorso i casi gravi della medicina intensiva? E in quelli che fai? A parte dire che quello che normalmente si fa è insensato, quale è la tua alternativa?
Poi tu dici: ?Nella terapia di ogni SBS non c?è nessuna ricetta magica (specialmente se subentrano recidive), ma ogni caso deve essere guardato singolarmente?. Per cortesia, spiegaci cosa c'è di diverso in questo che affermi da quello che abbiamo sempre detto e fatto con i pazienti.
Tu sostieni che con la NMG il 98% dei pazienti sopravvive, a condizione che non sia trattato precedentemente né terrorizzato e a condizione di poter operare in una clinica che offra un ambiente di consenso e supporto umano. Ma, fintanto che tutto questo non c?è, il 98% resta un?IPOTESI e, proprio da te abbiamo imparato a rifiutare le ipotesi come dogmi non scientifici. Abbiamo bisogno di sapere da te, quindi, qual è l?intervento della NMG SENZA UN CLINICA, senza un ambiente di consenso; abbiamo bisogno, a questo punto, di sapere qual è l?intervento della NMG quando il paziente è solo e non è sostenuto dalla sua famiglia. E anche se potessimo lavorare all?interno di una clinica con tutto il consenso necessario, nel momento in cui un paziente è in insufficienza respiratoria a causa della riparazione del conflitto polmonare, lo aiuti con un respiratore o no? E in caso affermativo, sarebbe NMG o medicina ufficiale?
Se ci accusi di voler minimizzare la NMG definendola un modello di comprensione diagnostica, e affermi, invece, che consiste in una terapia, le tue considerazioni sulla terapia e le tue critiche alla medicina ufficiale non ci bastano. Abbiamo già visto a sufficienza pazienti che muoiono angosciati, tra atroci sofferenze con chemio e morfina; ma cosa ci dici dei pazienti che muoiono tra atroci sofferenze sperando di essere in ?fase di guarigione?. Se i primi sono responsabilità dei medici assassini, come li chiami tu, i secondi di chi sono responsabilità? Sempre degli stessi medici assassini?

Caro Geerd, non puoi arrogare il merito delle guarigioni soltanto alla NMG e tutti i fallimenti soltanto ai tuoi ?nemici?. Questa faccenda della terapia è troppo importante perché tu la liquidi con un discorso politico, religioso o, in ogni caso, diffamatorio.
Noi non siamo tuoi nemici, ma non siamo nemmeno tuoi amici: siamo medici, come te, che hanno scelto di fare questo lavoro perché hanno cuore la salute di tutti. Ed è come medici che vogliamo, su questo, un tuo chiarimento preciso, da scienziato e ricercatore serio quale ti abbiamo sempre considerato! Ogni capo religioso si sente nel dovere di difendere la sua fede e i suoi adepti da tutto ciò che considera "infedele" ed "eretico"; la storia è piena di "vade retro satana": almeno su questo punto della terapia, però, dove tu sai quanti ci hanno rimesso la pelle sperando che il corpo ce la faccia da solo, ti chiediamo di restare scienziato.

Se non sei d'accordo sulle nostre considerazioni terapeutiche ti chiediamo di motivarcelo; se ci diffidi a parlare di NMG non parleremo più di NMG ma di Leggi Biologiche da te scoperte, ma resteremo in ogni caso dalla parte della NMG, continuando a prendendoci la nostra assoluta responsabilità di come utilizzeremo questo patrimonio dell'umanità, così come continueremo a fare tutto ciò che è nelle nostre mani affinché tale conoscenza sia ufficialmente riconosciuta dalle istituzioni sanitarie.
Il nostro affetto e la nostra riconoscenza nei tuoi confronti non verrà mai meno, così come il desiderio di confrontarci seriamente su questi punti, da colleghi, in qualsiasi momento.

A nome del Comitato Scientifico di ALBA,

Dr. Danilo Toneguzzi
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto