"La" curva (1 Viewer)

olomorfo

Nuovo forumer
Registrato
13 Gennaio 2009
Messaggi
26
Voglio condividere con il forum alcuni risultati "bibliografici" che non ho trovato indicati nelle discussioni del forum, nel caso che possano essere utili a GiveMeLeverage,Pat,Cren,Redditofisso, Basispoint e gli altri che hanno interesse al campo.
Qui si parla di un nuovo software opensource...
http://www.wilmott.com/messageview.cfm?catid=34&threadid=91589
Qui di metodo di costruzione e fitting della curva che i metodi "visualizzati" nel forum sembrano non considerare
http://www.math.ku.dk/~rolf/HaganWest.pdf
Il sito di West è ricco di altri pdf..
www.finmod.co.za
http://www.finmod.co.za/OIScurve.pdf
Qui infine di constrained cubic spline
http://www.korf.co.uk/spline.pdf
http://www.korf.co.uk/spline.xls
Ringrazio per gli innumerevoli spunti regalati...
 
Ultima modifica:

Paolo1956

Forumer attivo
Registrato
5 Giugno 2009
Messaggi
915
Beh, uno che si chiama olomorfo non puo' che proporre argomenti complessi.....:D:D:D

Lo so, fa pietà come battuta.......

:)


Edit: scherzo naturalmente. Argomento interessante, grazie per il link.
 
Ultima modifica:

Cren

Forumer storico
Registrato
26 Novembre 2011
Messaggi
1.729
Grazie, olomorfo, darò più che volentieri un'occhiata :)

A me la battuta di Paolo è piaciuta, ma mi sa che è una deformazione professionale :D
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
L'ipotesi che mi sento autorizzato ad avanzare, riguardo al tema della curva, e' che le comunita' web italiane e le Sim italiane lavorino a compartimenti stagni.

Chi si occupa di trading system e di trading azionario si disinteressa del tutto alla curva dei tassi di interesse.

Chi si occupa di trading obbligazionario e' interessato alla curva - ovviamente - ma non riesce a trasmettere il suo interesse e le sue comptenze all'altro comparto, quello dei trader azionari delle SIM.

La comunita' internazionale degli studiosi e degli analisti molto professionali sicuramente avvalla la tesi che la curva dei tassi di interesse e' un leading indicator, probabilmente il piu' importante indicatore in assoluto tra coloro che gestiscono portafogli bilanciati tra bond ed azioni.

Ecco un sunto della tesi per dummies.

http://www.newyorkfed.org/research/capital_markets/ycfaq.pdf
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Racconto qualcosa della mia personale esperienza di semplice osservatore, cercando di semplificare i concetti per una comprensione allargata.

La curva, o meglio, la struttura a termine dei tassi di interesse, rappresenta su un asse cartesiano il livello dei tassi di interesse nel tempo. Puo' assumere diverse forme, ma le tre forme canoniche di rappresentazione vengono rispettivamente chiamate:

1 curva piatta
2 curva invertita
3 curva normale, che si irripidisce tanto o poco

Convenzionalmente gli scenari 1 e 2 non sono considerati interessanti per l'investimento azionario, perche' sono scenari anomali e con durata temporanea limitata dovuti ad interventi delle banche centrali e che possono essere talvolta propedeutici a scenari di recessione.

Sulla curva normale conta osservare il grado di irripidimento, perche' se elevato puo' essere, quasi sicuramente, un segnale di bull azionario.

Confesso di non aver mai verificato su scenari di lungo periodo queste convenzionalita' in materia di relazioni tra tassi e fasi economiche. Del resto un dilettante come il sottoscritto non potrebbe certamente investigare meglio di quanto facciano gli uffici statistici della FED o BCE su un argomento come la correlazione tra curva dei tassi e ciclo economico e conseguente andamento delle borse.

Tuttavia c'e' un aspetto sicuramente poco indagato, che mi preme sottolineare e che potrebbe interessare molti che si interessano di ricercare degli asset poco correlati o decorrelati all'equity.

Delle volte un'ottima diversificazione in un portafoglio azionario potrebbe essere l'affiancamento alle azioni di titoli obbligazionari a basso rischio collegati alla curva, come i reverse floater, oppure, al contrario i CMS e TARN. Diversi gestori iniziarono a sperimentare l'abbinamento equity + bond specializzati sulla struttura dei tassi nel 2002 dopo l'attentato alle torri Gemelle, quando la FED inizio' ad inondare di denaro i mercati e la curva era divenuta di colpo piatta.

Credo che anche per un piccolo risparmiatore i bond collegati alla curva siano tra i migliori strumenti di diversificazione di portafoglio, soprattutto in tempi recenti in cui abbiamo a che fare con un'enorme concentrazione di giudizio e persino le commodities girano correlate alle azioni. Basti pensare che i BTP sono correlati oggi positivamente ed in misura insolitamente elevata al MIB (+ 0,4), perche' il rischio paese dell'italia ha finito per mettere tutti gli asset con ISIN "it" nello stesso calderone.

IMHO i bond collegati alla curva rappresentano quindi un'eccezionale e poco conosciuta forma di diversificazione, alla portata di tutti
 
Ultima modifica:

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto