Italia dentro o fuori dall'Euro? Ma è la Germania la vera anomalia (1 Viewer)

Registrato
2 Maggio 2012
Messaggi
2
E se tutti i paesi europei rinunciassero all'euro ritornando alle monete nazionali al cambio iniziale cosa succederebbe?
 
Registrato
23 Aprile 2011
Messaggi
1
Sono d'accordissimo.
Bisognerebbe però che la Germania uscisse presto, prima che il nostro apparato industriale diventi un deserto.
Questo sarebbe infatti irreversibile.
Quando una tecnologia produttiva è morta, non può essere risuscitata da nessun aggiustamento monetario.
Pensate ad esempio alla chiusura della Superpila, unica azienda italiana a produrre le pile. Ora nessuno in Italia sarebbe in grado di iniziare di nuovo la produzione di energia portatile.
 

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.886
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
E se tutti i paesi europei rinunciassero all'euro ritornando alle monete nazionali al cambio iniziale cosa succederebbe?

che ci troveremmo ancora più disuniti contro la concorrenza mondiale
ad es, limitativo pensiamo alla trattative sul commercio internazionale: diverso è essere 'solo' italiani ( o spagnoli francesi ecc) e diverso è essere 'europei'

List of bilateral free trade agreements - Wikipedia, the free encyclopedia

a prescindere dal tutto il resto: militare, politico ecc ecc
 

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.886
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
Sono d'accordissimo.
Bisognerebbe però che la Germania uscisse presto, prima che il nostro apparato industriale diventi un deserto.
Questo sarebbe infatti irreversibile.
Quando una tecnologia produttiva è morta, non può essere risuscitata da nessun aggiustamento monetario.
Pensate ad esempio alla chiusura della Superpila, unica azienda italiana a produrre le pile. Ora nessuno in Italia sarebbe in grado di iniziare di nuovo la produzione di energia portatile.

alternativamente, che alcune nazioni (ITA ESP FRA) si coalizzino e facciano valere i diritti della collettività e non del singolo più forte
è un naturale processo democratico: noi italiani abbiamo mancato mandando troppo spesso a bruxelles a rappresentarci il peggio della nosra classe politica ( :eek: ) che spessissimo ha solo preso i soldi senza partecipare ai lavori:
inevitabile che gli altri se ne approfittassero :rolleyes: infiniti esempi sono possibili, via via peggiori senza che nessuno mettesse freno all'andazzo
... ma è colpa loro o colpa nostra, se non ci siamo fatti valere ?


a mero titolo di esempio, Borghezio è presente da almeno tre legislature a rappresentarci

Membri italiani del Parlamento europeo della VII Legislatura - Wikipedia

Categoria:Europarlamentari italiani della VI Legislatura - Wikipedia
 
Registrato
24 Novembre 2012
Messaggi
1
Per come la vedo io , un ritorno alla lira sarebbe il definitivo colpo per il fallimento dello Stato. Proviamo a ricordare.
passaggio all'Euro; costi sostenuti per adeguare tecnologicamente gli strumenti elettronici di ogni tipo e forma,pompe di benzina,bancomat,pc,programmi sw, registratori di cassa,fatture,etichette prezzi,listini prezzo nei locali . Generazione di costi diretti ed indiretti enormi , pagati dal privato e poi il pubblico, nuovamente dal privato.
Risultato: 1 kg di patate prima del cambio costava 1000 lire, dopo il cambio 1 euro ... ottimo!! prossimi al 100% di svalutazione .
Un appartamento che cosatava 100 milioni inzialmente non costava 100 mila euro , ma dopo 6 mesi le prime offerte andarono a livellarsi , anche qui giocando con la psicologia di 1 a 1 e non 2 a 1.

Torniamo alla lira?
quanto sopra si ripeterebbe , costi stellari per adeguare nuovamente tutti i componenti tecnologici, che di tecnologico hanno il costo degli adeguamenti e nuovamente il caffè passerebbe da 1 euro a 2000 lire ma siccome c'è un rapporto di svalutazione (tutto da calcolare) costerebbe sicuramente tra le 2500 e 2800 lire , dopo alcuni mesi per evitare di perdere tempo a dare i resti si arriverebbe a 3000 lire .... et voilà ! un altro 50% bruciato di potere di acquisto !
Un appartamento che costa 150.000 euro sappiamo che equivale a 300 milioni approssimativamente, ma c'è l'inflazione e siamo subito a 400-450 milioni delle vecchie lire !!
E così in 10 anni tra andata e ritorno ci ritroviamo con un potere di acquisto di 100 che diventa di 25 , oppure fate il conto come volete passiamo due volte dalla svalutazione reale che ci mangia il 75% del potere di acquisto di 10 anni fa !!
Leggendo in rete ho trovato che nella zona della Germania (ex est), ci sono persone che guadagnano anche 2 euro al giorno e quelli che ne guadagnano 5 si sentono fortunati ...... E' questo il livello di benessere europeo da raggiungere ?
Forse è arrivato il momento di introdurre l'euro a 2 velocità ( due quotazioni separate in base ai fondamentali dei paesi interessati) , ma tornare alla lira vuol dire lasciare una barca con delle falle a bordo, per salire su una foglia di fico .
 

big_boom

Forumer storico
Registrato
28 Febbraio 2009
Messaggi
10.541
Località
ora nell'inferno delle tasse italico
ma la vera domanda e' perche' siete tanto legati allo stato italiano?

uno stato che vi tassa al 60/70%
uno stato che non vi riconosce i giusti servizi in cambio delle suddette tasse
uno stato pronto a spellarvi 100 euro di multa appena uscite di casa, dicono per il vostro bene ;)
uno stato rappresentato dalla peggiore classe politica di sempre
uno stato di non eletti che vi chiede di fare sacrifici mentre loro vano in svizzera o al mare con la barca da 20 metri
uno stato di imprenditori di stato (senza finanziamenti a perdere dallo stato che lavoro farebbero?)

e' chiaro questo discorso lo puo fare solo uno che e' giovane ;)
 
Registrato
24 Novembre 2012
Messaggi
1
La rovina dell''Italietta' degli anni 70-80, la svalutazione della lira, ha portato l'Italia ad essere la 5° potenza economica mondiale, con tassi di crescita e occupazione che oggi possiamo solo sognare.
tra il 92 e il 93, anni della forte svalutazione della lira, il tasso di inflazione fu negativo ( vedasi ISTAT)
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora
alternativamente, che alcune nazioni (ITA ESP FRA) si coalizzino e facciano valere i diritti della collettività e non del singolo più forte
è un naturale processo democratico: noi italiani abbiamo mancato mandando troppo spesso a bruxelles a rappresentarci il peggio della nosra classe politica ( :eek: ) che spessissimo ha solo preso i soldi senza partecipare ai lavori:
inevitabile che gli altri se ne approfittassero :rolleyes: infiniti esempi sono possibili, via via peggiori senza che nessuno mettesse freno all'andazzo
... ma è colpa loro o colpa nostra, se non ci siamo fatti valere ?


a mero titolo di esempio, Borghezio è presente da almeno tre legislature a rappresentarci

Membri italiani del Parlamento europeo della VII Legislatura - Wikipedia

Categoria:Europarlamentari italiani della VI Legislatura - Wikipedia
hai ragionissima

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=mAbboOlaqNo#!
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto