islamisti veri o killers? (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
40.257
E' MORTO AMMAZZATO!
"Cancellare il debito, altrimenti finiremo come i paesi africani". "I creditori e le banche facciano sforzi, non i cittadini". E ancora: "La Germania preferisce impoverire i suoi cittadini!".
Così parlava Bernard Maris, economista della Banque de France morto ammazzato ieri a Parigi. durante l'attentato a Charlie Hebdo. Ascoltate le sue parole in questo video: http://www.byoblu.com/…/e-morto-ammazzato-bernard-maris-lec…




E' morto ammazzato! Bernard Maris, l'economista della Banque de France che voleva cancellare il...
"Cancellare il debito, altrimenti finiremo come i paesi africani". Così parlava Bernard Maris, economista della Banque de France morto ammazzato a Parigi.
byoblu.com
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
40.257
Charlie Hebdo, Giannuli e la tesi del complotto: “Perché i conti non tornano”

Cronaca
Tempi di fuga dei terroristi troppo rilassati, scarsa protezione della redazione del settimanale e armi degli attentatori. Ecco i punti dell'attentato che non convincono l'esperto di servizi segreti
di F. Q. | 8 gennaio 2015
http://www.ilfattoquotidiano.it/201...complotto-i-conti-non-tornano-perche/1323690/





Già nel giorno dell’attentato alla redazione di Charlie Hebdo avanzava l’ipotesi di un complotto.

E anche oggi Aldo Giannuli, esperto di servizi segreti, in un post sempre sul blog di Beppe Grillo, insiste: nella vicenda possono “esserci altre ‘manine’ di ben altra qualità” perché i “conti non tornano”. O meglio: “Molto probabilmente la strage è islamica, però che gran puzza di bruciato!”.

Gli elementi che lo inducono a sostenere questa tesi vanno dai documenti ‘dimenticati’ in auto ai rilassatissimi tempi di fuga dei terroristi, passando dalla scarsa protezione della redazione del settimanale e arrivando alle armi degli attentatori.
“Come in tutti i ‘grandi casi’ (Kennedy, piazza Fontana, Palme, 11 settembre, morte di Osama bin Laden ecc), anche in questo di Parigi – scrive Giannuli – i conti non tornano e ci sono un sacco di cose da spiegare”.

L’esperto di servizi segreti domanda, ad esempio, “come mai un obiettivo sensibile” come la redazione di Charlie Hebdo fosse “così debolmente protetto”.
E, prosegue, “le armi, gli attentatori, dove se le sono procurate? Portate appresso dalla Siria? E i francesi – osserva – se le sono fatte passare sotto il naso?” Ma, soprattutto, “avete mai visto dei terroristi che vanno a fare un’azione portandosi appresso la carta di identità che, poi, dimenticano in auto?”.


E, ancora, quando mai si sono visti “terroristi che agiscono perdendo tanto tempo durante la fuga e dopo aver avuto ben due scontri a fuoco con auto della polizia: si attardano a dare il colpo di grazia ad un agente, raccattano scarpe, poi lasciano un guanto.”
E come mai “non è scattato alcun blocco della zona? Nel pieno centro di Parigi, non devono essere state poche le auto della polizia in zona. E Parigi non ha un traffico scorrevolissimo”.


Insomma, conclude Giannuli elencando altre circostanze, “resto dell’idea che la pista della strage jihadista sia quella nettamente più probabile, perché coerente con tutto un quadro formatosi da 10 anni in qua, questo però non vuol dire che nella questione non possano esserci altre ‘manine’ di ben altra qualità.

E neppure che gli attentatori non siano stati lasciati fare, magari perché qualche sentore c’era, ma non ci si aspettava una cosa di questa gravità.

O che gli organi inquirenti – ipotizza – non abbiano altri scheletri nell’armadio, che non c’entrano con la strage, ma che qualche aspetto della strage potrebbe portare alla luce e che, invece, occorre tener nascosti”. O, conclude, “anche che nella vicenda le mani che intervengono a vario titolo (mandanti, organizzatori, utilizzatori occasionali, infiltrati, esecutori, intervenuti marginali ecc.) siano decisamente più di due, quattro o sei”.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
40.257
Ucciso l’economista della Banque de France nell’attentato a Parigi che aveva rivelato l’origine della moneta


gennaio 08
11:41 2015
Ora Bernard Maris la raccontava dal punto di vista del banchiere francese della Banca centrale francese che apparentemente può ottenere tutte le banconote che vuole, seguendo la domanda dei clienti e non solo quelle banconote fissate dalla BCE…se ho capito bene le parole di Bernard Maris…




Altra domanda sorge spontanea: se crea moneta dal nulla allora come mai le banche italiane non prestano NIENTE, e chiedono il rientro dai fidi delle aziende, facendole fallire?
Quindi è un piano di banche/multinazionali per fare fallire le NOSTRE aziende laddove in altri paesi famiglie e imprese vivono perpetuamente con fidi e prestiti delle banche…
BERNARD MARIS ASSASSINATO OGGI A PARIGI, economista e consigliere della Banque de France, economista, docente a Paris VIII

Bernard Maris, uno degli economisti più noti in Francia, reporter su France Inter e membro del consiglio generale della banque de France ha rivelato tutto in un documentario recente sul “Debito” prodotto da Nicolas Ubelmann e Sophie Mitriani. Quando gli fai la domanda “Da dove viene il denaro prestato dalle banche?” la sua risposta stupefacente:
Le banche lo fabbricano esse stesse con l’autorizzazione della banca centrale. Ad esempio, compri un immobile che vale 500000. Ebbene la banca produrrà 500000 euro dal nulla. Dirai che non fabbrica 500000 in banconote. Si, fabbrica 500000 banconote che possono prestarti. Solo che è una scrittura contabile, perché contano sul fatto che non andrai mai a prendere 500000 euro in banconote per comprare l’immobile, lo paghi con un assegno. Ma è la stessa cosa. Se lo volessi pagare in banconote, ti darebbe 500 mila in banconote che andrebbe a prendere alla Banca centrale dicendo, ecco ho un credito nei confronti di Untale, che vale 500 mila euro, che cosa mi date in cabio? E la Banca centrale dice, vi do 500 mila euro in banconote. Solo che visto che le banconote non sono mai richieste, circolano nella forma di scrittura. Ma bisogna capirlo. Quando lo si è capito, si è capito tutto della moneta. E cioè che la banca fabbrica dal nulla i soldi. E’ il mestiere del banchiere. La banca crea dal nulla i soldi. E’ molto difficile da capire”.




Ucciso l?economista della Banque de France nell?attentato a Parigi che aveva rivelato l?origine della moneta | Informare per Resistere


 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
40.257
UN ALTRO FALSE FLAG DELLA CIA?



Per i musulmani l'Isis non è neppure islamica. I musulmani ripudiano la violenza e non legittimano mai in nessun caso la violenza politica. Li chiamano "islamici estremisti" ma non c'è nessun estremo nell'Islam che giustifichi le uccisioni. Peraltro, è strano il comportamento di quest'Europa, Hollande in testa, che ha mosso guerra, insieme alla NATO, a paesi in cui l'Islam era pienamente contenuto in un'istituzione statale laica. Iraq, Libia, Siria.


Hollande, da una parte finanzia dei mercenari che si dicono islamici e che in nome dell`Islam compiono efferate stragi e dall'altra, in casa sua, ha piacere che gli islamici vengano visti con razzismo ed antipatia, perchè una nuova banlieu interromperebbe tutte le iniziative che l'attuale Francia sta prendendo collateralmente alla NATO. Vedi la Libia, oggi infestata da mercenari sionisti, molto spesso francesi, che stanno dando fuoco ai pozzi e portando morte ai superstiti di quel paese. Oppure vedi il Mali che non più tardi di due anni fa fu invaso dai francesi in piena operazione coloniale e che oggi lo governano secondo il più collaudato schema imperialistico.

Charlie Hebdo, da noi famoso per le vignette islamiche, in realtà produceva vignette pesanti anche sui cattolici e qualcuna sugli ebrei, anche se un vignettista fu licenziato dalla testata come "antisemita" (e ciò significa che il giornalino non è che proprio "non guardasse in faccia nessuno").

Forse si tratta di un false flag preparatorio ad un'ennesima operazione bellica?


E siamo sicuri delle immagini che tutti i TG hanno trasmesso a reti unificate? Analizziamole meglio:


Questo è il video in slow motion dell'uccisione del poliziotto:









Notato niente di strano?


A - Niente sangue, nonostante il grosso calibro del fucile e la distanza ravvicinata. Normalmente ci sarebbero impressionanti schizzi di sangue , pelle ed organi.


B - Dopo il colpo, il poliziotto resta immobile. Reazione assolutamente innaturale


C - La traiettoria del fucile non coincide col fumo che fuoriesce dall'asfalto. Il fumo sembra addirittura fuoriuscire dalla mano del poliziotto.













Per di più la notizia del ritrovamento della carta d'identità di uno degli attentatori nella macchina poi abbandonata è alquanto ridicola. Come se uno parte la mattina per fare un attentato e si porta dietro pure la carta d'identità... neanche Fantozzi lo farebbe. Sembra quasi di rivedere i documenti degli attentatori dell' 11 Settembre trovati dall' FBI dopo che l'aereo e tutto l'equipaggio fu carbonizzato nell'impatto... tutto carbonizzato, apparte i documenti. Che coincidenza.

A questo punto vi chiederete CHI, se non l'ISIS?

No, vi sbagliate. E' stato l'Isis, nessuno ha detto il contrario. Purtroppo molti non sanno che l'ISIS è collegato con la CIA. Se ancora avete qualche dubbio su questo punto leggete questo articolo.

Vi presento l'ennesimo falso attentato della CIA.
 

ninjaxx

amico del maestro...
Registrato
14 Febbraio 2010
Messaggi
7.986
Nigeria, massacro senza precedenti di Boko Haram: si temono 2mila morti
Una carneficina senza precedenti, persino per la Nigeria, il paese più popoloso e multietnico d’Africa, la prima economia del Continente flagellata dal terrorismo islamista che uccide, saccheggia e rapisce ragazze e ragazzi per conversioni forzate.

Il Sole 24 Ore - leggi su Nigeria, massacro senza precedenti di Boko Haram: si temono 2mila morti - Il Sole 24 ORE
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora
Giulietto Chiesa, l'orfano di Stalin, fa il paio con Roubini, che a forza di predire tracolli epocali ogni mese poi ogni 7 o 8 anni ci azzecca e salta su a dire NON VI AVEVO AVVERTITI ??

Giulietto a forza di dar la colpa agli Americani, da quando scriveva per La Stampa, anzi da quando andava a scuola, 1 volta su 100 ci azzecca

ma quando si tratta degli Arabi non credo proprio, questi sono perfino più pericolosi della CIA
 

big_boom

Forumer storico
Registrato
28 Febbraio 2009
Messaggi
11.193
Località
ora nell'inferno delle tasse italico
Giulietto Chiesa, l'orfano di Stalin, fa il paio con Roubini, che a forza di predire tracolli epocali ogni mese poi ogni 7 o 8 anni ci azzecca e salta su a dire NON VI AVEVO AVVERTITI ??

Giulietto a forza di dar la colpa agli Americani, da quando scriveva per La Stampa, anzi da quando andava a scuola, 1 volta su 100 ci azzecca

ma quando si tratta degli Arabi non credo proprio, questi sono perfino più pericolosi della CIA
l'isis è una creatura usa, il terrorismo è finanziato da usa e Europa!
Non c'è nulla da azzeccare è tutto documentato.

Tracolli economici? Possono avverarsi soltanto quando lo decidono quei 20 che controllano gli Usa o se qualcuno lancia una bomba atomica.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto