info ristrutturazione e altro

Discussione in 'Mercato Immobiliare' iniziata da faustokawa, 23 Gennaio 2017.

    23 Gennaio 2017
  1. faustokawa

    faustokawa New Member

    Registrato:
    14 Febbraio 2016
    Messaggi:
    10
    Vi scrivo per porvi alcuni quesiti:

    1- Sto effettuando una ristrutturazione edilizia di una casa acquistata all'asta, essendo una ristrutturazione nelle detrazioni fiscali rientrano anche i mobili per un massimo di 10.000 euro. La casa è totalmente intestata a me e la mia ragazza convive con me ( in un altro immobile in affitto nel frattempo che la casa che stiamo ristrutturando sia pronta) ma non ha la residenza con me.
    Solo la cucina è 15.000 euro quindi la parte eccedente di 5.000 me la scordo come detrazione, ma camera da letto e cabina armadi sono altri 5.000 euro. Qui nasce il mio quesito. La mia ragazza, che ripeto non ha la residenza con me, ma siamo conviventi, ha diritto anche lei ad usufruire della detrazione? Se avesse diritto in questo caso potrei fare 2 fatture del mobili, una di 10.000 euro intestata a me, ed un'altra di 10.000 euro intestata alla mia ragazza cosi da poter usufruire entrambi delle detrazioni, la parte di 5.000 euro eccedente della cucina la metterei nella fattura della camera da letto.

    2- Vorrei costruire un gazebo a confine con il muretto divisorio del mio vicino che e proprietario dell'immobile ma non ci vive, un accordo tra privati con firma e carte d'identità allegate da inserire nel progetto da presentare in comune basta ai sensi di legge oppure tale accordo deve essere autenticato da un notaio? Il gazebo avrà come copertura pannelli solari anche se esposto completamente a nord, quindi potrei usufruire delle detrazioni anche per quello.

    Il mio comune mi ha detto che se il vicino è d'accordo per loro non ci sono problemi, basta che il progetto sia conforme e depositato in comune.

    Per quanto riguarda il gazebo non è una cosa che farò adesso ma quando inizierò ad usufruire delle detrazioni per ristrutturazione.

    Grazie a tutti per le risposte.

    Ciao
     
  2. 23 Gennaio 2017
  3. beralex

    beralex New Member

    Registrato:
    8 Gennaio 2017
    Messaggi:
    88
    Buongiorno,
    la detrazione spetta al proprietario o ai familiari conviventi.
    Il plafond di 96.000 + 10.000 euro non è per persona ma per unità immobiliare percui per avere un importo più alto serve ristrutturare più immobili indipendentemente dalla persona.
    Ovviamente la detrazione spetta finche l'IRPEF è capiente perchè lo stato rimborsa al massimo tutto l'IRPEF che dobbiamo pagare.

    Buona giornata
     
  4. 23 Gennaio 2017
  5. faustokawa

    faustokawa New Member

    Registrato:
    14 Febbraio 2016
    Messaggi:
    10
    Ma io no arrivo a 96.000 euro. La mia mossa era solo per evitare di perdere dei soldi da poter scaricare intestando una fattura di 10.000 alla mia ragazza.
    Il problema che non capisco cosa si intende per familiare, convivente, alcuni siti parlano di moglie, altri anche di conpagna... sto cercando di trovare il cavillo nella forma per potermi attaccare a quello.
     
  6. 23 Gennaio 2017
  7. beralex

    beralex New Member

    Registrato:
    8 Gennaio 2017
    Messaggi:
    88
    Vuol dire che deve stare nel tuo stato famiglia.
    Quando il commercialista o CAF fa la dichiarazione dei redditi può dividere l'importo in due ma se fai sulla morosa il plafond di 10.000 vale per entrambe a meno che non ristrutturate due distinte unità immobiliari.
    Non sono 10.000 a testa ma 10.000 per casa/appartmento
     
  8. 23 Gennaio 2017
  9. faustokawa

    faustokawa New Member

    Registrato:
    14 Febbraio 2016
    Messaggi:
    10
    Giusto, mi ero amminchiato sul discorso detrazioni ma mi ero perso il fatto che si parla di unità immobiliare e non a persona
     
  10. 22 Febbraio 2019
  11. Megami

    Megami New Member

    Registrato:
    22 Febbraio 2019
    Messaggi:
    1
    Puoi chiedere una consulenza a Megami srl 0119711949
     
  12. 5 Febbraio 2020
  13. luca238

    luca238 New Member

    Registrato:
    5 Febbraio 2020
    Messaggi:
    2
    Uno degli argomenti più controversi e sul quale gli interventi della giurisprudenza si sprecano, riguarda la qualificazione giuridica di pergolati, tettoie, gazebo, verande e pergotende
     
  14. 12 Febbraio 2020
  15. luca238

    luca238 New Member

    Registrato:
    5 Febbraio 2020
    Messaggi:
    2
    Da ricordare che il pergolato è una struttura aperta su almeno tre lati e nella parte superiore e normalmente non necessita di titoli abilitativi edilizi
     

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 2)

Condividi questa Pagina