in casi come questi, l'insulto libero è più che ammesso! (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
«Al Senato posate nuove ogni anno e tende da 600mila euro»
Il senatore Alberto Filippi, ex leghista cacciato da via Bellerio, è l’incubo dei contabili di Palazzo Madama. «Volete qualche dato? La manutenzione degli ascensori costa 500mila euro l’anno, quella per riscaldamento e aria condizionata più di due milioni. Lo sapete che ogni anno al ristorante vengono acquistate posate nuove? Lavare le auto blu costa 70mila euro l’anno. E c’è la storia dell’Ape Car». Ne è nato un duro scontro con l’ex collega di partito Paolo Franco, oggi questore del Senato.



Leggi il resto: Linkiesta.it
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
Italia, Arrivano le Proposte Antisalvataggio, Tutte Peggio del Salvataggio Stesso

La politica italiana sarebbe comica se non fosse tragica: le parole di Monti, consapevoli o meno hanno scatenato una serie di controproposte tese apparentemente a salvaguardare la sovranità del paese ma che in realtà tutte nascondono la paura di perdere la poltrona.

da Finanze - Italia, Arrivano le Proposte Antisalvataggio, Tutte Peggio del Salvataggio...

La prima della sinistra, che propone un pagamento anticipato delle tasse da parte dei cittadini. I non dipendenti le pagano già anticipate le imposte, a meno che non si voglia far loro pagare quelle di due anni in avanti. Con la contrazione del Pil che è stata annunciata ieri, ora le statistiche ufficiali parlano di circa il doppio delle previsioni contenute nel DPEF, si tratterebbe di un suicidio: il paese rischia di essere insolvente, non illiquido.

La seconda di Brunetta, mancano i particolari, oggi la presentazione a Monti, che dichiara sia possibile limare in cinque anni il debito pubblico di quattrocento miliardi, giusto quelli che crescono perchè il debito diventi sostenibile, mettendo a garanzie beni non strategici dello stato. Se i beni non sono strategici, perchè non venderli: si sono fatti recentemente scadere i termini per la cessione delle terre del demanio, perchè comunque questi burocrati sono ben consci che alienando ai privati si perde controllo. Il problema è a monte, in come i beni vengono gestiti dal pubblico e questo non si risolve mettendoli a garanzia.

La terza, forse la più preoccupante perchè viene da un economista, Giavazzi, che propone di usare la Cassa Depositi e Prestiti, che detiene all'attivo circa duecento miliardi di buoni postali (contro equivalenti debiti nei confronti del privato al passivo), come una banca per imprestare soldi allo stato, chiudendo nel frattempo il mercato delle emissioni di debito pubblico. Al di là del fatto che la CDP, una specie di vaso di Pandora cui vengono ora contribuite ad un prezzo di fantasia alcune agenzie pubbliche tra cui Sace, è controllata dallo stato, stiamo sempre parlando di usare denaro dei privati per garantire il pubblico.

Nessuna delle tre proposte tocca il problema nel cuore, chè è il funzionamento della macchina pubblica.

Il salvataggio si eviterebbe solo con un referendum popolare che cambi le regole della politica,
sul doppio incarico,
gli stipendi dei parlamentari e dei funzionari pubblici (la nuova presidentessa della Rai è stata lodata per aver accettato un compenso "solo" superiore ai trecentomila euro),
i requisiti di professionalità ed onorabilità per partecipare alla vita politica.

Altrimenti meglio il salvataggio; ma finchè permane questa incertezza, in Italia, debito o azionario, non si può investire con consapevolezza.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
[ame=http://www.youtube.com/watch?v=IQP5xt82l30&feature=player_embedded]Marco Travaglio: alta voracità - puntata 15 - Servizio Pubblico - YouTube[/ame]
 

marofib

Forumer storico
Registrato
7 Dicembre 2003
Messaggi
24.194
hahahahahhahaha ha chiarito sto pusillanime

Fini: «Sulla scorta è stato chiarito tutto Ora Belpietro risponderà in Tribunale» - Corriere.it





Fini e' estraneo alla gestione della sua scorta....
14.08|11:33 orione12
....ovviamente non puo' sapere che la scorta soggiorna per 3 mese in un hotel ( lui senz'altro pensa che sia tutto gratis o che gli uomini dormano all'aperto! ). Se ho capito bene le scorte sono formate da poliziotti e/o carabinieri, quindi, cosa vieta di farle dormire e mangiare in una caserma?? La risposta di Fini e' la piu' italiana delle risposte! Lui gioca semplicemente allo scarica barile: lo sport nazionale per eccellenza!
 
Ultima modifica:

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
I furbetti del debito cercano qualcuno da “tosare”: noi

I furbetti del debito cercano qualcuno da “tosare”: noi | LIBRE
Scritto il 15/8/12 • nella Categoria: segnalazioni









Il piano Amato-Bassanini sulla riduzione del debito pubblico prevede solo la svendita del patrimonio pubblico e le privatizzazioni delle quote pubbliche residue aziende statali e locali.
Esclusa qualsiasi patrimoniale. Sui capitali esportati illegalmente le cifre diventano molto ma molto relative. Massima enfasi, sui quotidiani, alla proposta Amato-Bassanini per la riduzione in cinque anni del debito pubblico, firmata anche dagli economisti Giuseppe Bivona, Davide Ciferri, Paolo Guerrieri, Giorgio Macciotta, Rainer Masera, Marcello Messori, Stefano Micossi, Edoardo Reviglio e Maria Teresa Salvemini sotto l’egida del centro studi “Astrid”.
Gli 11 economisti, scrive il newsmagazine “Contropiano”, mettono subito le mani avanti sui pericoli recessivi di una imposta patrimoniale e propongono un intervento articolato in sei mosse, che entro il 2017 dovrebbe dare un gettito ipotizzato in 178 miliardi.

Punto primo, la cessione di immobili pubblici per circa 72 miliardi (di cui: 30 dalla cessione agli inquilini dell’edilizia residenziale pubblica; 16 dalla dismissione di immobili di enti previdenziali; 15 da immobili di Regioni ed enti locali; 6 da caserme e sedi delle Province da smantellare; 5 dal cosiddetto federalismo demaniale).


Poi, 30 miliardi potrebbero venire dalla capitalizzazione delle concessioni (le sole lotterie danno 1,6 miliardi l’anno).
«Gli autori – scrive Sergio Cararo su “Contropiano” – glissano sul fatto che ad esempio i concessionari privati di giochi e scommesse sono già in debito con lo Stato per ben 98 miliardi».



Altri 40 miliardi valgono le privatizzazioni delle quote residue dello Stato e degli enti locali in Eni, Enel, Finmeccanica, St Microelectronics ed ex municipalizzate quotate in borsa,



mentre 15 miliardi potrebbero venire imponendo agli enti previdenziali degli ordini professionali di aumentare la quota dei loro investimenti in titoli di Stato di lungo periodo, oggi ferma al 10% del portafoglio investimenti.



Infine, ammonterebbe ad altri 16-17 miliardi potrebbe essere il flusso quinquennale proveniente dalla tassazione dei capitali italiani depositati in Svizzera, previo accordo con il governo di Berna. «Ma su questo – ed è il dato che fa la differenza – gli autori diventano più imprecisi», osserva Cararo: «Infatti non sono in grado di garantire che l’eventuale tassazione dei capitali “scudati” trovi i capitali lì ad aspettarli invece di involarsi verso i paradisi fiscali».

Gli ultimi 5 miliardi del piano di “tosatura nazionale” potrebbero venire da incentivi e disincentivi fiscali volti all’allungamento delle scadenze e alla riduzione del costo medio del debito pubblico.



«Il progetto dell’Astrid – ragiona Cararo – punta molto sulla Cassa Depositi e Prestiti, che già raccoglie 300 miliardi di risparmio privato attraverso il sistema postale, e propone di fatto la sua privatizzazione». Pur non essendo una banca, la Cassa ha in deposito alla Bce i suoi effetti creditizi per 25 miliardi, destinati a finanziare per metà lo Stato e per metà l’economia.

Decisiva, dunque, la privatizzazione delle partecipazioni residue del Tesoro, in società quotate e non quotate come le Poste, o degli enti locali nelle ex municipalizzate quotate e nelle 5.500 aziende municipali non quotate, 2.800 delle quali attive nei servizi pubblici locali.



«Insomma quello di Amato-Bassanini e dell’Astrid non è un progetto di rientro o di ristrutturazione del debito pubblico ma una “paraculata” che si regge solo su dismissioni e svendita del patrimonio pubblico e privatizzazioni dei gioielli di famiglia sul piano industriale», mentre «quando si arriva ai capitali e alla finanza» il programma «entra nel regno dell’incertezza». Per “Contropiano”, il disegno è evidente: «I soldi vanno presi solo dal bancomat rappresentato dai beni pubblici, mai dai capitali privati. Un atteggiamento, questo, che in dialetto romano viene definito come “paraculo”, a metà tra furbetto e ipocrita».
Articoli collegati


 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
da La morte e le accise sulla benzina


La morte e le accise sulla benzina News Scritto da Riccardo Barbuti Sabato 11 Agosto 2012 10:52 Ci sono solo due cose sicure in Italia: la morte e l'aumento delle accise sulla benzina...

Questa mattina sono andato a comprare il giornale e ho visto al distributore Agip solo due macchine a fare benzina. Dalle 1430 in poi scatta la fila; dopo l'ennesimo aumento delle accise sino a settembre il popolo bue potrà difendersi solo così!
Il Governo Monti ci ha fatto l'ennesima sopresa, proprio prima di uno dei ponti da bollino rosso, quello di ferragosto; ha alzato di nuovo le accise, tasse indirette e dirette (Irpef regonale per 8 Regioni tra cui il Lazio) toglieranno ancora reddito disponibile, così dopo il taglio vacanze, anche il taglio regali di Natale ci aspetta...
Al Governo abbiamo proprio dei tecnici con i fiocchi, un misto di soloni e banchieri che stanno riformando, uccidendo e svendendo l'Italia, e la cosa bella che nessuno dice nulla, tutti zitti al mare, milioni di struzzi che aspettano il peggioramento autunnale per far finta di protestare...
Anche gli stranieri immigrati iniziano a non vivere bene in Italia, se ci fosse ancora uno straccio di Lega Nord sarebbero veramente soddisfatti, solo che ho tanta paura che gli ex duri e puri specie al Nord sceglieranno le sirene di Grillo, almeno oltre alle tasse, all'asfissia creditizia, alla disoccupazione si faranno due risate nel 2013 quando ci saranno le elezioni.
Mercati&Materie è avanti anche al Corriere della Sera, Frank immigrato albanese mi aveva detto le stesse cose sctitte dal sottoscritto in "disoccupati in crociera".
A proposito di risate amare beccatevi questo Max Giusti d'annata sentito ieri sera:
"Sapete perchè l'Italia ha la forma dello stivale rispetto agli altri Paesi? Immaginate di camminare in mezzo alla ***** con i sandali..."
Penso che detto questo ho detto tutto!
Sui mercati orribili ma indistruttibili, manine sagaci, tra bassi volumi e divergenze di tutti i tipi stanno facendo tenere i supporti in tutto il mondo. Per l'Italia ennesima asta bot lunedì (con tassi in calo immagino) e scadenze tecniche venerdì 17...
Altro non dico, con mercati di questo tipo che vedono Bankia fare +20% un giorno e -17% il giorno dopo i commenti tecnici li lascio ai giornali sussidiati e ai trader professionisti.
Vedendo il distributore vuoto questa mattina un'amara considerazione mi è venuta.
Io ameno 45 anni di Italia discreta li ho vissuti, cosa vivranno i miei figli?
Ha fatto bene Fabio Troglia ad emigrare a Malta, lì gli immigrati in questi anni nenche li facevano sbarcare e quindi neanche si possono lamentare, loro...

 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
e sulle 9 stanze x 2 mesi al mare di fini non diciamo niente?

ma ste scorte non si possono tagliare?..da chi devono difendersi? dai cittadini incazzati?

Fini nella bufera, vacanze pagate per la scorta che requisisce 9 camere d’Albergo | Leggilo.net
non è il solo
Quotidiano Net - Mobile
Villa Calderoli, tolta la scorta
In due anni è costata 900mila euro


BERGAMO
ALLA NOTIZIA, lui ci ha scherzato su: «Sono tornato un uomo libero. A tutti è stato abbassato di un grado il livello di sicurezza e trovo che sia giusto». Aggiungendo però, un attimo dopo, «di provare ancora qualche preoccupazione. Potrebbe arrivare qui un kamikaze e farsi saltare in ...
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto