Il Mutuo e Il Prestito (1 Viewer)

hellboy

Forumer attivo
Registrato
16 Febbraio 2009
Messaggi
771
Mutui: quando comprano gli stranieri

Mutui: quando comprano gli stranieri - Articolo | tiscali.finanza

L'immigrato che vuole comprare casa richiede mediamente 132mila euro di finanziamento.

Secondo un'analisi condotta da Mutui.it, il broker online per la scelta del mutuo, degli ultimi sei mesi sui preventivi di mutuo richiesti on line per l'acquisto della prima casa, si è scoperto che oltre l'11% di questi arriva da cittadini di nazionalità straniera.

Il mutuo degli stranieri
Il mutuo più richiesto dagli stranieri in media è di 132mila euro pari all'80% del valore dell'immobile da acquistare e nel 54% dei casi preferiscono il tasso variabile (solitamente si vuole finanziare solo il 75% del costo totale dell'immobile).

Se confrontati con i valori medi italiani delle richieste di finanziamento per l'acquisto della prima casa, questi dati evidenziano l'interesse dei cittadini stranieri per immobili di valore inferiore rispetto alla media (165.000 contro 200.000 euro). Si evince che pur di comprare casa gli immigrati accettano immobili più periferici, o in condizioni peggiori, e sono disposti ad impegnarsi in mutui più importanti.

Il profilo
L'immigrato che decide di comprare casa con un finanziamento si impegna con la banca per 25 anni e al momento della richiesta del mutuo ha 35 anni.

Nel nostro Paese a dominare la classifica sono i romeni con il 32,5% del totale: circa 1 mutuo su 3 fra quelli richiesti da stranieri proviene da cittadini della Romania. Un dato spiegato dal fatto che i romeni sono in Italia la comunità straniera più grande (secondo gli ultimi dati Istat, si stimano per il 2011 997.000 Romeni in Italia, seguiti a grande distanza da 491.000 Albanesi che però richiedano solo il 5,73% dei mutui analizzati).

Dove
Le regioni dove si concentra la richiesta maggiore di mutui da parte degli stranieri sono quelle del Nord e del Centro Italia, Lombardia (25,80%) e Lazio (13,38%) su tutte. Seguono Emilia Romagna (12,61%), Veneto (11,15%), Piemonte (8,47%), Toscana (7,20%) e Friuli Venezia Giulia (3,12%).
 
Registrato
30 Marzo 2012
Messaggi
1
Dati interessanti che fotografano molto bene la situazione del mercato immobiliare italiano. Ovviamente bisogna considerare le differenze a seconda della posizione geografica dell'immobile. Probabilmente è vero che gli stranieri preferiscano acquistare casa anche in pessime condizioni o in zone periferiche rispetto all'opzione affitto. C'è da chiedersi però come mai i prezzi dei mutui restino alti nonostante l'andamento dell'Euribor?
 

ricpast

Sono un tipo serio
Registrato
24 Ottobre 2003
Messaggi
6.759
C'è da chiedersi però come mai i prezzi dei mutui restino alti nonostante l'andamento dell'Euribor?

mi pare ovvio:

se nel mondo ci si fida molto meno di tempo fa della capacità della Repubblica Italiana a rimborsare i propri debiti perchè mai ci si dovrebbe fidare dei cittadini di quel paese?

Il meccanismo infatti è ovviamente quello ed è "perfetto" dal punto di vista macro, in sequenza:

- italia poco affidabile = aumento spread vs bund

- banche italiane diventano quindi meno affidabili perchè detentrici di grossa parte di quel debito = aumento degli spread richiesti a quelle stesse banche per fare provvista (e quindi necessario intervento BCE come è avvenuto)

- cittadini italiani diventano meno affidabili perchè vivono in un paese dove è più facile perdere il lavoro e la capacità di rimborso dei debiti = aumento degli spread nei mutui
 

ricpast

Sono un tipo serio
Registrato
24 Ottobre 2003
Messaggi
6.759
E poi ci sono politici che starnazzano urlando che "loro se ne fregano dello spread con il bund perchè non ha legami con la realtà quotidiana..."

:D

dei poveri dementi che hanno già fatto la secessione dal loro cervello
 

clary

Forumer attivo
Registrato
12 Giugno 2009
Messaggi
805
Buongiorno a tutti. Non mi dilungo e cerco di essere breve: mutuo contratto nel 2009 con spread di 0,9 + euribor 6 mesi. Oggi il direttore della banca mi chiama per propormi un prodotto di copertura innovativo e molto conveniente, a detta sua, per una copertura CAP step-up. Pongono delle linea di soglia crescenti negli anni in modo tale da coprirsi dal rischio di un rialzo dei tassi futuri, magari anche violento. Il prodotto costa 12000 euro ma viene spalmato nelle rate mensili nei dieci anni della sua validità e dunque una maggiorazione mensile di 105 euro. I CAP sono così smaltiti negli anni a partire da ora : 0,6 - 0,85 - 1,3 - 1,8 - 2,4 - 2,8 - 3,25 - 3,5 - 3,65. Secondo voi e' la classica operazione bancaria per reperire liquidità oppure potrebbe rilevarsi un buon prodotto ?
 

ricpast

Sono un tipo serio
Registrato
24 Ottobre 2003
Messaggi
6.759
Buongiorno a tutti. Non mi dilungo e cerco di essere breve: mutuo contratto nel 2009 con spread di 0,9 + euribor 6 mesi. Oggi il direttore della banca mi chiama per propormi un prodotto di copertura innovativo e molto conveniente, a detta sua, per una copertura CAP step-up. Pongono delle linea di soglia crescenti negli anni in modo tale da coprirsi dal rischio di un rialzo dei tassi futuri, magari anche violento. Il prodotto costa 12000 euro ma viene spalmato nelle rate mensili nei dieci anni della sua validità e dunque una maggiorazione mensile di 105 euro. I CAP sono così smaltiti negli anni a partire da ora : 0,6 - 0,85 - 1,3 - 1,8 - 2,4 - 2,8 - 3,25 - 3,5 - 3,65. Secondo voi e' la classica operazione bancaria per reperire liquidità oppure potrebbe rilevarsi un buon prodotto ?
Desumo che hai 9 anni residui di mutuo.
Ho capito bene?
 

angy2008

Forumer storico
Registrato
11 Settembre 2009
Messaggi
6.655
Buongiorno a tutti. Non mi dilungo e cerco di essere breve: mutuo contratto nel 2009 con spread di 0,9 + euribor 6 mesi. Oggi il direttore della banca mi chiama per propormi un prodotto di copertura innovativo e molto conveniente, a detta sua, per una copertura CAP step-up. Pongono delle linea di soglia crescenti negli anni in modo tale da coprirsi dal rischio di un rialzo dei tassi futuri, magari anche violento. Il prodotto costa 12000 euro ma viene spalmato nelle rate mensili nei dieci anni della sua validità e dunque una maggiorazione mensile di 105 euro. I CAP sono così smaltiti negli anni a partire da ora : 0,6 - 0,85 - 1,3 - 1,8 - 2,4 - 2,8 - 3,25 - 3,5 - 3,65. Secondo voi e' la classica operazione bancaria per reperire liquidità oppure potrebbe rilevarsi un buon prodotto ?
molto innovativo, nel senso che non potendo più ficcare bidoni ai grossi ora passano all'assalto dei piccoli.
Queste operazioni servono a rendere meno onerosi per la banca i mutui a tasso variabile stipulati con spread sotto 1%, visto che il cliente gode di un tasso buono vediamo di prendergli qualche soldino in più.
Difficilmente potrai guadagnarci visto come crescono velocemente i CAP proposti, comunque hai omesso un piccolo particolare e cioè quanto è il debito residuo che hai.
Se devi coprire 1milione può anche essere una cosa fattibile ma se sono 200k non è conveniente.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto