II thread inutile - la solitudine - (1 Viewer)

reginella

Forumer attivo
Registrato
20 Settembre 2010
Messaggi
683
dopo aver rotto il ghiaccio con il primo thread inutile, eccomi pronta con il secondo.
anche per questo non è richiesto nulla, tanto...in mezzo a tanto nulla, un pò di nulla in più non guasta mai.
sono e sono solo pensieri, buttati in mezzo ai byte come su un foglio di carta.
si tratta di mettere insieme un pò di pensieri, qualche idea, magari un pò di sano sarcasmo e si parte a scrivere.
è strano come per un 3d come questo si scriva in mezzo al nulla, pensando che magari nessuno leggerà invece che parlare con una amica o con qualcuno che ci è vicino, ma così è se vi pare.
si potrebbe parlare da soli, ma si verrebbe presi per pazzi, da notare che io parlo con i miei cani ma questa è un'altra storia.
ebbene eccoci: la solitudine.
ma che cos'è poi la solitudine??
uno stato dell'anima, uno stato effettivamente fisico senza nessuno vicino, oppure una sensazione o ancora qualche altra cosa?
e non fatemi la domanda: "siamo soli nell'universo??" perchè smonterebbe tutto il castello di carte (io penso che siamo soli nell'universo).
la solitudine è una scelta di vita? o una scelta di vita fatta da un altro per me?
e ancora: la solitudine è veramente tristezza?
c'è gente che paga per entrare in un eremo e stare da sola, valli a capire.
ma poi, siamo soli sempre o non siamo mai soli?
io penso che si possa decidere di essere soli anche se fisicamente non lo si è.
sto iniziando a vaneggiare.
meglio che vada.
buona domenica e buon lunedì a chi leggerà domani.
pardòn per le boiate che ho scritto.

(io penso di aver provato la solitudine a -30mt)
(magari metterò una pietra al collo e verificherò che a -50mt si è ancora più soli)

...scherzo...
 

just me

Banned
Registrato
7 Maggio 2011
Messaggi
38
Essere solo è la tua Natura. Sei nato solo, solo morirai.
E stai vivendo da solo senza capirlo, senza esserne pienamente consapevole.
Tu fraintendi l’essere solo con la Solitudine; è semplicemente un fraintendimento.
Tu basti a te stesso: il periodo di transizione è un po’doloroso e difficile
a causa delle vecchie abitudini, ma non durerà a lungo.
E il modo per renderlo corto, sopportabile, è goderti il tuo essere da solo, sempre di più.
Puoi rendere il tuo essere solo sempre più forte. Così tutto il tuo sforzo deve essere molto positivo.
Nutri e alimenta il tuo essere solo con tutto ciò che hai, riversaci il tuo Amore, e sarai sorpreso di scoprire che tutti quei vuoti di tristezza e di irritabilità non verranno più, perchè non avrai più energia
per loro e non sarai più disposto a dare loro il benvenuto.
Infatti, solo una persona che vive benissimo il suo essere solo è in grado di entrare in relazione,perchè il suo non è un bisogno.
Quella persona non è un mendicante, non ti chiede nulla, nemmeno la tua compagnia.
E’ una persona che dona. Condivide semplicemente,forte della sua abbondanza di gioia, di Pace,
di Silenzio, di beatitudine.
osho
 

just me

Banned
Registrato
7 Maggio 2011
Messaggi
38
Continuamente, nei secoli, è stato detto e ripetuto; tutti gli uomini di religione lo hanno detto: "A questo mondo veniamo soli, e soli ce ne andiamo. Ogni unione è illusoria. L'idea stessa di essere insieme a qualcuno è frutto del nostro essere soli, e la solitudine ferisce. Nella relazione vogliamo annegare la nostra solitudine.Ecco perché ci coinvolgiamo tanto nell'amore. Cerca di capirlo: di solito pensi di esserti innamorato di una donna, o di esserti innamorata di un uomo perché l'altro è bello, perché l'altra è meravigliosa. Non è vero. La verità è esattamente l'opposto: ti sei innamorato perché non riesci a stare solo, l'innamoramento era inevitabile: in un modo o nell'altro avresti evitato te stesso. E ci sono persone che non si innamorano di uomini o donne si innamorano del denaro. Iniziano a giocare col denaro, oppure col potere, e diventano uomini politici. Anche questo è un evitare la propria solitudine.Se osservi un uomo, se ti osservi profondamente, rimarrai sorpreso: tutte le vostre attività possono essere ridotte a un'unica fonte. La motivazione all'origine del vostro agire è questa: avete paura della vostra solitudine. Ogni altra cosa è solo una scusa. La causa reale è che vi sentite estremamente soli.
osho
 

superbaffone

Guest
noi naufraghi nell'isola vogliamo solo soffrire in solitudine i nostri loss borsitici :-o
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
19.852
Località
Via Lattea

Nessuno è solo finché di notte
Anche lontano ha chi non dorme
Per pensare a lui…



[ame=http://www.youtube.com/watch?v=kM_tZs0wuaw]‪Tiziano Ferro 'Gia ti guarda Alice' (traduccion español)‬‏ - YouTube[/ame]
 

ConteRosso

admin sanguinario
Registrato
30 Maggio 2008
Messaggi
14.499
Località
mondo virtuale
io distinguerei la solitudine come scelta, così descritta benissimo
da just me , alla solitudine non voluta
questa seconda è dura da sopportare, ci si sente come rifiutati dal mondo
io ho provato tutte e due le solitudini
ora ho deciso di scegliere le mie amicizie, quindi solo non mi sento
e quando sto da solo mi sopporto :)
 

reginella

Forumer attivo
Registrato
20 Settembre 2010
Messaggi
683
GRAZIE!
un doveroso e sentito GRAZIE a tutti voi che avete inserito un post.
quando ho iniziato a scrivere ho pensato al fatto che si trattava solo di parole buttate "giù" così, senza quasi una logica, senza essere chiara, ma scritte per chi ha voluto leggerle con sentimento.
e con sentimento mi avete risposto tutti e vi ringrazio ancora per averlo fatto.
e tutti, nessuno escluso, ha risposto in modo toccante, mai superficiale.
avete dato delle risposte che mi hanno toccata nel profondo, che mi hanno fatta pensare, sorridere e ancora riflettere sulla solitudine.
se posso permettermi un un pò di amicizia nei vostri confronti, persone che non conosco ma che mi siete stati vicini, ebbene mi avete fatto sentire un pò meno sola, molto meno sola.
un grazie di cuore detto con il cuore.
 

patatina 77

Cratore di UGC
Registrato
8 Ottobre 2009
Messaggi
7.384
GRAZIE!
un doveroso e sentito GRAZIE a tutti voi che avete inserito un post.
quando ho iniziato a scrivere ho pensato al fatto che si trattava solo di parole buttate "giù" così, senza quasi una logica, senza essere chiara, ma scritte per chi ha voluto leggerle con sentimento.
e con sentimento mi avete risposto tutti e vi ringrazio ancora per averlo fatto.
e tutti, nessuno escluso, ha risposto in modo toccante, mai superficiale.
avete dato delle risposte che mi hanno toccata nel profondo, che mi hanno fatta pensare, sorridere e ancora riflettere sulla solitudine.
se posso permettermi un un pò di amicizia nei vostri confronti, persone che non conosco ma che mi siete stati vicini, ebbene mi avete fatto sentire un pò meno sola, molto meno sola.
un grazie di cuore detto con il cuore.
mica abbiamo finito, io ad esempio sto ancora pensando a cosa scrivere.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto