Ieri sera ho insegnato l'omofobia a mio figlio (1 Viewer)

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
48.032
Località
Il mondo dei sogni
Nella tua frase l'aggettivo "fulminato" era riferito ad un uomo, Caronte, giusto?

Se è così l'asterisco non si usa.

L'asterisco si usa specialmente al plurale quando si vuole sottolineare che in quel plurale sono ricompresi sia soggetti femminili sia maschili.

Ma anche al singolare si usa nello stesso modo.

Esempi: Insegnante che chiede alla classe di alzarsi in piedi: "tutti in piedi!" Ricomprende anche le allieve a meno che non sia una classe maschile quindi: " tutt* in piedi!"

"quella donna aspetta un bambino". A meno che non si sappia già che si tratta di un maschio, potrebbe anche essere una bambina e quindi: "quella donna aspetta un* bambin*"
 

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
48.032
Località
Il mondo dei sogni
In alternativa si può anche esplicitare la doppia ipotesi

"tutte e tutti in piedi!"
"quella donna aspetta una bambina o un bambino"

O cercare termini più inclusivi.
Nel primo esempio non si trovano.

Nel secondo: " quella donna aspetta una creatura", che è termine che ricomprende in modo neutro sia il maschile sia il femminile.
 

Caront€

Succube a prescindere!
Registrato
12 Novembre 2004
Messaggi
11.334
Località
se va avanti così sotto un ponte!
In alternativa si può anche esplicitare la doppia ipotesi

"tutte e tutti in piedi!"
"quella donna aspetta una bambina o un bambino"

O cercare termini più inclusivi.
Nel primo esempio non si trovano.

Nel secondo: " quella donna aspetta una creatura", che è termine che ricomprende in modo neutro sia il maschile sia il femminile.
chiunque possegga un deretano lo stacchi dalla sedia :-o:-o:-o
 

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.881
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
Nella tua frase l'aggettivo "fulminato" era riferito ad un uomo, Caronte, giusto?

Se è così l'asterisco non si usa.

L'asterisco si usa specialmente al plurale quando si vuole sottolineare che in quel plurale sono ricompresi sia soggetti femminili sia maschili.

Ma anche al singolare si usa nello stesso modo.

Esempi: Insegnante che chiede alla classe di alzarsi in piedi: "tutti in piedi!" Ricomprende anche le allieve a meno che non sia una classe maschile quindi: " tutt* in piedi!"

"quella donna aspetta un bambino". A meno che non si sappia già che si tratta di un maschio, potrebbe anche essere una bambina e quindi: "quella donna aspetta un* bambin*"


intendevo la pena della fulminazione a chi osa profferire concetti che potrebbbbbero essere visti anchepersinoeccessivo come sessist*
quindi essendo pena ( o pen* ? la pena al singolare è femminile, ma al plurale, pene, è maschile???? ) per chi non si sa, ecco l'asterisc* :-o



cmq, secondo la grammatica, si usa il maschile quando non è dato sapere il genere, ed anche se il genere è misto :benedizione:
ergo :D:D:D
 

Claire

ἰοίην
Registrato
8 Novembre 2010
Messaggi
48.032
Località
Il mondo dei sogni
intendevo la pena della fulminazione a chi osa profferire concetti che potrebbbbbero essere visti anchepersinoeccessivo come sessist*
quindi essendo pena ( o pen* ? la pena al singolare è femminile, ma al plurale, pene, è maschile???? ) per chi non si sa, ecco l'asterisc* :-o



cmq, secondo la grammatica, si usa il maschile quando non è dato sapere il genere, ed anche se il genere è misto :benedizione:
ergo :D:D:D
Lo so.
Ma la lingua evolve e sono già quasi 30 anni che se ne discute. C'è parecchio fermento in campo.

Se ne sta occupando anche l'accademia della crusca e negli spazi web l'asterisco prende parecchio piede, anche in campo istituzionale. Ho visto progetti presentati in Regione che recavano l'asterisco usato in quel modo.

È abbastanza impossibile che venga introdotto nei libri di scuola, è vero. Per adesso ha valore simbolico e di "denuncia"

A me piace :)
 
Ultima modifica:

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.881
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
Lo so.
Ma la lingua evolve e sono già quasi 30 anni che se ne discute. C'è parecchio fermento in campo.

Se ne sta occupando anche l'accademia della crusca e negli spazi web l'asterisco prende parecchio piede, anche in campo istituzionale. Ho visto progetti presentati in Regione che recavano l'asterisco usato in quel modo.

È abbastanza impossibile che venga introdotto nei libri di scuola, è vero. Per adesso ha valore simbolico e di "denuncia"

A me piace :)

beh è giusto che in campo istituzionale, ed in regione, perdano tempo con le pippe mentali anzichè a fare quello che dovrebbero :rolleyes::rolleyes:

ma a proposito della Crusca, è prevista l'abolizione della terza persona singolare femminile come forma di cortesia? lo ritengo assolutamente desueto e talvolta persino fuori luogo
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto