I guru di borza, Karl Marx e il senno di poi: thread ufficiale (1 Viewer)

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
21.379
Località
Via Lattea
Partiamo dai guru di borza.
Mettiamo che l'indice S&PMib quoti, per esempio, circa 19.000.
Un guru potrà dire "per me salirà fino a 24.000".
Un altro guru potrà controbattere "per me scenderà fino a 15.000".

Secondo me, si verificheranno entrambe le gurate. Solo che non so se prima salirà a 24K e poi scenderà a 15K, o viceversa. :( :( :( Se io lo saprebbi, saressi ricchio. :sad: :sad: :sad:





Proseguiamo con Karl Marx.
Diceva, se non sbaglio, che le classi intermedie si sarebbero assottigliate numericamente.
Le masse proletarie sarebbero diventate sempre più povere, e i kapitalisti sarebbero stati sempre più ricchi.
A quel punto, ai poverissimi proletari sarebbe bastato contarsi, prendere coscienza del fatto che bastava appropriarsi delle ricchezze diligentemente accumulate dai pochissimi kapitalisti, e fare una rivoluzione per distribuire alla collettività le ricchezze.





Ora: il "senno di poi" darebbe ragione ad entrambedue i guru dell'esempio sopra riprodotto.
E Marx?
Fino a qualche anno fa pensavo che avesse toppato in pieno: la rivoluzione tardava a venire, il benessere sembrava crescerre e distribuirsi (salvo nel terzo mondo, vabbé, son dettagli)...
Adesso, mi pare, abbiamo pochi kapitalisti, pochi top-super-ultraManager stramilionari, e le condizioni di lavoro delle masse non top-istiche peggiorano.
Il divario tra lo stipendio di un top-manager di una grande azienda e l'ultimo dei suoi collaboratori, negli ultimi decenni, non è solo salito: è esploso.




E dunque?
Marx aveva ragione?
Moriremo tutti comunisti?
Anche Calderoli?
E, se aveva ragione, possiamo considerare "guru sociale" uno che fa una previsione che si verifica centoventordici anni dopo che lui l'ha scritta, o ci ha preso solo per una casuale sequenza di avvenimenti (AKA "una botta di cùlo", storicamente parlando)?
Come uno che dice "prevedo l'indice a ventordicimila", e l'indice ci arriva sì, ma 14 anni dopo?

Ultima domanda: solo gipa leggerà questo thread? :-?
 

DANY1969

Forumer storico
Registrato
23 Marzo 2009
Messaggi
20.400
Partiamo dai guru di borza.
Mettiamo che l'indice S&PMib quoti, per esempio, circa 19.000.
Un guru potrà dire "per me salirà fino a 24.000".
Un altro guru potrà controbattere "per me scenderà fino a 15.000".

Secondo me, si verificheranno entrambe le gurate. Solo che non so se prima salirà a 24K e poi scenderà a 15K, o viceversa. :( :( :( Se io lo saprebbi, saressi ricchio. :sad: :sad: :sad:





Proseguiamo con Karl Marx.
Diceva, se non sbaglio, che le classi intermedie si sarebbero assottigliate numericamente.
Le masse proletarie sarebbero diventate sempre più povere, e i kapitalisti sarebbero stati sempre più ricchi.
A quel punto, ai poverissimi proletari sarebbe bastato contarsi, prendere coscienza del fatto che bastava appropriarsi delle ricchezze diligentemente accumulate dai pochissimi kapitalisti, e fare una rivoluzione per distribuire alla collettività le ricchezze.





Ora: il "senno di poi" darebbe ragione ad entrambedue i guru dell'esempio sopra riprodotto.
E Marx?
Fino a qualche anno fa pensavo che avesse toppato in pieno: la rivoluzione tardava a venire, il benessere sembrava crescerre e distribuirsi (salvo nel terzo mondo, vabbé, son dettagli)...
Adesso, mi pare, abbiamo pochi kapitalisti, pochi top-super-ultraManager stramilionari, e le condizioni di lavoro delle masse non top-istiche peggiorano.
Il divario tra lo stipendio di un top-manager di una grande azienda e l'ultimo dei suoi collaboratori, negli ultimi decenni, non è solo salito: è esploso.




E dunque?
Marx aveva ragione?
Moriremo tutti comunisti?
Anche Calderoli?
E, se aveva ragione, possiamo considerare "guru sociale" uno che fa una previsione che si verifica centoventordici anni dopo che lui l'ha scritta, o ci ha preso solo per una casuale sequenza di avvenimenti (AKA "una botta di cùlo", storicamente parlando)?
Come uno che dice "prevedo l'indice a ventordicimila", e l'indice ci arriva sì, ma 14 anni dopo?

Ultima domanda: solo gipa leggerà questo thread? :-?
:no: Pure io :-o
Risposta:
aveva ragione Marx;
moriremo tutti (eviterei aggettivi qualificativi);
anche Calderoli (va bene anche se leghista... l'importante è che muoia).
Un guru è un guru :-o, le sue guraggini attraversano lo spazio-tempo e non hanno scadenza :-o


:specchio::titanic::help:
 

gipa69

collegio dei patafisici
Registrato
11 Novembre 2002
Messaggi
24.464
Località
liguria
:no: Pure io :-o
Risposta:
aveva ragione Marx;
moriremo tutti (eviterei aggettivi qualificativi);
anche Calderoli (va bene anche se leghista... l'importante è che muoia).
Un guru è un guru :-o, le sue guraggini attraversano lo spazio-tempo e non hanno scadenza :-o


:specchio::titanic::help:
:benedizione::benedizione::benedizione:
 

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.886
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
Partiamo dai guru di borza.
Mettiamo che l'indice S&PMib quoti, per esempio, circa 19.000.
Un guru potrà dire "per me salirà fino a 24.000".
Un altro guru potrà controbattere "per me scenderà fino a 15.000".

Secondo me, si verificheranno entrambe le gurate. Solo che non so se prima salirà a 24K e poi scenderà a 15K, o viceversa. :( :( :( Se io lo saprebbi, saressi ricchio. :sad: :sad: :sad:





Proseguiamo con Karl Marx.
Diceva, se non sbaglio, che le classi intermedie si sarebbero assottigliate numericamente.
Le masse proletarie sarebbero diventate sempre più povere, e i kapitalisti sarebbero stati sempre più ricchi.
A quel punto, ai poverissimi proletari sarebbe bastato contarsi, prendere coscienza del fatto che bastava appropriarsi delle ricchezze diligentemente accumulate dai pochissimi kapitalisti, e fare una rivoluzione per distribuire alla collettività le ricchezze.





Ora: il "senno di poi" darebbe ragione ad entrambedue i guru dell'esempio sopra riprodotto.
E Marx?
Fino a qualche anno fa pensavo che avesse toppato in pieno: la rivoluzione tardava a venire, il benessere sembrava crescerre e distribuirsi (salvo nel terzo mondo, vabbé, son dettagli)...
Adesso, mi pare, abbiamo pochi kapitalisti, pochi top-super-ultraManager stramilionari, e le condizioni di lavoro delle masse non top-istiche peggiorano.
Il divario tra lo stipendio di un top-manager di una grande azienda e l'ultimo dei suoi collaboratori, negli ultimi decenni, non è solo salito: è esploso.




E dunque?
Marx aveva ragione?
Moriremo tutti comunisti?
Anche Calderoli?
E, se aveva ragione, possiamo considerare "guru sociale" uno che fa una previsione che si verifica centoventordici anni dopo che lui l'ha scritta, o ci ha preso solo per una casuale sequenza di avvenimenti (AKA "una botta di cùlo", storicamente parlando)?
Come uno che dice "prevedo l'indice a ventordicimila", e l'indice ci arriva sì, ma 14 anni dopo?

Ultima domanda: solo gipa leggerà questo thread? :-?

il guru chiede fede, e la fede è trascendente
la trascendenza è garantita dalla ambiguità del verbo che appunto deve essere espresso in modo così flessibbile ( si noti: non ambiguo ma flessibile) da potersi adattare ... o attendere
l'artificio della mancata indicazione del tempo è noto da secoli: si utilizza insieme a dati invece precisi, così da rinforzare la fiducia 'scientifica': tutto quanto sopra è notissimo a chi opera in opzioni
( i guru delle opzioni sono guru di secondo livello : parlano della velocità oltre che dello spazio :rolleyes: )

ergo:
il tema IQT è errato, perchè prescinde dalla conoscienza del fenomeno 'guru'
o, peggio, assimila il guru ad un predictor: lui sì è tenuto a definire tempo&spazio, come un meterologo



infine:
Ultima domanda: solo gipa leggerà questo thread?
era un tentativo di gurata ( non hai messo il tempo, aka '' entro 24h'')
ma i guru si mettono obiettivi più probabili :D ...

Gipa!! ideona!!
scriviamo '' il decalogo del guru '' ?? :D:D:D:D ;)
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
21.379
Località
Via Lattea
il guru chiede fede, e la fede è trascendente
la trascendenza è garantita dalla ambiguità del verbo che appunto deve essere espresso in modo così flessibbile ( si noti: non ambiguo ma flessibile) da potersi adattare ... o attendere
l'artificio della mancata indicazione del tempo è noto da secoli: si utilizza insieme a dati invece precisi, così da rinforzare la fiducia 'scientifica': tutto quanto sopra è notissimo a chi opera in opzioni
( i guru delle opzioni sono guru di secondo livello : parlano della velocità oltre che dello spazio :rolleyes: )

ergo:
il tema IQT è errato, perchè prescinde dalla conoscienza del fenomeno 'guru'
o, peggio, assimila il guru ad un predictor: lui sì è tenuto a definire tempo&spazio, come un meterologo



infine:
Ultima domanda: solo gipa leggerà questo thread?
era un tentativo di gurata ( non hai messo il tempo, aka '' entro 24h'')
ma i guru si mettono obiettivi più probabili :D ...

Gipa!! ideona!!
scriviamo '' il decalogo del guru '' ?? :D:D:D:D ;)
Non sono gipa, ma ricordo alle masse forumistiche che una delle Menti Più Illuminate Mai Comparse In Uno O Più Forum Di Finanza (per intenderci: siamo al livello di melodia, sempre sia lodata), aperse un thread che è ancòra d'attualità.
Io lo rileggo ogni sera, prima di recitare le bestemmie quotidiane e coricarmi.

http://www.investireoggi.it/forum/metodo-per-diventare-guru-da-forum-vt3516.html
 

gipa69

collegio dei patafisici
Registrato
11 Novembre 2002
Messaggi
24.464
Località
liguria
Non sono gipa, ma ricordo alle masse forumistiche che una delle Menti Più Illuminate Mai Comparse In Uno O Più Forum Di Finanza (per intenderci: siamo al livello di melodia, sempre sia lodata), aperse un thread che è ancòra d'attualità.
Io lo rileggo ogni sera, prima di recitare le bestemmie quotidiane e coricarmi.

http://www.investireoggi.it/forum/metodo-per-diventare-guru-da-forum-vt3516.html
:bow::bow::bow:
Da buon moderatore lo leggo tre volte al giorno rivolto verso Varese....:-o:-o:-o
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
21.379
Località
Via Lattea
Per coincidenza, proprio ieri un noto e autorevole sito di finanza massonica attribuiva alla FED una parte delle colpe della crescente diseguaglianza sociale negli USA (ma senza dire che ciò è propedeutico alla rivoluzione komunista).
Giuro che ho visto tale articolo solo oggi.
Io ho aperto il mio thread marxista 10 minuti esatti dopo la pubblicazione del suddetto articolo.

Ci saremo comunicati telepaticamente. :mumble:

Negli Usa disuguaglianze mai così alte come con Obama. Colpa della Fed? - Economia - Investireoggi.it
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto