Obbligazioni societarie HIGH YIELD e oltre, verso frontiere inesplorate (69 lettori)

fedro10

Forumer storico
Registrato
23 Luglio 2013
Messaggi
2.784
Announcement: Moody's says Cleveland-Cliffs $1.2 billion redemption of preferred stock will not impact its ratings
 

Brizione

Moderator
Membro dello Staff
Registrato
24 Febbraio 2013
Messaggi
5.299
Le obbligazioni emesse al portatore possono anche comportare il rischio che i pagamenti di interessi e capitale possano in alcuni casi essere garantiti solo dalla buona fede dell'emittente.
Le obbligazioni non garantiscono ne gli interessi ne il rimborso del capitale
Che siano obbligazioni emesse da Ekosem o da Microsoft
Neanche le secured

se non c’è la volontà di onorare il debito

in passato Ekosem chiese e ottenne di allungare la scadenza senza penalizzare cedola e capitale
 
Ultima modifica:

m.m.f

Forumer storico
Registrato
17 Luglio 2015
Messaggi
6.617
Il presidente egiziano Abdel Fattah Al-Sisi ha ordinato al governo di aumentare gli stanziamenti finanziari per gli investimenti pubblici, nel quadro della Vision 2023 dell'Egitto.

Ha inoltre chiesto al governo di mantenere il buon andamento economico al fine di stabilizzare le condizioni monetarie ed economiche del Paese, e aggiornare regolarmente i meccanismi di governance dei dati del PIL.

Le osservazioni di Al-Sisi sono arrivate durante il suo incontro domenicale con il primo ministro Mostafa Madbouly e il ministro delle finanze Mohamed Maait, alla presenza di Ahmed Kajouk, vice ministro delle finanze per le politiche finanziarie, e Ihab Abu Eish, vice ministro delle finanze per il Tesoro pubblico.

Il ministro delle Finanze ha presentato una serie di importanti indicatori finanziari nell'anno fiscale (FY) 2020/21, rilevando che il governo è riuscito ad aumentare le entrate statali di 119 miliardi di EGP, con un tasso di crescita del 12,2% e una crescita della spesa pubblica del 9% .

È stato raggiunto un avanzo primario di bilancio di circa 93,1 miliardi di EGP, pari all'1,4% del PIL, riducendo il deficit di bilancio dall'8% al 7,4%.

Maait ha spiegato che l'Egitto è stato uno dei migliori paesi nel ridurre il rapporto debito/PIL, nonostante la pandemia di coronavirus, che ha colpito la crescita economica, le entrate e le spese in molti paesi e li ha costretti ad aumentare i tassi di debito.

Ha aggiunto che l'Egitto è anche riuscito ad aumentare l'efficienza della gestione del debito pubblico diversificando i suoi strumenti di prestito nazionali e internazionali, e il rapporto debito/PIL in Egitto è diminuito dal 108% durante l'anno fiscale 2016/17 al 90,6% nell'esercizio 2020/21.

Ha anche sottolineato il successo del governo nell'estendere la durata del suo debito da meno di 1,3 anni prima di giugno 2017 a 3,45 anni nel giugno 2021. Anche il servizio del debito è stato ridotto dal 40% della spesa totale durante l'esercizio 2019/20 al 36% durante l'esercizio 2020/21, con il governo che mira a un ulteriore calo al 31,5% durante l'esercizio 2021/22.

Maait ha inoltre sottolineato che gli investimenti pubblici totali nell'esercizio 2021/22 sono stati pari a circa 358,1 miliardi di EGP, in crescita del 28% rispetto all'esercizio 2020/21.

Inoltre, l'incontro ha esaminato i più importanti progetti in corso per lo sviluppo del sistema doganale e gli sforzi per aumentare le capacità degli operatori doganali egiziani.

In tale contesto, il Presidente ha diretto il completamento delle procedure di ristrutturazione e ammodernamento dell'Agenzia delle Dogane, e l'utilizzo delle moderne tecnologie nella governance dei porti doganali.

Al-Sisi ha diretto l'accelerazione della digitalizzazione delle procedure doganali e l'applicazione del sistema dello sportello unico in tutti i porti, con l'obiettivo di semplificare le procedure e ridurre i tempi di sdoganamento.

L'incontro ha anche affrontato gli sviluppi nel sistema fiscale egiziano, inclusa la fattura elettronica, nonché gli sforzi per automatizzare le procedure di riscossione delle imposte.

 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 13, Guests: 56)

Alto