Guida alla dichiarazione dei redditi 2019 persone fisiche

Discussione in 'Tasse, Redditi, Dichiarazioni' iniziata da fiscoeasy, 25 Maggio 2019.

    25 Maggio 2019
  1. fiscoeasy

    fiscoeasy Fiscoeasy - Commericialista online

    Registrato:
    13 Febbraio 2019
    Messaggi:
    12
    Occupazione:
    commercialista
    Località:
    palo del colle
    modello 730[​IMG]
    Guida alla dichiarazione dei redditi 2019 persone fisiche
    Con questa semplice guida fiscoeasy, il tuo commercialista online, intende offrire tutte le istruzioni necessarie ai contribuenti, persone fisiche, che necessitano di chiarimenti e/o istruzioni sulla compilazione e scadenze del modello 730. Non esitate a contattarci per eventuali dubbi e/o approfondimenti.

    Una volta pubblicato il modello 730 precompilato 2019, è partita la campagna per la dichiarazione dei redditi.
    Vediamo insieme, con questa guida per la “dichiarazione dei redditi 2019” per persone fisiche, a cosa serve ed a chi è "dedicato" il modello 730.
    Il 730 può essere utilizzato per la dichiarazione delle seguenti forme reddituali:

    • Reddito di lavoro dipendente ed assimilati ad esso;
    • Redditi provenienti da terreni e fabbricati;
    • Redditi da capitale;
    • Redditi da lavoro autonomo (dove la partita Iva non è richiesta);
    • Alcuni dei redditi provenienti da tassazione separata ed altri redditi.

    Modello 730/2019 precompilato

    Inviato dall’Agenzia delle Entrate ai contribuenti dall'anno 2016, il 730 è precompilato parzialmente con i dati già dichiarati al Fisco, ed è stato integrato nel 2018 con le spese sanitarie note. Una volta che il contribuente avrà ricevuto il 730 precompilato, avrà la facoltà di accettare il modello esattamente come lo ha ricevuto, o provvedere ad un'integrazione telematica dello stesso, sia tramite portale INPS che CAF oppure altri intermediari.

    Esclusioni ed esenzioni

    Nel caso, oltre al reddito da lavoro dipendente fossero presenti altri redditi, come ad esempio provenienti da impresa o da altre professioni, o arti, si dovrà presentare invece la Dichiarazione dei Redditi.
    Saranno esclusi dalla dichiarazione dei redditi, coloro che hanno come unico reddito uno tra i seguenti:

    • Lavoro dipendente o pensione, anche con abitazione principale;
    • Rapporti di collaborazione continuativi e coordinati;
    • Alcune tipi di redditi esenti, quali le pensioni di guerra o borse di studio.

    Anche chi possiede solo ed esclusivamente redditi che siano soggetti all'imposta sostitutiva oppure con ritenuta alla fonte è esonerato dalla dichiarazione dei redditi. Sarà bene ricordare però che in questi ultimi due casi, l'esenzione ha dei requisiti:

    • Tutti i redditi devono provenire da un unico sostituto di imposta. Nel caso fossero presenti più sostituti ad effettuare le ritenute d'acconto, occorre che l'ultimo, che ha effettuato il conguaglio, certifichi i precedenti.
    • Si avrà diritto alle detrazioni per il coniuge, oppure per i familiari e non saranno da tenere in considerazione le varie addizionali comunali/regionali.

    Cosa fare e documenti necessari

    Abbiamo esaminato gli obbligati nel consegnare tale modulo e, a meno che non si provveda all'invio telematico dei documenti, il modulo sarà sottoposto a due distinti soggetti:

    Al datore di lavoro, oppure all'ente pensionistico (il sostituto d'imposta), se effettua assistenza fiscale nell'anno in corso, in questo caso 2019;
    Ad eventuali intermediari consegnando i documenti necessari per fruire delle deduzioni e detrazioni di cui si intende godere nel modello 730

    Il contribuente, una volta completato il tutto, non sarà tenuto a presentare alcuna documentazione all'Agenzia delle Entrate, dal momento che quest'azione spetta al datore di lavoro o all'ente pensionistico, o eventualmente al CAF/intermediario al quale ci si sarà rivolti, come ad esempio Fiscoeasy.it.

    Il saldo che dovesse risultare, sia a credito per il rimborso, che a debito per il contribuente, sarà versato oppure trattenuto, a seconda dei due casi citati, nel mese di luglio, o sulla busta paga o sulla pensione.
    Si potrà eventualmente fare richiesta per avere/pagare la somma spettante anche all'Agenzia delle Entrate.

    Potrebbe capitare di aver commesso qualche errore od omissione nella compilazione del modello: in questi casi sarà possibile rettificare con un modulo integrativo. L'intermediario non dovrà essere necessariamente lo stesso al quale ci si è rivolti inizialmente.

    Qualora il modello 730 è presentato tramite il proprio datore di lavoro la scadenza ultima è l’8 luglio 2019 mentre se la presentazione avviene attraverso un intermediario la scadenza è prevista per il 23 luglio 2019.

    Consigliabile comunque controllare le varie scadenze fiscali sul portale dell'Agenzia delle Entrate.

    Documentazione necessaria

    Servirà inoltre, per il modello 730, presentare questa documentazione:

    Certificazione unica (emessa dal datore di lavoro oppure dall'ente pensionistico);
    • Qualsiasi documentazione attestante le spese deducibili/detraibili;
    • Ricevute di bonifici pagati per opere di ristrutturazione
    • Attestati di versamento acconti d'imposta;

    Sarà bene ricordare che tutta la documentazione andrà necessariamente conservata, per eventuali controlli futuri.

    Come si sarà potuto intuire da questa breve guida, le possibilità di "risparmio" possono essere notevoli. Spesso l'Iter potrebbe risultare non di semplice comprensione, quindi muoversi nella preparazione e presentazione di tutta la modulistica può non essere semplice.
    Si potrebbe correre il rischio, quindi, di dimenticare qualcosa o di commettere qualche errore. Fiscoeasy.it , il portale di riferimento, commercialista online, per il disbrigo di qualsiasi incombenza fiscale, può venire in aiuto ai clienti con un servizio di consulenza specializzata efficace e veloce.

    Non esitate a contattarci per eventuali dubbi e/o approfondimenti.

    www.fiscoeasy.it

    Team Fiscoeasy
     

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 0)

Condividi questa Pagina