gruppo vacanze intek risparmio (1 Viewer)

porchetto

la casa non fallisce
Registrato
5 Gennaio 2009
Messaggi
3.382
mi permetto di postare qui perchè sono operazioni che piacciono agli obbligazionisti

ho avviato una mail list per tenere informati sull'argomento, effettivamente con persone più vicine ci siamo resi conto di detenere un pacchetto significativo di titoli

ho chiesto alla moderazione di poter pubblicare la mail con la quale ottenere le informazioni
guru fa un ragiunamentu diverso, mi pare. tutti quelli che sono entrati solo ed esclusivamente per il recesso (sperando che qualcun altro votasse a favore) categoria che io definii 'tutti finocchi col culetto degli altri' :D a questo punto saranno costretti a muovere il sederino e a votare sì a qualsiasi eventuale nuova operazione.
:eek: :confused:
non vedo cosa possa esserci di tanto diverso o innovativo.
se ci riesci probabilmente ti danno il premio nobel per l'economia :D

e comunque mi pare una situazione dove accontentare tutti sia a dir poco impossibile.
considerando che c'era una massa credo enorme di buoi entrati in ottica recesso e che quindi puntavano a 0,60 o giù di lì cash. :confused:

Allora lascio la mail azionisti.intek.risparmio @ gmail.com
Rispondo a tosolini

Io sono uno dei bovi entrato per lucrare sul recesso.

L'obiettivo di Manes è di eliminare le risparmio che hanno dei privilegi rispetto alle ordinarie, mi sembra che stia facendo spezzatino sulla vecchia KME e hanno bisogno di eliminarle poter accedere agli utili senza le risparmio di mezzo.
Per questo era disposto a pagare i 20 centesimi che spettavano di dividendi accumulati alle risparmio, più un premio del 10% sul prezzo delle ordinarie, e relativamente al diritto di recesso, aveva fissato il limite al 10 % del capitale. Per pagare il corrispettivo delle azioni soggette a recesso viene emesso un prestito obbligazionario che copre appunto il 10% del valore delle azioni di risparmio. A latere viene conferito mandato ad una agenzia specializzata, che avrà anche staccato una bella parcella, per raccogliere deleghe al fine di favorire la conversione. Mi sembra di poter concludere che gli azionisti di maggioranza di Intek siano motivati a convertire.
Sorpresa alla assemblea speciale, vanno sotto, la conversione non passa perché a favore vota circa il 7% e contro poco più dell’8%.
Il concambio fallisce non per i recessi ma perché c’è un gruppo di azionisti che vota contro, a quale scopo? Alcuni sono i soliti bastian contrari che votano contro per principio, perché si sentono defraudati, o perché devono comunque lottare contro il più forte. Ma chi ha raccolto la cordata dell’8% evidentemente andrà a trattare con gli azionisti di maggioranza per vendere bene il proprio pacchetto.
Una domanda, perché Manes che finora non ha sbagliato un passaggio non ha rastrellato azioni di risparmio a sufficienza per garantirsi un voto favorevole? Risposta: se avesse rastrellato sul mercato il prezzo sarebbe salito e di molto facendo salire anche il recesso.
Alla fine il problema a questo punto non è più il recesso, ma proprio ottenere la maggioranza nella assemblea speciale.
I bovi sarebbero contenti di accettare ora quello a cui miravano, ovvero un prezzo per le risparmio all’incirca pari o di poco superiore a quello del recesso.
Secondo te è difficile trovare un accordo tra Manes e il gruppo di Bovi? Secondo me un accordo si può raggiungere e se gli scambi si concentrano in un solo giorno il prezzo di recesso manco sale.
Con alcuni amici, con i quali sono maggiormente in contatto, (con canali diversi dal FOL) ci siamo resi conto che abbiamo una percentuale significativa della società, per questo mi sembra una buona cosa raccogliere il gruppo bovi e vedere insieme come muoverci.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto