Grillo al 24% di media, circa

Jedd

GORDON GEKKO
A me piu' che i bersani, i renzi e tutti quelli che la propongono, onestamente, mi danno ancor piu' fastidio tutti quei cittadini che stan tirando la giacchetta a quelli del M5S perche' votino la fiducia! Fastidio e' stata una parola gentile per evitarmi il ban di sei mesi o forse piu'! Saluti
 

Ranger

Piceni Popolo Europeo
bravissimo crocetta , sentito a ballaro' .....ha fatto un sacco di cose in sicilia in sieme ai grillini e quelli che hanno cambiato casacca :bow:


non capisco perche' non si adotti il modello sicilia ...occasione storica ...hanno messo il nano in un angolo ...ma quando se svegliano ...grillini compresi ......il sondaggio di ballaro' sono a favore di un governo con bersani il 53 % dei votanti ...e il 57% dei grillini .

la legge elettorale è questa ....anche se x 1 voto bersani ha vinto alla camera ...ora cercano un accordo per il senato ....con grillo sarebbe la chiusura del cerchio:up: .....modello sicilia :clap::clap: se non lo fanno valgono le considerazioni di ieri :D
 

DANY1969

New Member
"In qualsiasi democrazia occidentale, dopo un risultato elettorale come quello del PD, il suo segretario e candidato unico al governo si sarebbe immediatamente dimesso, dando il via ad un salutare processo interno di rinnovamento...
Qui invece Bersani e la vecchia guardia del suo partito, piuttosto che assumersi la responsabilità di quella disfatta, cercano di spostarne il peso all'esterno richiamando Grillo alle sue responsabilità.
Mai vista tanta faccia tosta. cercano di avvalorare la tesi che è colpa di Grillo se non si fa un governo, senza neanche mettere in discussione l'ovvio principio che, tanto per cominciare a discutere, loro si devono togliere dallo scenario politico.
Passino il testimone a Renzi o chi per lui... e gli lascino l'incarico di esplorare una possibilità di governo.
Ovunque sano cose ovvie, regole naturali di galateo politico. Qui invece con questa sinistra, attaccata solo alle poltrone, si prevale su qualsiasi altro principio democratico.
E nel fare ciò, non solo si stanno rendendo ridicoli come quelli che cercano di nascondersi dietro ad un dito, ma stanno impedendo la soluzione dei problemi del paese, che loro stessi hanno contribuito grandemente a creare."
:up:

Ieri Bersani ha detto: "Grillo dice di andare tutti a casa... bene, ma adesso nella casa c'è pure lui, quindi o se ne va anche lui o dica come intende ristrutturarla" :-o

Per cortesia, qualcuno spieghi a Bersani il concetto di Grillo... forse non ha ben capito che IL PARLAMENTO NON E' LA LORO CASA!!!!!!! :D:wall::wall:
 

MARCO12

New Member
importante è trovare subito 40 miliardi tagliando la spesa politica e tassando i ricchi e rilanciare l'economia
io credo e sono sicuro che questa volta la casta non riuscirà a rimandare i loro tagli come ha sempre fatto....voglio vedere se i loro privilegi autoimposti come pensioni da 480.000 non potranno essere ridotti o le auto blu...anche se sono solo 4 miliardi è sempre un buon bel segnale

dai Grillo comicia a afar pulizia e grazie
 

Mila

Mila
Buon giorno a tutti.
Siamo ospiti su un Forum di economia il che dovrebbe dirci che la maggioranza di noi cerca di addentrarsi nei meandri di questa difficile componente del vivere sociale. Alcuni poi hanno deciso di rischiare il frutto del proprio lavoro (o di quello della propria moglie ahahahah): i soldi.
Ho letto qualche post in questo e nel precedente 3d. Tutti vertono attorno a questo fatto: l'Italia è in recessione.
Questo preoccupa. E porta a cercare delle soluzioni.
Sostanzialmente abbiamo due schieramenti:
1. Pochi soldi? Allora spendi meno, lavora di più e risparmia.
2. Pochi soldi? Allora cerca di lavorare di più per averne di più

I primi non si pongono (ancora) il problema della produzione della ricchezza, ma solo del non scialacquare quella acquisita. Ma così facendo sono giocoforza in un cammino di esaurimento delle risorse.
I secondi si pongono il problema di dove trovare i soldi. Del resto si dicono a sé stessi: "io lavorerei di più, ma se non c'è lavoro come faccio?". Il problmea dello sperpero e del risparmio va in secondo piano.
Entrambe le posizioni sono valide.
Ora però contestualizziamo al Forum: ha poco senso che sprechiamo tempo dietro a filosofie e idealismi.
Siamo intorno ai 15.500. Ok. Ciascuno di noi ha imparato, a suon di legnate, una lettura particolare del mercato.
Monti ha la sua ricetta: tu che lo segui, in base alle tue conoscenze economiche, sei in grado di dirci i movimenti della Borsa nei prossimi mesi? Per te che sei "centrista", l'avvento del M5S comporterà un ripiegamento del listino verso ulteriori minimi? Se si, perché? Fin dove? Fino a quando?
Bersani ha la sua ricetta: tu che lo segui, in base alle tue esperienze dirette in borsa, sei in grado di dirci se i suoi punti programmatici sono in grado di far risalire i listini? E se si, fino a dove? Fino a quando? Perché?
Il Movimento 5 Stelle (è improprio chiamarlo grillismo) ha la sua visione delle cose da fare: tu che lo segui, in base alle tue conoscenze economiche ed esperenziali, le ritieni giuste per risollevare i listini verso i massimi di gennaio? Oppure ti sei messo a ribasso perché ti aspetti momenti durissimi per l'economia ma necessari per cambiare definitivamente con il passato? Tu sai che per cambiare devi pagare un prezzo alto e sei disposto a farlo, giusto? Ma fino a dove ti aspetti che tale prezzo arrivi? Fino a quando? Perché?
Berlusconi niccchia. Tu che lo segui, sei in grado di dirci se il suo agire influenzerà i listini? Fino a dove? Fino a quando? Perché?

Siamo qui per confrontarci. E per capire. Ma, soprattutto, siamo qui per investire i nostri risparmi. Per migliorare la nostra vita e quella di chi crede in noi. Capisco comprendo e mi diverto a leggere i vostri e i nostri commenti di ordine generale. Ma è una strada perseguita dai più. Dai siti on-line delle principali testate gironalistiche fino al più remoto blog del pasticciere sotto casa non facciamo altro che trovare commenti. Siamo, come al solito, gli allenatori della squadra del Ministero delle Finanze e dell'Economia. Tutti Ministri.
Bene. Allora dimostriamolo fino in fondo.
Con grafici.
Con analisi circostanziate.
Con dati.
Sarebbe molto utile vedere litigi, anche duri, xè un fanatico di Gann vuole imporre la sua visione su Elliott. Un Ciclista cerca di tirare sotto un opzionista farfallone xè non sopporta il colore delle sue ali. E un pivottista prende i suoi pivot e rincorre un targhettaro figlio di Sperandeo per convincerlo della bontà del suo sistema.
Forse qualcosa di utile per tutti può nascere da una impostazione del genere.
E, soprattutto, non agiamo nella paura. Per paura.
Perché è di questo che stiamo parlando. Se non avessimo "paura" che il M5S può portare al fallimento il sistema Italia non saremo qui a parlarne. Se non credessimo ciecamente che il montismo, il PDL-L, porterà a perdere il nostro benessere non saremo qui a discuterne.
Ma vivere nella paura non è saggio.
La paura va affrontata. Vista negli occhi. Financo razionalizzata.
La puara va agita.
E non permettere che sia essa ad agire noi.
 
Alto