Titoli di Stato area Euro GRECIA Operativo titoli di stato (13 lettori)

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.712
Località
Milanese
Il mio nome è Nadia e sto parlando con mia mamma ogni volta che meglio







L'annuncio della sig.ra Valavani per € 200.000 prelevati dalla banca madre appena prima di chiudere, è un appello monumento dilatorio ed evitare la sostanza. Si tratta di un populismo monumento, contraddizioni al solo scopo di brutalmente manipolata sostanza e nascosto la verità.


Qual è l'essenza?

Che la madre di un ministro competente sollevato pochi giorni prima della chiusura delle banche che ammontano a non intrappolato depositi delle banche, chiuse poco dopo.
Questo atto di Madre Valavani ha, in primo luogo, nulla riprovevole o illegale. Milioni di greci hanno fatto lo stesso, intuendo che il commercio Varoufakis porterebbe a una rottura con i partner e quindi la chiusura delle banche. Nessuno dei milioni di risparmiatori greci non si scusa per una operazione bancaria che perfettamente legale, dal momento che il risparmio può tutti loro hanno in banca, il materasso o in pentole a pressione sepolti nei campi.


L'unica domanda che esiste per 85chroni madre signora Valavani è la posizione politica della pupilla e quindi la capacità, a causa del suo ruolo politico da quando sua figlia, conoscendo gli sviluppi. In altre parole, la questione è se ha preso i soldi perché sapevano di prima mano circa l'imminente chiusura delle banche o se fatto volontariamente.


In termini giuridici la legittima domanda è se in questo caso ci fosse dentro informazioni oppure no. Ovviamente, è estremamente difficile da vedere e l'uno e l'altro. Come si può dimostrare che la madre Valavani sapeva o non sapeva sua figlia e poi ministro competente che avrebbe chiuso le banche? Che sapeva o non sapeva per giudicare i cittadini e il senso comune.


La domanda quindi per Nadia Valavani è (per ora) questione etica, che ha creato anche lo stesso silenzio quando pianto molti giorni prima del referendum di Heraklion, la casa e l'ufficio stampa per la famosa presa 200.000 euro. Se che la signora Valavani invece di tacere, è stato messo tempestivamente e pubblicamente sulla questione, niente di tutto questo non sarebbe accaduto.


Se che è venuto fuori pubblicamente e ha detto che "sì, mia madre ha preso i soldi dalla banca, non avevo idea e mi ha chiesto," la cosa sarebbe finita lì e nessuno avrebbe detto niente. Invece, la signora Valavani voleva il loro cibo non consumato e di mangiare. Voleva fare quello che poteva fare tutto. Dichiarare essere ridicolizzato, diffamare, ma nessuno ha il diritto e la statura morale per giudicare ciò che rendono anche i parenti delle persone. Come professionista di "No", la negazione del conflitto cieco e la demonizzazione di chi ha opinioni diverse, fuggì a buon mercato populismo due comunicazioni, che non solo evitato la verità, ma la demagogia a buon mercato ha cercato di creare nemici e caricare le proprie responsabilità .


Nella prima dichiarazione, il giorno delle sue dimissioni con lettera al primo ministro, la signora Valavani separò le sue dimissioni dal presupposto di € 200.000 di sua madre. E con un buon inventato, credendo che il caso sarà dimenticato presto, ha dichiarato che non ha mai alzato neanche un euro dalle banche prima di chiudere. Come se la colpa era che il denaro si era alzato e non la madre.


Invece di rispondere con coraggio al punto, preferendo la nota politica perelkystiki buffonate su aristerofrosynis e reclami noti anche conosciuto contro media sistemici e del rapporto presunto apergazontai politica di sterminio. Per il caso di sigaretta, ovviamente, non ha menzionato una parola.



Siamo qui a iefimerida conosceva il caso di recesso di 200.000 euro dal ramo del Heraklion Nazionale e in effetti abbiamo avuto prova solida per la realizzazione di un deposito a termine di 95.000 euro e gli altri 105.000 € da altri account. Anche abbiamo cercato di comunicare ripetutamente con la signora Valavani, 24 ore prima del referendum, chiamando il suo cellulare, senza alcun risultato. A quanto pare la signora Valavani, che sapeva che il caso di recesso di 200.000 euro era stato Conch ad Atene e Heraklion, rifiutò ostinatamente attraverso partner di parlare con noi per confermare o smentire il ritiro.


Ieri, dopo la pubblicazione del giornale "Proto Thema", dove sua madre la signora Valavani confessato che lei aveva sollevato 200.000 €, con un annuncio-manifesto cercato per incriminare i media e interessi acquisiti a fini politici contro di essa, rifiutandosi di rispondere. Una notifica-fiume e scuotendo il dito, ha dato corsi aristerofrosynis noti e militanza nel merito, ovviamente, non una parola.


Un recital di ritardare parola e di evitare di sostanza noi egkalouse una foto insieme alla madre abbiamo pubblicato il titolo umoristico "Nadia Valavani lui ... lui non parlava di sua madre", e anche se ci ha accusato che è stato il tema: che la data abbiamo messo il tempo corrispondente quando la foto è stata scattata. Il tema, purtroppo, per la signora Valavani è se parlava o non parla a sua madre, non quando la fotografia è stata scattata.


La comunicazione infatti ha adottato ieri, continuando il gioco dilatorio familiare di amnesia selettiva presumibilmente, località a un cavillo incredibile di se, quando e in quali circostanze parla a sua madre: ovviamente a seconda degli sviluppi politici. E ovviamente i colloqui quando gli interessi. Per decostruire il fatto presunto di prendere 200.000 € rifugiarsi nella sua comunicazione su un errore esilarante:


"Per tutto quanto sopra (il portasigarette che l'impegno di € 200.000 da parte della madre) non avevo idea ea causa di estremamente diluite nostra comunicazione. Innanzitutto, a causa del mio lavoro. Questo non significa che ho fatto e ho un ottimo rapporto con mia madre ". Viziati come sua figlia, ma per lo più viziati politicamente, la signora Valavani, che ha fatto una carriera nella sicurezza dei rifiuti populismo, parlando con la mamma quando vuole.


(Iefimerida)

***
Altri rumors dicono che Tsipras mangia e dorme poco. Ancora sotto stress ... speriamo venga tenuto d'occhio (discretamente) da Dragasakis.
Più grave il fatto che si dimentica di telefonare (almeno una volta al giorno) a sua mamma :-o.
 

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.712
Località
Milanese
La prossima settimana si aspetta Degiro la riapertura della Borsa







Riapertura della Borsa di Atene la prossima settimana si aspettano che il provider europeo di servizi di intermediazione Degiro.


"I messaggi sono incoraggianti, mentre nessuna data ufficiale riapertura non è stata annunciata, in termini di noi si aspettano una rapida normalizzazione della situazione." dice GijsNagel, CEO Degiro.


In un comunicato la società ha dichiarato: "Quando il governo greco ha imposto controlli sui capitali in 28 Giugno negoziazioni sul ASE fermò Da allora, gli investitori in posizioni greci si aspettano il mercato di riaprire.".


Nello stesso documento si afferma che "Il Degiro è soddisfatto delle misure attuate una settimana prima l'imposizione di controlli sui capitali imposti. Ha inoltre messo in guardia i propri clienti circa i rischi aggiuntivi associati alla negoziazione sul ATHEX. 'Ora influenzato solo Altri clienti che erano pienamente consapevoli dei rischi. E 'molto positivo che ora possiamo dire loro dicendo pubblicamente a settimana prossima sarà in grado di offrire trading sul ASE attraverso la nostra piattaforma elettronica', "conclude il comunicato.


(capital.gr)
 

Jackrussel

Forumer storico
Registrato
16 Dicembre 2013
Messaggi
2.472
La Germania è ormai isolata, come volevasi dimostrare. Ma non è un bene.
Quel che succederà politicamente va seguito da vicino, perché è chiaro che l'asse Germania-Francia s'è rotto e contemporaneamente il governo della Merkel è debole. Nello stesso tempo la sua c*****landia rimane il primo maggior contribuente alla UE.
Io mi sto facendo l'idea che a medio termine l'euro finirà diviso in due, anche formalmente, non solo di fatto.
Il classico euro A - euro B, però organizzato e pilotato.
Bisognerebbe, avendo dei politici di coraggio e di livello, in mancanza di una seria volontà di riscrivere i trattati e rifondare politicamente l'Europa, che è una cosa ormai ineludibile, affrontare la questione seriamente, in gruppo-mediterraneo.
La Germania e i suoi si terrano il supermarco...e non so proprio chi ci rimetterebbe di più.
 

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.712
Località
Milanese
Questo allargamento non lo capisco....
Le rate sospese della Grecia sono in via di sistemazione, che cosa bolle in pentola, di negativo?
Nulla di che ... in un mercato illiquido.

Attendiamo il prossimo voto di mercoledì del Parlamento greco ... poi inizieranno le trattative sul "Terzo Memorandum".
 

junior63

Forumer storico
Registrato
13 Maggio 2009
Messaggi
2.850
Il mio nome è Nadia e sto parlando con mia mamma ogni volta che meglio

***
Altri rumors dicono che Tsipras mangia e dorme poco. Ancora sotto stress ... speriamo venga tenuto d'occhio (discretamente) da Dragasakis.
Più grave il fatto che si dimentica di telefonare (almeno una volta al giorno) a sua mamma :-o.
[/COLOR][/LEFT]
https://www.youtube.com/watch?v=ZEFZ_yTEGro

Vogliamo la versione in greco? "Mamma mia dammi 200.000€" :lol:

Amorgos, visto che parli il greco, gli spieghi tu il termine "insider trading" a Nadia?
 
Ultima modifica:

FNAIOS

Registrato
28 Gennaio 2012
Messaggi
8.493
Località
Dentro il Raccordo Anulare. Sopra le righe.
Io mi sto facendo l'idea che a medio termine l'euro finirà diviso in due, anche formalmente, non solo di fatto.
Il classico euro A - euro B, però organizzato e pilotato.
Bisognerebbe, avendo dei politici di coraggio e di livello, in mancanza di una seria volontà di riscrivere i trattati e rifondare politicamente l'Europa, che è una cosa ormai ineludibile, affrontare la questione seriamente, in gruppo-mediterraneo.
La Germania e i suoi si terrano il supermarco...e non so proprio chi ci rimetterebbe di più.
Le "ferme posizioni e/o convinzioni" hanno causato molte guerre, non ultime due mondiali, è storia. Senza bisogno di richiamare scenari esagerati, la storia si ripete, quindi per me attualmente la vera bomba da disinnescare è in Germania (e non solo lì visto che a seguire il dito adunco di Schauble ci sono anche altri paesi) mi sentirei quasi di dire tictactictac. Non so come la disinnescheranno o se ci riusciranno, staremo a vedere. Il comportamento tedesco è comunque, oggi, la fotocopia storica di se stesso. Come lo è il fascino che suscita in certe zone culturali umane e sociali, popoli esteri inclusi.
 
Ultima modifica:

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.712
Località
Milanese
Schaeuble darebbe Grecia 50 miliardi. Per Grexit









Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble era pronto "a dare 50 miliardi di Euro in Grecia" se Varoufakis, durante il suo mandato come ministro delle Finanze della Grecia, ha approvato l'uscita del paese dalla zona euro, dice una fonte di alto livello cita Euractiv.


Il Primo Ministro tedesco ha descritto la fonte dell'Agenzia come una "vera europea", che non aveva nulla contro la Grecia, ma ha sostenuto la droga pesante per una buona causa.


Il Schaeuble assume riferito che il governo di sinistra Syriza sarebbe favorevole a lasciare l'euro, una mossa coerente con la sua ideologia. Ed era pronto a mettere i soldi sul tavolo per incoraggiarla a prendere loro.


La pubblicazione di Euractiv, ha citato la Mediapart francese, ha osservato che Schaeuble avrebbe chiesto quanti vogliono la Grecia di lasciare l'euro. Questo si dice che hanno avuto luogo prima del referendum il 5 luglio, in cui la stragrande maggioranza dei greci ha respinto le proposte dei creditori internazionali.


Ma secondo le informazioni di Euractiv, Schaeuble aveva in mente certa quantità -50 mld. Di euro, se Syriza ha scelto il Grexit.


Schaeuble, ovviamente, non ha detto dove il denaro sarebbe venuto. Parte di un tale pacchetto potrebbe essere trovato da 35 miliardi di euro. Commissione Euro ad Atene 2020, insieme con i guadagni della BCE sui titoli di Stato greci.


Se la Grecia avesse scelto Grexit, ha perso più di 300 miliardi Di euro in debito con i creditori, ma sarebbe venuto al governo Syriza 50 miliardi Euro per costruire un nuovo sistema finanziario.


Nella relazione rileva che, nonostante l'ideologia del suo partito, la sessione straordinaria del 12 luglio il primo ministro greco Alexis Tsipras ha scelto di onorare la volontà della maggioranza dei greci, che vogliono preservare l'euro.


La decisione di effetto Tsipras ancor più sorprendente, date le condizioni dei creditori, che la fonte Euractiv descritto come "molto, molto più dura di tutto il paese, storicamente parlando."


(capital.gr)


***
Frottole allo stato puro ... al limite avrebbero segato a zero i bond detenuti dai privati.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 13)

Alto