GRECIA Operativo titoli di stato / 2 | Pagina 4212

Discussione in 'Obbligazioni, Bond e Titoli di Stato' iniziata da MARMAF, 4 Agosto 2015.

Tags:
    14 Giugno 2019
  1. Owblisky

    Owblisky Compravendite mobiliari

    Registrato:
    24 Giugno 2016
    Messaggi:
    2.343
    Occupazione:
    Latitante
    Località:
    Umbria
    x cosa intendeva Tommy ti risponderà lui, per quanto riguarda i bond quelli emessi da stati Europei sono ai minimi storici di rendimento e sono a questi livelli solo ed esclusivamente perchè sul mercato non ci sono alternative e gli istituzionali non sanno dove trovare rendimenti. Ciò significa che il sottostante di questi bond non vale la cifra che vengono pagati e prima o poi questo fatto presenterà il conto. Per ora tutto si tiene grazie a Draghi, che anche se sa bene che un alto QE non ci sarà, sa anche bene che finche ci sarà lui gli è sufficiente solo pronunciarle quelle due lettere.........ma poi ?
     
    A tommy271 piace questo elemento.
  2. 14 Giugno 2019
  3. tommy271

    tommy271 New Member

    Registrato:
    16 Gennaio 2009
    Messaggi:
    150.537
    Località:
    Milanese
    Emittente europeo.
    Ma se guardi anche un emittente extra-comunitario che dispone di debito sia in dollari che in euro, vedrai che l'emissione in euro rende meno ... a parità di emittente.
     
  4. 14 Giugno 2019
  5. marcob77

    marcob77 Moderator

    Registrato:
    25 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.747
    Occupazione:
    CEO - Software Engineer
    Località:
    Roma
    Si, certamente. In teoria basta posizionarsi su scadenze non troppo lunghe.
    grazie della tua view
    ovviamente grazie anche a Owblisky
     
    Ultima modifica: 14 Giugno 2019
  6. 14 Giugno 2019
  7. Abulico

    Abulico New Member

    Registrato:
    29 Luglio 2009
    Messaggi:
    5.223
    EU Has Agreed To Easier Restructuring Of Euro Zone Sovereign Bonds From 2022 - RTRS Sources
     
  8. 14 Giugno 2019
  9. Arnolfo

    Arnolfo New Member

    Registrato:
    2 Febbraio 2018
    Messaggi:
    91
    E questo è EVIDENTISSIMAMENTE un messaggio all'Italia e NON alla democrazia ellenica
     
    A Abulico piace questo elemento.
  10. 14 Giugno 2019
  11. tommy271

    tommy271 New Member

    Registrato:
    16 Gennaio 2009
    Messaggi:
    150.537
    Località:
    Milanese
    La Borsa di Atene chiude con l'ASE a 847 punti - 0,35%.

    Lo spread è stabile sul debole a 296 pb. (Italia 258).
    Rendimento stimato sul decennale a 2,703%.
     
  12. 14 Giugno 2019
  13. tommy271

    tommy271 New Member

    Registrato:
    16 Gennaio 2009
    Messaggi:
    150.537
    Località:
    Milanese
    Ottieni forza e "vedi" il mercato azionario più in alto

    Di Alexandra Tombra




    Con i guadagni su ... un fondo inizia lo Spirito Santo di 3 giorni alla Borsa di Atene , che ha completato una settimana di stabilizzazione e aggiustamento, spostandosi all'interno del ristretto intervallo di 840-850 punti (escluso il lunedì) e senza minacciare gli alti 13 mesi , che ha vinto con una manifestazione senza precedenti per il periodo pre-elettorale (+ 15,7%).

    Oggi l'indice generale si è chiuso con una perdita dello 0,35% a 847,36 punti, mentre oggi si è spostato tra 842,61 punti (-0,91%) e 852,62 unità. (+ 0,26%). Il fatturato è stato pari a 57 milioni di euro e il volume si è attestato a 30 milioni di unità, mentre 550 milioni di pezzi sono stati scambiati attraverso operazioni prestabilite.



    [​IMG]



    L'indice high cap ha chiuso in calo dello 0,61% a 2,148,69 punti, mentre Mid-Cap ha chiuso a + 1,16% e ha raggiunto 1,269,21 punti. L'indice bancario si è chiuso con una perdita dello 0,41% a 794,39 punti.

    Durante la settimana, la sessione di lunedì si è ristretta a causa della forte crescita, con l'indice generale che si è chiuso al 3,85%, l'FTSE 25 è aumentato del 2,61%, mentre il settore bancario è aumentato. 68%.

    Le dinamiche dell'aumento potrebbero essere state ridotte, ma la psicologia è rimasta positiva per l'ATHEX trasferendo interessi in titoli con un deficit nei rendimenti, secondo M. Hatzidakis, Beta Securities, nel suo bollettino settimanale. Tra queste ci sono le small e medium cap che si sono svegliate anche dopo anni di inerzia.

    Il mercato ha significativamente migliorato la sua efficacia e ora le notizie hanno un impatto diretto sui prezzi delle azioni. La conseguenza dei nuovi e dei rendimenti è un altro segno positivo, che aumenta i riflessi dei partecipanti diffondendo liquidità su altre carte rispetto al classico blocco di titoli a grande capitalizzazione.

    Nei punti di riferimento della settimana che l'avvio della procedura di raccolta di 300 milioni di euro di Piraeus Bank con l'emissione di un bond che risolverà una pendenza che esisteva dall'inizio dell'anno e che aveva una scadenza a settembre. Si prevede che la cedola sarà elevata, vicina al 9%, ma in iniziative analoghe recenti (Bank of Cyprus), gli investitori tendono inizialmente ad aumentare i finanziamenti per gli editori che sono stati assenti dai mercati per diversi anni.

    In ogni caso, il completamento della raccolta di fondi darà più fiducia al mercato per successive mosse simili e limiterà il rumore negativo che il ritardo dell'impresa potrebbe aver creato.

    Tecnicamente, l'indice generale, dopo una breve interruzione per il necessario aumento degli utili, ha continuato a salire, raggiungendo un altro massimo annuale lo scorso giovedì.Gli oscillatori sono rimasti marginali nella zona sopravvalutata, tuttavia, essendo stati scaricati dagli eccessi osservati all'inizio del mese. È molto difficile che l'Indice generale non veda il massimo di 895,64 punti a partire dal 1 ° febbraio 2018, poiché tutte le indicazioni tecniche si congratulano con il proseguimento dell'aumento perché non ci sono forti resistenze del recente passato che fungono da potenziali aree per aumentare l'offerta.

    A medio e breve termine, gli asset mobili rimangono acquistati con spazio sufficiente per effettuare una correzione. La nuova base è ora impostata a 820 unità, il livello al quale ha avuto inizio l'attuale ondata ascendente. Si prevede che la prossima settimana segua lo stesso schema di movimento: correzioni di utili su piccola scala e un continuo aumento a nuovi massimi, conclude Mr. Hatzidakis.

    Sul cruscotto, Vihalkos, da -2,85% alla fine, ha chiuso a + 2,33%, con Greek Petroleum, National e PPA che hanno chiuso oltre l'1%. Eldorator, Lambda, HELEX, Terna Energy ed Aegean sono stati gentilmente aggiornati.

    D'altra parte, Fourlis si è conclusa con il calo maggiore di FTSE 25, pari al 3,17%, con Jumbo, Eurobank, Motor Oil, UDM, GEK Terna, OPAP e Titan a perdere oltre l'1%. Alpha Bank, Sarantis, Mytilineos, Coca Cola, Cenergy, OTE, PPC e Pireo sono stati infine declassati leggermente.

    (capital.gr)
     
  14. 14 Giugno 2019
  15. IL MARATONETA

    IL MARATONETA New Member

    Registrato:
    10 Febbraio 2011
    Messaggi:
    4.303
    Località:
    Siena
    Difficile spiegarsi che lo spread italiano stia scendendo. Che cosa può sifnificare?? Mi viene in mente qualche alleanza a Bruxelles per il deficit, o che altro???
     
  16. 14 Giugno 2019
  17. tommy271

    tommy271 New Member

    Registrato:
    16 Gennaio 2009
    Messaggi:
    150.537
    Località:
    Milanese
    Oggi l'Italia è stata messa sul banco degli accusati.
    Tria ha raccontato un pò di storielle, intrattenendo i commensali.
    Vedremo se ci sarà sotto qualche ultimatum o un accordo sotto banco.
     
  18. 14 Giugno 2019
  19. tommy271

    tommy271 New Member

    Registrato:
    16 Gennaio 2009
    Messaggi:
    150.537
    Località:
    Milanese
    Clima subtotale nell'ATHEX -0.35% a 847 punti - Affaticamento nelle banche esatte - Obbligazioni storicamente basse, 10 anni 2,70%

    Venerdì 14/06/2019

    L'indice bancario ha chiuso a 794 punti con l'apparente impossibilità di mantenere la prima resistenza a 800 punti







    In un clima modesto, il mercato azionario è stato guidato da pressioni controllate sulle azioni non bancarie FTSE 25 come IDEO -1,47%, Motor Oil -1,23%, OPAP -1,16% ... mentre le banche si sono distinte con National guadagni + 1,27%.
    La caratteristica principale dell'incontro di oggi era il declino delle transazioni e, a causa delle festività dello Spirito Santo, gli investitori erano riluttanti a fare nuovi acquisti, mentre d'altra parte preferivano assicurarsi i profitti a breve termine. .
    L'indice generale ha chiuso a 847 unità mentre entro l'anno ha fatto uno sforzo per mantenere le 850 unità con la prima resistenza di 860 unità e poi le 880 a 890 unità mentre i primi supporti si trovano a 820 e 800 punti.

    D'altra parte, il clima nei mercati internazionali non è di supporto, in quanto, a parte i fronti aperti di Stati Uniti-Cina, Italia, Brexit e il rallentamento dell'economia globale, la tensione tra Stati Uniti e Iran, attacchi nel Golfo di Oman.
    Ultimamente, in occasione della speculazione pessimistica registrata sulla borsa greca e nelle obbligazioni, le valutazioni delle attività sono letteralmente decollate, presentando distorsioni estreme.

    È indicativo che lo spread del legame decennale della Grecia verso l'Italia ha raggiunto i 39 punti base mentre con gli Stati Uniti a 63 punti base mentre le dinamiche hanno presto formato il legame greco a 10 anni potrebbe avere lo stesso rendimento del 10- .
    Sebbene il confronto sia eterogeneo non solo per l'apparente enorme divario tra le economie della Grecia e degli Stati Uniti, ma anche a causa dei tassi di interesse e dei tassi di cambio.

    D'altra parte, il rally nelle banche riflette le aspettative piuttosto che i valori reali in quanto i loro fondi, le fonti di reddito e i risultati sono ora inferiori a pochi anni fa.
    Inoltre, non dimentichiamo che il debito greco è ancora a 359 miliardi di euro, e dobbiamo preoccuparcene se il programma più favorevole al mercato del ND può essere attuato in pratica mentre l'ultimo Tsipras caricare il nuovo governo ....

    Nel mercato, le banche hanno registrato andamenti contrastanti, con utili dell'1,27%, la Banca nazionale è diminuita, l'Eurobank è diminuito dell'1,34% e Alpha Bank dello 0,89% mentre il Pireo è diminuito marginalmente dello 0,06%.
    D'altra parte, la speculazione è proseguita all'Attica Bank + 14,59%, con profitti cumulati dall'inizio del 290%, mentre si osserva che la riunione del consiglio di amministrazione ha deciso ieri il 18 giugno una nuova lettera di garanzia a Kalogritsa.

    La Banca del Pireo è al centro e si prevede che entro il 19 giugno avrà raccolto 350 milioni di euro attraverso il prestito obbligazionario di secondo livello.
    Il processo via Goldman Sachs e UBS è iniziato e, come afferma il rapporto, "sono già stati raccolti quasi 250 milioni di euro, con il tasso di interesse che passa dal 9% al 9,25% e una probabilità inferiore all'8,75%.

    Sarà anche interessante se Paulson partecipi una volta e detenga il 9,23% del Pireo, secondo le fonti considerano un possibile scenario partecipare con 35 milioni di euro.
    L'emissione sarà un rating del CCC che giustifica in qualche modo i tassi di interesse di circa il 9%, mentre pagherà praticamente interessi annuali di € 31 milioni, insieme al tasso di interesse Cocos di € 160 milioni, per pagare un totale di due obbligazioni di € 190 milioni all'anno nell'interesse
    Si noti che con i 350 milioni di EUR di bond bond Tier 2 i coefficienti di adeguatezza patrimoniale aumenteranno dal 13,7% al 14,4% o allo 0,7%

    Inoltre, la Banca nazionale prevede di emettere tra 350 e 500 milioni di livello obbligazionario 2 per aumentare i fondi target al 7% a settembre
    Nel frattempo, l'acquisizione di Piraeus Bank Bulgaria AD ("PBB"), una controllata di Piraeus Bank, dalla sua filiale Eurobank in Bulgaria, Eurobank Bulgaria AD ("Postbank") è stata completata, ha annunciato Eurobank.

    La stabilizzazione è registrata nel mercato obbligazionario greco con il titolo greco a 10 anni al 2,70% vicino ai minimi storici, mentre il periodo italiano a 10 anni migliora al 2,31%, diffondendo lo spread contro la Grecia a 39 punti base.
    Anche il miglioramento è registrato e i premi per il rischio paese CDS a 292 punti base

    D'altro canto, poiché il Portogallo è più rappresentativo a causa della stabilità politica ed economica, il differenziale dei titoli decennali greci e portoghesi è di 209 punti base.

    Altre azioni FTSE 25 non bancarie hanno registrato andamenti al ribasso nella maggior parte dei titoli, con Fourlis, Jumbo, ATM, Motor Oil, Titan e OPAP in calo, mentre Viohalco, ELPE, OPAP


    Il corso del mercato azionario greco nella riunione di oggi


    Con cambiamenti marginali, il mercato azionario è stato lanciato con l'indice Bank -0,23% e l'indice generale a -0,16%.
    Poco prima delle 11:00, con acquisti soft in banche e titoli FTSE 25, l'indice generale ha registrato il massimo del giorno + 0,26%
    Circa 12,10 con la superiorità dei venditori e la cautela degli acquirenti in entrambe le banche e le azioni non bancarie di FTSE 25, l'indice bancario ha registrato il minimo del -1,43% e l'indice generale -0,91% .
    Poco dopo le 15:00, il buy-in alle banche è stato intensificato, in particolare per il National + 2,49% e l'indice bancario ha registrato il massimo del giorno + 1,08%.
    Nelle aste, l'indice bancario ha chiuso a 794,39 punti, in calo dello 0,41%

    L'indice generale sulla borsa greca ha chiuso -0,35% a 847 unità, con un massimo di 852,62 punti e un minimo di 842,61 punti.
    Fatturato e volume degli scambi a bassi livelli e spread verso banche e blue chip non bancari.
    In particolare, il valore dell'operazione è stato pari a 57 milioni di euro
    , il volume di 30 milioni di azioni di cui 17 milioni di azioni sono state negoziate nelle banche
    Operazioni preliminari concordate per un importo di 1,34 milioni di euro e un volume di 550 mila unità sono state effettuate sulla borsa greca
    In particolare, Alpha Bank ha trasferito 500 mila pezzi per 835 mila euro e Mytilineos 50 mila azioni per 500 mila euro.


    I punti tecnici


    L'indice generale ha chiuso a 847 unità con le prime resistenze posizionate a 860 unità e quindi da 880 a 890 unità e il limite psicologico di 900 unità.
    D'altro canto, il supporto si attesta su 820 e 800 unità.
    L'indice bancario ha chiuso a 794 unità con una prima resistenza di 800 unità seguita da 885 unità mentre il primo supporto si trova a 740-750 unità seguite dalla zona 700-710


    Tempestività


    Il 6 aprile questa mattina, la riunione della maratona dell'Eurogruppo a Lussemburgo, il 13 aprile, si è conclusa con i ministri delle finanze della zona euro che hanno concordato il bilancio futuro, ma l'insoddisfazione nei confronti dei funzionari sta ritardando il completamento dell'unione bancaria.
    L'Eurogruppo ha convenuto che ci dovrebbe essere un backstop sulla possibilità di turbolenze bancarie nelle singole banche, con il quadro concordato dal Governatore della BCE Mario Draghi.
    Allo stesso tempo, i ministri delle finanze hanno formulato raccomandazioni severe in Italia per conformarsi alle regole finanziarie.

    D'altro canto, per l'Eurogruppo il 13 settembre, che si terrà a Helsinki, in Finlandia, il dibattito sulla terza valutazione post-memorandum e l'intero pacchetto "Grecia" è rinviato insieme alla questione del rimborso anticipato dei costosi prestiti del FMI.
    Questo perché il prossimo Eurogruppo è previsto per l'8 luglio, un giorno dopo le elezioni nazionali, quindi il prossimo governo non giurerà nemmeno.
    Le istituzioni aperte mantengono il problema con il limite esentasse inviando un messaggio ad Atene che tornerà sul tavolo insieme alla valutazione autunnale.

    Quindi gli annunci dei programmi dei due grandi partiti per i grandi tagli fiscali del 2020 saranno probabilmente lasciati parlare dopo che un'altra cosa è nelle menti dei creditori.
    Chiaramente, è stato un avvertimento dal capo di ESM Claus Regling che "tutte queste questioni saranno discusse con il nuovo governo".
    In effetti, l'amministratore delegato ESM ha elaborato l'agenda delle discussioni con il nuovo team finanziario molto presto, collocando il tavolo sul tavolo per la prima volta su una deviazione dagli obiettivi fiscali.
    Le fonti che parlano di bankingnews stanno essenzialmente avvertendo che anche il governo della ND, considerato più favorevole al mercato, affronterà il rifiuto dei creditori in alcune misure, e tale evoluzione confermerà che la Grecia è priva di ostaggi, a prescindere dal governo.

    Una preoccupazione globale per la sicurezza delle petroliere che attraversano lo stretto di Hormuz del 30% della produzione mondiale di petrolio e l'ansia per il corso dell '"oro nero" hanno causato gli attacchi a due petroliere nel Golfo di Oman in quel momento in pieno svolgimento è l'intenso scambio di lotte verbali con gli Stati Uniti per incolpare l'Iran di averlo trovato dietro questo attacco, una classe a cui Teheran è categoricamente negato.
    Nel frattempo, le forze armate degli Stati Uniti hanno rilasciato video e foto presumibilmente mostrando - come dicono gli Stati Uniti - gli ufficiali della Guardia Rivoluzionaria, le forze armate iraniane, per avvicinarsi a una delle due petroliere e rimuovere una mina magnetica che non era esplosa sul lato dello scafo delle petroliere rilasciato dalle forze armate statunitensi.
    Allo stesso tempo, hanno pubblicato una foto raffigurante la mina sulla nave prima di partire.

    Si prevede che un incontro estremamente critico abbia il presidente russo Vladimir Putin e l'omologo turco Rejep Tayip Erdogan a margine del vertice del G20 in Giappone dal 28 al 29 giugno.
    Al centro dell'incontro ci si aspetta che trovi il problema principale del mercato turco per il sistema antimissile russo S-400, una questione che ha suscitato forti reazioni statunitensi, che minacciano persino sanzioni gravi.
    Non è nemmeno escluso che ci sarà un incontro tra Erdogan e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a margine del Vertice del G20, che rende il Vertice un grande "scacchiere", che indubbiamente porterà significativi sviluppi nella mappa del mondo economico e geopolitico.


    Tendenze miste nei mercati asiatici


    I mercati asiatici hanno segnali contrastanti poiché gli investitori stanno osservando da vicino gli sviluppi in Medio Oriente in seguito alle due petroliere nel Golfo di Oman.
    In particolare, l'indice Nikkei in Giappone ha chiuso al + 0,39%, l'indice Shanghai Composite in Cina ha chiuso a -0,99% a 2881,97 mentre l'indice Hang Seng a Hong Kong ha chiuso a -0,65% su 27118,35 unità


    Lieve tendenza al ribasso nei mercati azionari europei


    L'escalation di tensione tra Stati Uniti e Iran in seguito agli attacchi nel Golfo di Oman sta causando nervosismo nei mercati internazionali mentre gli investitori stanno osservando gli sviluppi nel commercio, l'Italia e la Gran Bretagna.
    In particolare, il DAX in Germania si sposta a -0,6%, CAC a Parigi a -0,3%, FTSE MIB in Italia a -0,1%, IBEX 35 in Spagna a -0,4% mentre il FTSE 100 a Londra al -0,5%
    A Wall Street, il Dow scende -0,35%, S & P a + 0,10%, Nasdaq a -0,40%, ETF GREC a -0,43% ($ 9,28)

    (Bankingnews.gr)
     

Utenti che stanno leggendo questo thread ora (Utenti: 1, Ospiti: 11)

  1. sempreinesperto

Condividi questa Pagina