governo Monti: è il peggio che ci poteva capitare (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
Auto: Confcommercio,aumento Pra danno a cittadini e settore ROMA (MF-DJ)--La scelta del Governo di aumentare di ben il 30% le tariffe Pra e' "una decisione che, per mantenere in piedi una doppia struttura burocratica che costa nel complesso piu' di 50 milioni di euro, non fa che aumentare il carico fiscale a danno di cittadini e imprese. In particolare, per le imprese che operano nel trasporto professionale e che effettuano diverse operazioni questo provvedimento comporta un costo di oltre 10 milioni di euro".
E' quanto dichiara, in una nota, il Vice presidente di Confcommercio, Paolo Ugge' sottolineando che "nel comparto automobilistico, che vede addirittura due archivi e due strutture pubbliche per la messa in circolazione dei veicoli con l'inevitabile duplicazione di documenti e adempimenti anziche' semplificare eliminando inutili costi e tante duplicazioni burocratiche, si e' deciso di far pagare agli utenti della strada i disavanzi economico-finanziari dell'Aci".
"Sara' pur vero che gli enti hanno incassato meno anche per il calo delle immatricolazioni, ma recuperare i mancati introiti pesando su imprese che a fatica restano sul mercato e' semplicemente folle e invece di sostenerle le si affossano. Insomma - conclude Ugge' - ci sembra una scelta che continua nella politica di penalizzazione del commercio e dell'uso dell'auto con crescente danno per l'intera filiera d'imprese che opera nel settore, sempre piu' in crisi di sopravvivenza come si legge dai dati statistici giornalieri." com/jca
(END) Dow Jones Newswires
April 08, 2013 11:26 ET (15:26 GMT)
 

big_boom

Forumer storico
Registrato
28 Febbraio 2009
Messaggi
10.542
Località
ora nell'inferno delle tasse italico
ma no, gli italiani che votano PD e PDL si meritano .... il peggio :D

come capi del governo da tradizione abbiamo avuto sempre mafiosi, massoni, p2, dipendenti delle banche (i professori), politici corrotti, ladri e molti stranamente di fede ebrea

ma c'e' mai stato un capo del governo italiano cattolico o laico e ONESTO che rappresenta gli interessi dello stato italiano?

boh! non mi viene in mente nessuno :mmmm:
mi viene in mente solo Pertini come onesto ma era un presidente della repubblica
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
alcuni mesi fa... forse un anno
parlando con amici
mi trovai a dire che
le manovre messe in opera da questo governo sembravano avere un solo fine
permettere ai bildeberg l'acquisto di beni italiani aprezzi di ultra -SALDO


non era bastata la svendita del Bitania seguita dall'altro Mario

volevano ancora il nostro sangue....

e così
dopo MARIO Draghi ora MARIO Monti stanno costringendo l'Italia alla svendita.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
la Germania ha varato un biennio di "lacrime e sangue" in particolare per la sponda Sud dell'Europa, con una politica di "repressione fiscale" che ha finito con l'accentuare ulteriormente la crisi in atto in Grecia, Portogallo, Spagna e Italia. Risultato? Ora gli imprenditori sono meno ricchi di un tempo, le imprese sempre più povere e la storica "politica" degli azionisti di maggioranza di sacrificare lo sviluppo di un'azienda pur di preservarne il controllo ha toccato il suo limite e non sembra in grado di proseguire oltre.

da Appetiti esteri sulle blue chips. Quando la crisi tocca l'Olimpo di Piazza Affari - Affaritaliani.it
Economia
Borsa, appetiti esteri sulle blue chips
Quando la crisi tocca l'Olimpo



Le mire dei cinesi di Hutchison Whampoa su Telecom Italia. L'ipotesi di un cavaliere bianco d’oltre confine a cui affidare il futuro editoriale di Rcs, alle prese ora con un aumento di capitale da 600 milioni di euro. L’opzione Axa e Bnp-Paribas per Montepaschi. La scarsa redditività, la sottocapitalizzazione (male strutturale delle imprese italiane) e il credit crunch non sono più soltanto problemi delle Pmi in asfissia finanziaria che bussano alla porta della pubblica amministrazione per i crediti arretrati. Ma anche delle blue chips regine del listino principale di Piazza Affari. E così l’ombra dei colossi esteri, desiderosi di fare shopping in Italia senza grossi sforzi, non appare soltanto nella moda dove Pomellato e Ginori potrebbero a breve finire nell'orbita dei transalpini di Kearing, ex Ppr
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
Italia,una volta popolo di risparmiatori
Ora sembra di essere sul Titanic



Tasse alle stelle e reddito disponibile in calo. Giù anche il potere d'acquisto delle famiglie e la propensione al risparmio. A guardare i dati sul 2012 che l'Istat ha appena comunicato, sembra un bollettino di guerra. Numeri che dipingono il quadro di un Paese che si sta sempre di più avvitando su se stesso e sta perdendo forza propulsiva. E dire che gli italiani una volta erano considerati, per la loro propensione al risparmio, i cinesi del mondo. E i soldi, ora, non te li danno nemmeno le banche che inaspriscono il credit crunch e vedono crescere le sofferenze...
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
Tares, i poveri pagano di più
E saranno tassati anche i morti



La Tares è "un'impostassa", meta tassa e metà imposta. Ma è, di fatto, un balzello sul patrimonio "pagato" dai morti e dai poveri. Oltre ai componenti del nucleo familiare, si considereranno anche i metri quadri nei quali vivono. E’ qui che la nuova Tares incarna per la prima volta la mitica “tassa sui morti”: quando una coppia di anziani si esaurisce perché uno dei due cessa di vivere, l’altro paga di più. Non solo, i cittadini onesti dovranno coprire la quota che i disonesti non pagano perché morosi. E, visto che l’impostassa è legata ai metri quadrati, un bilocale in periferia pagherà più di un monolocale in pieno centro. Ed è così che “la tassa sui morti” diventa anche una “tassa sui poveri”

di Guido Beltrame

Tares, la patrimoniale-centauro regina dell'ingorgo fiscale
Nel 2013 più tasse per 14,7 mld. Conto salato per gli italiani
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.190
Gino Strada: “Fornero? Il ministro dei disoccupati e dei licenziamenti”

-Redazione- 9 aprile 2013- "Quando si parla di un milione di disoccupati in piu' nel 2012, mi sarei aspettato entro 12 secondi le dimissioni del ministro del Lavoro".
A dichiararlo è l fondatore di Emergency Gino Strada.
"Sei il ministro del Lavoro o il ministro dei Licenziamenti?- si domanda Strada- se sei il ministro del Lavoro, hai l'obbligo di dimetterti dicendo di non avercela fatta. Almeno ci fai piu' bella figura".
SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK DI ARTICOLOTRE.COM !!
Leggi anche:

Gino Strada: “Il Colle? La casta si tranquillizzi: mi…
Incredibile Fornero: adesso piange per i suicidi marchigiani
Ferrara e il chiodo fisso del suicidio: “Gino Strada…
Gino Strada: “Sogno una sanità senza profitto, gratis
Effetto Fornero: con la sua riforma non rinnovato il 27% dei
Il giornalista del Time smentisce in Corriere: “Grillo
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto