Gloria ai Bastardi (18 lettori)

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

ilbiondo16

Forumer storico
Registrato
30 Agosto 2010
Messaggi
2.907

Nel 1961, il numero di stranieri in Italia ammontava a 62.708 unità. Nel 2020, il numero di stranieri in Italia è arrivato a oltre 5 milioni. Nel 1961, il numero di figli per donna era pari a 2,4 per donna. Nel 2020, il numero di figli di donna è pari a 1,24. Questi numeri ci dicono che negli ultimi sessant'anni l'Italia ha subito una guerra senza precedenti. Non una guerra combattuta con le armi tradizionali ma una guerra che è stata combattuta attraverso armi spirituali, morali ed economiche.

Il popolo italiano è stato la vittima di questo attacco, ma in larga parte questo non si è nemmeno reso conto che là fuori c'era un nemico invisibile che giorno dopo giorno stava consumando e rimuovendo l'identità e la storia millenaria di questo Paese. La prima cosa che ha fatto il mondialismo per arrivare all'attuale crollo demografico è stata quella di aggredire il caposaldo della società Occidentale, la famiglia, e per poter smuovere questo caposaldo era necessario colpire l'istituzione che era preposta alla difesa di quei valori, ovvero la Chiesa Cattolica.

In questo senso, il Concilio Vaticano II chiuso nel 1965 ha assunto un ruolo decisivo perché ha fuso la vera religione cattolica in una nuova di stampo ecumenico per giungere al fine ultimo della religione globale auspicato dalla massoneria. Una volta che la Chiesa è caduta nelle mani della massoneria, l'ideologia marxista del'68 ha fatto il resto attraverso l'attacco a tutti i valori della società tradizionale, quali Dio, la patria e la famiglia. Questo sovvertimento della morale del Paese ha preparato il terreno al divorzio prima e all'aborto poi, i cavalli di Troia del liberalismo che hanno completamente minato la stabilità della società tradizionale.

Una volta colpita la sovrastruttura morale che sorreggeva l'Italia era necessario colpire la sottostruttura economica di una delle nazioni più ricche al mondo. Era necessario minare il modello economico italiano fondato su una fortissima industria pubblica e su un equilibrio che impediva alla oligarchia finanziaria di prendere il sopravvento nel dominio dei processi economici. Fu così iniettato il veleno del neoliberismo in Italia che portò allo smantellamento dell'IRI negli anni'80 e negli anni'90 perpetrato dagli uomini fedeli alla causa della finanza neoliberista globale, su tutti Romano Prodi e Mario Draghi.

La fine di questo attacco economico si è avuta con l'introduzione della moneta unica che ha spogliato l'Italia della sua sovranità monetaria e l'ha ridotta a pietire capitali dalla finanza speculativa internazionale. Questa è stata la guerra che ha subito l'Italia e il popolo italiano. Una guerra alla sua religione, alla sua storia, alla sua etnia e alla sua economia.
Per poter ricominciare a ricostruire questa grande nazione occorrerà ripartire da dove è iniziata la distruzione. Occorrerà ripartire dai nostri valori e dalla nostra morale che ci è stata data dal pensiero greco-romano e cristiano. Occorrerà rimettere insieme tutti quei mattoni che davano forza alla nostra casa e rendevano solide le sue mura. Occorrerà ripartire dalla nostra memoria. Il nostro futuro non potrà passare che dal recupero del nostro passato.
 

kuelo

C'e' grosssa crise...
Registrato
4 Dicembre 2009
Messaggi
14.128
Buona vita. Per problemi non potrò partecipare al forum per un pò, robe burocratiche e casini vari. Non cambio idea, sempre corto al 30%.

Buon proseguimento a tutti. :)
no...aspetta, ...sta settimana mi son perso un po' di "giri" sulle option e OI ...vedi se ti torna avere sempre quello " scoperto" sopra i 26.5 k da parte dei "Babbani"....perche' vorrebbe dire avere una millata circa di punti da farsi al riba da qui al 19 ( come detto , short trado solo gli eccessi e qui ce ne sarebbe )....

altrimenti, se qualche anima pia passa di qua e vuole "illuminarmi" con la sua wiew sull open interest del nostrano e strike a scadeza....mi fa una cortesia

Per ricambiare metto un paio di mie statistiche ( NUMERI NON OPINIONI)

fatto salvo che siam a livelli sul ns che non si vedevan da autunno 2008 ( ma la eravam in trend in discesa ...ora no) , come gia' detto l'indicatore , mio personale, ( ma pur sempre matematico ) settato per i ribassi corposi e di medio-lungo periodo ( quelle robine di qualche mese da minimo 4000 punti )..ha gia infrociato in pratica da fine agosto

ora, solo un altra volta poi l'indice ha ristrappato up per circa 2000-ptui ( prima di crashare di 6000 ) ed era fine 2017 inizio 2018.....trovo molte analogie con quel periodo....ma sappiate che la ci mise 4 mesi circa per "girare" il trend e strappo' di quasi 2000 up.....qui siam tra il secondo e il terzo e sopra" solo "di un 1200-1300...

fate vobis:ciao:
 

WingChun

守攻同期
Registrato
15 Dicembre 2013
Messaggi
2.366
Località
佛山市
in tv ieri, approfondimento di rainews24 mi pare.
hanno avuto il coraggio di dire che con draghi e' la prima volta negli ultimi decenni che si vede un incremento positivo di pil cosi' alto.

e niente.

va tutto bene.
 

franky79

Forumer storico
Registrato
30 Ottobre 2013
Messaggi
4.329
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 18)

Alto