FUTURES SU AZIONI (IDEM) e UNIVERSAL STOCK FUTURES (LIFFE) (1 Viewer)

fibo76

Forumer attivo
Registrato
29 Aprile 2002
Messaggi
551
Gli strumenti vanno giudicati ed analizzati in base all'utilizzo che se ne vuol fare e io ritengo che i futures su azionii siano uno strumento sicuramente più equo delle opzioni e dei CW per chi vuole impostare delle tattiche di copertura o sfruttare alcuni tipi trading sul medio periodo.

Faccio alcuni esempi...

1) Ritengo che ENI sia sopravalutata e Telecom sottovalutata. Quindi voglio andare short su ENI e long su Telecom. Adesso per farlo con 1000 azioni di Eni e 2000 di Telecom, dovrei investire circa 30.000 € e pagare dazio per il prestito titoli multiday (ammesso e non concesso che la SIM con cui lavoro mi permetta di farlo). Con i futures mi chiederanno 900 € di margine per le 1000 ENI e 1400 € per le 2000 Telecom, terrò 3.000 € di cuscinetto per reintegrare i margini nel caso l'operazione andasse al contrario delle mie previsioni e con circa 6000 € appronto una tattica. Con 30.000 € potrei fare 5-6 tattiche di questo tipo incrociando varie azioni e riducendo così la possibilità di errore, cosa che mi permetterebbe inoltre di ridurre il margine-cuscinetto per ogni operazione e mi permetterebbe di poter aspettare che l'evento desiderato si verifichi. Potrei mediare le tattiche che dovessero andar male perchè in realtà non medio sul valore delle 2 azioni, ma medio la differenza che si è creata fra le due che statisticamente è destinata ad annularsi. L'unico inconveniente è che devo rinnovare la tattica prima della scadenza nel caso non abbia fatto quello che io desideravo, per evitare di dover comprare o vendere le azioni coinvolte.

2) Voglio sfruttare un eventuale rimbalzo andando su azioni growth però mi voglio tutelare vendendoci sopra delle azioni difensive. Anche qui con 30.000 € posso approntare 5-6 tattiche, decidendo a priori il grado di rischio di ognuna.

3) Voglio sfruttare le divergenze di rendimento tra due società dello stesso settore con buoni fondamentali quindi vado corto su una e lungo sull'altra

4) Sono un cassettista e voglio congelare parzialmente un guadagno veloce che mi ha fatto un'azione. Per esempio ho 2000 ENI che mi hanno fatto il 10% in un mese, ci vendo sopra un future da 1000 azioni e quindi
congelo il 50% del guadagno. Se l'azione continua a salire guadagno il rialzo solo per 1000 azioni, ma se mi scende al punto di partenza avrò guadagnato un 10% sul mio investimento.
Allo stesso tempo posso anche comprare un opzione put per le restanti 1000 azioni "scoperte" con strike il prezzo da cui sono partito (costerà pochissimo perchè con il 10% di differenza del sottostante l'opzione sarà OTM)

5) Voglio sfruttare l'inevitabile sopravalutazione o sottovalutazione di una società dopo eventi particolari rispetto ad altre società dello stesso settore

Mi sembra che la malleabilità che i future sulle azioni offrono, sia già di per sè un buon motivo per ragionarci sopra.

Mi spingo anche a prevedere che siccome sono uno strumento troppo equo avranno vita difficile, perchè se verranno usati metodi del genere per gli MM saranno dolori (a meno che non abbiano dei sistemi di copertura automatica che li garantiscano). Nel caso dovessero funzionare credo che diventeranno veramente uno strumento in grado di movimentare il mercato e creare quindi un circolo virtuoso che potrebbe anche servire a ridare un po' di fiato al mercato.

Unica nota dolente sono le commissioni, 16 € ad operazione, che è carissimo, anche perchè ogni future ha un valore molto differente quindi le commissioni incidono molto percentualmente sui futures con il sottostante a quotazione sotto i 20 euro, mentre incidono poco sulle azioni con quotazioni alte (considerato che il numero delle azioni per future è uguale).

Se volete avere un'idea dei margini che servono e sulle azioni a disposizione sul mercato LIFFE andate qui

http://www.liffe.com/products/equities/stock_futures/margins.htm

Naturalmente l'esperimento italiano è decisamente meno interessante di quello inglese, quindi tanto vale armarsi di buona volontà e cominciare ad operare sul mercato migliore.



PS: Argy!!!! Avevo scritto per benino questo post sul web, ci avevo messo quasi un'oretta e quando ho dato invio mi è sparito... :-( mi è toccato riscriverlo.....
 

alan1

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2001
Messaggi
3.260
fibo76 ha scritto:
Unica nota dolente sono le commissioni, 16 € ad operazione............
Se c'è uno spread dall'1 al 4% come si fa ad operare,
ad ogni operazione parti battuto.

L'unica possibilità sensata è un Market Neutral di lunga distanza con 4-6 titoli (in questo modo si fanno poche operazioni),
ma con quegli spread ti mangi una grossa fetta di utile già in partenza.

:(
 

fibo76

Forumer attivo
Registrato
29 Aprile 2002
Messaggi
551
alan1 ha scritto:
fibo76 ha scritto:
Unica nota dolente sono le commissioni, 16 € ad operazione............
Se c'è uno spread dall'1 al 4% come si fa ad operare,
ad ogni operazione parti battuto.

L'unica possibilità sensata è un Market Neutral di lunga distanza con 4-6 titoli (in questo modo si fanno poche operazioni),
ma con quegli spread ti mangi una grossa fetta di utile già in partenza.

:(
Mi scuso in anticipo se in qualche modo questa mia risposta piuttosto franca potrà in qualche modo offenderti, alan1, ma credo che il tuo modo di ragionare su questo argomento sia superficiale e sbrigativo.

Faccio un'altro esempio sperando che renda più chiaro cosa intendo io per maggior equità dei future su azioni rispetto ad altri strumenti.

Io voglio andare short su Telecom fino a settembre.

Ho la fortuna di avere un fornitore con cui vado short per max 90 giorni senza spese aggiuntive su 1000 azioni impegnando 7840 euro e traendo diretto beneficio o svantaggio dai movimenti dell'azione. Spendo 16 euro (commissione 0,19%). Se non ho la fortuna di avere questo fornitore vado short con qualche altro fornitore che mi fa pagare almeno 100-150 euro per il prestito titoli, più le commissioni.

Non ho tutti quei soldi a disposizioni e compro un CW PUT con scadenza a settembre. L'unico che fa al caso mio è il CW CBTI P8ST02 (C63157.MI) leggermente in the money che mi costa 445 €. Siamo a 7.84 quindi pago anche pochino avendo già un po' di valore intrinseco.
Vado sul future e lo vendo a Settembre a 7,84 perchè un po' di valore temporale c'è anche nei future (e in questo caso subisco lo spread solo quando venderò). Mi chiedono 700 € di margine.

Bene il terzo giovedì di settembre in mattinata chiudo la posizione e avrò i seguenti risultati con diverse quotazioni:
- Telecom a 6
Le azioni mi hanno guadagnato 1840 € dai quali devo togliere solo il prezzo delle commissioni, 30 € (se lavoro con un fornitore, altrimenti devo togliere altri 100-150 euro)
I cw valgono 2000 € dai quali devo togliere il costo di acquisto e le commissioni. Mi restano 1540 €.
I future riesco a ricomprarli a 6,06 (1% di spread) mi guadagnano 1780 euro dai quali tolgo 32 € di commissioni. Mi restano 1750 €,

Telecom a 7
Le azioni mi guadagnano 840 € poi vedi sopra
I CW valgono 1000 € dai quali devo togliere costo di acquisto e commisioni. Mi restano 540 €.
I future riesco a ricomprali a 7,07 mi guadagnano 770 € etc etc

Con Telecom sul prezzo di carico
Le azioni mi fanno perdere solo le commissioni
I CW mi perdono tutto il loro valore
I future mi fanno perdere le commissioni più un eventuale 1% di spread (quantificabile attorno agli 80 €)

Telecom a 8
Le azioni mi perdono 160 € più commissioni
I CW mi perdono 445 € più commissioni
I future li ricompro a 8,08 e mi perdono 240 €

Tralascio tutti i possibili casi da 8 in su perchè è facile calcolare la perdita per azioni e future, mentre per i CW perdo solo al massimo il premio pagato.

Per quanto riguarda il discorso "allora io lavoro direttamente sulle azioni che con la mia SIM ho una leva del 5" è vero per un'operatività intraday, poi casca il palco...

In merito allo spread denaro-lettera, credo che sia chiaro che questo dipende dalla volatilità dei sottostanti, quindi dopo aver monitorato il book uno decide se entrare o meno, a seconda dell'orizzonte temporale che uno ha e dell'obiettivo di gain che ha. Comunque non è molto differente da quello che si riscontra sui cw e sicuramente inferiore a quello delle opzioni.

Non sono qui per promuovere il mercato di questi future, mi interessa solo valutarli alla luce del sole, per vedere se sono possono essere convenienti o meno, per affrontare il mercato in modo differente.
Rimango dell'opinione che siano comunqe un passo avanti e spero inoltre che contribuiscano ad affossare ulteriormente il mercato dei cw, che ritengo un paradiso felice solo per pochi, mentre sono un purgatorio o inferno per molti.
 

alan1

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2001
Messaggi
3.260
fibo76 ha scritto:
alan1 ha scritto:
fibo76 ha scritto:
Unica nota dolente sono le commissioni, 16 € ad operazione............
Se c'è uno spread dall'1 al 4% come si fa ad operare,
ad ogni operazione parti battuto.

L'unica possibilità sensata è un Market Neutral di lunga distanza con 4-6 titoli (in questo modo si fanno poche operazioni),
ma con quegli spread ti mangi una grossa fetta di utile già in partenza.

:(
Mi scuso in anticipo se in qualche modo questa mia risposta piuttosto franca potrà in qualche modo offenderti, alan1, ma credo che il tuo modo di ragionare su questo argomento sia superficiale e sbrigativo.

Faccio un'altro esempio sperando che renda più chiaro cosa intendo io per maggior equità dei future su azioni rispetto ad altri strumenti.

Io voglio andare short su Telecom fino a settembre.

Ho la fortuna di avere un fornitore con cui vado short per max 90 giorni senza spese aggiuntive su 1000 azioni impegnando 7840 euro e traendo diretto beneficio o svantaggio dai movimenti dell'azione. Spendo 16 euro (commissione 0,19%). Se non ho la fortuna di avere questo fornitore vado short con qualche altro fornitore che mi fa pagare almeno 100-150 euro per il prestito titoli, più le commissioni.

Non ho tutti quei soldi a disposizioni e compro un CW PUT con scadenza a settembre. L'unico che fa al caso mio è il CW CBTI P8ST02 (C63157.MI) leggermente in the money che mi costa 445 €. Siamo a 7.84 quindi pago anche pochino avendo già un po' di valore intrinseco.
Vado sul future e lo vendo a Settembre a 7,84 perchè un po' di valore temporale c'è anche nei future (e in questo caso subisco lo spread solo quando venderò). Mi chiedono 700 € di margine.

Bene il terzo giovedì di settembre in mattinata chiudo la posizione e avrò i seguenti risultati con diverse quotazioni:
- Telecom a 6
Le azioni mi hanno guadagnato 1840 € dai quali devo togliere solo il prezzo delle commissioni, 30 € (se lavoro con un fornitore, altrimenti devo togliere altri 100-150 euro)
I cw valgono 2000 € dai quali devo togliere il costo di acquisto e le commissioni. Mi restano 1540 €.
I future riesco a ricomprarli a 6,06 (1% di spread) mi guadagnano 1780 euro dai quali tolgo 32 € di commissioni. Mi restano 1750 €,

Telecom a 7
Le azioni mi guadagnano 840 € poi vedi sopra
I CW valgono 1000 € dai quali devo togliere costo di acquisto e commisioni. Mi restano 540 €.
I future riesco a ricomprali a 7,07 mi guadagnano 770 € etc etc

Con Telecom sul prezzo di carico
Le azioni mi fanno perdere solo le commissioni
I CW mi perdono tutto il loro valore
I future mi fanno perdere le commissioni più un eventuale 1% di spread (quantificabile attorno agli 80 €)

Telecom a 8
Le azioni mi perdono 160 € più commissioni
I CW mi perdono 445 € più commissioni
I future li ricompro a 8,08 e mi perdono 240 €

Tralascio tutti i possibili casi da 8 in su perchè è facile calcolare la perdita per azioni e future, mentre per i CW perdo solo al massimo il premio pagato.

Per quanto riguarda il discorso "allora io lavoro direttamente sulle azioni che con la mia SIM ho una leva del 5" è vero per un'operatività intraday, poi casca il palco...

In merito allo spread denaro-lettera, credo che sia chiaro che questo dipende dalla volatilità dei sottostanti, quindi dopo aver monitorato il book uno decide se entrare o meno, a seconda dell'orizzonte temporale che uno ha e dell'obiettivo di gain che ha. Comunque non è molto differente da quello che si riscontra sui cw e sicuramente inferiore a quello delle opzioni.

Non sono qui per promuovere il mercato di questi future, mi interessa solo valutarli alla luce del sole, per vedere se sono possono essere convenienti o meno, per affrontare il mercato in modo differente.
Rimango dell'opinione che siano comunqe un passo avanti e spero inoltre che contribuiscano ad affossare ulteriormente il mercato dei cw, che ritengo un paradiso felice solo per pochi, mentre sono un purgatorio o inferno per molti.

Dunque tu dici che sono superficiale e negativo nel giudicare uno strumento così inliquido, perchè i CW sono peggio.

Hai ragione :) , questa è un'analisi che non fa una piega;

Ho un amico che ti assomiglia, siamo andati a mangiare insieme in un noto (e caro) ristorante, non abbiamo mangiato granchè bene, però lui mi ha fatto notare che al McDonald's ha mangiato peggio :D .
 

fibo76

Forumer attivo
Registrato
29 Aprile 2002
Messaggi
551
x alan1

non ci siamo capiti evidentemente, io chiudo qui la questione, mi aspetto altri interventi tecnici, dando per assodato che i future sulle azioni hanno uno spread troppo largo per te e che tu non ci lavorerai, cosa di cui prendo atto... ciao
 

Aikman

Forumer attivo
Registrato
8 Gennaio 2000
Messaggi
521
Località
Lombardia
Per me la questione e' semplice:

sara' possibile farci SCALPING o no?

Se si', verranno considerati. Se no, qualunque sia il motivo, non se li filera' nessuno.

Aik
 

alan1

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2001
Messaggi
3.260
Aikman ha scritto:
Per me la questione e' semplice:

sara' possibile farci SCALPING o no?

Se si', verranno considerati. Se no, qualunque sia il motivo, non se li filera' nessuno.

Aik
Secondo te con uno spread dall'1 al 4% si può fare scalping?

Personalmente sarei interessato all'uso Hedging, quindi con la possibilità di terere i contratti per tutta la loro durata, ma uno spread così è cmq troppo.
 

Aikman

Forumer attivo
Registrato
8 Gennaio 2000
Messaggi
521
Località
Lombardia
Alan, non avevo letto bene.

Se cosi' sara', possono gia' stabilire la data in cui li ritirano dal mercato :D comunque aspettiamo di vedere come saranno...

ciao

Aik
 

alan1

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2001
Messaggi
3.260
Aikman ha scritto:
Alan, non avevo letto bene.

Se cosi' sara', possono gia' stabilire la data in cui li ritirano dal mercato :D comunque aspettiamo di vedere come saranno...

ciao

Aik

Così sembra sia per quelli trattati al Liffe,
vedremo i nostrani.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto