Fiducia sugli utili? ma quante sciocchezze!!! ...e' vero.... (1 Viewer)

Atman

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2003
Messaggi
1.735
....che per adesso non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire!
Tutte le economie presentano conti da recessione , recessione che proseguira' forte nei prossimi mesi....e qui si pensa solo a comprare: ma che schifo!!
Di certo non mi scopro....ma il mio denaro se lo possono dimenticare.
Ecco cosa produce gli utili superiori:

USA: EURO FORTE GONFIA BILANCI MULTINAZIONALI/ANSA
(V. ANCHE 'USA: TRIMESTRALI; UTILI...' DELLE 16.25 CIRCA)
(ANSA) - ROMA, 28 APR - L' euro forte ed una drastica cura
dimagrante sul versante dei costi aziendali, stanno in parecchi
casi gonfiando i bilanci delle multinazionali statunitensi,
consentendo loro di archiviare nelle trimestrali vendite in
significativo aumento, conseguenza pero' anche della conversione
in dollari dei ricavi ottenuti sui mercati del vecchio
Continente.
Una conferma di questa tendenza si e' avuta anche oggi, in
occasione della divulgazione dei conti di McDonalds' e di
Procter&Gamble, due gruppi che sono molto esposti in Europa. Nel
primo caso, i profitti netti sono cresciuti del 29%, nel secondo
del 23%, trainati da vendite in crescita rispettivamente del
5,6% e del 7,6%.
Va tenuto conto che circa il 65% del fatturato di McDonald's
viene da aree diverse dagli Stati Uniti, mentre per P&G questo
valore aumenta fino al 50% del totale dei ricavi.
Nel caso specifico di Procter&Gamble, dal bilancio diffuso
oggi emerge che tre punti percentuali di incremento del
fatturato sono venuti dalle vendite europee, a loro volta
trainate dall' euro forte nei confronti del dollaro. Si tratta,
in questa circostanza, in pratica di un effetto-svalutazione,
che permette alle aziende di oltreoceano di essere piu'
competitive sul mercato dell' euro. Ma, oltre a questo, la
debolezza del biglietto verde, che l' anno scorso ha perso circa
il 23% del suo valore nei confronti della valuta unica,
contribuisce a migliorare i bilanci anche da un punto di vista
propriamente contabile. Il tutto a causa - come si e' detto -
della conversione in dollari del valore di alcune poste,
riferite all' andamento di vendite ed utili nel vecchio
Continente.
Una situazione favorevole di cui sono destinati a beneficiare
altri 'big', come Microsoft, in quanto la societa' di Bill Gates
genera circa un quarto delle sue vendite sui mercati esteri.
Per il resto, come osserva oggi il Wall Street Journal, l'
andamento sostanzialmente positivo delle trimestrali diffuse in
questi giorni dagli States e' in diretto rapporto al taglio dei
costi.
Il Wsj cita gli analisti di Thomson Financial per arrivare
alla conclusione che i risultati fin qui diffusi sono la
conseguenza piu' della riduzione dei costi che non di una
effettiva crescita del fatturato, in quanto la spesa dei
consumatori si trova tuttora in stallo.
Gli utili sono cresciuti di circa l' 11% per le 329 societa'
che fino ad oggi hanno presentato i conti del primo trimestre,
al di sopra del +6,8% che veniva accreditato dal consensus degli
analisti.
Eppure - sottolinea ancora il Wsj - tutto questo e' dovuto
appunto sopratutto al forte ridimensionamento dei costi, in
primo luogo tagliando il personale. Questo significa, inoltre,
che la Corporate America tende a risanarsi a spese dei consumi
stessi, i quali invece dovrebbero a loro volta sostenerla. Una
spirale perversa, dalla quale appare al momento difficile
uscire, perche' la situazione occupazionale resta piu' che mai
precaria, in attesa che proprio questa settimana venga
comunicato l' andamento del tasso di disoccupazione di aprile,
in probabile crescita al 5,9%.
A tutto cio' si aggiunge appunto l' effetto-euro, che tende a
gonfiare il fatturato, grazie al dollaro debole.
Almeno per ora, in conclusione, appare prematuro parlare di
inversione di tendenza nel difficile panorama dei bilanci delle
aziende statunitensi, alle prese con una domanda debole che non
permette di fare previsioni sulla ripresa degli investimenti.
(ANSA).

MOD
28-APR-03 16:34
 

Atman

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2003
Messaggi
1.735
aggiungo: ma non e' stato detto che la SARSS portera' ad una forte erosione degli utili e dell'economia???
ieri e' stato detto che ci vorra' UN ANNO PER TROVARE (purtroppo!! un vacino...
e dunque???
ma da quale sciocca intuizione deriva questa continua salita??
ma chi e' il genio???

mah!

che incredibile illusione che ci si crea!!
:-o
 

Aikman

Forumer attivo
Registrato
8 Gennaio 2000
Messaggi
521
Località
Lombardia
Ci sono pochi commenti da fare. E' solo speculazione interna ad una fase di distribuzione. Se un titolo come ENI in due sedute consecutive fa - 4 e poi + 4, ti pare che ci si debba fare domande?

ciao

Aik

PS In questi tempi non sono molto presente perche' sto lavorando a una serie di cosette... :)
 

Driver

Forumer attivo
Registrato
6 Gennaio 2000
Messaggi
782
Località
Ascoli Piceno
Ciao Argema, colgo l'occasione per salutarti nonchè per rammentarti di far mettere a posto l'orologio. Ciao e grazie. :)
 

Bonnie-II°-LaRicotta

Forumer attivo
Registrato
25 Aprile 2002
Messaggi
586
ciao atman :)
qui è un mese che diciamo "si crolla, si crolla", ma tranne la giornata di venerdì non fa altro che salire, e anche tosto :(
ormai non ci credo più al crollo .... mah!

ma sta sicuro che per la notoria legge di murphy, proprio quando smetterò di crederci e andrò long, arriverà in 2 giorni a 18.000! :-D
 

gisi

Forumer attivo
Registrato
26 Settembre 2001
Messaggi
219
Località
Milano
il 10 ottobre del 2002 il mib 30 è sceso fino a 20600 e il 2 dicembre del 2002 è risalito fino a 26700 - 6000 punti in meno di due mesi

il 3 dicembre del 2003 il mib 30 è ridisceso a 20530 e ora ha superato i 24000 - salirà? scenderà? boh ...?

Per gli aspiranti profeti copio questa citazione:

"La maggior parte delle persone coinvolte nel trading si concentra sul prevedere più degli altri e più correttamente... fare buon trading non ha nulla a che fare con il predire correttamente i mercati... fare denaro non ha niente a che fare con il prevedere, invece ha tutto a che fare con il lasciar correre i profitti e tagliare le perdite".
 

Atman

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2003
Messaggi
1.735
Daee ha scritto:
Caro Atman, non ti leggo da molto, ma mi sembri preparato e hai argomentazioni valide.
Ultimamente però non fai che parlare di crollo e ribasso imminente: capisco le tue buone ragioni e l'intento lodevole, ma urlando continuamente "al lupo" seisicuro di ottenere l'effetto voluto?
Se si crolla si dirà che a furia di dirlo è successo e prima o poi per statistica doveva succedere.
Se non crolla subito si corre il rischio di ignorare i tuoi avvertimenti con il risultato opposto a quello che ti sta a cuore.
Non parlo della gente preparata che frequenta questo forum, ma di chi lo legge e magari è alle prime armi. Io stesso ho passato il link del forum ad amici non proprio esperti e nello scriverti queste righe penso a loro.
Sbaglio? Può darsi.
Adesso non smettere di scrivere però, la mia è solo un'osservazione.
Con stima.
Daee
Hai perfettamente ragione a rimproverarmi: perche' tanto il mercato ha sempre ragione. Quello che non comprendo, e che quindi e' alla base delle mie urla, e' tutta questa euforia a volere per forza comprare sempre e ogni giorno. Mi pare di notare un comportamento sciocco, ingiustificato e stupido, non fosse altro per tutti i problemi macro e micro ( e ora si e' aggiunta pure sta benedetta SARS) che circondano l'economia.
Eppure la stupidita' ha la meglio su tutto!! un po' come nel 2000....quando pero' la stupidita' stessa fu punita a caro prezzo!! ora si tenta la stessa sorte? bene!! allora che comprino pure: ma oltre alle motivazioni di carattere micro/macro....mi pare che vi sia tecnicamente una "marea " di gap lasciati aperti a prezzi lontani dagli attuali livelli, specie su molti titoli, e un eccessivo ipercomprato.
Tutti rammentano un nasdaq a 5000, e dagli attuali livelli sembra che sia sceso tantissimo e che forse sia ora di comprare....ma nessuno rammenta che quei livelli erano follie e speculazioni illusorie, che vi sono stati per anni imbrogli che hanno gonfiato i bilanci ( e dunque i titoli e gli indici),...e che una giusta quotazione del nasdaq non va oltre i 1500/2000 punti.....nella speculazione piu' accesa!!
Purtroppo io urlo, ma mi rendo conto (come giustissimamentre mi fai notare) che per adesso qui l'unico sciocco sono io!
Ricambio la stima e ti/vi auguro un buonissimo gains. :)
Eppure si fa orecchio da mercante: e va bene!! per adesso e' cosi'!!
 

Atman

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2003
Messaggi
1.735
gisi ha scritto:
il 10 ottobre del 2002 il mib 30 è sceso fino a 20600 e il 2 dicembre del 2002 è risalito fino a 26700 - 6000 punti in meno di due mesi

il 3 dicembre del 2003 il mib 30 è ridisceso a 20530 e ora ha superato i 24000 - salirà? scenderà? boh ...?

Per gli aspiranti profeti copio questa citazione:

"La maggior parte delle persone coinvolte nel trading si concentra sul prevedere più degli altri e più correttamente... fare buon trading non ha nulla a che fare con il predire correttamente i mercati... fare denaro non ha niente a che fare con il prevedere, invece ha tutto a che fare con il lasciar correre i profitti e tagliare le perdite".
Do ragione anche a te..e la citazione e' correttissima.....tanto lo dimostra che io , nello scalping intraday, non mi lascio sfuggire i rialzi, anche se lo faccio con molto meno denaro di cio' che metterei in un ribasso, proprio per l'istinto che mi porta a non essere molto fiducioso.
Tutto qui.
:)
 

Atman

Forumer storico
Registrato
14 Marzo 2003
Messaggi
1.735
Beh....mi dispiace per chi e' dentro....ma spero che questa sciocchezzadel volere salire per forza ogni giorno e senza motivo....sia finita con il dato sulla fiducia superiore alle stime....proprio a conferma della stupidita' dei grossi operatori a svantaggio dei piccoli e del loro modo di cercare di prenderci per il cu.lo
un abbraccione.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto