ERRORE GRAVE DARE quello SPAZIO A BERLUSCONI (1 Viewer)

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.881
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
capisco quello che vuoi dire, ma questo non è un paese maturo di fronte al quale mettere un incantatore di serpenti ( con qualche condanna penale e civile nell' armadietto portatile ) a narrare liberamente per la trentesima volta che saremo tutti piu' ricchi e belli fra pochi mesi grazie a lui e ai suoi compari merende.

capisco quello che dici
non ti offendere se ti dico però che T e S hanno semplicemente i quazzi loro, cosa del tutto lecita
come B ha fatto i quazzi suoi, cosa altrettanto lecita

il problema è che non siamo un paese maturo?
chi crede alle favole di Mangiafoco, è gente che non ha letto nemmanco Collodi,
e se son tanti, andremo tutti nel paese dè balocchi come ci meritiamo


si legge e si medita troppo poco, e si guarda troppo la tivvì :)

leggere non dà assuefazione
e l'uso prolungato può dare indipendenza


:D :D :D
 

breznev

Guest
Il professore parla da Orvieto, in mezzo ai montiani del Pd, e si vede subito che l’appuntamento è stato impostato come l’inizio del funambolico cammino del centro montiano verso i Democratici (e viceversa) in funzione anti-Berlusconi e Lega. E’ una scelta, scattata all’indomani dello show del Cavaliere da Michele Santoro: che ha messo in allarme tutti, dal Pd a Monti, proprio perché tutti riconoscono che nell’arena di Servizio Pubblico l’ex premier ha vinto a mani basse, ha vinto troppo, va fermato.

Elezioni 2013. Monti a Orvieto tende la mano a Bersani contro Berlusconi e Lega. "No ai populismi". Ed è riconciliazione col Pd




adesso che travaglio e il suo compare hanno aperto la stalla, tutti a inseguire le vacche
:D
 

f4f

翠鸟科
Registrato
1 Ottobre 2003
Messaggi
52.881
Località
taglialegna da CiubeBBa;at Tokyo as Zenigata;capt
capisco quello che dici
non ti offendere se ti dico però che T e S hanno semplicemente i quazzi loro, cosa del tutto lecita
come B ha fatto i quazzi suoi, cosa altrettanto lecita

il problema è che non siamo un paese maturo?
chi crede alle favole di Mangiafoco, è gente che non ha letto nemmanco Collodi,
e se son tanti, andremo tutti nel paese dè balocchi come ci meritiamo



si legge e si medita troppo poco, e si guarda troppo la tivvì :)

leggere non dà assuefazione
e l'uso prolungato può dare indipendenza


:D :D :D



buongiorno, di Gramellini

12/01/2013
Senza memoria



massimo gramellini



Non mi stupisce che a un anno dall’affondamento la Concordia sia ancora lì, coricata su un fianco, immagine-simbolo di un Paese alla deriva. Mi stupisce che Schettino non sia ancora ministro dei Trasporti. Succederà. Non si è appena candidato Moggi? Gli italiani non hanno memoria.

Tranne uno che ricorda sempre tutto. Per esempio che coi comunisti, da Occhetto a Santoro, si rimediano figuroni. I comunisti, suo elisir di lunga vita. Il veleno sono i democristiani. Come Prodi, che lo ha sempre battuto. O come Renzi, contro il quale non si sarebbe mai presentato, ma che la sinistra gli ha tolto di mezzo in un ennesimo slancio di generosità.
L’uomo dalla memoria lunga sa che i suoi elettori ce l’hanno corta, cortissima. Se oggi stanno peggio di ieri, danno la colpa a chi li governa oggi. Non a chi, sgovernandoli fino a ieri, ha costruito l’oggi. Se ne infischiano del rapporto causa-effetto. Per loro la vita è un eterno presente di cattivi umori. Le emozioni sono la stella cometa. E risuonano nei chakra più bassi, quelli dell’ego, irrobustiti da decenni di pubblicità. Nessuno sa raggiungerli meglio del grande illusionista che con coraggio, faccia tosta e indubbio talento di venditore si presenta ogni volta sulla scena del disastro da lui prodotto come se ne fosse la vittima nonché l’unico in grado di porvi rimedio. Il tribuno del Movimento Canale 5 (Stelle) ha abbastanza memoria da ricordarsi che i pinocchi senza memoria si stufano in fretta del Grillo Parlante in loden, come di quello barbuto e sbraitante. Preferiscono prestare orecchio a un omino di burro che da vent’anni promette il Paese dei Balocchi.





ecco, volevo dire che non avevo letto Gramellini
coincidenze :)
 

superbaffone

Guest
buongiorno, di Gramellini

12/01/2013
Senza memoria



massimo gramellini



Non mi stupisce che a un anno dall’affondamento la Concordia sia ancora lì, coricata su un fianco, immagine-simbolo di un Paese alla deriva. Mi stupisce che Schettino non sia ancora ministro dei Trasporti. Succederà. Non si è appena candidato Moggi? Gli italiani non hanno memoria.

Tranne uno che ricorda sempre tutto. Per esempio che coi comunisti, da Occhetto a Santoro, si rimediano figuroni. I comunisti, suo elisir di lunga vita. Il veleno sono i democristiani. Come Prodi, che lo ha sempre battuto. O come Renzi, contro il quale non si sarebbe mai presentato, ma che la sinistra gli ha tolto di mezzo in un ennesimo slancio di generosità.
L’uomo dalla memoria lunga sa che i suoi elettori ce l’hanno corta, cortissima. Se oggi stanno peggio di ieri, danno la colpa a chi li governa oggi. Non a chi, sgovernandoli fino a ieri, ha costruito l’oggi. Se ne infischiano del rapporto causa-effetto. Per loro la vita è un eterno presente di cattivi umori. Le emozioni sono la stella cometa. E risuonano nei chakra più bassi, quelli dell’ego, irrobustiti da decenni di pubblicità. Nessuno sa raggiungerli meglio del grande illusionista che con coraggio, faccia tosta e indubbio talento di venditore si presenta ogni volta sulla scena del disastro da lui prodotto come se ne fosse la vittima nonché l’unico in grado di porvi rimedio. Il tribuno del Movimento Canale 5 (Stelle) ha abbastanza memoria da ricordarsi che i pinocchi senza memoria si stufano in fretta del Grillo Parlante in loden, come di quello barbuto e sbraitante. Preferiscono prestare orecchio a un omino di burro che da vent’anni promette il Paese dei Balocchi.





ecco, volevo dire che non avevo letto Gramellini
coincidenze :)
C'é del vero in quello che dice
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto