Diritti dei consumatori

Discussione in 'L'Isola dei Forumers' iniziata da 600, 27 Gennaio 2002.

    27 Gennaio 2002
  1. 600

    600 New Member

    Registrato:
    11 Gennaio 2000
    Messaggi:
    22
    Qualcuno mi spiega come mai, in certi esercizi commerciali (???) si trovino in vendita capi in pelliciia che non riportano nè il tipo di animale da cui provenga, nè il luogo di produzione dello stesso?


    E' strano, visto che recentemente in TV hanno mostrato e sottoposto all'attenzione del vasto pubblico il problema dell'importazione dall'oriente di pellicce di cane e gatto (divenuta illegale, come la commercializzazione) e visto che un consumatore dovrebbe conoscere ogni cosa su un capo che vada ad acquistare.

    La bella stola di pelliccia VERA (è l'unica certezza) che ho casualmente trovato in commercio riportava come uniche indicazioni un cartellino con suscritto"importato da....Venezia" e, stranamente, una bella targhetta con "pelliccerie...Milano".

    Insomma, l'hanno fatta a Milano e poi Venezia l'importa? Ma che allora la Lombardia è diventata stato estero? Ditemelo, visto che ci sto vivendo !!!

    MaH! queste prese in giro sono nauseanti: il paradosso è che il negozio in cui l'ho trovata, era lo stesso che, si vantava in un recente servizio televisivo, di aver ritirato dai suoi negozi capi di abbigliamento (giacconi) con colli in pellicce che, ad approfondite analisi, si sono rivelate essere di cane. E queste stole di che pelle sono fatte? Lì nessuno ha saputo dirmelo; la guardia di finanza non è voluta intervenire, mi resta da sentire una qualche associazione di consumatori: IO VOGLIO SAPERE COSA VADO AD ACUQUISTARE!!! E' un mio diritto, no?

    UN saluto a tutti
     
  2. 29 Gennaio 2002
  3. Argema

    Argema Administrator Membro dello Staff

    Registrato:
    5 Giugno 2000
    Messaggi:
    19.340

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 0)

Condividi questa Pagina