Differenza tra derivati: warrants opzioni certificati (1 Viewer)

Registrato
24 Ottobre 2020
Messaggi
3
Buonasera,
Sono nuovo ad investire oggi e anche al mondo della finanza. Mi potete far capire la differenza tra opzioni, certificati, warrants e obbligazioni? Non ci sto capendo più niente. Avete un libro di riferimento dove posso trovare queste informazioni?

Grazie
 

PILU

STATE SERENI
Registrato
18 Novembre 2004
Messaggi
13.654
Amico mio se non conosci la base di strumenti finanziari.. Lascia perdere gli investimenti fai da te..

Comprati al limite qualche fondo con un pac e non fai molti danni..

E guadagni in salute
 
Registrato
24 Ottobre 2020
Messaggi
3
Beh perché la gente si avvicina ai strumenti finanziari solo per investirci? Non pensi che molti sono spinti da curiosità e apprendimento? Non ho mai detto di voler investire in derivati ma voglio avere aperture molto larghe da capirne almeno. Se mi potete aiutare a capire bene altrimenti mi rivolto a buon amico libro.
 

PILU

STATE SERENI
Registrato
18 Novembre 2004
Messaggi
13.654
Beh perché la gente si avvicina ai strumenti finanziari solo per investirci? Non pensi che molti sono spinti da curiosità e apprendimento? Non ho mai detto di voler investire in derivati ma voglio avere aperture molto larghe da capirne almeno. Se mi potete aiutare a capire bene altrimenti mi rivolto a buon amico libro.

È difficile spiegare su un forum.. Di libri ce ne sono tanti.. Buona lettura..c'è una scelta così ampia.. Puoi scegliere quello che che ti può più essere utile
 

aldiladellaldiqua

THE REAL MATRIX is ECONOMIC
Registrato
12 Ottobre 2002
Messaggi
3.317
Località
Seaside
le obbligaz sono un mutuo (tipo quello un privato chiede solitamente ad una banca) che una società (generalmente quotata in borsa) chiede ai cittadini risparmiatori, siano essi soci della società o no.

non fanno parte del capitale sociale (termine tecnico), ma possono diventarlo, quando il prestito obbligaz è convertibile.

i warrant sono collegati al capitale sociale, e sono diritti che consentono di entrarci. Sono solitam a volatilità molto molto elevata.

cw (visto che ci troviamo) sono opzioni dai riparmiatori solo longabili (nel senso che solitamente devi prima comprarli per venderli): ciò li differenzia dalle opzioni che sono lo standard che si possono indifferentemente acquistare e vendere.

concettualmente warrant è opzioni sono vicini, se di tipo call puoi entrare nel capitale sociale (=diventare soci)

Buona fortuna. Piccola cosa mettici lo studio delle attività delle banche centrali.
 

aldiladellaldiqua

THE REAL MATRIX is ECONOMIC
Registrato
12 Ottobre 2002
Messaggi
3.317
Località
Seaside
de nada.

purtroppo la situazione è questa:
- o hai un genitore (familiare, parente, amico ecc) che ti instrada;
- oppure fai tu facendo esperienza (eufemismo che sta per loss) piano piano;
- oppure fai un corso. Quale non saprei, chi lo dovrebbe fare e contenuti. Ma in genere non vanno bene per definizione. Perché chi farebbe
(e soprattutto chi lo seguirebbe) un corso con invito alla prudenza, non fare petrolio e natural gas ecc ecc perché il contango ti sbrana ecc ecc. Si toglie molto pericolo ma anche l'adrenalina del trading ecc.

I libri sono utili, ma non sai quelli che servono. E spesso servono non più di 3 pag a libro, ma quali? In genere se vuoi fare il medico non sapendo, fai l'università che ti insegnerà, ma cosa ti insegnerà? Quello che serve. Cioè prima di capire, devi capire prima quello che devi capire. Ti mancheranno non le risposte, ma le domande quelle giuste. Il miglior libro alla fin fine sarà il grafico del Super DJIA, dal 1900, ma non guardarlo superficialmente racchiuso in un foglio A4. Ma stampatelo a porzioni di 10 anni e studiatelo con il cuore, immedesimandoti dentro nelle sue scorribande rialziste e ribassiste. Studiatelo con il phatos come se fossi stato dentro. Ultimo, lontano dall'intelligenza artificiale e reti neurali, se uno non vede un elefante dentro casa difficilmente lo vedrà con il microscopio.

Hai molti nemici, la banca con costi e commissioni, piattaforme, fornitura dati ecc ecc, il mercato con tanti tranelli, il fisco che calcola il gain senza considerare i costi. Notizie false o da altri avute in precedenza. Il più grande nemico sarai tu stesso: solitamente un senso di paura ci protegge dal fare alpinismo, parapendio, paracadutismo. Quando entri in posizione in borsa sarà uguale, quando le cose andranno male, un senso di paura cautelativo sopraggiungerà, per farti chiudere la posizione e traghettandoti fuori dal mercato, in loss ma lontano da possibili ulteriori loss. Questo meccanismo di paura che altrove è anticipato, in borsa è successivo nel senso che il danno è già prodotto.

Cose buttate al volo. In bocca al lupo. ciao
 
Ultima modifica:

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto