Dicono che non ci sono i soldi, tranne per la casta, le banche, il vaticano e la nato (1 Viewer)

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Parole sante, Sapelli.




Giulio Sapelli, economista italiano di grosso calibro anche se lontano dalle posizioni della Modern Money Theory, ha detto di recente una serie di cose molto sensate, ma una di queste è da scolpire sull’altare della patria a Roma: “Io contesto che uno come Monti sia un tecnico… e questo sarebbe un governo di tecnici? Monti viene dalla più mediocre università italiana, la Bocconi”.

Io ho già scritto in diversi articoli che ormai anche la manicure di Rothschild dice che le Austerità sono un suicidio per l’Europa. Forse anche il suo gatto.

Qui sotto una stupenda lapidaria frase dell’ennesimo gruppo internazionale di analisti e investitori* che discutono dell’Eurozona:

Between monetary verticality in free fall (generalized austerity) and evaporated horzontality (nonexistent interbank market), is there still hope?

Fra la verticalità monetaria in caduta libera (le Austerità generalizzate) e la scomparsa dell’orizzontalità (il mercato interbancario inesistente**), c’è ancora speranza? (in Europa, nda)”

Ora voi italiani ascoltatemi bene.

PIANTATELA di essere sti ometti e donnine perennemente in soggezione di chiunque abbia il titolo di dottore, professore, Cristo!

Adesso c’è sto cialtrone pagato da Goldman Sachs che sta al governo e solo perché ha la faccia da primario con tanto di occhiali da studioso siete tutti lì a dire che “almeno è una persona seria”.

No, non lo è.

E’ prima di tutto un burattino comandato,

e in secondo luogo è uno degli economisti più mediocri del secolo,

non ha uno straccio di prestigio scientifico che nessuno nell’accademia abbia mai notato, e proprio di economia non capisce niente.

Sapelli: “Recita quelle due formulette Neoclassiche e più di così non sa andare”.

Abbiamo un criminale al governo, già detto e spiegato, ma è anche una zolla in economia, Cristo. Almeno ci fottesse la vita un criminale di spessore!



* OTCex Group.

** Le banche europee ormai sopravvivono solo perché Draghi le pompa di euro in rianimazione, proprio come un corpo in coma attaccato al ventilatore. Nessuna banche ha più nulla da prestare ad altre banche, e se ne ha non lo fa per paura.





Paolo Barnard - [Alcune considerazioni su...]
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
QUEI 3600 MILIARDI REGALATI ALLE BANCHE - E il TIRO AL PICCIONE su DI CATERINA

[ame=http://www.youtube.com/watch?v=gTrcHWeWTcI&feature=player_embedded]QUEI 3600 MILIARDI REGALATI ALLE BANCHE - E il TIRO AL PICCIONE su DI CATERINA - YouTube[/ame]
 

DNGMRZ

ordine 11.110
Registrato
25 Febbraio 2007
Messaggi
1.441
Ottima intervista.
Monti è un criminale, penso che lo abbiamo capito tutti che è stato messo lì per affossarci e ci sta riuscendo benissimo aumentando a dismisura la disoccupazionee facendo precipitare il pil.
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Continuate pure a parlare di Batman


Mentre tutti si occupano di Fiorito, denunce di livello ben più grave vengono esposte alle Commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato. Quella che potete vedere sopra è la registrazione dell'intervento integrale di Luigi GIampaolino, presidente della Corte dei Conti, oggi in Parlamento di fronte alle Commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato. Riassunto: con l'austerity e le tasse di Monti, il paese sta sprofondando in una recessione ben oltre tutte le previsioni. Ma noi continuiamo a parlare solo di Batman...


Per chi volesse, visto che in giro si trovano solo brevi stralci, metto a disposizione sia il testo che la registrazione multimediale dell'audizione in forma integrale. Quello che segue è un piccolo estratto del PDF completo (scaricabile da qui, se non volete guardare il video):
« La somministrazione di dosi crescenti di austerità e rigore al singolo paese, in assenza di una rete protettiva di coordinamento e di solidarietà, e soprattutto se incentrata sull’aumento del prelievo fiscale, si rivela, alla prova dei fatti, una terapia molto costosa e, in parte, inefficace. E che, neppure, offre certezze circa il definitivo allentamento delle tensioni finanziarie. Questa spirale negativa è ben evidenziata dall’esame della situazione italiana. Ma, più in generale, essa appare proprio la conseguenza di una visione distorta e incompleta delle ragioni della crisi che l’Europa sta attraversando. »​
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
Monti è come Maria Antonietta: le imprese hanno fame? Che mangino croissant



scritto da Caravaggio
Monti è come Maria Antonietta: le imprese hanno fame? Che mangino croissant - DAW blog/NEWS.com




Pochi giorni fa, nell’azienda presso la quale lavoro, cinquanta anime in totale, è stata comunicata l’inizio della cassa integrazione a zero ore per per dieci impiegati. La crisi nel settore manifatturiero è gigantesca, la fine del tunnel non si intravede ma il governo sembra impegnato in altre faccende. Nelle stesse ore Mario Monti ha infatti solennemente affermato che l’Italia non si divide tra destra e sinistra, tra guelfi e ghibellini, tra rossi e neri ma tra chi le tasse le paga e chi no, tra chi riga dritto e chi evade.
Di questa morale fiscale vomitevole, di questo pseudo stato etico, io che le tasse sono costretto a pagarle tutte, io che vedo la mia busta paga dimezzarsi, che vedo il mio lavoro sempre più a rischio, non ne posso più. Se solo avessi la minima possibilità di evadere i tributi lo farei sino all’ultimo centesimo e senza alcun rimorso. A questo stato ladro, indecente, e immorale che pasteggia a ostriche e champagne, mentre noi poveri cristi ci spacchiamo la schiena per sbarcare il lunario, non devo nulla.
Perché caro Presidente è vero che l’Italia è divisa in due ma non tra tartassati ed evasori. Ma tra chi lavora e chi campa sulle spalle di chi produce ricchezza, tra formiche e sanguisughe, tra statalismo e impresa privata.

Il primo pachidermico, privilegiato e ladro,
la seconda, massacrata, discriminata, sfruttata.


Nel mio mondo le aziende soffrono strozzate da un accesso al credito asfittico, da una burocrazia bizantina, da una tassazione sul lavoro folle e malata, da istituzioni ladre che non onorano i debiti ma che sono rapaci nel pretendere e ottenere con le intimidazioni, i nostri soldi. La vita di noi lavoratori sta diventando una lenta eutanasia mentre assistiamo impotenti a questo orrendo cabaret di bassa lega dove lo stato, senza pudore alcuno, opera alla luce del sole come una società a delinquere.
Se potessi, chiederei asilo politico perché mi sento di vivere in uno stato totalitario, una specie di Unione Sovietica 2.0 dove la libertà di impresa è minacciata, dove la presunzione di innocenza non esiste ma dove anzi lo stato ti considera un ladro a priori, dove l’inquisizione fiscale scandaglia la tua vita e ti condanna senza appello a pene severissime, dove una nomenklatura indecente e fuori dalla realtà assiste inerme allo smantellamento del sistema industriale italiano.
Monti mi ricorda Maria Antonietta: le imprese hanno fame? Che mangino croissant.
 

DNGMRZ

ordine 11.110
Registrato
25 Febbraio 2007
Messaggi
1.441
E' come il 1992, uguale uguale.
Fessi e gente uscita dalle fogne a tirar monetine al Raphael e intanto c'erano le riunioni sul panfilo Britannia......
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.377
insomma, nel dopoguerra non è mai andata così male.
lo dimostrano gli stessi dati contenuti nella Nota di aggiornamento, drasticamente rivisti in peggio: -2,4 per cento il prodotto interno lordo nel 2012 (contro la previsione di un –1,2 per cento di aprile), e ancora -0,2 per cento l’anno prossimo (ipotesi probabilmente ottimistica). In questo modo la perdita di prodotto rispetto ai valori precrisi del 2007 raggiungerà i 7 punti percentuali nel 2013. E siccome lo stesso documento governativo non ritiene che all’approfondimento della recessione possa seguire, nel 2014- 2015, un rimbalzo congiunturale, quella perdita ancora nel 2015 sarà di 5 punti percentuali. A questo punto, afferma la Corte dei conti, gli stessi risultati del programma di «riforme strutturali» avranno «una dimensione insufficiente per colmare il vuoto di domanda apertosi nel 2007».
http://www.megachip.info/tematiche/kill-pil/9056-lle-manovre-tecniche-hanno-creato-recessioner.html
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto