Dati macro, notizie per venerdì 23 novembre (1 Viewer)

anonimus08

Forumer storico
Registrato
23 Maggio 2008
Messaggi
1.618
DATI MACRO PREVISTI PER LA SEDUTA CORRENTE
Germania
Ore 08.00
Pil dato finale del terzo trimestre. Attesa: 0.2% t/t, 0.4% a/a
Indice di domanda interna del terzo trimester. Attesa: -0.1%
Indice di investimenti di capitale nel terzo trimestre. Attesa: 0.0%
Ore 10.00
Indice IFO situazione corrente nel mese di novembre. Attesa: 106.3
Indice IFO business climate nel mese di novembre. Attesa 99.5.
Indice IFO attese nel mese di novembre. Attesa: 93.0

Francia
Ore 08.45
Fiducia delle imprese nel mese di novembre. Attesa: 86.0

Italia
Ore 10.00
Vendite al dettaglio nel mese di settembre. Attesa: 0.3%


EVENTI
Europa
Riunione del Consiglio Europeo (ultimo giorno)
Ore 10.00
Discorso di Mario Draghi al Congresso Bancario europeo


EVENTI SOCIETARI
Italia
Opvs
Collocamento di Sea sino al 30/11. Pricing il 3/12 e e quotazione prevista per il 6/12

OPA
Opa in corso su Screen Service

Aumento di capitale
d'Amico: 7 nuove azioni ogni 5 azioni esistenti al prezzo di 0.31 euro. Aumento sino all'11/12 e diritti negoziati sino al 4/12.
Collocamento di bond Atlantia per un importo di 750 milioni di euro.

Cda
El.En ,Telecom Italia

:ciao:
 

anonimus08

Forumer storico
Registrato
23 Maggio 2008
Messaggi
1.618
MERCATO USA
Borsa Usa chiusa per Thanksgiving Day


MERCATI ASIATICI

Tokyo. Nikkei chiuso per festivita'
Borsa nipponica chiusa per festivita' questa mattina. Le altre principali piazze azionarie asiatiche sono apparse incerte ma si sono comunque mosse al di sopra della parita' con volumi bassi a causa anche della contemporanea chiusura di Wall Street.

Ad Hong Kong l'Hang Seng guadagna mezzo punto percentuale mentre lo Shanghai Stock Exchange fa segnare un progresso piu' ampio pari allo 0,8% circa. Rialzo di poco piu' di mezzo punto percentuale anche per Seul mentre Singapore registra un guadagno dello 0,1%.


MERCATI EUROPEI
Borse europee poco mosse

Avvio poco mosso per le principali Borse europee in una giornata caratterizzata dal clima semifestivo a Wall Street.
Gli investitori guardano con attenzione al Consiglio europeo in programma oggi a Bruxelles per il bilancio 2014/2020.
L'agenzia Standard & Poor's ha intanto confermato il rating della Fracia ad AA+ con outlook negativo.

Sul fronte societario male Eads (-3%). Secondo indiscrezioni Francia e Germania avrebbero raggiunto un accordo per la riduzione della quota al 12%. Lettera su Danone (-0,14%). Beremberg ha tagliato il rating sul gruppo alimentare a sell da hold. In rialzo Alcatel-Lucent (+0,5%). Ieri il titolo ha chiuso in rialzo del 16% in scia alle voci su trattative con Goldman Sachs per un finanziamento. Bene Ahold (+2%). Nomura ha alzato il rating sul retailer a buy da neu tral.


APERTURA MERCATO ITALIANO

Piazza Affari in ribasso
Il Ftse Mib segna -0,8%, il Ftse Italia All-Share -0,7%, il Ftse Italia Mid Cap -0,7%, il Ftse Italia Star -0,3%. Borse europee deboli in avvio. Mercati americani chiusi ieri per il Thanksgiving Day (Giorno del Ringraziamento), mentre oggi resteranno aperti solo metà giornata: si prevede quindi un'altra seduta con volumi ridotti e movimenti limitati. Attualmente i future sui principali indici USA sono sulla parità. Tokyo oggi è rimasta chiusa per festività, mentre a Hong Kong l'Hang Seng ha fatto segnare +0,79%. Deboli in avvio i bancari con Banca MPS (-1,6%) in evidenza in scia alle indiscrezioni relative ai valori di emissione delle nuove azioni per pagare gli interessi sui Monti-bond. Il Tesoro potrebbe diventare secondo azionista dopo la Fondazione MPS con una quota di circa il 15%.

Lettera su Mediaset (-1,8%) che ritraccia dopo il buon rialzo di ieri determinato dalle ultime indiscrezioni relative alle possibili novità ai vertici della squadra di manager delle reti del biscione. In rosso Telecom Italia (-0,8%) nonostante la decisione di HSBC di migliorare il giudizio sul titolo da "underweight" (sottopesare) a "neutral". Il Sole 24 Ore ipotizza che a breve verranno prese le decisioni strategiche per quanto riguarda il mercato brasiliano. Partenza debole per Luxottica (-0,3%) dopo le indiscrezioni di stampa relative al raggiungimento di un accordo per l'acquisizione del 40% della catena di negozi di ottica Salmoiraghi&Vigano', con opzioni per incrementare la partecipazione nei prossimi anni, per 40 milioni di euro.

Finmeccanica (+1%) in rialzo su indiscrezioni in base alle quali dovrebbe partire oggi la gara da 5 miliardi di dollari per gli elicotteri della US Air Force. Finmeccanica parteciperà con la controllata AgustaWestland in consorzio con Northrop-Grumman. Inoltre il Messaggero scrive che oggi il presidente e a.d. di Finmeccanica, Giuseppe Orsi, incontrerà in Germania i vertici di Siemens per trattare la vendita di Ansaldo Energia. I tedeschi avrebbero offerto 1,3 miliardi di euro per la società.

TITOLI DEL GIORNO
Titolo da seguire con attenzione Enel Green Power in ottica di una possibile ampia rivalutazione: dopo aver messo a segno un deciso rialzo dai minimi di luglio a 2,02 i prezzi hanno disegnato, successivamente al raggiungimento di un top a settembre a quota 3,05, una fase dalla moderata inclinazione ribassista compresa all'interno di un canale, ovvero delimitata da due linee parallele. Questo tipo di configurazione viene indicata dagli analisti grafici con il nome di "bandiera" e viene considerata parte della famiglia dei pattern di continuazione, ovvero di quelle figure che rappresentano una pausa della tendenza in atto fino a quel momento. La comparsa della "bandiera" dovrebbe quindi dimostrarsi sono una interruzione del rialzo visto dai minimi di luglio pronto a riprendere per fare segnare nuovi massimi superiori ai 3,05 euro. Conferme in questo senso verrebbero oltre area 2,95, limite superiore del canale, introduttive a movimenti verso area 3,25 almeno, dove i prezzi incontrerebbero il lato superiore del gap ribassista del 16 febbraio. Target successivo a 3,45, lato alto del canale rialzista ipotizzato dai minimi estivi. Solo al di sotto della base della "bandiera", praticamente coincidente in questa fase con la media mobile a 200 giorni, passante a 2,65, vi sarebbero segnali contrari al proseguimento del rialzo. Target in quel caso a 2,35 euro.
Per chi volesse comprare il titolo attendere la rottura di 2,95 per intervenire con target a 3,25, stop loss a 2,80.
Per chi gia' detiene il titolo mantenere uno stop sotto 2,65, incrementare oltre 2,95 per 3,25.

Il rimbalzo che Stm ha avviato all’inizio dell’ottava si è spinto fino a raggiungere a 4,70 circa una media mobile a 200 giorni. Se i prezzi riuscissero a lasciarsi alle spalle questo ostacolo sarebbe lecito credere in un ritorno sui massimi di periodo, più volte testati negli ultimi mesi, in area 5 ,20. Solo la rottura di questa soglia fornirebbe un segnale di netto cambiamento rispetto alla sostanziale lateralità degli ultimi mesi prospettando rialzi ampi, con target fino a 5,91, gap del 4 aprile, e successivamente in area 6,25/6,30. Nella direzione opposta la violazione di 4,20 farebbe temere il ritorno sui minimi di luglio a 3,66.
Per chi volesse acquistare il titolo: intervenire oltre 4,73 euro con stop sotto 4,60 euro e target a 5,20.
Per chi detiene attualmente il titolo: mantenere aperte le posizioni sopra 4,20 euro e incrementare oltre 5,20 euro, per i target a 6,25/6,30 euro.

Situazione delicata per Beni Stabili: il titolo oscilla poco al di sopra di 0,39/0,40 euro, area dove si concentrano l'ex resistenza rappresentata dal massimo di fine luglio, il 50% di ritracciamento di quanto guadagnato a partire da fine giugno e la neckline del potenziale testa e spalle ribassista in formazione da fine settembre. L'eventuale violazione di questi riferimenti creerebbe le premesse per assistere a un'inversione rispetto alla tendenza ascendente in forza da inizio estate con obiettivo a 0,35 almeno. Concreti segnali positivi verrebbero invece inviati in caso di superamento del massimo di inizio settimana scorsa a 0,4388, prologo a un allungo verso 0,49/0,49, massimi allineati di ottobre e marzo e ostacolo oltre il quale le quotazioni potrebbero dirigersi verso 0,54, massimo del settembre 2011.
Per chi volesse acquistare il titolo: posizioni long oltre 0,4388 per 0,48, stop sotto 0,4150.
Per chi detiene attualmente il titolo: incrementare oltre 0,49 per 0,54, ridurre sotto 0,39 e uscire alla violazione di 0,35.


HEADLINES

Francia: S&P's conferma il rating AA+, outlook negativo
L'agenzia di rating Standard & Poor's ha confermato il giudizio AA+ con outlook negativo sul debito della Francia.

Bilancio Ue: ancora lontano un accordo, si riprende oggi alle 12.00
E' stato sospeso ieri il vertice Ue che dovrà decidere sul bilancio per il 2014-2020. Si riprenderà oggi alle 12.00. Il Presidente dell'Unione europea Van Rompuy ha presentato una bozza di compromesso, per cercare di superare le perplessità della Gran Bretagna ed il disappunto di Italia e Francia contro i tagli alla politica agricola e ai fondi di coesione. La proposta prevede l'aggiunta di 11 miliardi per le regioni più bisognose e di 7,7 miliardi per l'agricoltura. Ai fondi per lo sviluppo vengono tolti 13 miliardi, 5 alle grandi reti ed 8 a ricerca ed innovazione. E' stato modificato lo stanziamento delle spese amministrative e Van Rompuy ha suggerito di decurtare 1,6 miliardi dai fondi per la giustizia e la sicurezza e 5,5 quelli destinati alla politica estera. Gelo fra il Cancelliere tedesco Merkel ed il Presidente francese Hollande durante l'incontro bilaterale. Se Parigi chiede meno tagli, Berlino ne pretende di più, mentre il premier britannico David Cameron rimane contrario al più piccolo aumento e minaccia di porre il veto. Sembra ancora lontana quindi la possibilità di un accordo fra i 27 leader.

Intesa Sanpaolo, collocato covered bond decennale con oltre 5 mld di richieste
Ammonta ad oltre 5 miliardi di euro la domanda per il bond decennale a tasso fisso da 1,25 miliardi di euro lanciato ieri da Intesa Sanpaolo. L'83% delle richieste proviene da investitori istituzionali esteri. La cedola è del 3,62%, con un rendimento a scadenza del 3,74% nell'area di 200 punti base sopra il tasso del midswap. Il titolo è destinato ad investitori pro fessionali. In una nota l'istituto di Cà de Sass definisce l'emissione una conferma della forte capacità di funding del gruppo.

Atlantia: emissione di obbligazioni elevata a 1 miliardo di euro
Atlantia si è avvalsa della facoltà di aumentare fino a 1 miliardo di euro, d'intesa con i Responsabili del Collocamento, il valore nominale massimo complessivo dell'offerta di obbligazioni garantite da Autostrade per l'Italia e destinate ai risparmiatori retail. Pertanto, saranno emesse fino a un massimo di 1 milione di obbligazioni del valore nominale di 1.000 euro ciascuna. Atlantia comunica inoltre che, d'intesa con i Responsabili del Collocamento, la chiusura del periodo di offerta é stata anticipata al 23 novembre 2012, a seguito dell'integrale collocamento dell'ammontare massimo di 1 milione di obbligazioni. Entro il 30 novembre 2012 (vale a dire entro 5 giorni lavorativi dalla conclusione del periodo di offerta) saranno resi noti il volume delle richieste pervenute e il rendimento delle obbligazioni, nonché il prezzo, la data di emissione e di scadenza e le ulteriori informazioni previste nel prospetto.

Eni: Macquarie migliora giudizio
L'agenzia di rating Macquarie ha migliorato il giudizio su Eni da "neutral" a "outperform" (farà meglio del mercato).

Recordati: accordo di licenza da Erytech per Graspa in Europa
Recordati ha annunciato che la filiale Orphan Europe ed Erytech hanno firmato un accordo di licenza per la commercializzazione e distribuzione in Europa di Graspa, farmaco per il trattamento della leucemia linfoblastica acuta e della leucemia mieloide acuta.

Fonte ADVFN Newsdesk
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto