Dati macro eventi notizie per la seduta corrente (1 Viewer)

anonimus08

Forumer storico
Registrato
23 Maggio 2008
Messaggi
1.618
FRANCIA
Ore 08.45
Spese per consumi nel mese di settembre. Attesa: -0.1% m/m.
Prezzi alla produzione nel mese di settembre. Attesa: +0.1 m/m
GERMANIA
Ore08.00
Vendite al dettaglio nel mese di settembre. Attesa: 0.3% m/m, -1.2% a/a.
ITALIA
Ore 10.00
Tasso di disoccupazione nel mese di settembre, dato preliminare. Attesa 10.8%
Inflazione armonizzato nel mese di ottobre, dato preliminare. Attesa: ----
Inflazione nel mese di ottobre, dato preliminare. Attesa: 0.3% m/m, 2.9% a/a
Prezzi alla produzione nel mese di settembre. Attesa: +0.2% m/m, 2.7% a/a

EUROPA
Ore 11.00
Indice dei prezzi al consumo nel mese di ottobre. Attesa: +2.5% a/a.
Tasso di disoccupazione nel mese di settembre. Attesa: 11.4%.

GRECIA
Ore12.00
Vendite al dettaglio nel mese di agosto. Attesa: ----.

STATI UNITI
Ore 13.30
Costo del lavoro nel terzo trimestre. Attesa: +0,5%.
Ore 14.45
Indice PMI di Chicago nel mese di ottobre. Attesa: 51,4.
Ore 15.30
Scorte settimanali di petrolio

EVENTI
USA
Intervento Williams, Fed San Francisco su politica monetaria ed economia
Intervento Kocherlakota, Fed Minneapolis


EVENTI SOCIETARI
Italia
Aumento di capitale
Sintesi
Cda
BasicNet, C.Artigiano, Ei Towers, Fiat Industrial, Sorin, Ternienergia

Conference Call
Ei Towers, Fiat Industrial, Sorin
Assemblee
DMail, Fondiaria, Retelit

EUROPA
Trimestrali
BBVA, Barclays, Total

USA
Trimestrali
CNH (gruppo Fiat), GM, Visa


COLLOCAMENTI
GERMANIA
Asta Bund scadenza 2044 anni per un importo di 2 miliardi (rendimento precedente 2.17%)

FRANCIA
Offerta titoli per scadenza 2019 (rendimento precedente 1.29%), 2022 (rendimento precedente 2.28%), 2035 per un ammontare complessivo compreso tra 6.5 e 7.5 miliardi.

:ciao:
 

anonimus08

Forumer storico
Registrato
23 Maggio 2008
Messaggi
1.618
MERCATO USA
Borsa Usa chiusa

MERCATI ASIATICI
Tokyo: Nikkei positivo
Indici azionari nipponici positivi questa mattina. Il Nikkei ha chiuso le contrattazioni in rialzo dello 0,98% a quota 8928,29 mentre il Topix e' salito dell’1,21% a 742,33 punti. Il risultato positivo dopo tre giorni di ribassi e' stato agevolato dal dato macro Usa sui prezzi delle case, che hanno fatto segnare il rialzo piu' alto degli ultimi due anni e dalla fermezza con la quale la BoJ si sta impegnando per contrastare sia la deflazione che la forza dello yen.
Sul fronte macroeconomico interno da segnalare che il dato relativo ai Nuovi Cantieri edili residenziali e' salito in settembre al +15,5% su base annuale, facendo però registrare una cresc ita leggermente inferiore alle attese degli analisti che avevano stimato un incremento del 16,1% a/a. Gli ordinativi di nuove costruzioni sono invece cresciuti del 3,6% nello stesso periodo.

Markit ha reso noto che l'Indice PMI manifatturiero Nomura/JMMA giapponese e' sceso in ottobre ai minimi degli ultimi 18 mesi, a quota 46,9, in calo rispetto alla precedente rilevazione pari a 48 punti. L'indice si allontana dai 50 punti, indicando un ulteriore peggioramento delle performance del settore manifatturiero giapponese.
Il Salario medio mensile infine non subisce alcuna variazione in settembre e si attesta al +0,0% rispetto allo stesso periodo del 2011, migliorando le attese degli economisti che avevano previsto un calo pari a -0,4%. Tuttavia e' stato rivisto al ribasso il dato di agosto, da +0,2% a +0,0% a/a.

Tra i singoli titoli del listino sono apparsi in crescita quelli del comparto auto dopo che Fuji Heavy Industries (Subaru) ha alzato le s time sugli utili annuali. Il titolo ha guadagnato il 6,6% circa. Ben comprato anche Mazda oltre a Shinsei Bank, All Nippon Airways e Meidensha. Segno negativo invece per Ricoh (-3%), dopo una trimestrale inferiore alle attese, Casio Computer e Mitsubishi Heavy Industries.

In rialzo anche le altre principali piazze azionarie asiatiche con Hong Kong che guadagna lo 0,5%, Shanghai lo 0,33% e Seul che ha chiuso in crescita dello 0,66%.


MERCATI EUROPEI
Borse europee positive

Avvio positivo per le principali Borse europee. Il Dax30 di Francoforte guadagna lo 0,58%, il Cac40 di Parigi lo 0,6%, il Ftse100 di Londra lo 0,21% e l’Ibex35 di Madrid lo 0,64%. Sul fronte societario in rialzo Total (+1,6%). La compagnia petrolifera francese ha chiuso il terzo trimestre con ricavi pari a 49,89 miliardi di euro in crescita dell’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e con un utile netto adjusted di 3,348 mld (+20%).

In ribasso ArcelorMittal (-3,5%). Il gruppo ha chiuso il terzo trimestre con ricavi pari a 19,723 miliardi di dollari in calo rispetto ai 24,214 mld dello stesso periodo dello scorso anno e con un Ebitda di 1,336 mld (2,408 mld al 30/09/2011). Il risultato netto è negativo per 709 milioni di dollari contro l'utile di 659 mln del terzo trime stre 2011. Il produttore di acciaio ha avvertito che le condizioni difficili di mercato proseguiranno anche nel quarto trimestre. Proposta la riduzione del dividendo annuale a 0,20 dollari per azione da 0,75 dollari.

Vendite su Barclays (-3,54%). La banca inglese ha chiuso il terzo trimestre in rosso a causa di svalutazioni e accantonamenti per circa 1,8 miliardi di sterline. Il risultato adjusted è pari a 1,73 mld, sostanzialmente in linea con le attese. Bene Lufthansa (+6%). La compagnia aerea tedesca ha generato nel terzo trimestre del 2012 ricavi pari a 8,31 miliardi di euro in crescita del 6,2% sul dato di un anno prima. L’ebit della società è aumentato nel trimestre del 18,7% a 863 milioni di euro e l’utile netto da 642 milioni di euro è stato superiore del 30% al dato di un anno fa. L’eps trimestrale è aumentato del 29,6% a 1,40 euro per azione battendo le attese degli analisti.
Risultati superiori alle previsioni anche per il gruppo Air France-Klm (+6,5%).

APERTURA MERCATO ITALIANO
Piazza Affari in ascesa
Il Ftse Mib segna +0,7%, il Ftse Italia All-Share +0,7%, il Ftse Italia Mid Cap +0,4%, il Ftse Italia Star +0,1%.
Borse europee in rialzo. Anche ieri Wall Street è rimasta chiusa a causa del transito dell'uragano Sandy. Il mercato azionario newyorchese riaprirà oggi i battenti alle 14:30 ora italiana. Attualmente i future sui principali indici USA (negoziati sul mercato telematico Globex) sono in rialzo dello 0,6%. A Tokyo il Nikkei 225 ha chiuso a +0,98%, mentre a Hong Kong l'Hang Seng ha fatto segnare +1%.

Denaro su Prysmian (+2,6%) dopo l'aggiudicazione di una commessa da 400 milioni di euro da Terna (+0,6%) per la realizzazione di un colle gamento elettrico sottomarino fra Montenegro e Italia. Bene Telecom Italia (+1,4%) nonostante la trimestrale di Tim Participacoes inferiore al consensus. La controllata brasiliana ha archiviato il terzo trimestre dell'anno con profitti pari a 318 milioni di reais, meno dei 352 attesi dagli analisti. Nel periodo i ricavi sono saliti dell'8% a/a, meno rispetto a un anno fa. Netto calo per Fiat (-3,7%) penalizzata dalle revisioni al ribasso di molti broker dopo i dati trimestrali di ieri.

TITOLI DEL GIORNO
Atlantia si muove dal massimo di settembre a 12,86 euro seguendo un percorso laterale il cui limite inferiore e' posto in area 11,90. Questa fase di relativa stabilita' segue il rialzo realizzatosi dai minimi di giugno a 9,03 ed e' quindi possibile ipotizzare di essere in presenza di una semplice pausa dell'uptrend. Il superamento del picco di settembre confermerebbe questa ipotesi favorendo la ripresa del rialzo. La fase laterale si dimostrerebbe in quel caso un "rettangolo", figura di continuazione (ovvero una configurazione che si pone come pausa all'interno di una tendenza e che la lascia poi continuare) che proietta obiettivi proporzionali alla sua ampiezza, posti quindi in area 13,75 almeno (resistenza intermedia a 13,06, picco di febbraio, obiettivo successivo invece a 14,40). La violazione di 11,90 costringerebbe invece e rivedere il quadro grafico considerando la attuale fase laterale come una zona di distribuzione, introdut tiva quindi ad un movimento ribassista. Il primo obiettivo della discesa si porrebbe in quel caso a 11,15, media mobile a 100 giorni, il successivo a 10,50, 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del rialzo dai minimi di giugno.
Per chi volesse comprare il titolo attendere la rottura di area 12,85 per intervenire con target a 13,75 e stop a 12,60.
Per chi gia' detiene il titolo mantenere uno stop subito al di sotto di 11,90, incrementare oltre 12,85 per il test di 13,75.

Il quadro grafico di Campari resta saldamente orientato al rialzo nonostante il trend di breve termine abbia subito una battuta d’arresto al cospetto dei record storici recentemente raggiunti a 6,545. Fino a quando i prezzi resteranno al di sopra del supporto a 5,95, in corrispondenza dei picchi di luglio, sarà lecito credere nella prosecuzione della crescita in direzione degli obiettivi a 6,70 e 7,00 circa. Solo un perentorio ritorno sotto 5,95 rischierebbe di indebolire l ’uptrend aprendo la strada a ribassi che potranno estendersi fino a 5,77 e 5,45 (per la ricopertura del gap apertosi il 3 settembre).
Per chi volesse comprare il titolo, intervenire oltre 6,32 euro per il test di 6,545 (target successivo a 6,70 euro), stop loss sotto 6,14 euro.
Per chi detiene il titolo, mantenere uno stop loss a 5,95 euro e incrementare alla rottura di 6,545 per il test di 6,70 e 7,00 euro.

Telecom Italia ha accelerato al ribasso nell'ultima settimana andando a violare la base del canale che scendeva dai massimi di settembre. L'ipervenduto presente sui principali oscillatori potrebbe agevolare un rimbalzo nell'immediato da parte del titolo, rimbalzo che acquisirebbe comunque forza solo a seguito del superamento di area 0,76, resistenza al momento piuttosto distante. Probabile invece che i prezzi accennino una temporanea reazione prima di tornare a premere sull'acceleratore andando ad attaccare il supporto a 0,69 euro, per pros eguire poi il cammino verso un primo obiettivo a 0,6550 e successivo nei dintorni dei bottom estivi in area 0,60.
Per chi volesse acquistare il titolo: intervenire in area 0,6550 per il target a 0,70, stop sotto 0,65.
Per chi detiene attualmente il titolo: mantenere aperte le posizioni sopra 0,655 per il target a 0,76 e 0,8150.


HEADLINES
Fiat: Morgan Stanley abbassa target
Gli analisti di Morgan Stanley hanno abbassato il target price di Fiat da 3,9 a 3,5 euro, contro i 3,8 circa attuali. Una decisione simile è stata presa dagli analisti di BofA-Merrill Lynch che hanno tagliato il target della casa automobilistica torinese da 3 a 2,45 euro (giudizio "underperform" confermato).

Enel: HSBC alza il target price
HSBC ha alzato il target su Enel da 2,2 a 2,7 euro, contro i 2,91 circa attuali.

Prysmian: commessa da circa 400 mln di euro per l'interconnessione Montenegro-Italia
Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi per l'energia e le telecomunicazioni, ha acquisito, a seguito di gara pubblica indetta da Terna Rete Italia una nuova commessa del valore di circa 400 milioni di euro, nell'ambito del progetto "MON.ITA.", nuovo collegamento elettrico sottomarino fra Montenegro e Italia . Il progetto prevede la fornitura e la posa in opera di uno dei due poli del collegamento (circa 415 km di tracciato marino fino a 1.200 m di profondità), costituito da un sistema in cavo ad altissima tensione in corrente continua (500 kV) con potenza di 1000 MW, oltre alle opere civili specialistiche necessarie per l'intero collegamento, su territorio sia italiano sia montenegrino. Prysmian, inoltre, fornirà ed installerà gli elettrodi marini che consentiranno il funzionamento del sistema in condizioni di emergenza.

Disney compra la Lucasfilm per 4,05 miliardi di dollari
La Walt Disney Company ha raggiunto un accordo per l'acquisizione della società indipendente Lucasfilm: valore dell'operazione 4,05 miliardi di dollari che saranno versati per metà in contanti e per metà tramite l'emissione di circa 40 milioni di titoli Disney. La casa di produzione cinematografica è stata fondata dal 1971 dal regista Ge o rge Lucas, che possiede ancora il 100% delle azioni; fra le pellicole più celebri prodotte la saga di Guerre Stellari, Indiana Jones ed American Graffiti. Il patto prevede anche l'acquisto da parte del colosso dei media e dello spettacolo del portafoglio di tecnologie per l'intrattenimento della società del regista. L'attuale presidente della Disney Katheleen Kennedy diventerà direttore generale della Lucasfilm con l'obiettivo di mantenere intatto l'attuale numero dei dipendenti.

BBVA: utile trimestrale in calo
Il colosso del credito iberico BBVA ha registrato nel terzo trimestre del 2012 un margine d’interesse di 3,88 miliardi di euro, a fronte dei 3,28 miliardi del terzo trimestre del 2011, e un utile operativo da 2,86 miliardi di euro (vs. 2,16 miliardi di euro). L’utile trimestrale attribuibile alla capogruppo si è attestato a 146 milioni di euro (vs. 804 mln) ponendosi al di sotto delle attese degli analisti. L ’utile adjusted ha mostrato una flessione da 978 a 971 milioni di euro. Il core tier 1 ratio dell’istituto è del 10,8 per cento. L’eps adjusted è stato pari a 0,18 euro per azione contro gli 0,20 euro del dato di un anno fa. Il gruppo ha dichiarato di avere già completato due terzi delle svalutazioni richieste dalla riforma finanziaria del settore del real estate in Spagna.

Lufthansa: utile trimestrale in crescita del 30%
La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha generato nel terzo trimestre del 2012 ricavi da 8,31 miliardi di euro in crescita del 6,2% sul dato di un anno prima. L’ebit della società è aumentato nel trimestre del 18,7% a 863 milioni di euro e l’utile netto da 642 milioni di euro è stato superiore del 30% al dato di un anno fa. L’eps trimestrale è aumentato del 29,6% a 1,40 euro per azione battendo le attese degli analisti. Il gruppo ha sottolineato l’i mpatto sui risultati derivante da prezzi del carburante ancora troppo elevati. Lufthansa sta promuovendo una ristrutturazione che ha avuto e avrà degli effetti sul personale della compagnia che ha scioperato all’inizio di settembre generando un impatto sui conti del gruppo per 33 milioni di euro.

Fonte ADVFN Newsdesk
 

Conte Rinaldo

Half of Roy is me...
Registrato
21 Febbraio 2002
Messaggi
2.934
Buongiorno,

le borse sono aperte domani?

e oggi a che ora chiudono? regolare?


CR

MERCATO USA
Borsa Usa chiusa

MERCATI ASIATICI
Tokyo: Nikkei positivo
Indici azionari nipponici positivi questa mattina. Il Nikkei ha chiuso le contrattazioni in rialzo dello 0,98% a quota 8928,29 mentre il Topix e' salito dell’1,21% a 742,33 punti. Il risultato positivo dopo tre giorni di ribassi e' stato agevolato dal dato macro Usa sui prezzi delle case, che hanno fatto segnare il rialzo piu' alto degli ultimi due anni e dalla fermezza con la quale la BoJ si sta impegnando per contrastare sia la deflazione che la forza dello yen.
Sul fronte macroeconomico interno da segnalare che il dato relativo ai Nuovi Cantieri edili residenziali e' salito in settembre al +15,5% su base annuale, facendo però registrare una cresc ita leggermente inferiore alle attese degli analisti che avevano stimato un incremento del 16,1% a/a. Gli ordinativi di nuove costruzioni sono invece cresciuti del 3,6% nello stesso periodo.

Markit ha reso noto che l'Indice PMI manifatturiero Nomura/JMMA giapponese e' sceso in ottobre ai minimi degli ultimi 18 mesi, a quota 46,9, in calo rispetto alla precedente rilevazione pari a 48 punti. L'indice si allontana dai 50 punti, indicando un ulteriore peggioramento delle performance del settore manifatturiero giapponese.
Il Salario medio mensile infine non subisce alcuna variazione in settembre e si attesta al +0,0% rispetto allo stesso periodo del 2011, migliorando le attese degli economisti che avevano previsto un calo pari a -0,4%. Tuttavia e' stato rivisto al ribasso il dato di agosto, da +0,2% a +0,0% a/a.

Tra i singoli titoli del listino sono apparsi in crescita quelli del comparto auto dopo che Fuji Heavy Industries (Subaru) ha alzato le s time sugli utili annuali. Il titolo ha guadagnato il 6,6% circa. Ben comprato anche Mazda oltre a Shinsei Bank, All Nippon Airways e Meidensha. Segno negativo invece per Ricoh (-3%), dopo una trimestrale inferiore alle attese, Casio Computer e Mitsubishi Heavy Industries.

In rialzo anche le altre principali piazze azionarie asiatiche con Hong Kong che guadagna lo 0,5%, Shanghai lo 0,33% e Seul che ha chiuso in crescita dello 0,66%.


MERCATI EUROPEI
Borse europee positive

Avvio positivo per le principali Borse europee. Il Dax30 di Francoforte guadagna lo 0,58%, il Cac40 di Parigi lo 0,6%, il Ftse100 di Londra lo 0,21% e l’Ibex35 di Madrid lo 0,64%. Sul fronte societario in rialzo Total (+1,6%). La compagnia petrolifera francese ha chiuso il terzo trimestre con ricavi pari a 49,89 miliardi di euro in crescita dell’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e con un utile netto adjusted di 3,348 mld (+20%).

In ribasso ArcelorMittal (-3,5%). Il gruppo ha chiuso il terzo trimestre con ricavi pari a 19,723 miliardi di dollari in calo rispetto ai 24,214 mld dello stesso periodo dello scorso anno e con un Ebitda di 1,336 mld (2,408 mld al 30/09/2011). Il risultato netto è negativo per 709 milioni di dollari contro l'utile di 659 mln del terzo trime stre 2011. Il produttore di acciaio ha avvertito che le condizioni difficili di mercato proseguiranno anche nel quarto trimestre. Proposta la riduzione del dividendo annuale a 0,20 dollari per azione da 0,75 dollari.

Vendite su Barclays (-3,54%). La banca inglese ha chiuso il terzo trimestre in rosso a causa di svalutazioni e accantonamenti per circa 1,8 miliardi di sterline. Il risultato adjusted è pari a 1,73 mld, sostanzialmente in linea con le attese. Bene Lufthansa (+6%). La compagnia aerea tedesca ha generato nel terzo trimestre del 2012 ricavi pari a 8,31 miliardi di euro in crescita del 6,2% sul dato di un anno prima. L’ebit della società è aumentato nel trimestre del 18,7% a 863 milioni di euro e l’utile netto da 642 milioni di euro è stato superiore del 30% al dato di un anno fa. L’eps trimestrale è aumentato del 29,6% a 1,40 euro per azione battendo le attese degli analisti.
Risultati superiori alle previsioni anche per il gruppo Air France-Klm (+6,5%).

APERTURA MERCATO ITALIANO
Piazza Affari in ascesa
Il Ftse Mib segna +0,7%, il Ftse Italia All-Share +0,7%, il Ftse Italia Mid Cap +0,4%, il Ftse Italia Star +0,1%.
Borse europee in rialzo. Anche ieri Wall Street è rimasta chiusa a causa del transito dell'uragano Sandy. Il mercato azionario newyorchese riaprirà oggi i battenti alle 14:30 ora italiana. Attualmente i future sui principali indici USA (negoziati sul mercato telematico Globex) sono in rialzo dello 0,6%. A Tokyo il Nikkei 225 ha chiuso a +0,98%, mentre a Hong Kong l'Hang Seng ha fatto segnare +1%.

Denaro su Prysmian (+2,6%) dopo l'aggiudicazione di una commessa da 400 milioni di euro da Terna (+0,6%) per la realizzazione di un colle gamento elettrico sottomarino fra Montenegro e Italia. Bene Telecom Italia (+1,4%) nonostante la trimestrale di Tim Participacoes inferiore al consensus. La controllata brasiliana ha archiviato il terzo trimestre dell'anno con profitti pari a 318 milioni di reais, meno dei 352 attesi dagli analisti. Nel periodo i ricavi sono saliti dell'8% a/a, meno rispetto a un anno fa. Netto calo per Fiat (-3,7%) penalizzata dalle revisioni al ribasso di molti broker dopo i dati trimestrali di ieri.

TITOLI DEL GIORNO
Atlantia si muove dal massimo di settembre a 12,86 euro seguendo un percorso laterale il cui limite inferiore e' posto in area 11,90. Questa fase di relativa stabilita' segue il rialzo realizzatosi dai minimi di giugno a 9,03 ed e' quindi possibile ipotizzare di essere in presenza di una semplice pausa dell'uptrend. Il superamento del picco di settembre confermerebbe questa ipotesi favorendo la ripresa del rialzo. La fase laterale si dimostrerebbe in quel caso un "rettangolo", figura di continuazione (ovvero una configurazione che si pone come pausa all'interno di una tendenza e che la lascia poi continuare) che proietta obiettivi proporzionali alla sua ampiezza, posti quindi in area 13,75 almeno (resistenza intermedia a 13,06, picco di febbraio, obiettivo successivo invece a 14,40). La violazione di 11,90 costringerebbe invece e rivedere il quadro grafico considerando la attuale fase laterale come una zona di distribuzione, introdut tiva quindi ad un movimento ribassista. Il primo obiettivo della discesa si porrebbe in quel caso a 11,15, media mobile a 100 giorni, il successivo a 10,50, 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del rialzo dai minimi di giugno.
Per chi volesse comprare il titolo attendere la rottura di area 12,85 per intervenire con target a 13,75 e stop a 12,60.
Per chi gia' detiene il titolo mantenere uno stop subito al di sotto di 11,90, incrementare oltre 12,85 per il test di 13,75.

Il quadro grafico di Campari resta saldamente orientato al rialzo nonostante il trend di breve termine abbia subito una battuta d’arresto al cospetto dei record storici recentemente raggiunti a 6,545. Fino a quando i prezzi resteranno al di sopra del supporto a 5,95, in corrispondenza dei picchi di luglio, sarà lecito credere nella prosecuzione della crescita in direzione degli obiettivi a 6,70 e 7,00 circa. Solo un perentorio ritorno sotto 5,95 rischierebbe di indebolire l ’uptrend aprendo la strada a ribassi che potranno estendersi fino a 5,77 e 5,45 (per la ricopertura del gap apertosi il 3 settembre).
Per chi volesse comprare il titolo, intervenire oltre 6,32 euro per il test di 6,545 (target successivo a 6,70 euro), stop loss sotto 6,14 euro.
Per chi detiene il titolo, mantenere uno stop loss a 5,95 euro e incrementare alla rottura di 6,545 per il test di 6,70 e 7,00 euro.

Telecom Italia ha accelerato al ribasso nell'ultima settimana andando a violare la base del canale che scendeva dai massimi di settembre. L'ipervenduto presente sui principali oscillatori potrebbe agevolare un rimbalzo nell'immediato da parte del titolo, rimbalzo che acquisirebbe comunque forza solo a seguito del superamento di area 0,76, resistenza al momento piuttosto distante. Probabile invece che i prezzi accennino una temporanea reazione prima di tornare a premere sull'acceleratore andando ad attaccare il supporto a 0,69 euro, per pros eguire poi il cammino verso un primo obiettivo a 0,6550 e successivo nei dintorni dei bottom estivi in area 0,60.
Per chi volesse acquistare il titolo: intervenire in area 0,6550 per il target a 0,70, stop sotto 0,65.
Per chi detiene attualmente il titolo: mantenere aperte le posizioni sopra 0,655 per il target a 0,76 e 0,8150.


HEADLINES
Fiat: Morgan Stanley abbassa target
Gli analisti di Morgan Stanley hanno abbassato il target price di Fiat da 3,9 a 3,5 euro, contro i 3,8 circa attuali. Una decisione simile è stata presa dagli analisti di BofA-Merrill Lynch che hanno tagliato il target della casa automobilistica torinese da 3 a 2,45 euro (giudizio "underperform" confermato).

Enel: HSBC alza il target price
HSBC ha alzato il target su Enel da 2,2 a 2,7 euro, contro i 2,91 circa attuali.

Prysmian: commessa da circa 400 mln di euro per l'interconnessione Montenegro-Italia
Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi per l'energia e le telecomunicazioni, ha acquisito, a seguito di gara pubblica indetta da Terna Rete Italia una nuova commessa del valore di circa 400 milioni di euro, nell'ambito del progetto "MON.ITA.", nuovo collegamento elettrico sottomarino fra Montenegro e Italia . Il progetto prevede la fornitura e la posa in opera di uno dei due poli del collegamento (circa 415 km di tracciato marino fino a 1.200 m di profondità), costituito da un sistema in cavo ad altissima tensione in corrente continua (500 kV) con potenza di 1000 MW, oltre alle opere civili specialistiche necessarie per l'intero collegamento, su territorio sia italiano sia montenegrino. Prysmian, inoltre, fornirà ed installerà gli elettrodi marini che consentiranno il funzionamento del sistema in condizioni di emergenza.

Disney compra la Lucasfilm per 4,05 miliardi di dollari
La Walt Disney Company ha raggiunto un accordo per l'acquisizione della società indipendente Lucasfilm: valore dell'operazione 4,05 miliardi di dollari che saranno versati per metà in contanti e per metà tramite l'emissione di circa 40 milioni di titoli Disney. La casa di produzione cinematografica è stata fondata dal 1971 dal regista Ge o rge Lucas, che possiede ancora il 100% delle azioni; fra le pellicole più celebri prodotte la saga di Guerre Stellari, Indiana Jones ed American Graffiti. Il patto prevede anche l'acquisto da parte del colosso dei media e dello spettacolo del portafoglio di tecnologie per l'intrattenimento della società del regista. L'attuale presidente della Disney Katheleen Kennedy diventerà direttore generale della Lucasfilm con l'obiettivo di mantenere intatto l'attuale numero dei dipendenti.

BBVA: utile trimestrale in calo
Il colosso del credito iberico BBVA ha registrato nel terzo trimestre del 2012 un margine d’interesse di 3,88 miliardi di euro, a fronte dei 3,28 miliardi del terzo trimestre del 2011, e un utile operativo da 2,86 miliardi di euro (vs. 2,16 miliardi di euro). L’utile trimestrale attribuibile alla capogruppo si è attestato a 146 milioni di euro (vs. 804 mln) ponendosi al di sotto delle attese degli analisti. L ’utile adjusted ha mostrato una flessione da 978 a 971 milioni di euro. Il core tier 1 ratio dell’istituto è del 10,8 per cento. L’eps adjusted è stato pari a 0,18 euro per azione contro gli 0,20 euro del dato di un anno fa. Il gruppo ha dichiarato di avere già completato due terzi delle svalutazioni richieste dalla riforma finanziaria del settore del real estate in Spagna.

Lufthansa: utile trimestrale in crescita del 30%
La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha generato nel terzo trimestre del 2012 ricavi da 8,31 miliardi di euro in crescita del 6,2% sul dato di un anno prima. L’ebit della società è aumentato nel trimestre del 18,7% a 863 milioni di euro e l’utile netto da 642 milioni di euro è stato superiore del 30% al dato di un anno fa. L’eps trimestrale è aumentato del 29,6% a 1,40 euro per azione battendo le attese degli analisti. Il gruppo ha sottolineato l’i mpatto sui risultati derivante da prezzi del carburante ancora troppo elevati. Lufthansa sta promuovendo una ristrutturazione che ha avuto e avrà degli effetti sul personale della compagnia che ha scioperato all’inizio di settembre generando un impatto sui conti del gruppo per 33 milioni di euro.

Fonte ADVFN Newsdesk
 

anonimus08

Forumer storico
Registrato
23 Maggio 2008
Messaggi
1.618
Borse Europee e USA regolarmente aperte oggi e domani solo da Mercoledì 31/10/2012 a Venerdì 02/11/2012 compresi il mercato After Hours di Borsa Italiana sara' chiuso.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto