Obbligazioni a tasso fisso CRISI UCRAINA, Bond Russia, Ucraina, Gazprom e altro (11 lettori)

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.762
Località
Milanese
L'indice della borsa di Mosca è salito sopra i 2700 punti per la prima volta dal 24 marzo



Il mercato azionario russo sulla base delle contrattazioni di oggi, 31 marzo, ha chiuso con un rialzo del 7,58%. L'indice della borsa di Mosca è salito sopra i 2700 punti per la prima volta in una settimana.

Pertanto, l'indice della borsa di Mosca entro la chiusura delle contrattazioni è aumentato del 7,58%, a 2703,51 punti, l'indice RTS - del 7,59%, a 1021,28 punti.

Il tasso di cambio del dollaro con gli insediamenti "domani" entro le 18:50 ora di Mosca è diminuito di 1,19 rubli, a 83,36 rubli, il tasso di cambio dell'euro - di 1,84 rubli, a 92,31 rubli.

All'apertura delle contrattazioni, il mercato azionario russo ha mostrato la crescita dei principali indici azionari. L'indice della borsa di Mosca è salito del 2,59%, l'indice RTS ha guadagnato il 2,76%.


 

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.762
Località
Milanese
La Banca centrale ha ampliato l'elenco dei fondi scambiati alla borsa di Mosca il 1 aprile



La Banca di Russia ha deciso di condurre le negoziazioni alla borsa di Mosca il 1° aprile con le stesse modalità di oggi, 31 marzo. L'elenco dei fondi comuni di investimento negoziati verrà ampliato.

“La Banca di Russia ha deciso di condurre le negoziazioni alla Borsa di Mosca il 1° aprile 2022 con una modalità simile a quella stabilita il 31 marzo 2022, tenendo conto del fatto che l'elenco dei fondi comuni negoziati è stato ampliato con strumenti con ticker SBRB, AKMB, GPBR, GPBS, GPBM, MBEQ, RU000A101UY0, RU000A1013V9”, ha affermato il servizio stampa della Banca Centrale.

A seguito delle contrattazioni di oggi, 31 marzo, il mercato azionario russo ha chiuso con un aumento del 7,58%. L'indice della borsa di Mosca è salito sopra i 2700 punti per la prima volta in una settimana. All'apertura delle contrattazioni, il mercato azionario russo ha mostrato la crescita dei principali indici azionari. L'indice della borsa di Mosca è salito del 2,59%, l'indice RTS ha guadagnato il 2,76%.

 

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.762
Località
Milanese
La Russia ha riscattato oltre il 70% degli Eurobond di aprile




Il ministero delle Finanze russo ha riscattato il 72,4% degli eurobond, il cui rimborso era previsto per il 4 aprile. Il ministero ha affermato in una dichiarazione che il rimborso è avvenuto a un prezzo del 100% del valore nominale, il valore nominale totale delle obbligazioni ("Russia-2022") era di 1,45 miliardi di dollari, "che corrisponde al 72,4% del volume di emissione .”

Il 29 marzo il Ministero delle Finanze ha offerto ai detentori di Eurobond di aprile un rimborso anticipato. Il dipartimento ha riferito che il riscatto sarebbe stato effettuato al tasso del 31 marzo. Di la Banca centrale, dal 25 marzo, dal 25 febbraio, le riserve internazionali della Russia sono diminuite di $ 25 miliardi, a $ 604,4 miliardi.Il 24 febbraio è iniziata l'operazione speciale militare russa in Ucraina.


 

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.762
Località
Milanese
La Russia ha adempiuto agli obblighi sugli eurobond in scadenza nel 2030 per 329,2 milioni di dollari



Il Ministero delle Finanze della Russia ha adempiuto ai propri obblighi derivanti dagli Eurobond con scadenza nel 2030. $ 329,2 milioni sono stati pagati ai detentori di titoli.

"Gli obblighi di servizio dei titoli di Stato della Federazione Russa sono stati pienamente adempiuti dal Ministero delle Finanze russo in conformità con la documentazione di emissione per le emissioni di Eurobond", ha affermato il Ministero delle Finanze in una nota .

Il ministero delle Finanze ha collocato l'emissione di "Russia-30" per $ 21,2 miliardi nel 2000 nell'ambito della ristrutturazione di Vnesheconombank sul debito sovietico. Oggi, 31 marzo, la Russia ha dovuto pagare la cedola e riscattare parzialmente gli eurobond. Rimangono in circolazione titoli per un valore di 2,3 miliardi di dollari.

Oggi, 31 marzo, il ministero delle Finanze ha anche riacquistato il 72,4% degli eurobond, il cui rimborso era previsto per il 4 aprile.
Il Ministero delle Finanze ha ricevuto obbligazioni dell'emissione Russia-2022 per un valore nominale totale di 1,5 miliardi di dollari.

 

tommy271

Forumer storico
Registrato
16 Gennaio 2009
Messaggi
175.762
Località
Milanese
Le aziende hanno ricevuto una valutazione prudente
Gli investitori hanno negoziato azioni senza non residenti




Il primo vero scambio di azioni dalla fine di febbraio si è svolto alla Borsa di Mosca. La maggior parte dei titoli ha chiuso la sessione in crescita e l'indice MOEX è salito del 7,6%. Gli investitori privati sono ancora attivi nelle aste, e prediligono soprattutto i titoli di esportatori, oltre che di outsider del passato. Inoltre, il positivo è in gran parte dovuto al continuo divieto di vendite allo scoperto e all'esclusione dal trading dei non residenti. Tuttavia, la situazione potrebbe cambiare quando gli offerenti inizieranno a fissare profitti speculativi.



1648794327876.gif


L'allungamento della sessione di negoziazione è stato vantaggioso per il mercato azionario: il 31 marzo l'indice del rublo della Borsa di Mosca ha mostrato una crescita per il secondo giorno consecutivo e le contrattazioni hanno chiuso a 2703 punti (+7,6%). Il volume degli scambi di azioni è raddoppiato rispetto al giorno precedente e ha superato gli 80 miliardi di rubli. Gli scambi per la prima volta dal 25 febbraio si sono svolti dalle 9:50 alle 18:50, mentre nei giorni precedenti di marzo si sono conclusi alle 13:50. Inoltre, la Banca di Russia ha revocato il divieto di vendita allo scoperto di 83 azioni dal 31 marzo, ma solo per i partecipanti alla compensazione. Ma, secondo Andrey Kochetkov, Leading Analyst del Global Research Department di Otkritie Investments, a giudicare dalle dinamiche di mercato, non c'è molto interesse per le vendite allo scoperto in questo momento.

Finora, il volume degli scambi è di gran lunga inferiore ai normali valori medi giornalieri di gennaio - inizio febbraio, afferma Vladimir Tsybenko, capo del dipartimento di consulenza sugli investimenti di FG Finam.

Quindi, all'inizio dell'anno, il volume medio giornaliero era quasi il doppio: circa 150 miliardi di rubli. I leader di crescita tra i titoli più liquidi sono stati le azioni:
  • VTB (+15,4%),
  • Rosneft (+13,1%),
  • Gazprom (+12,3%),
  • LUKOIL (+10,5%).
Maxim Klochkov, broker personale di BCS World of Investments, ha osservato che il maggior giro d'affari all'asta è stato sui titoli di Gazprom (circa 20 miliardi di rubli), che è associato a un decreto presidenziale sul passaggio al commercio di gas con paesi ostili a pagamento in rubli. In generale, secondo il broker, la domanda principale era per gli esportatori: il settore petrolifero e del gas, i metallurgisti.

I certificati di deposito di Ozon (+33%) si sono distinti per il volume degli scambi e la crescita delle quotazioni. Secondo Andrey Kochetkov, questa è una delle società che trarrà vantaggio dalla scarsa accessibilità dei mercati esteri - "in sostanza, il blocco dei pagamenti esterni blocca l'accesso a risorse come Ebay o Amazon". Kochetkov ha notato una situazione simile con il ritiro dei concorrenti da NCSP (+21,7%) e Sovcomflot (+22,5%). Inoltre, Fix Price (+11,7%), a fronte di ricavi in calo, può contare su un aumento dell'audience dei suoi clienti, ha osservato l'analista.

I partecipanti al mercato osservano che gli investitori privati sono ancora attivi. Allo stesso tempo, secondo Vladimir Tsybenko, si comportano in modo piuttosto caotico: "qualcuno sta cercando di formare un portafoglio a lungo termine di titoli a grande capitalizzazione, approfittando del calo del mercato, qualcuno sta cercando di speculare e fare soldi in seconda... Tier stock in condizioni di bassa liquidità”.
Allo stesso tempo, osserva che non ci sono grandi attori sul mercato. Allo stesso tempo, il Sig. Klochkov richiama l'attenzione sul fatto che ci sono ancora grandi offerte per l'acquisto di titoli di ogni grande emittente nel sistema di negoziazione. Tuttavia, le quotazioni non sono scese a questi livelli e hanno agito da supporto morale per il mercato, affermano gli offerenti. Il sig. Tsybenko non vede la necessità della presenza della NWF, ma non esclude un'opportunità di riacquisto da parte degli emittenti.

Gli operatori di mercato restano positivi in relazione ai titoli degli esportatori di petrolio e gas, metallurgia non ferrosa, fertilizzanti, vendita al dettaglio di generi alimentari.

Tuttavia, secondo Vladimir Tsybenko, i "prezzi fissi" possono essere visti solo quando si riprenderanno a pieno titolo le negoziazioni, compreso lo sblocco dei conti in Euroclear e Clearstream. Ora il mercato mostra una certa stabilità, ma tutto potrebbe cambiare se ai non residenti fosse consentito vendere i titoli che possiedono, avverte Andrey Kochetkov. Georgy Vashchenko, responsabile delle operazioni di trading sul mercato azionario russo presso Freedom Finance, prevede che l'indice della borsa di Mosca sia compreso tra 2500 e 3000 ad aprile, nonché un'elevata volatilità nei prossimi giorni - a suo avviso, i giocatori potrebbero iniziare a aggiustare posizioni lunghe.

 

m.m.f

Forumer storico
Registrato
17 Luglio 2015
Messaggi
8.408
La Russia ha adempiuto agli obblighi sugli eurobond in scadenza nel 2030 per 329,2 milioni di dollari



Il Ministero delle Finanze della Russia ha adempiuto ai propri obblighi derivanti dagli Eurobond con scadenza nel 2030. $ 329,2 milioni sono stati pagati ai detentori di titoli.

"Gli obblighi di servizio dei titoli di Stato della Federazione Russa sono stati pienamente adempiuti dal Ministero delle Finanze russo in conformità con la documentazione di emissione per le emissioni di Eurobond", ha affermato il Ministero delle Finanze in una nota .

Il ministero delle Finanze ha collocato l'emissione di "Russia-30" per $ 21,2 miliardi nel 2000 nell'ambito della ristrutturazione di Vnesheconombank sul debito sovietico. Oggi, 31 marzo, la Russia ha dovuto pagare la cedola e riscattare parzialmente gli eurobond. Rimangono in circolazione titoli per un valore di 2,3 miliardi di dollari.

Oggi, 31 marzo, il ministero delle Finanze ha anche riacquistato il 72,4% degli eurobond, il cui rimborso era previsto per il 4 aprile.
Il Ministero delle Finanze ha ricevuto obbligazioni dell'emissione Russia-2022 per un valore nominale totale di 1,5 miliardi di dollari.


...lo scorso anno era circolata voce che volevano riacquistarlo tutto o quasi, il debito sovrano
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 3, Guests: 8)

Alto