Banche online Conto deposito Poste Svizzere (1 Viewer)

beltazhor

Vamos a matar companeros
Registrato
26 Settembre 2011
Messaggi
42
Salve a tutti,
spero innanzitutto di non aver sbagliato sezione, nel qual caso prego gli amministratori di comunicarmelo.
Vorrei riportare la mia esperienza e, nel contempo, chiedere suggerimenti, ad amici del forum che abbiano le mie stesse necessità o dilemmi!
Un paio di anni fa ho aperto un contro presso le poste svizzere, regolarmente denunciato tramite modello RW annuale, in CHF. Questo perché era il periodo della borsa a picco dovuto all'inizio della crisi e possibile default Euro. Il conto è gratuito se depositi più di 25.000 chf ed hai una marea di servizi e, da buoni svizzeri, una precisione ed una puntualità che noi purtroppo ancora ci sogniamo. Per aprirlo devi necesariamente recarti in Svizzera di persona con i tuoi documenti di riconoscimento (tempo apertura conto mezz'ora). Se il conto è cointestato devono essere presenti tutti gli intestatari. Dopo circa 10 giorni ti arriva a casa (gratis come tutte le altre comunicazioni scritte) un bustone con i dati del contratto, un token, ed una carta che ti permette di prelevare da tutti i bancomat. Ogni gennaio mi arriva la rendicontazione (via sms sul portale interno) per la dichiarazione dei redditi. Per ora il servizio è più che ottimo, anche se gli interessi sono esigui (ma nn l'ho aperto certo per questo quanto per mia sicurezza); posso aprire conti deposito in totale autonomia, come qualsiasi altra operazione, in varie valute, online. Unica pecca, quando ho dovuto versare il bonifico di apertura del c/c da Euro a CHF e quando ho dovuto trasferire CHF in Italia e convertirli in Euro, la posta svizzera usa un cambio commerciale molto pesante e molto più gravoso di quello pubblicato sulla borsa valori italiana. Ho risolto la cosa aprendo un c/c in CHF temporaneo con la mia banca italiana per poter utilizzare il cambio di Milano.
Il mio dilemma ora è: premetto che questo governo non mi piace per nulla e ancora meno apprezzo la disunione germanico-europea dei tecnocrati. Per il prossimo secondo semestre 2014 oramai si legge un po' d'appertutto che serviranno 23 miliardi di Euro per coprire le promesse ed i compiti a casa che Renzi ha portato avanti, senza considerare il Fiscal Compact ed altre amenità del genere. Molte sono le ipotesi per sanare questi piccoli ammanchi di stato: 1. patrimoniale. 2. riduzione dell'art. 18 per renderci più competitivi (stipendi da Bangladesh e licenziamento con pedatona nel sedere e via) 3. tassa di successione al 20% e altri incubi analoghi. Pertanto alla fine della giostra, mentre se qualche mese fa volevo chiudere il c/c in CHF e riportare tutto qui, ora voglio chiudere tutto qui e portare tutto là. La mia domanda è questa. Al posto mio continuereste alimentando il deposito in CHF o ne aprireste uno anche in Euro. E se si in che misura (quello in Euro mi serve per prelevare dal bancomat qui senza le commissioni esose delle poste svizzere). Grazie a tutti per i cortesi suggerimenti, se possibile fatti con cognizione di causa.

P.S. se qualcuno ha necessità di dritte sul fai da te Svizzero mi contatti pure!
 

merdina

Opzioni e Futures
Registrato
31 Marzo 2010
Messaggi
299
Salve a tutti,
spero innanzitutto di non aver sbagliato sezione, nel qual caso prego gli amministratori di comunicarmelo.
Vorrei riportare la mia esperienza e, nel contempo, chiedere suggerimenti, ad amici del forum che abbiano le mie stesse necessità o dilemmi!
Un paio di anni fa ho aperto un contro presso le poste svizzere, regolarmente denunciato tramite modello RW annuale, in CHF. Questo perché era il periodo della borsa a picco dovuto all'inizio della crisi e possibile default Euro. Il conto è gratuito se depositi più di 25.000 chf ed hai una marea di servizi e, da buoni svizzeri, una precisione ed una puntualità che noi purtroppo ancora ci sogniamo. Per aprirlo devi necesariamente recarti in Svizzera di persona con i tuoi documenti di riconoscimento (tempo apertura conto mezz'ora). Se il conto è cointestato devono essere presenti tutti gli intestatari. Dopo circa 10 giorni ti arriva a casa (gratis come tutte le altre comunicazioni scritte) un bustone con i dati del contratto, un token, ed una carta che ti permette di prelevare da tutti i bancomat. Ogni gennaio mi arriva la rendicontazione (via sms sul portale interno) per la dichiarazione dei redditi. Per ora il servizio è più che ottimo, anche se gli interessi sono esigui (ma nn l'ho aperto certo per questo quanto per mia sicurezza); posso aprire conti deposito in totale autonomia, come qualsiasi altra operazione, in varie valute, online. Unica pecca, quando ho dovuto versare il bonifico di apertura del c/c da Euro a CHF e quando ho dovuto trasferire CHF in Italia e convertirli in Euro, la posta svizzera usa un cambio commerciale molto pesante e molto più gravoso di quello pubblicato sulla borsa valori italiana. Ho risolto la cosa aprendo un c/c in CHF temporaneo con la mia banca italiana per poter utilizzare il cambio di Milano.
Il mio dilemma ora è: premetto che questo governo non mi piace per nulla e ancora meno apprezzo la disunione germanico-europea dei tecnocrati. Per il prossimo secondo semestre 2014 oramai si legge un po' d'appertutto che serviranno 23 miliardi di Euro per coprire le promesse ed i compiti a casa che Renzi ha portato avanti, senza considerare il Fiscal Compact ed altre amenità del genere. Molte sono le ipotesi per sanare questi piccoli ammanchi di stato: 1. patrimoniale. 2. riduzione dell'art. 18 per renderci più competitivi (stipendi da Bangladesh e licenziamento con pedatona nel sedere e via) 3. tassa di successione al 20% e altri incubi analoghi. Pertanto alla fine della giostra, mentre se qualche mese fa volevo chiudere il c/c in CHF e riportare tutto qui, ora voglio chiudere tutto qui e portare tutto là. La mia domanda è questa. Al posto mio continuereste alimentando il deposito in CHF o ne aprireste uno anche in Euro. E se si in che misura (quello in Euro mi serve per prelevare dal bancomat qui senza le commissioni esose delle poste svizzere). Grazie a tutti per i cortesi suggerimenti, se possibile fatti con cognizione di causa.

P.S. se qualcuno ha necessità di dritte sul fai da te Svizzero mi contatti pure!
Ciao,
hai ottenuto la tua risposta in altra sede?

Come si dice, meglio tardi che mai.

:D
 

beltazhor

Vamos a matar companeros
Registrato
26 Settembre 2011
Messaggi
42
nessuna risposta

Nessuna risposta. a quanto pare l'indifferenza, l'ignoranza in materia, o semplicemente perché il caso non è condiviso, ad oggi nessuno ha risposto...
 
Registrato
23 Novembre 2014
Messaggi
1
3055a

ho anch'io lo stesso problema.,in una banca divera da poste svizzere.premetto che non ho nessuna carta valida in italia,perche' non l'ho mai chiesta .Ho liquidita' in euro e chf.La mia preoccupazione
a) l'euro svaluta
b)l'oro verrebbe segnalato quadro RW
c)c'e' il referendum
d) bisognerebbe avere dollari
e) mi rende niente
f)l'azionario usa e' pericoloso-si teme un calo della borsa-
g) l'euro non regge, almeno in italia.
percio' aspetto il referendum e poi sono quasi decisa a investire in bond norvegesi e russi.
mi piacerebbe che mi rispondessi e parlassimo un po' delle preoccupazioni comuni sopratutto mi colpisce l'articolo di oggi che per natale potrebbero.
spiumare i conti in italia.....
 

beltazhor

Vamos a matar companeros
Registrato
26 Settembre 2011
Messaggi
42
consigli

Ciao, allora, andiamo per gradi. Non investirei nè in oro né in diamanti anche perché servono capitali conistenti che almeno io non ho; in più lo storico ha dimostrato che il rendimento è pessimo se non negativo. Denunciare in RW? No problem. Io lo faccio regolarmente (non voglio rogne)
Postfinance ha un solo difetto (così come tutte le altre banche svizzere e altre mondiali); per convertire i tuoi CHF in Euro o nella valuta della tua banca dove sei solita fare i normali prelievi, usano un cambio commerciale, che si discosta da quello della Borsa di Milano di circa l'1% (che non è poco). Cosa diversa se si ha la possibilità di aprire un conto in Italia con doppia valuta (lo fa' Fineco, Banca Etica, Credit Agricole) però è da capire che commissioni usano. E' ovvio che se una banca non applica commissioni e ti converte i CHF in Eur al cambio del giorno è un affare. Altra cosa da valutare sono le commissioni per quando fai i bonifici in Svizzera spedendo da qui Euro. Anche se SEPA molte banche applicano commissioni usurarie da paura. Ergo bisogna fare un giro per le varie banche (mi viene in mente UBI, Popolare di Milano, ING) e chiedere, per capire chi offre di più a meno.
Lo stesso discorso vale per i dollari o altra valuta (sterline, corone danesi, ecc.): tutto dipende dal cambio e dalle commissioni in uscita da loro a noi e dalle comimissioni in uscita da noi a loro. Resta comunque il delta cambi ma su quello, se non si hanno urgenze, si può scendere a compromessi aspettanto il momento opportuno. Se devo investire in BOND extra UE acquisterei solo quelli in corone danesi (la corona danese è la valuta che ha maggiormente mantenuto inalterato il suo controvalore con l'EURO); in ogni caso se salta l'Euro ci sarebbero ripercussioni devastanti anche per Svizzera, America, Danimarca e resto del mondo. Ultima considerazione: i conti esteri non fruttano un tubo tondo; meglio diversificare acquistando titoli sicuri, non soggetti a quotazioni di borsa e con ottimi rendimenti: penso ai buoni fruttiferi postali indicizzati.
Un caro saluto
 
Ultima modifica:

merdina

Opzioni e Futures
Registrato
31 Marzo 2010
Messaggi
299
Proviamo

Ciao,
provo a dare il mio contributo:
1) conviene tenere il conto in CHF per differenziare, ti consiglio 50% chf in Svizzera 50% euro in Italia
2) è vero che il cambio è un problema, ma alcune banche fanno meglio, ad esempio USB, applica 1,5% di maggiorazione sul cambio
3) se preferisci puoi aprire un conto in Svizzera in Euro ma da italiano se tornassimo alle lire potrebbero darti indietro lire, non sono famosi per la correttezza nel paese citato, ricordi l'oro non restituito ai figli degli ebrei deportati?
4) la Svizzera compera euro per tenere il cambio a 1,20 poi li usa per prendere bond tedeschi oppure li cambia in dollari, quindi l'euro al momento non DOVREBBE svalutarsi ulteriormente nei confronti del franco Svizzero

Se serve altro, ogni tanto mi collego, di rado e mi scuso, ma prima o poi rispondo.

Ciao
 
Registrato
30 Giugno 2015
Messaggi
2
Aprire conto presso Poste Svizzere

Scusate una semplice domanda, secondo voi conviene ancora aprire un conto in Svizzera in CHF ? Ho sentito dire che potrebbero in futuro essere applicati tassi di interesse negativi e che le Poste Svizzere starebbero per aumentare a dismisura le spese di tenuta conto per i non residenti. Grazie
 

Aragorn

Forumer storico
Registrato
5 Dicembre 2002
Messaggi
4.578
Da Luglio Postfinance applicherà 15 CHF di spese mensili per non residenti.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto