Conguaglio: chi lo paga? (1 Viewer)

Registrato
19 Ottobre 2015
Messaggi
6
Sono proprietaria di un appartamento, dove non risiedo, da circa quaranta anni, e mia zia, che vi ha vissuto fino a tre anni fa, non ha mai provveduto al cambio del contratto per il gas, che risulta ancora intestato al l'antico proprietario. Negli ultimi anni ho affittato l'appartamento a studenti ( croce- delizia) con un grande vai e vieni. Mi arriva adesso una bolletta di conguaglio da parte di Eni gas & power di 1900,00 euro, relativi all'ultimo anno. Le bollette arrivano ancora intestate a mia zia che si trova in casa di riposo, ma l'ultimo anno ci sono stati due ragazzi cinesi, ormai irreperibili. Sono in possesso di un contratto Erasmus e della comunicazione alla Pubblica sicurezza. Posso fare qualcosa per non pagare questa cifra ingente?
Grazie a chi mi vorrà dare una mano.
 

ROVIGO

Forumer storico
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.904
L'intestatario del contratto del gasssssssssss!

Sono proprietaria di un appartamento, dove non risiedo, da circa quaranta anni, e mia zia, che vi ha vissuto fino a tre anni fa, non ha mai provveduto al cambio del contratto per il gas, che risulta ancora intestato al l'antico proprietario. Negli ultimi anni ho affittato l'appartamento a studenti ( croce- delizia) con un grande vai e vieni. Mi arriva adesso una bolletta di conguaglio da parte di Eni gas & power di 1900,00 euro, relativi all'ultimo anno. Le bollette arrivano ancora intestate a mia zia che si trova in casa di riposo, ma l'ultimo anno ci sono stati due ragazzi cinesi, ormai irreperibili. Sono in possesso di un contratto Erasmus e della comunicazione alla Pubblica sicurezza. Posso fare qualcosa per non pagare questa cifra ingente?
Grazie a chi mi vorrà dare una mano.
:rolleyes: Suppongo/spero che la domanda sia retorica!:D
 
Registrato
19 Ottobre 2015
Messaggi
6
Mi aspettavo un consiglio, non una battuta. Non capisco questa risposta, se fossi stata in grado di capirla, non avrei posto il problema. C'è qualcuno che mi vuol rispondere sul serio? Grazie
 

sergio46

Nuovo forumer
Registrato
26 Giugno 2010
Messaggi
141
Località
Piemonte orientale .. quasi Lombardia ;-)
Se la lettura è corretta significa che il consumo c'è stato, per cui è doveroso pagarlo!
Nel contratto d'affitto c'è nulla che riguardi il consumo del gas?
Da proprietaria avresti dovuto cautelarti, facendo pagare la differenza di lettura del contatore (tra l'entrata e l'uscita) ai due inquilini
Una cauzione iniziale è sempre opportuna nei casi di mancata intestazione del contratto in capo all'inquilino.
Ora purtroppo non ti resta che pagare, facendo tesoro di questa esperienza.
Saluti.
 
Registrato
19 Ottobre 2015
Messaggi
6
Grazie, ma dimostrando che non ne ho usufruito io, che non ho la residenza, ma i due studenti cinesi, il pagamento spetta comunque a me?
 

sergio46

Nuovo forumer
Registrato
26 Giugno 2010
Messaggi
141
Località
Piemonte orientale .. quasi Lombardia ;-)
Grazie, ma dimostrando che non ne ho usufruito io, che non ho la residenza, ma i due studenti cinesi, il pagamento spetta comunque a me?
Lo paga l'intestatario del contratto (e per lui, deceduto, il suo erede, cioè tu).
Puoi rivalerti sui cinesi ... se li trovi e dimostri che sono stati loro a consumare il gas del periodo ad essi imputabile (sarebbe interessante sapere come hanno fatto a consumarlo ... riscaldamento a tutto spiano? docce giornaliere di acqua calda? .., cottura continua di alimenti da cucina destinati a qualche loro ristorante ... boh!).
Saluti.
 
Registrato
19 Ottobre 2015
Messaggi
6
Grazie Sergio, io non sono l'erede, l' intestatario è il vecchio proprietario di quaranta anni fa......
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora
Grazie Sergio, io non sono l'erede, l' intestatario è il vecchio proprietario di quaranta anni fa......
potresti spiegare come sia stato fatto un contratto di fornitura con ENI 40 anni fa ?

certo 40 anni fa ENI esisteva, ma non mi pare che vendesse il gas "al dettaglio"

e se -come credo- il contratto con ENI è recente (diciamo un paio d'anni) non pare verosimile che l'abbia firmato chi non è più proprietario da 40 anni

:hmm
 

ROVIGO

Forumer storico
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.904
potresti spiegare come sia stato fatto un contratto di fornitura con ENI 40 anni fa ?

certo 40 anni fa ENI esisteva, ma non mi pare che vendesse il gas "al dettaglio"

e se -come credo- il contratto con ENI è recente (diciamo un paio d'anni) non pare verosimile che l'abbia firmato chi non è più proprietario da 40 anni

:hmm
Il gas veniva distribuito da società, prevalentemente, COMUNALI in cui ENI partecipava sia DIRETTAMENTE (>5%) o INDIRETTAMENTE (snam)
Se il contratto è stato fatto nei primi comuni "metanizzati" ( MILANO, GENOVA, BOLOGNA) è possibile che siano intestati ENI....
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto