Come si punisce un assassino? oppure come lo si riabilita? | Pagina 3

Discussione in 'L'Isola dei Forumers' iniziata da MissT, 31 Ottobre 2018.

?

Come si punisce un omicidio/riabilita un assassino?

  1. Pena di morte

    0 valutazioni
    0,0%
  2. Ergastolo con possibilità di uscire dopo tot. anni per buona condotta (o simili)

    0 valutazioni
    0,0%
  3. Servizio sociale obbligatorio in ospedale con malati terminali o simili attività fino a riverifica

    2 valutazioni
    100,0%
    6 Novembre 2018
  1. timurlang

    timurlang Etsi omnes , Ego non

    Registrato:
    25 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.307
    beh ... ci si fanno le suole delle scarpe per es.
    BBC NEWS | Gumdrop
     
  2. 7 Dicembre 2018 alle 08:42
  3. florianademichele

    florianademichele New Member

    Registrato:
    Giovedì
    Messaggi:
    5
    Diversi autori che si sono occupati dell'omicidio seriale hanno sottolineato l'importanza delle esperienze traumatiche subite dal soggetto in ambito sia familiare che extrafamiliare, durante l'infanzia e l'adolescenza, per spiegare il manifestarsi del comportamento omicidiario seriale.

    Esaminando la casistica, si nota che molti assassini seriali rientrano in una delle seguenti categorie:

    1. figlio illegittimo;
    2. figlio di un genitore abusivo, di solito il padre, mentre l'altro è sottomesso, spesso la madre (anche se è possibile il quadro opposto);
    3. orfano di uno o entrambi i genitori;
    4. infanzia caratterizzata da violenze fisiche, psicologiche e/o sessuali, perpetrate da uno o da entrambi i genitori.
    L'infanzia è un momento fondamentale per la salute fisica e mentale del futuro adulto ed è molto importante la formazione di un buon "legame di attaccamento" fra il bambino e chi si prende cura di lui. Con il procedere della costruzione del legame, il bambino s'identifica e cerca attivamente il contatto con i genitori o con chi ne fa le veci. La frantumazione o la mancata formazione del "legame di attaccamento", può produrre un bambino - ed un futuro adulto- incapace di provare empatia, affetto o rimorso per un altro essere umano, caratteristiche queste comuni anche agli assassini seriali.
     
  4. 7 Dicembre 2018 alle 11:09
  5. Petronio_arbiter

    Petronio_arbiter spargo il verbo

    Registrato:
    29 Novembre 2012
    Messaggi:
    3.161
    Occupazione:
    Tuttologo non tautologo
    Località:
    Prisencolinensinainciusol
    Gran film, ma il vero cult sull'argomento è questo:



    Chiamatemi Iena :rasta:

    [​IMG]
     

Condividi questa Pagina