CMC Ravenna 6,875% 2017-22 (XS1645764694) - 6% 2017-23 (XS1717576141) (4 lettori)

chantilly

Forumer attivo
Registrato
26 Maggio 2011
Messaggi
610
Mi sembra si possa configurare addirittura il reato di false informazioni al mercato. Chiedo ai più esperti cosa ne pensano. Non si possono dare alla stampa notizie di cui all'articolo di Strade & Autostrade del 22 ottobre 2018 e omettere di comunicare che è allo studio la ristrutturazione del debito
Buongiorno a Voi
Hai perfettamente ragione !
E non Lo dico perché sono investito...
Ma potrebbe essere che il DG Porcelli abbia fatto una maialata ???
May be
Saluti ravennati
 

Proteus40

Forumer attivo
Registrato
25 Settembre 2018
Messaggi
504
Buongiorno a Voi
Hai perfettamente ragione !
E non Lo dico perché sono investito...
Ma potrebbe essere che il DG Porcelli abbia fatto una maialata ???
May be
Saluti ravennati
A questo punto tutto è possibile, voglio sperare che in verità si tratti solo di una rinegoziazione della linea di credito bancaria RCF, così come aveva indicato il DG. Per le obbligazioni aveva rassicurato tutti confermando anche la liquidità per il pagamento delle cedole. Perchè mentire così, a quale scopo?
 

chantilly

Forumer attivo
Registrato
26 Maggio 2011
Messaggi
610
A questo punto tutto è possibile, voglio sperare che in verità si tratti solo di una rinegoziazione della linea di credito bancaria RCF, così come aveva indicato il DG. Per le obbligazioni aveva rassicurato tutti confermando anche la liquidità per il pagamento delle cedole. Perchè mentire così, a quale scopo?
Sul Sole 24 Ore sta scritto anche :

"E smentisce ogni ipotesi di procedure concorsuali"

Saluti
 

mikim

Forumer attivo
Registrato
27 Marzo 2017
Messaggi
681
Dal Sito CMC

CMC di Ravenna ("CMC") fornisce agli investitori il seguente aggiornamento in linea con il calendario previsto:
 Pagamenti ritardati: contrariamente alle nostre aspettative, nessuno dei sei pagamenti ritardati ("Ritardati in ritardo"), che ha colpito il nostro debito nel giugno 2018 e ancora in sospeso il 14 settembre 2018, è stato ricevuto entro la fine del terzo trimestre, né come alla data di questo aggiornamento. Continuiamo a collaborare con le nostre controparti contrattuali per raccogliere i pagamenti, che dovrebbero essere ricevuti durante il quarto trimestre 2018. Forniremo un aggiornamento il 28 novembre, quando pubblicheremo la nostra relazione sui risultati intermedi al 30 settembre 2018.
 Posizione finanziaria netta: la nostra Posizione finanziaria netta rettificata al 30 settembre 2018 è sostanzialmente invariata rispetto a quella registrata il 30 giugno 2018.
 Andamento della gestione: il Consiglio conferma la sua guida per le previsioni per l'intero anno dei margini di fatturato e EBITDA per rimanere in linea con gli orientamenti condivisi con gli investitori nel maggio 2018, cioè il fatturato superiore del 10% rispetto al 2017 e il margine EBITDA del 13%.
 Liquidità: per quanto riguarda la nostra Revolving Credit Facility (RCF) da 165 milioni di euro, abbiamo adottato le prime misure per rafforzare il nostro profilo di liquidità. Abbiamo avviato e proseguito le trattative con le nostre banche centrali con l'intenzione di estendere la scadenza dello strumento esistente dalla sua data di scadenza attuale. Miriamo a concludere i negoziati prima della fine dell'anno. Aggiorneremo gli investitori a tempo debito mentre i negoziati proseguono.
 Raccomandiamo che il denaro consolidato al 30 settembre fosse di circa € 80 milioni. Continuiamo a disporre di circa € 110 milioni di disponibilità a breve termine per il Gruppo e l'ammontare delle linee a breve termine fornite al Gruppo rimane invariato rispetto ai livelli forniti negli ultimi anni. Inoltre, consigliamo di continuare ad avere una buona disponibilità nell'ambito delle nostre strutture di garanzia.
 ANAS: continuiamo ad avere una notevole quantità di capitale circolante legato ai progetti ANAS. Stiamo conducendo discussioni costruttive con il top management di ANAS per trovare una soluzione di reciproca soddisfazione per tutte le controversie in sospeso.
 Ribadiamo che il superamento del capitale circolante a partire da giugno 2018 è un problema di tempistica che prevediamo di invertire completamente.
 

Proteus40

Forumer attivo
Registrato
25 Settembre 2018
Messaggi
504
Dal Sito CMC

CMC di Ravenna ("CMC") fornisce agli investitori il seguente aggiornamento in linea con il calendario previsto:
 Pagamenti ritardati: contrariamente alle nostre aspettative, nessuno dei sei pagamenti ritardati ("Ritardati in ritardo"), che ha colpito il nostro debito nel giugno 2018 e ancora in sospeso il 14 settembre 2018, è stato ricevuto entro la fine del terzo trimestre, né come alla data di questo aggiornamento. Continuiamo a collaborare con le nostre controparti contrattuali per raccogliere i pagamenti, che dovrebbero essere ricevuti durante il quarto trimestre 2018. Forniremo un aggiornamento il 28 novembre, quando pubblicheremo la nostra relazione sui risultati intermedi al 30 settembre 2018.
 Posizione finanziaria netta: la nostra Posizione finanziaria netta rettificata al 30 settembre 2018 è sostanzialmente invariata rispetto a quella registrata il 30 giugno 2018.
 Andamento della gestione: il Consiglio conferma la sua guida per le previsioni per l'intero anno dei margini di fatturato e EBITDA per rimanere in linea con gli orientamenti condivisi con gli investitori nel maggio 2018, cioè il fatturato superiore del 10% rispetto al 2017 e il margine EBITDA del 13%.
 Liquidità: per quanto riguarda la nostra Revolving Credit Facility (RCF) da 165 milioni di euro, abbiamo adottato le prime misure per rafforzare il nostro profilo di liquidità. Abbiamo avviato e proseguito le trattative con le nostre banche centrali con l'intenzione di estendere la scadenza dello strumento esistente dalla sua data di scadenza attuale. Miriamo a concludere i negoziati prima della fine dell'anno. Aggiorneremo gli investitori a tempo debito mentre i negoziati proseguono.
 Raccomandiamo che il denaro consolidato al 30 settembre fosse di circa € 80 milioni. Continuiamo a disporre di circa € 110 milioni di disponibilità a breve termine per il Gruppo e l'ammontare delle linee a breve termine fornite al Gruppo rimane invariato rispetto ai livelli forniti negli ultimi anni. Inoltre, consigliamo di continuare ad avere una buona disponibilità nell'ambito delle nostre strutture di garanzia.
 ANAS: continuiamo ad avere una notevole quantità di capitale circolante legato ai progetti ANAS. Stiamo conducendo discussioni costruttive con il top management di ANAS per trovare una soluzione di reciproca soddisfazione per tutte le controversie in sospeso.
 Ribadiamo che il superamento del capitale circolante a partire da giugno 2018 è un problema di tempistica che prevediamo di invertire completamente.
Si, questa è roba già vecchia e che aveva portato al precedente crollo dei prezzi (da circa 60 a 42).
 

Proteus40

Forumer attivo
Registrato
25 Settembre 2018
Messaggi
504
Sul Sole 24 Ore sta scritto anche :

"E smentisce ogni ipotesi di procedure concorsuali"

Saluti
In effetti nell'articolo del Sole24 sopra riportato si parla di ristrutturazione del debito con riferimento a banche, anche se trovo difficile pensare che se fanno una cosa del genere non provino ad inchiappettare anche gli obbligazionisti. Se non sbaglio la ristrutturazione dei debiti è una procedura concorsuale, quindi non capisco questa contraddizione e la mia confusione aumenta.
Questa frase però non è presente sull'articolo postato sopra, dove l'hai presa forse dalla versione cartacea, oppure accedi a quella online e l'articolo riportato qui non è completo. Nel caso ti sia possibile potresti postarlo, grazie.
 

chantilly

Forumer attivo
Registrato
26 Maggio 2011
Messaggi
610
In effetti nell'articolo del Sole24 sopra riportato si parla di ristrutturazione del debito con riferimento a banche, anche se trovo difficile pensare che se fanno una cosa del genere non provino ad inchiappettare anche gli obbligazionisti. Se non sbaglio la ristrutturazione dei debiti è una procedura concorsuale, quindi non capisco questa contraddizione e la mia confusione aumenta.
Questa frase però non è presente sull'articolo postato sopra, dove l'hai presa forse dalla versione cartacea, oppure accedi a quella online e l'articolo riportato qui non è completo. Nel caso ti sia possibile potresti postarlo, grazie.
Non mi riesce di postarla perché bisogna essere registrati e comunque la ho letta io fidati al 101%.
Infine, ricordo a tutti che trattasi di bond SENIOR UNSECURED.
SENIOR a mio parere significa che ci devono pagare oppure fallire...
Io non penso che vorranno fallire !
Studiate per favore bene questa questione del SENIOR UNSECURED.
E basica per noi obbligazionisti !!!
Salutoni da Ravenna
 

Proteus40

Forumer attivo
Registrato
25 Settembre 2018
Messaggi
504
Non mi riesce di postarla perché bisogna essere registrati e comunque la ho letta io fidati al 101%.
Infine, ricordo a tutti che trattasi di bond SENIOR UNSECURED.
SENIOR a mio parere significa che ci devono pagare oppure fallire...
Io non penso che vorranno fallire !
Studiate per favore bene questa questione del SENIOR UNSECURED.
E basica per noi obbligazionisti !!!
Salutoni da Ravenna
Pur non essendo un esperto, anche se l'obbligazione e Senior, questo non vuol dire che non possano ricorrere alla ristrutturazione dei debiti o al concordato (quindi senza fallire), questo di solito significa raggiungere un accordo con i creditori e che prevede, nella maggior parte dei casi, un taglio anche corposo del nominale, un spostamento della scadenza, una riduzione, se non azzeramento della cedola, in breve una inchiappettata. Certo non saremo obbligati ad accettare l'accordo ed in teoria questo obbligherebbe l'azienda a pagarci l'intero dovuto, temo però solo alla scadenza prevista o comunque all'estinzione dell'obbligazione.
 
Ultima modifica:

chantilly

Forumer attivo
Registrato
26 Maggio 2011
Messaggi
610
Pur non essendo un esperto, anche se l'obbligazione e Senior, questo non vuol dire che non possano ricorrere alla ristrutturazione dei debiti o al concordato (quindi senza fallire), questo di solito significa raggiungere un accordo con i creditori e che prevede, nella maggior parte dei casi, un taglio anche corposo del nominale, un spostamento della scadenza, una riduzione, se non azzeramento della cedola, in breve una inchiappettata. Certo non saremo obbligati ad accettare l'accordo ed in teoria questo obbligherebbe l'azienda a pagarci l'intero dovuto, temo però solo alla scadenza prevista o comunque all'estinzione dell'obbligazione.
Fosse questo il problema ...
Io non avrei nessun problema di attendere il 01/08/2022...
La domanda che mi pongo e la seguente:
su un bond SENIOR sono previsti cambiamenti forzosi deliberati a maggioranza che noi potremmo subire appunto forzatamente???
Oppure rifiutando potremo andare a scadenza ?
Infine, penso che la lega delle Coop potrà agilmente fare un finanziamento ponte oppure garantire per quelli esistenti con le banche esposte con CMC.
Io non credo che CMC vorrà subire l’onta di una svalutazione dei debiti dopo 120 anni di esistenza perché sarà una macchia questa eventuale che resterà forever.
Chi più si fiderà di aderire e sottoscrivere un nuovo bond a queste condizioni dopo un taglio forzoso del debito ? NESSUNO !!!
Saluti ravennati
 

Proteus40

Forumer attivo
Registrato
25 Settembre 2018
Messaggi
504
Fosse questo il problema ...
Io non avrei nessun problema di attendere il 01/08/2022...
La domanda che mi pongo e la seguente:
su un bond SENIOR sono previsti cambiamenti forzosi deliberati a maggioranza che noi potremmo subire appunto forzatamente???
Oppure rifiutando potremo andare a scadenza ?
Infine, penso che la lega delle Coop potrà agilmente fare un finanziamento ponte oppure garantire per quelli esistenti con le banche esposte con CMC.
Io non credo che CMC vorrà subire l’onta di una svalutazione dei debiti dopo 120 anni di esistenza perché sarà una macchia questa eventuale che resterà forever.
Chi più si fiderà di aderire e sottoscrivere un nuovo bond a queste condizioni dopo un taglio forzoso del debito ? NESSUNO !!!
Saluti ravennati
Per fortuna non ho mai dovuto affrontare una situazione simile, questo però significa che non ho esperienza in merito. Da quello che ho letto, in caso di una ristrutturazione dei debiti, il creditore che non accetta l'accordo deve essere risarcito integralmente, nel nostro caso però si dovrebbe tenere una assemblea degli obbligazionisti con decisione presa a maggioranza e non mi è chiaro se i singoli obbligazionisti non aderenti manterrebbero il diritto al rimborso totale, anche qualora il piano venisse approvato dalla maggioranza degli altri obbligazionisti e dagli altri creditori.
Se qualcuno competente, suo malgrado, in materia volesse renderci edotti gli saremmo molto grati.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 4)

Alto