Che mondo sarebbe se l’Italia uscisse dall’euro? (2 lettori)

Registrato
10 Aprile 2012
Messaggi
30
E’ arrivato il momento di dare delle risposte. La parola euro sta diventando sinonimo di austerità e rischia di diventare il capo espiatorio di tutti i mali, un facile argomento per una politica che fatica a trovare la strada mentre si rimescolano le carte dell’elettorato. In questa prima vera crisi della moneta unica non credo che abbia molto senso chiedersi se conviene rimanere nell’euro. Ci si deve chiedere cosa significa tornare alla lira, quale sarebbe il contesto economico, come cambierebbe il nostro modo di vivere, di comprare, di investire e di lavorare. E un attimo dopo porsi le stesse domande partendo dal presupposto che l’euro rimanga la nostra moneta di scambio. Perché una cosa la si può dire subito: in entrambi i casi affronteremmo una fase di grande difficoltà per il paese ma con modi e tempi diversi. Come sarà diverso il punto di arrivo, un mondo che i nostri figli vedranno strutturalmente cambiato rispetto a quello attuale. Non si tratta di dire conviene o non conviene ma di scegliere un modello di sviluppo in un’economia globale che non è più la stessa di quando è partita la moneta unica. L’Italia esce dall’euro. Lasciamo perdere i processi formali, pensiamo semplicemente che una sera il presidente del consiglio riempie tutte le televisioni e comunica l’evento. Cosa succede il giorno dopo?

L'articolo è su www.righedinamiche.com commenti benvenuti
 

Seven Of Nine

Nuovo forumer
Registrato
30 Settembre 2010
Messaggi
51
Succede che i problemi strutturali che ci sono rimangono tutti ma il tuo potere d'acquisto cala significativamente. Non sentiresti più parlare di spread, perchè la banca centrale italica farebbe QE come quella inglese.
Ma il problema non sarebbe risolto, ma semplicemente trasferito. Infatti tutti i programmi (non è che ce ne siano tanti) di riduzione della spesa pubblica e di riforme verrebbero fermati. Singoli gruppi di potere verrebbero tutelati ma lo spread non sarebbe più un problema il debito verrebbe monetizzato. Peccato però che i cittadini (oltre alle tasse attuali) si ritroverebbero con una tassa suppletiva chiamata inflazione.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 2)

Alto