Certificati di investimento (85 lettori)

NoWay

It's time to play the game
Registrato
5 Febbraio 2013
Messaggi
70.873
Località
Como
1) secondo me il principio è alla base di tutto sia per il presente ma SOPRATTUTTO per il futuro, che credo sia quello che più spaventa. Per me le decisioni dolorose (credo lo capiscono tutti che sono dolorose, immagino anche uno con la terza elementare come Draghi e gli altri scolaretti) sono proprio per ostacolare al massimo qualsiasi altra futura velleità di checchessia di agire con la forza immaginando che gli "altri" tutto sommato si fanno i fatti loro. E' l'esempio sull'educazione dei figli.
2) sempre secondo me tutti quelli che immaginano che per fare la pace tutto sommato basta dare a Putin qualche pezzetto di terra e una dichiarazione di neutralità, si illudono o, comunque, sottostimano moltissimo ciò che ha in mente il megalomane, cose che temo invece per qualche motivo (intelligence, rapporti indiretti, spie, talpe....) sappiano i principali capi di stato che si stanno muovendo. Per me il problema ora è che Putin non vuole la pace come lo ha ripetuto Draghi, Macron e altri leader e, scusatemi, è troppo qualunquistico pensare che questi siano proprio degli sprovveduti o che non sanno fare due elementarissimi conti per comprendere gli effetti di quello che fanno, suvvia.... Credo che con Putin oggi nessuno può parlarci e lui non ha alcuna intenzione di fermarsi e che molto probabilmente è anche offuscato da una qualche sindrome persecutoria e paranoica con la quale averci a che fare è difficilissimo. Ipotizzate anche la possibilità che Putin non sia così tanto razionale come volete credere, a quel punto cambia tutta la prospettiva.
Magari Putin è uscito di senno, io non lo so, ma so che andare avanti così porta altri morti ucraini (non europei o americani, ucraini) e altri danni per tutti.
Su chi non vuole la pace. Sì, Putin una pace incondizionata di sicuro non la vuole. Biden invece una pace condizionata la vuole?
Sul fatto che sappiano fare due elementarissimi conti, se sento dire "la scelta è tra la pace ed i condizionatori", a me qualche dubbio viene.
 

skolem

Listino e panino
Registrato
24 Aprile 2020
Messaggi
4.443
Non bisogna fidarsi, nè noi di Putin nè lui di noi. Si stipula un trattato con garanzie reciproche fornite da Stati terzi.
L'Ucraina ha già ceduto da anni zone del suo territorio.
Putin, come tutti, non è eterno. La Russia non va "regalata" alla Cina perchè è l'Europa a perderci.
Se non si ferma Putin, non ci sarà più l'Europa, ma ci sarà la Germania, l'Italia, la Francia ecc... tutte da sole con i loro bei leader nazionalisti (Prima gli Italiani, Prima i Francesi, ecc...) che devono andare sui mercati a trattare singolarmente con Cina, India, USA... che bella prospettiva!!!
 

NoWay

It's time to play the game
Registrato
5 Febbraio 2013
Messaggi
70.873
Località
Como
ma se il principio se ne va a farsi benedire e lui o altri paranoici nostalgici dell'orribile storia valutano come tutto sommato percorribile la strada della guerra, come la mettiamo con milioni di dipendenti, milioni di civili senza casa, migliaia di bambini uccisi, stupri, torture, eccc..... Se oggi ci sono 300 (sicuramente di più) lavoratori in difficoltà, cosa ti fa pensare che domani non potrebbero essere milioni? E' quello che si sta cercando di difendere, non il presente ma il futuro della vita dei nostri nipoti, del benessere dell'Europa e del vivere civile fra i popoli!!! Questo costa (forse anche molto), lo sai tu, lo so io e credo lo sappia anche Draghi.
Mi fai un discorso di possibilità, io ti faccio un ragionamento di fatti. Non è la stessa cosa. A tutti i lavoratori e a tutte le imprese che non ce la fanno oggi cosa diciamo? Siamo consapevoli che il nostro Paese più di altri, vuoi per colpe vuoi per covid, è in una situazione economica ben più che preoccupante?
 

karl55

Forumer attivo
Registrato
24 Marzo 2009
Messaggi
482
Mi fai un discorso di possibilità, io ti faccio un ragionamento di fatti. Non è la stessa cosa. A tutti i lavoratori e a tutte le imprese che non ce la fanno oggi cosa diciamo? Siamo consapevoli che il nostro Paese più di altri, vuoi per colpe vuoi per covid, è in una situazione economica ben più che preoccupante?
Sono abbastanza "non giovane" per ricordarmi diverse recessioni nel corso dei decenni passati. A differenza di oggi gli aiuti, a parte la cassa integrazione, erano molto minori di oggi (non esistevano gli incentivi auto, per fare un piccolo esempio) Oggi chiediamo molto allo stato ma se e quando passa la tempesta si ritorneranno a sentire lamentele per tasse alte e invadenza dello stato. Con un evasione come abbiamo credo potremmo dare aiuti a molti, se mai non a pioggia ma a restituzione almeno parziale quando i momenti saranno migliori: mi riferisco al monte dividendi che si prospetta molto pingue sul 2021. Problemi vecchi, Ucraina o covid a parte
 

skolem

Listino e panino
Registrato
24 Aprile 2020
Messaggi
4.443
12.50 – Il Parlamento Ue approva la risoluzione per un embargo totale dell’energia dalla Russia
Il Parlamento europeo ha adottato oggi una risoluzione per chiedere più sanzioni contro la Russia e un emendamento che chiede un embargo completo e immediato dell'Ue sulle importazioni russe di petrolio, carbone, combustibile nucleare e gas. L'emendamento è stato approvato è passato con 413, 93 contrari e 46 astenuti. La risoluzione è stata approvata con 513 voti a favore, 22 contrari e 19 astenuti. «La risoluzione - scrive Renew in una nota - accoglie favorevolmente il quinto pacchetto di sanzioni annunciato dalla Commissione europea, ma va oltre, chiedendo un maggiore supporto militare all'Ucraina e una totale esclusione da Swift per le banche russe. La mozione ribadisce l'invito del Parlamento alle istituzioni dell'Ue a lavorare per concedere all'Ucraina lo status di candidato all'Ue come chiaro segnale politico e affinché i paesi terzi si allineino alle sanzioni dell'Ue»

Quanta gente impazzita anche nel Parlamento Europeo... è un'epidemia peggio del covid!
 

NoWay

It's time to play the game
Registrato
5 Febbraio 2013
Messaggi
70.873
Località
Como
Mi chiedevo come mai, poi...

HP (HPQ.N) +15%. Il veicolo di investimento che risale a Warren Buffett ha comprato una quota pari all’11% del capitale della società, per un importo di 4,2 miliardi di dollari.
 

Joe Silver

Forumer storico
Registrato
23 Settembre 2012
Messaggi
13.350
Sì, ma solo con i principi i 300 della Colussi non ci pagano l'affitto (tanto per dire). Secondo me per chi "sta bene" (e all'ennesima potenza per i politici) è molto più facile dire che il principio deve prevalere costi quel che costi, ma la vita vera è fatta di confronto con la realtà e lì ci sono il lavoro, le bollette, il pieno, la spesa, ecc. ecc. ecc...
Capisco anche il tuo punto di vista, però considera che anche i dipendenti Colussi potranno continuare a pagare le loro bollette coi mezzi forniti dalla cassa integrazione, che è stata istituita proprio in base ad un principio (di solidarietà sociale).
 

NoWay

It's time to play the game
Registrato
5 Febbraio 2013
Messaggi
70.873
Località
Como
Capisco anche il tuo punto di vista, però considera che anche i dipendenti Colussi potranno continuare a pagare le loro bollette coi mezzi forniti dalla cassa integrazione, che è stata istituita proprio in base ad un principio (di solidarietà sociale).
Vero, ma se la situazione va avanti a lungo come dicono (per me vogliono, ma io sono malpensante) gli americani?
 

skolem

Listino e panino
Registrato
24 Aprile 2020
Messaggi
4.443
I terreni del riciclaggio on line, soprattutto nei meandri più oscuri e inaccessibili, si rivelano praterie e pascoli sterminati per foraggiare la ripulitura dei capitali illeciti. Scrive la Dia: le mafie fanno sempre più «ricorso a pagamenti effettuati con criptovalute quali i Bitcoin e più recentemente i Monero che non consentono il tracciamento e sfuggono al monitoraggio bancario.


Dobbiamo spegnere il condizionatore, ma i server che tengono in piedi le blockchain no, eh?
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 7, Guests: 78)

Alto